Advertisements

Archivi categoria: Aeronautica Militare

Accademia Militare di Modena, 187 allievi ufficiali hanno prestato giuramento

dsc_6116

Modena, 18 febbraio 2017 – Oggi, nel Palazzo Ducale di Modena sede dell’Accademia Militare, 187 allievi ufficiali, 136 dell’Esercito e 51 dell’Arma dei Carabinieri, del 198° corso “SALDEZZA” hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana.

Tra le autorità militari presenti alla cerimonia, il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, il capo di stato maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, generale di corpo d’armata Tullio Del Sette, il capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Enzo Vecciarelli, il comandante generale della Guardia di Finanza, generale di corpo d’armata Giorgio Toschi, il comandante per la formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito, generale di corpo d’armata Pietro Serino, il comandante dell’Accademia Militare, generale di divisione Salvatore Camporeale e il padrino del 198 corso Saldezza, il generale di corpo d’armata Rosario Aiosa, Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Intervenute anche molte autorità civili, tra cui il senatore Carlo Giovanardi, cadetto “ad honorem“, il sindaco di Modena, dott. Giancarlo Muzzarelli e il prefetto di Modena, dottoressa Maria Pia Paba.

dsc_6128

Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito rivolgendosi ai cadetti del 198 corso ha sottolineato l’importanza del giuramento prestato “un atto solenne con cui vi siete impegnati ad agire sempre animati da un elevato senso del dovere, con spirito di abnegazione e di sacrificio….per adempiere con disciplina e onore tutti gli obblighi che il nostro status di militare impone“.

Il generale Danilo Enrico ha, poi, richiamato i valori fondanti di una scelta basata su una cosciente adesione a quei principi, tra i quali coraggio, fedeltà, lealtà alle Istituzioni, senso del dovere, tenacia, che rappresentano la base valoriale di tutto il personale delle Forze Armate, esortando, in conclusione, gli allievi ufficiali del 198 corso ad affrontare con Saldezza morale e materiale tutte le sfide e le difficoltà che si incontreranno lungo il percorso appena intrapreso.

Il generale Graziano, nel suo discorso ha sottolineato che “le sfide che vi attendono sono sicuramente importanti ed è necessario che voi viviate gli anni della formazione con impegno e dedizione con la consapevolezza che ai Comandanti di oggi è richiesta una preparazione sempre più a 360 gradi per interagire con tutti gli attori che operano accanto alla componente militare nelle aree di crisi e nelle situazioni di emergenza“.

Il capo di Stato Maggiore della Difesa ha poi concluso ricordando agli allievi che “tra pochi anni sarete chiamati ad operare sia in Patria sia all’estero per garantire la sicurezza nazionale ed internazionale sempre più intimamente connesse: siate sempre esempio per i vostri uomini e tenete alto il nome delle nostre Forze Armate, che grazie alla professionalità di chi vi ha preceduto sono sicuramente tra le migliori al mondo

dsc_6148

Gli allievi del 198 corso Saldezza sono giunti a questo importante traguardo dopo un duro tirocinio che li ha visti impegnati di recente nella campagna tattica invernale, durante la quale hanno svolto una intensa attività addestrativa.

Il 198 corso conta 136 allievi ufficiali dell’Esercito, di cui il 16% donne. Il 21% degli allievi proviene dal nord Italia, il 19% dal centro, il 60% dal sud e dalle isole. Le donne, invece sono rappresentate per oltre il 26% rispettivamente dal nord e centro Italia, per il restante 48% dalle regioni meridionali, isole comprese. Presenti, anche, 17 allievi stranieri.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Esercito
___________________________________________
Advertisements

Emergenza neve: elicottero dell’Aeronautica salva due operatori del Corpo Forestale in Sardegna

Un elicottero AB-212 dell’80° Centro Combat SAR di Decimomannu (Ca) ha soccorso due operatori del Corpo Forestale isolati nella zona del Monte Mamone – Bitti a causa delle abbondanti nevicate di questi giorni

20170120_hh212aeronauticamilitare_bitti

Decimomannu, 20 gennaio 2017 – Nella tarda mattinata di oggi, un elicottero AB 212 dell’80° Centro Combat SAR (Search And Rescue) di Decimomannu, del 15°Stormo dell’Aeronautica Militare, è stato nuovamente chiamato per intervenire in soccorso a due operatori del Corpo Forestale isolati in una zona non raggiungibile dai mezzi terrestri a causa delle abbondanti nevicate.

A seguito dell’attivazione da parte del Comando delle Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE), l’elicottero è decollato dalla base aerea di Decimomannu alle ore 12:00 con a bordo una squadra del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico per raggiungere l’area d’operazioni nella zona del Monte Mamone – Bitti (NU).

20170120_hh212aeronauticamilitare_bitti1

Una volta raggiunti e soccorsi i due tecnici, l’equipaggio si è diretto presso il campo sportivo di Bitti dove ha sbarcato i soccorsi. 

L’attività svolta oggi rientra anch’essa nell’ambito del più ampio dispositivo della Difesa che sta lavorando in stretto coordinamento con la Protezione Civile su tutto il territorio nazionale per far fronte all’emergenza neve che sta interessando tutta l’Italia.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
__________________________________________

Aeronautica militare, emergenza maltempo: soccorsi tre uomini isolati dalla neve

Tre uomini isolati dalla neve in Sardegna soccorsi da un elicottero dell’aeronautica militare e dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS)

 whatsapp-image_1

Cagliari, 19 gennaio 2017 – Un elicottero AB-212 dell’ 80° Centro C/SAR di Decimonannu (Ca) è intervenuto per prestare aiuto nel comune di Urzulei (OG). 

Un elicottero AB-212 dell’80° Centro Combat SAR (Search And Rescue) di Decimomannu (Ca), del 15°Stormo dell’Aeronautica Militare, ha soccorso oggi tre persone isolate dalla neve, caduta copiosamente in questi giorni nella provincia sarda dell’Ogliastra.

A seguito dell’attivazione da parte del Comando delle Operazioni Aeree di Poggio Renatico (FE), l’elicottero è decollato dalla base aerea di Decimomannu nel primo pomeriggio con a bordo una squadra del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino e Speleologico.

Le operazioni di soccorso sono state particolarmente difficoltose a causa delle marginali condizioni meteo e dal considerevole strato nevoso.

Una volta raggiunte l’area di intervento, l’equipaggio ha provveduto al recupero dei tre uomini che si trovavano in zone particolarmente impervie. Completati i recuperi l’elicottero si è diretto presso il campo sportivo di Urzulei dove ha sbarcato i soccorsi.

Al termine delle operazioni l’elicottero rientrava presso la base di Decimomannu.

L’attività svolta oggi rientra anch’essa nell’ambito del più ampio dispositivo della Difesa che sta lavorando in stretto coordinamento con la Protezione Civile su tutto il territorio nazionale per far fronte all’emergenza neve che sta interessando tutta l’Italia.

________________________

L’80° Centro C/SAR è uno dei reparti del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, inoltre concorre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
__________________________________________

 


Emergenza neve in Puglia: pienamente operativo l’aeroporto militare di Gioia del Colle

Due elicotteri, uno della Alidaunia e uno dell’Aeronautica Militare, in prontezza d’allarme dall’aeroporto militare per interventi sanitari d’urgenza

 img_20170112_130003

Gioia del Colle (BA), 12 gennaio 2017 – L’aeroporto militare di Gioia del Colle, sede del 36° Stormo Caccia ed ubicato nel mezzo della zona colpita dalla straordinaria ondata di neve, ha continuato a garantire anche in questi giorni, come sempre, la piena operatività di tutti i servizi aeroportuali e del servizio di sorveglianza dello spazio aereo nazionale con i velivoli Eurofighter F-2000 e del servizio di ricerca e soccorso (Search and Rescue) con gli elicotteri HH-139 del 84° Centro CSAR (Search and Rescue) che l’Aeronautica Militare assicura 365 giorni all’anno, 24 ore su 24.

Oltre ad aver supportato incessantemente, con i propri uomini e mezzi, le operazioni di soccorso alla popolazione locale, in seguito alla dichiarazione dello stato di calamità delle zone della Puglia, l’aeroporto è stato anche messo a disposizione per ospitare un elicottero del 118 di Alidaunia che, insieme ad un elicottero HH-139 dell’84° Centro SAR del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare, operante sullo stesso aeroporto, garantiranno la prontezza per le emergenze sanitarie nelle zone più colpite dall’emergenza neve.

elicottero-e-ambulanza1

Gli equipaggi dell’84° Centro Combat SAR di Gioia del Colle (BA) assicurano un servizio d’allarme per la Ricerca e il Soccorso 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno. Per assolvere questa missione sono in possesso della certificazione HEMS (Helicopter Emergency Medical Service) ufficialmente riconosciuta dal Ministero della Salute AGENAS (Agenzia Nazionale in Sanità).

Il personale di volo è formato ed addestrato sulle principali materie di Elisoccorso: utilizzo di speciali visori notturni (Night Vision Googles – NVG) per il volo con scarse o nulle condizioni di luce; navigazione Aerea con personale sanitario specializzato; perfetta conoscenza sull’uso e impiego dei presidi e dispositivi necessari alla gestione avanzata del paziente critico, tra cui anche culla termica per trasferimenti in volo di neonati in grave pericolo di vita; corretta stabilizzazione del politrauma adulto e pediatrico con l’impiego di Kit e barella certificata; trattamento elettrico delle patologie cardiache (defibrillazione in volo / cardioversione / pacing); elimbarco ed elisbarco in forma statica e dinamica in cooperazione con forze civili e comunicazioni Terra Bordo Terra; centralizzazione negli ospedali di riferimento dotati di Elisuperficie dichiarata per attività di Elisoccorso; consolidata collaborazione con HELIAIME e Ospedale F. MIULLI di Acquaviva delle Fonti sia in campo di formazione e addestramento che sulla disponibilità di personale sanitario (medico rianimatore) e (infermiere specializzato HEMS).

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
___________________________________________

Aereo dirottato: scramble per due caccia del 36° stormo

La catena di comando e controllo della difesa aerea allertata a difesa dei nostri cieli per il velivolo dirottato su Malta.

Roma, 23 dicembre 2016 – Due caccia Eurofighter F2000 dell’Aeronautica Militare, in servizio di allarme sul territorio nazionale, si sono alzati in volo oggi alle 11.15 locali dalla base aerea di Gioia del Colle, sede del 36° Stormo Caccia, per verificare l’eventuale minaccia costituita dal velivolo civile A320 della Afriqiyah Airways dirottato in volo e atterrato a Malta.

Giunti nell’area interessata, i caccia hanno vigilato l’aerea di confine nazionale a difesa dello spazio aereo. Per estendere l’autonomia dei due velivoli, è stato inviato nell’aerea di operazioni un KC767 dall’aeroporto di Pratica di Mare che ha eseguito il rifornimento in volo.

A termine della missione, i due Eurofighter sono atterrati nell’aeroporto di Trapani e in seguito rientrati in base.

L’ordine di decollo immediato – in gergo tecnico “scramble” – era stato dato dall’AOC (Air Operation Center) del Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico, ente responsabile della difesa aerea nazionale, in coordinamento con gli enti NATO deputati alla sorveglianza dello spazio aereo del sud Europa.

——————

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito – per la parte sorveglianza, identificazione e controllo – dall’Air Control Centre, Recognized Air Picture Production Centre, Sensor Fusion Post (ARS) di Poggio Renatico (FE) e dal 22° Gruppo Radar di Licola (NA), relativamente all’intervento in volo, dal 4° Stormo (GR), dal 36° Stormo (BA) e dal 37° Stormo (TP), tutti equipaggiati con velivoli caccia Eurofighter.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa – Aeronautica Militare
________________________________________________


Aeronautica: terminata l’esercitazione Joint Virtual Flag 2016

Oltre 70 persone hanno partecipato all’esercitazione svolta presso il Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico

 

Poggio Renatico (FE), 17 novembre 2016 – Si è conclusa nei giorni scorsi presso la base di Poggio Renatico l’esercitazione Joint Virtual Flag 16. L’attività esercitativa è stata condotta in modalità tabletop (ossia tramite la discussione di uno scenario simulato) ed ha avuto lo scopo di addestrare il personale alla pianificazione, a livello operativo, di interventi militari per la risoluzione di crisi internazionali.

Per la prima volta, l’ITA JFAC (ITA Joint Force Air Component) è stato chiamato ad operare come un Quartier Generale Interforze (Joint Headquarters, JHQ) assumendo la responsabilità sia di un comando di componente aerea che di un comando Joint. Il personale ha analizzato i compiti e le situazioni operative di una Small Joint Operation – Air Heavy nell’ambito di uno scenario fittizio del tipo Non-Article V già utilizzato in altre esercitazioni NATO.

Dopo aver familiarizzato con la struttura e le procedure operative particolari proprie del JHQ attraverso una serie di briefing introduttivi, oltre 70 persone sono state impegnate nella pianificazione di una campagna joint con particolare enfasi rivolta all’assistenza umanitaria, al supporto alle attività di informazione, alla difesa dai missili balistici ed al sostegno logistico necessario per supportare le varie opzioni militari esaminate. La JVF16 ha visto la partecipazione di personale dell’Esercito Italiano, nel ruolo di Land Component Command e di personale proveniente dal Joint Force Command NATO di Brunssum (NL) nel ruolo di mentor che hanno contribuito ad elevare il livello qualitativo della esercitazione.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare (Ufficio generale del capo di stato maggiore)
____________________________________________________________________________

Fotoreportage della parata militare del 2 giugno 2016 a Roma

parata2016_DSC_7648

Roma, 13 giugno 2016 – Il 2 giugno per la festa della Repubblica si è svolta a Roma la tradizionale parata militare, ma questa volta, invece dei mezzi militari e forze speciali, hanno sfilato 400 sindaci italiani. La domanda sorge spontanea… che hanno di militare i sindaci? In quanto festa della Repubblica giusto che le rendano omaggio, ma perché proprio in una rivista che finora è stata prettamente militare?

Di seguito il reportage della parata della nostra fotografa Monica Palermo.

@ All rights reserved
Immagini: Ph. Monica Palermo
_______________________________

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

PARLAMENTONEWS

i fatti della politica

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade