Advertisements

Archivio dell'autore: Redazione

Carabinieri: spettacolare carosello equestre per ricordare la carica di Pastrengo

54anniversarioCC_DSC_4717

Roma, 27 aprile 2017 – In mattinata, presso la caserma Salvo D’Acquisto, alla presenza del comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette è stato celebrato il 54° annuale di fondazione del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo in concomitanza del  169° anniversario della “Carica di Pastrengo”, noto fatto d’armi avvenuto nel 1848, durante la prima guerra d’indipendenza, allorquando il maggiore Negri di Sanfront, comandante dei tre squadroni Carabinieri di scorta a Carlo Alberto, re di Sardegna, percepito il tentativo di accerchiamento attuato dalle truppe austriache durante uno spostamento del sovrano, ordinò immediatamente la carica. Al grido “Pastrengo” 280 cavalieri, sciabole alla mano, caricarono tre volte  gli austriaci, che sorpresi dalla carica inattesa ripiegarono abbandonando le loro postazioni.

54anniversarioCC_DSC_4737

Il 4° reggimento Carabinieri a cavallo, erede delle gloriose tradizioni ippiche dell’Arma, è l’ultimo Reggimento interamente montato delle Forze Armate Italiane e svolge le normali attività d’istituto, quali pattuglie e perlustrazioni in aree impervie dell’intero territorio nazionale, e fornisce concorso nell’espletamento di servizi di ordine pubblico e soccorso in caso di pubbliche calamità.

Al termine della celebrazione, dopo le dimostrazioni di ordine pubblico a cavallo e di dressage, alla presenza del capo di Stato Maggiore della Difesa gen. Claudio Graziano e di quello della Repubblica Ceca gen. Josef BEČVÁŘ è stata rievocata la carica con l’esibizione dei cavalieri del Reggimento nel famoso “Carosello Equestre”.

PHOTOREPORTAGE

© All rights reserved
Immagini: Ph. Monica Palermo
__________________________________
Advertisements

Il capo di Stato Maggiore della Difesa della Repubblica Ceca al carosello dei Carabinieri a Roma

DSC_4844

Roma, 27 aprile 2017 – Il capo di Stato Maggiore della Difesa della Repubblica Ceca generale Josef BEČVÁŘ è intervenuto alla caserma Salvo D’Acquisto di Roma, per assistere al Carosello dell’Arma dei Carabinieri, per la celebrazione del 54° annuale di fondazione del 4° Reggimento Carabinieri a Cavallo in concomitanza del  169° anniversario della “Carica di Pastrengo”.

DSC_4893

(Nella foto in alto, da sx: generale di corpo d’armata Antonio Ricciardi, capo di Stato Maggiore della Difesa generale Claudio Graziano e capo di Stato Maggiore della Repubblica Ceca generale Josef BEČVÁŘ)

© All rights reserved
Immagine: Ph. Monica Palermo
___________________________________

Granatieri al comando del contingente italiano in Libano

2017-04-27 GRANATIERI AL COMANDO DEL CONTINGENTE ITALIANO IN LIBANO (1)

Shama (Libano), 27 aprile 2017 – Avvenuto oggi il passaggio di responsabilità del comando del contingente italiano che opera nell’ambito della missione UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon), la forza di interposizione delle Nazioni Unite nel Sud del Libano.   

Il comando dell’operazione “Leonte” passa alla brigata “Granatieri di Sardegna”, subentrata questa notte alla Brigata “Pozzuolo del Friuli”.

La cerimonia del TOA (Transfer of Authority) si è svolta presso la “Millevoi” di Shama alla presenza del comandante del COI (Comando Operativo di Vertice Interforze), ammiraglio di squadra Giuseppe Cavo Dragone, del comandante della missione UNIFIL, il generale dell’esercito irlandese Micheal Beary, nonché di numerose autorità politiche e locali del Libano del Sud.

2017-04-27 GRANATIERI AL COMANDO DEL CONTINGENTE ITALIANO IN LIBANO (4)

Nel corso della cerimonia, il generale Micheal Beary ha ringraziato il personale della Brigata “Pozzuolo del Friuli” per il prezioso contributo fornito in questi sei mesi e per l’importante ruolo ricoperto nell’ambito delle attività previste della Risoluzione delle Nazioni Unite n°1701. 

La brigata “Granatieri di Sardegna”, la più antica dell’Esercito Italiano, ha già condotto l’operazione nella terra dei cedri nel 2014 con “Leonte XV”, rilevando, come allora, il Comando della Joint Task Force dalla brigata di cavalleria “Pozzuolo del Friuli” che in sei mesi, tra l’altro ha svolto oltre 37.500 attività operative diurne e notturne, 4 mila attività operative congiunte con le Forze Armate Libanesi e completato 58 progetti di cooperazione civile e militare.

2017-04-27 GRANATIERI AL COMANDO DEL CONTINGENTE ITALIANO IN LIBANO (2)

La brigata “Granatieri di Sardegna”, di stanza in Roma Capitale con l’omonimo 1° reggimento ed il reggimento “Lancieri di Montebello” (8°) alle dipendenze, oltre ad essere impiegata nelle attività operative sul territorio nazionale ed internazionale, con la sua plurisecolare storia è la Grande Unità dell’Esercito Italiano incaricata di svolgere le attività di presidio, alta rappresentanza e cerimoniale di Stato presso le sedi istituzionali.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano in Libano
____________________________________________________

Marina Militare: nave scuola Amerigo Vespucci in sosta a Sines in Portogallo

In Portogallo la 1a tappa della Campagna d’Istruzione 2017 della nave scuola della Marina Militare

34010042591_18cb3481f8_z

Sines (Portogallo), 27 aprile 2017 – La nave scuola Amerigo Vespucci della Marina Militare è arrivata a Sines (Portogallo), dove sosterà fino al 01 maggio 2017.

Venerdì 28 aprile, alle ore 14:30, il comandante della nave, capitano di vascello Angelo Patruno, terrà una conferenza stampa a bordo durante la quale presenterà la Campagna d’Istruzione 2017 ed illustrerà la nave, fiore all’occhiello della Marina Militare.

A Sines, nave Vespucci prenderà parte alla Tall Ship Race, primo impegno internazionale riservato alle unità a vela provenienti da ogni parte del Mondo, rappresentando le tradizioni ed i valori della marineria italiana.

Partita dall’arsenale militare di La Spezia il 19 aprile scorso per svolgere la Campagna d’Istruzione 2017, la nave più bella del mondo ha il compito di addestrare 79 allievi del 24° corso volontari in ferma prefissata quadriennale ed oltre 100 allievi dell’Accademia Navale di Livorno, che porteranno l’eccellenza italiana ed il prestigio delle nostre Forze Armate all’estero attraverso eventi culturali e di promozione, in collaborazione con le rappresentanze diplomatiche nazionali nei Paesi ospitanti.

32909131954_1e6435b810_z

La nave durante la Campagna 2017 toccherà gli Stati Uniti  (Boston, New York) e il Canada (Halifax, Montreal, Quebec City); qui, come eccellenza del “made in Italy” rappresenterà il Paese in un’area di non usuale gravitazione per la Marina Militare.

Le soste in Nord America saranno inoltre legate ad eventi particolari che vedranno coinvolta la nave e l’equipaggio, in rappresentanza di tutti gli italiani, come le celebrazioni per il 150° anniversario della Confederazione Canadese, ma rappresentano anche l’occasione per incontrare le numerose comunità di italiani all’estero.

La campagna d’istruzione 2017 di nave Vespucci riflette una visione internazionale, europea e globale, che tratteggia questo inizio di millennio come “secolo blu”. Quello della “crescita blu” è considerato un fattore chiave su cui puntare per uno sviluppo sostenibile del nostro Paese in un contesto dove la marittimità rappresenta una risorsa fondamentale per la crescita commerciale, occupazionale e tecnologica.

Approfondimenti

La nave fu progettata, al pari della “gemella” Cristoforo Colombo, da Francesco Rotundi, ingegnere e tenente colonnello del Genio Navale, nonché direttore dei cantieri navali di Castellammare di Stabia.

Il 22 Febbraio 1931 (85 anni fa) a Castellammare di Stabia fu varata la nave Amerigo Vespucci, tutt`oggi in servizio per l`addestramento degli allievi ufficiali dell`Accademia di Livorno.

Il Vespucci ha effettuato l’ammodernamento delle capacità operative di bordo e soprattutto l’adeguamento delle sistemazioni logistiche agli standard moderni e nella sostituzione dell’apparato propulsivo e di generazione elettrica, dotando l’Unità anche di una nuova elica e nuovi sistemi di piattaforma, più efficienti e rigorosamente orientati alla tutela dell’ambiente.

L’importante attività di “ringiovanimento” (re-styling) del Vespucci, sotto il coordinamento della Direzione Lavori e Servizi, ed in particolare della Sezione Studi dell’Arsenale M.M. di La Spezia, in parte alla manodopera “in house” costituita dalle maestranze arsenalizie, con il contributo del personale di bordo.

Dalla sua entrata in servizio la Nave ha svolto ogni anno attività addestrativa (ad eccezione del 1940, a causa degli eventi bellici, e degli anni 1964, 1973 e 1997, per lavori straordinari), principalmente a favore degli allievi dell’Accademia Navale, ma anche degli allievi del Collegio Navale, ora Scuola Navale Militare “Francesco Morosini”.

33354376720_72f0270c50_z

Dal punto di vista tecnico-costruttivo l’Amerigo Vespucci è una Nave a Vela con motore; dal punto di vista dell’attrezzatura velica è “armata a Nave”, quindi con tre alberi verticali, trinchetto, maestra e mezzana, dotati di pennoni e vele quadre, più il bompresso a prora, a tutti gli effetti un quarto albero. L’Unità è inoltre fornita di vele di taglio: i fiocchi, a prora, fra il bompresso e il trinchetto, gli stralli, fra trinchetto e maestra e fra maestra e mezzana, e la randa, dotata di boma e picco, sulla mezzana. Tra le imprese leggendarie, quella dell`ammiraglio Agostino che risalì il Tamigi a vele spiegate fino a Londra, lasciando ammirati gli Inglesi.

L’equipaggio è composto da circa 270 militari tra uomini e donne. Nel periodo estivo, la nave imbarca gli allievi dell’Accademia Navale per la consueta Campagna di Istruzione, con circa 100 allievi ed un team di supporto di una trentina di militari, arrivando così a pieno regime con oltre 400 persone a bordo.

32896298864_70937e45de_z

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina Militare
______________________________________

Marina Militare: nave Carabiniere in sosta a Doha nel Qatar

La campagna navale in Sud-Est Asiatico e Australia è arrivata in Qatar 

47726c34-60d5-4538-9a61-85918f86e47e04

Doha, Qatar, 27 aprile 2017 – La Fregata Europea Multi Missione (FREMM) Carabiniere della Marina Militare è arrivata oggi a Doha dove sosterrà fino al 01 maggio 2017.

La fregata è arrivata nel porto della capitale del Qatar dopo le soste in Arabia Saudita, Sri Lanka, Australia, Indonesia, Singapore, Malesia, Pakistan, Oman, Kuwait e Bahrein prendendo parte a diverse esercitazioni con le marine locali.

Domenica 30 alle 10.00 locali (09.00 in Italia) il comandante della nave, capitano di fregata Francesco Pagnotta terrà una conferenza stampa a bordo nel corso della quale presenterà la campagna navale in corso e illustrerà la nave, gioiello della cantieristica navale italiana.

Nave Carabiniere è la quarta unità FREMM consegnata alla Marina Militare nell’aprile 2015 in versione “antisommergibile” ed è allestita con sistema d’arma, difesa e scoperta di ultima generazione, all’avanguardia sia nel campo militare che civile.

a7fb872f-26d1-458b-b311-a85fc092c660carab1

L’unità sarà impegnata ad assicurare presenza, sorveglianza marittima, rafforzare le attività di cooperazione già in corso con alcuni alleati trans-regionali ed avviare relazioni con nuovi potenziali partner, nell’alveo dei compiti istituzionali affidati alla Forza Armata.

La campagna di Nave Carabiniere, partita da La Spezia lo scorso 20 dicembre, riflette una visione internazionale che tratteggia questo inizio di millennio come “secolo blu”. Quello della “crescita blu” è considerato un fattore chiave sui cui puntare per uno sviluppo sostenibile del nostro Paese in un contesto dove la marittimità rappresenta una risorsa fondamentale per la crescita commerciale, occupazionale e tecnologica.

L’iniziativa è nata con la collaborazione di Fincantieri (sponsor principale), Leonardo, MBDA Italia, Elettronica, Telespazio e Drass. Media Partner RTV San Marino e RAI Italia.

2cf959e3-8113-4872-8103-bc105ceaac2eFB344E8A-76A1-4283-8DE6-AAA1F106EC30

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina Militare
_____________________________________

L’Aquila: celebrazione del 72° anniversario della liberazione

FOTO 1 Deposizione Corona

L’Aquila, 25 marzo 2017 – A L’Aquila è stata celebrata presso la Villa Comunale la ricorrenza del 25 aprile, dove si è svolta la cerimonia principale che ha visto lo schieramento di una compagnia in armi composta da uomini e donne delle Forze Armate e dei Corpi armati dello Stato e la presenza del prefetto de L’Aquila dott. Giuseppe Linardi, del vicesindaco dott. Pietro Di  Stefano, del comandante militare dell’Esercito per l’Abruzzo gen. b. Rino De Vito, del comandante della scuola ispettori e sovrintendenti della Guardia di Finanza gen. b. Fabrizio Toscano, del comandante provinciale dei Carabinieri col. Antonio Servedio e del vescovo de L’Aquila mons. Giuseppe Petrocchi.

FOTO 2 Schierante

Altre cerimonie si sono tenute nel capoluogo abruzzese in Piazza IX Martiri, nel  piazzale Alenia e all’interno della caserma “Pasquali-Campomizzi” presso il luogo dell’eccidio dei Nove Martiri Aquilani nonché nelle frazioni di Onna e Filetto. Infine, altre commemorazioni hanno avuto luogo nei capoluoghi di provincia di Chieti, Pescara e Teramo nonché nei centri di Avezzano (AQ) e Sulmona (AQ) dove, come di consueto, è stata numerosa la presenza militare in rappresentanza dei comandi ed enti di stanza in Abruzzo.

© All rights reserved
Fonte e immagini: CME Abruzzo
___________________________________

 


Celebrata la commemorazione dei nove martiri aquilani. Onoreficenze al soldato Cialente

FOTO 3 SCHIERANTE

L’Aquila, 25 aprile 2017 – Il 25 aprile 2017, ha avuto luogo la commemorazione dei Nove Martiri Aquilani presso il luogo dell’eccidio ubicato all’interno della caserma “Pasquali-Campomizzi”.

Presenti il prefetto de L’Aquila dott. Giuseppe Linardi, il vicesindaco dott. Pietro Di Stefano, il comandante militare dell’Esercito per l’Abruzzo gen. b. Rino De Vito, il comandante della scuola ispettori e sovrintendenti della Guardia di Finanza gen. b. Fabrizio Toscano, il comandante provinciale dei Carabinieri col. Antonio Servedio e il vescovo de L’Aquila mons. Giuseppe Petrocchi.

FOTO 1 MOMENTO SOLENNE.jpg

Nella circostanza è stato comunicato il conferimento, da parte del Ministero della Difesa, al soldato Umberto Cialente, classe 1926 e padre del dott. Massimo Cialente, sindaco de L’Aquila, del diploma d’onore di “Combattente per la Libertà d’Italia” nonché della croce al merito di guerra per il conflitto 1940-1945 e del riconoscimento della campagna di guerra relativa agli anni 1943-1944.

FOTO 2 DEPOSIZIONE CORONA

Stante l’impossibilità del soldato Cialente a presenziare alla cerimonia odierna, nei prossimi giorni il gen. b. Rino De Vito, comandante militare dell’Esercito per l’Abruzzo nonché comandante del presidio militare, provvederà alla consegna dei suddetti riconoscimenti accompagnato, per l’occasione, dal figlio dell’interessato Massimo.

© All right eserved
Fonte e immagini: Comando Militare Esercito Abruzzo
___________________________________________________________

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

PARLAMENTONEWS

i fatti della politica

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade