Annunci

Libano: la missione militare bilaterale italiana visita i principali istituti di formazione delle forze armate libanesi


Libano, 2 luglio 2015 – Nei giorni scorsi, il comandante della Missione Militare Bilaterale Italiana (MIBIL), col. Andrea Monti, accompagnato da parte dello staff permanente, ha condotto una serie di visite ai principali Istituti di Formazione delle Forze Armate Libanesi (LAF).

Queste visite effettuate, su invito delle autorità militari libanesi, hanno lo scopo di accrescere la conoscenza delle dinamiche e peculiarità del sistema addestrativo delle locali Forze di Sicurezza al fine di verificare il margine di miglioramento e ampliamento delle attività di formazione attualmente condotte, nel Centro di Addestramento nel Sud del Libano e in Italia.

Il colonnello Monti e il suo staff, accompagnati dal ten. col. Hanna Lteif del direttorato dell’addestramento delle LAF, hanno visitato nell’ordine, la Scuola della Marina in Jounieh (principale istituto di formazione navale per ufficiali e sottufficiali, nonché degli equipaggi destinati ad operare su imbarcazioni da guerra della Marina Libanese), la scuola di addestramento delle Forze Speciali in Hamat (centro di eccellenza dedicato alla formazione dei militari destinati alle unità a connotazione “Special Forces”), ed infine la scuola di addestramento in montagna di ARZ (ove vengono condotti tutti i corsi relativi al combattimento in ambiente montano, compresi quelli di Sci e Search & Rescue).

Il giorno successivo, accompagnati dal generale di brigata dell’Aeronautica Libanese Roufel Akel, Liaison Officer LAF-MIBIL, i componenti della MIBIL hanno potuto visitare il centro di addestramento di Baalbek, nel nord del paese, punto di riferimento per tutti i corsi relativi all’addestramento dei sottufficiali e delle unità di fanteria dell’esercito libanese, e, successivamente, la scuola dell’aeronautica di Riyak, ente responsabile della formazione dei piloti, dei tecnici, e dei controllori di volo destinati ai reparti dell’Aeronautica libanese.

Nel corso delle visite, alle varie strutture didattiche-formative permanenti ed alle attività addestrative in atto, le autorità militari libanesi hanno avuto occasione di presentare gli aspetti salienti delle attività ivi condotte, evidenziando possibili aree di collaborazione e supporto da parte della MIBIL, e, nei colloqui che ne sono conseguiti, sono emersi elementi efficaci all’individuazione dei principali criteri formativi alla base dei corsi da svolgere nel proseguo delle attività bilaterali.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggior della Difesa
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: