Advertisements

Archivi categoria: Alpini

Sci truppe alpine: assegnata oggi la Coppa Europa di gigante maschile

Conclusi ieri i Campionati Sciistici delle Truppe Alpine 2017, la Val Pusteria è teatro in questi giorni delle finali della Coppa Europa maschile e femminile di sci alpino

Fase della gara

Bolzano, 18 marzo 2017 – Spento ieri il Tripode in Piazza del Magistrato a San Candido – acceso lo scorso 13 marzo – ed ammainate le bandiere delle Nazioni partecipanti alle Olimpiadi degli Alpini 2017, le Penne Nere sono ancora in pista a Versciaco, impegnate nell’organizzazione delle finali delle discipline tecniche della Coppa Europa di sci alpino.

L’assegnazione dell’organizzazione dell’evento, decisa già nello scorso mese di giugno a Cancun (Messico) durante il 50° Congresso della FISI, premia la capacità dimostrata dalle Truppe Alpine dell’Esercito di saper organizzare e gestire importanti eventi a livello internazionale, di cui i Campionati Sciistici delle Truppe Alpine (CaSTA) rappresentano un chiaro esempio.

Elia Zurbriggen con la Coppa di specialità

Elia Zurbriggen con la Coppa di specialità

Dopo la vittoria del titolo femminile di gigante, assegnato ieri all’atleta norvegese Kristin Lysdahl, ad aggiudicarsi il titolo maschile è stato lo svizzero Elia Zurbriggen che, grazie alla vittoria nella prova di oggi, è riuscito a superare nella classifca di specialità l’atleta finalandese Samu Torsti giunto secondo.

Ultimo appuntamento della Coppa Europa e dei CaSTA 2017 sarà lo slalom di domani (diretta RAI Sport), che assegnerà anche il titolo continentale nella specialità.

Tracciato di gara

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Truppe Alpine
____________________________________________
Advertisements

Giornata conclusiva dei 69^ campionati sciistici delle truppe alpine

Cerimonia conclusiva della manifestazione questo pomeriggio (dalle 14.30 con diretta streaming sui siti www.meteomont.org e www.ana.it), ma ancora tante gare fino a domenica

Plotoni in gara

Bolzano, 17 marzo 2017 – Con ancora negli occhi le immagini dello spettacolo offerto ieri sera sulla piasta “Baranci” di San Candido, dove alpini e maestri di sci hanno regalato al numeroso pubblico presente uno spettacolo emozionante, sono partiti questa mattina i plotoni, impegnati nell’ultima decisiva gara – una staffetta alpinistica sprint – che deciderà chi sarà ad imporsi nella competizione più importante della manifestazione. La lotta per la vittoria sembrerebbe ristretta ai reparti della Brigata Julia, con il 7° reggimento di Belluno e l’8° di Cividale in testa e divisi da pochissimi punti, ma tutto è ancora possibile.

Sempre ieri sera, a San Candido, è stata inaugurata la tre giorni delle finali delle discipline tecniche della Coppa Europa maschile e femminile, la cui organizzazione è stata assegnata dalla FISI alle truppe alpine dell’Esercito, a dimostrazione delle capacità dimostrate dalle Penne Nere nel saper organizzare e gestire importanti eventi internazionali, di cui i campionati sciistici rappresentano un chiaro esempio.

Fiaccolata

L’appuntamento con le finali sarà in diretta RAI Sport durante tutto il fine settimana (oggi e domani a partire dalle 12 e domenica dalle 13.45)

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Truppe Alpine
__________________________________________

Pronostici rispettati nella gara di sci alpinismo in notturna

Il caporalmaggiore capo Daniele Cappelletti ed il 1° caporalmaggiore Anna Moraschetti si riconfermano campioni italiani dell’Esercito di specialità

Partenza della gara di scialpinismo

San Candido, 16 marzo 2017 – Mi sento in forma e le gambe girano bene” aveva detto qualche minuto prima dell’inizio della gara. Ed infatti il caporalmaggiore capo Daniele Cappelletti, effettivo al Reparto Comando e Supporti Tattici “Tridentina”, si è aggiudicato il titolo nazionale, battuto al traguardo solo da un inafferrabile Manfred Reichegger – atleta di punta del Centro Sportivo Esercito tra i protagonisti mondiali della disciplina da oltre 20 anni.

In campo femminile la vittoria assoluta è andata al caporalmaggiore Alba De Silvestro del Centro Sportivo Esercito – che conferma così l’ottimo stato di forma evidenziato nell’arco di tutta la stagione – mentre il titolo nazionale rimane ben saldo nelle mani del 1° caporalmaggiore Anna Moraschetti, istruttore militare di sci anch’essa in forza alla “Tridentina”.

Alba De Silvestro e Giulia Compagnoni all'arrivo

Alba De Silvestro e Giulia Compagnoni all’arrivo

Oggi, con i plotoni che usufruiscono di una giornata di riposo in attesa della gara di venerdì mattina che li vedrà impegnati in una staffetta alpinistica che assegnerà la vittoria finale, l’appuntamento è alla Nordic Arena di Dobbiaco, dove saranno le pattuglie a darsi battaglia per aggiudicarsi il Trofeo dell’Amicizia.

Questa sera, invece, l’appuntamento è a San Candido e sulla pista “Baranci”, dove a aprtire dalle 18 ci sarà grande festa con la presentazione delle finali della Coppa Europa di sci alpino e la grande fiaccolata degli Alpini (diretta streaming sui siti www.meteomont.org e www.ana.it)

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Truppe Alpine
________________________________________

Italia – Slovacchia 4 a 0, ma a vincere è la solidarietà

La 69^ edizione dei campionati di sci delle Truppe Alpine inizia con una amichevole di Para Ice Hockey fra le nazionali di Italia e Slovacchia di Para Ice Hockey

Un momento dell'incontro

Bolzano, 14 marzo 2017 – E’ stato il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, a premiare la nazionale italiana di Para Ice Hockey (hockey praticato da atleti con disabilità) che ha affrontato la corrispettiva nazionale slovacca. L’iniziata, inserita nelle varie attività programmate in occasione della 69^ edizione dei Campionati Sciistici delle Truppe Alpine (Ca.STA), aveva lo scopo di raccogliere fondi per sostenere il Para Ice Hockey a testimonianza della tradizionale attenzione degli Alpini nel campo della solidarietà.

Consegna della coppa da parte del Capo di SME

L’inizio dell’incontro, che  si è svolto presso il Palaghiaccio di Dobbiaco, è stato aperto dagl’inni nazionali suonati dalla fanfara della Brigata Alpina Julia. Per la cronaca la nazionale italiana parte bene chiudendo il primo tempo già con due gol all’attivo, riuscendo alla fine  a primeggiare con il punteggio di 4 a zero, dopo una partita giocata con sano agonismo e forte partecipazione. I numerosi spettatori convenuti hanno apprezzato l’impegno degli atleti tifando ed applaudendo ad ogni azione.

Al termine della gara il sindaco di Dobbiaco, il signor Guido Bocher, ha premiato tutti gli atleti slovacchi mentre il capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha premiato gli atleti italiani. Il premio del miglior giocatore italiano, eletto dagli allenatori delle due squadre, è stato consegnato dal comandante delle Truppe Alpine, il generale di corpo d’armata Federico Bonato.

Consegna dell'assegno di beneficenza

I fondi raccolti, pari a 1450,00 euro, sono stati consegnati al dottor Luigi Alberà consigliere del settore paralimpico della FISG (Federazione Italiana Sport sul Ghiaccio).

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Truppe Alpine
__________________________________________

Emozioni capaci di sciogliere il ghiaccio nella seconda giornata dei campionati sciistici delle Truppe Alpine

Partiti questa mattina da San Candido i 25 plotoni impegnati nella gara più dura dei Campionati ed assegnato il primo titolo di campione militare dell’Esercito, l’attenzione si sposta a Dobbiaco, dove questa sera andranno in scena due grandi eventi

1 (1)

Il podio maschile dello Slalom Gigante

 

Bolzano, 14 marzo 2017 – Con le bandiere che sventolano a San Candido, nella cui piazza principale arderà fino a venerdì il braciere dei CaSTA, è stato il comune di Dobbiaco ad ospitare oggi due eventi capaci di regalare forti emozioni.

Il primo è stato lo spettacolo in scena al Palaghiaccio, alle ore 18, dove Charlene Guignard con Marco Fabbri e Valentina Marchei con Ondrej Hotarek – atleti di primo piano del panorama internazionale della specialità – hanno incantato con le loro evoluzioni artistiche il pubblico presente.

2 (1)

Il capitano Hera Galli alla partenza

A seguire, con inizio alle 21.30 presso l’Auditorium Gustav Mahler (diretta streaming sui siti www.meteomont.org e www.ana.it), la fanfara della Brigata Alpina Julia regalerà momenti magici, esibendosi con una serie di brani tratti dal suo vasto repertorio.

Tutto questo mentre i plotoni, terminato il primo faticoso giorno di gare, passeranno la notte in bivacco a Villabassa.

In mattinata, intanto, sulla pista Porzen di Sesto Pusteria è stato assegnato il titolo di campione italiano dell’Esercito al 1° caporalmaggiore Stephan Miribung, effettivo al Reparto Comando e Supporti Tattici “Tridentina” e al capitano Hera Galli, ufficiale pilota del 4° reggimento AVES “Altair”.

3

Martina Vignaroli e Alice Canclini, 1 e 2 classificata nella gara di sci di fondo femminile

Sempre in mattinata, sulla pista Saskia di Dobbiaco, si è disputata anche la prima gara – sci di fondo a tecnica libera – valida per l’assegnazione, venerdì, dei Trofei dell’Amicizia ed Interforze, che visto le splendide vittorie del brigadiere dei Carabinieri Giorgio Di Centa e del caporalmaggiore dell’Esercito Martina Vignaroli.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Truppe Alpine
____________________________________________

Esercito, cominciati oggi i 69^ campionati sciistici delle Truppe Alpine

Sono stati Karin Oberhofer, atleta dell’Esercito medaglia olimpica nel biathlon alle passate Olimpiadi invernali di Sochi e Gianluca Cavaliere, capitano della Nazionale italiana di Para Ice Hockey, ad accendere a San Candido il Tripode dei CaSTA 2017

Accensione del Tripode

Bolzano, 13 marzo 2017 – Dando ufficialmente il via a San Candido (BZ) alla 69^ edizione dei campionati sciistici delle Truppe Alpine, il capo di Stato Maggiore della Difesa – generale Claudio Graziano – è tornato a parlare dei recenti avvenimenti occorsi in Centro Italia, ricordando come questi  siano stati “un momento per dimostrare vicinanza e supporto alle popolazioni che hanno molto sofferto, ma anche espressione di uno sforzo sistemico e di coesione interforze, in cui sono state proiettate quelle capacità di intervento, ricostruzione, soccorso e salvataggio che sono proprie e peculiari delle Forze Armate; capacità acquisite per essere impiegate in ambito internazionale, ma anche in dual use a supporto della protezione civile”.

Il Capo di Stato Maggiore della Difesa

Parlando poi degli atleti schierati in piazza del Magistrato, il generale Graziano ha aggiunto: “Sono molto orgoglioso dei nostri uomini e delle nostre donne, che sono tra i migliori non solo dal punto di vista dell’equipaggiamento e delle capacità, ma soprattutto dal punto di vista dell’etica, della morale e della capacità di saper interpretare le missioni di sicurezza con altriuismo e coraggio, sempre al servizio della gente.”

Al via dunque da oggi una settimana di gare ed eventi che vedranno coinvolti oltre 1500 atleti militari provenienti da 11 Nazioni, le cui bandiere sventoleranno al cospetto delle Dolomiti altoatesine fino a venerdì, quando si conosceranno i vincitori delle “Olimpiadi degli Alpini”.

Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, nel suo intervento ha ricordato al numeroso pubblico presente come “i campionati sciistici delle truppe alpine non rappresentano un semplice evento sportivo, ma anche un importante momento addestrativo e formativo che richiede una serie di qualità – resistenza, concentrazione, spirito di squadra, lealtà e tenacia – comuni all’atleta quanto al militare e che sono doti su cui fare affidamento per superare i momenti di difficoltà che non mancano nell’impegnativa professione che ciascuno di noi ha scelto”.

Il Generale Graziano e il Generale Errico

I monti sono maestri muti e fanno discepoli silenziosi” ha affermato il comandante delle Truppe Alpine, generale di corpo d’armata Federico Bonato, citando Johann Wolgang Goethe e riferendosi al fatto che da sempre la montagna è per gli alpini un’eccezionale palestra di vita, capace di formare il fisico e di temprare il carattere del soldato. Soffermandosi poi sui vari momenti che caratterizzeranno la manifestazione, il generale Bonato ha richiamato l’attenzione dei presenti sul rinnovato impegno delle Truppe Alpine nel sociale, ricordando come i campionati saranno contraddistinti da iniziative a favore degli atleti della Federazione Italiana Paralimpica degli sport del ghiaccio e delle attività dell’Associazione San Vincenzo di Dobbiaco per le quali è stata organizzata una raccolta di fondi con eventi benefici nell’arco dell’intera settimana.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Truppe Alpine
___________________________________________

Alpini Paracadutisti raggiungono paese isolato da giorni scendendo tramite fune da un elicottero

schermata-01-2457775-alle-00-03-41

Coronelle (AP), 20 gennaio 2017 – Nel pomeriggio di oggi si è svolta un’operazione di soccorso effettuata da una squadra di alpini paracadutisti dell’Esercito italiano (Ranger) che ha raggiunto una frazione isolata da giorni a sud di Ascoli Piceno nella Valle Castellana.

A bordo di un aeromobile,  del reggimento elicotteri per operazioni speciali (REOS) di Viterbo, i militari hanno raggiunto la zona del paese Coronelle e tramite la tecnica del fast rope (discesa con una fune da elicottero stazionario da alcuni metri dal suolo) si sono calati da un elicottero NH90 nei pressi del centro abitato e hanno raggiunto poi le case muovendo con racchette da neve L’obiettivo dell’attività, richiesta dalla Protezione Civile, era quello di  ripristinare le comunicazioni con il paese, entrare in contatto con le autorità Locali e la popolazione civile isolata e supportarla ove necessario, in prima persona o richiedendo ulteriori concorsi.

schermata-01-2457775-alle-00-13-56

Il 4° Reggimento Alpini paracadutisti fa parte delle unità altamente specializzate delle Forze armate per le operazioni speciali. Gli alpini paracadutisti sono particolarmente addestrati ad operare in ambienti montani e artici e hanno una forte esperienza operativa  maturata in ambito internazionale avendo preso parte a tutte le principali operazioni nelle aree di crisi. I Ranger  impiegati in questi giorni nelle zone colpite dalla eccezionale nevicata che ha investito il centro Italia hanno anche la capacità di essere paracadutati per raggiungere eventuali zone inaccessibili in altro modo.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa
________________________________________

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

PARLAMENTONEWS

i fatti della politica

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade