Archivi categoria: Aeronautica Militare

Aeronautica militare, un velivolo C-130J in volo da Lecce a Venezia per salvare la vita di un uomo

E’ il terzo volo salva-vita effettuato nelle ultime 24 ore dall’Aeronautica Militare

Lecce, 10 gennaio 2022 – Un volo sanitario su un aereo C-130J della 46^ Brigata Aerea per un uomo di circa 60 anni, in imminente pericolo di vita, è stato effettuato ieri pomeriggio dall’aeroporto militare di Galatina (LE) a quello di Tessera (VE).

L’ambulanza, con a bordo il paziente sessantenne, è stata imbarcata sul velivolo militare, dove ad attenderli era presente un’equipe medica dell’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.

La richiesta di trasporto è pervenuta dalla prefettura di Lecce alla Sala Situazioni di Vertice del comando della squadra aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di organizzare e gestire questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale. Questo volo è stato il terzo dei voli sanitari urgenti che sono stati eseguiti in questo intenso weekend di gennaio dagli equipaggi dell’Aeronautica Militare.

Poco prima delle ore 12:00, il C-130J è decollato da Pisa, sede della 46^ Brigata Aerea, in direzione di Galatina (LE), dove subito dopo l’atterraggio sono state svolte le operazioni di imbarco dell’ambulanza.

Ripartito dalla città salentina, il velivolo è atterrato intorno alle 16:15 all’aeroporto “Marco Polo” di Tessera (VE), da dove l’uomo è stato immediatamente trasferito presso l’Azienda Ospedale Università di Padova.

_____________________________

I reparti di volo dell’Aeronautica Militare sono a disposizione della collettività ogni singolo giorno dell’anno, con mezzi ed equipaggi in grado di operare con la massima tempestività, anche in condizioni meteorologiche complesse, per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, ma anche di organi, equipe mediche o, come nel caso dei velivoli C130J della 46^ Brigata Aerea di Pisa, ambulanze.

© All rights reserved
Fonte e immagine
: Aeronautica Militare
____________________________________________


Il nostro Tricolore celebra il 225 anniversario, celebrazioni e manifestazioni

Roma, 7 gennaio 2021 – Numerose le celebrazioni di oggi per commemorare, nella Giornata Nazionale della Bandiera, il 225 anniversario del Tricolore, nato a Reggio Emilia.

Le nostre Forze Armate hanno dato lustro alla nostra Bandiera ovunque sulla rete, dai siti istituzionali, ai portali social, da Meta (ex Facebook) a Twitter e ogni gruppo e associazione d’arma ha presenziato virtualmente con immagini, video e commenti.

7 GENNAIO 2021 FESTA PRIMO TRICOLORE
CON MINISTRO PATRIZIO BIANCHI
Fonte immagine: https://www.reggionline.com/festa-della-bandiera-tricolore-arriva-dal-cielo-fotogallery/

Nella città natale del Tricolore l’Esercito Italiano ha onorato la nostra Bandiera con un lancio effettuato dal Reparto Attività Sportive dell’Esercito della Brigata Paracadutisti Folgore. Un paracadutista con una bandiera tricolore di 150 metri quadrati è atterrato in piazza Prampolini, a chiusura della cerimonia presenziata dal sindaco e da autorità civili e militari, dove si è svolta l’alzabandiera, con gli onori militari e l’esecuzione dell’Inno nazionale.

L’Aeronautica Militare ha portato in volo il Tricolore durante una missione operativa sull’#Iraq degli Eurofighter del Task Group Typhoon, rischierati in #Kuwait per l’operazione Inherent Resolve.

Un nostro lettore, il presidente Assoarma Verona, granatiere Roberto Pellegrini, ci ha inviato alcune immagini scattate nel 2019 a Verona, quando venne allestita una mostra sul tricolore alla Gran Guardia dove circa 200 bandiere esposte, in parte originali e in parte ricostruite filologicamente, hanno illustrato le vicende del Tricolore italiano dal 1797 ad oggi. La mostra faceva parte di eventi promossi dal Comune e dal Comando delle Forze Operative di Supporto, sotto il comando del generale di corpo d’armata Giuseppenicola Tota, e con la collaborazione di Agsm.

Anche la Polizia di Stato ha reso onore al Tricolore, questa mattina alle 11,30 con la sua banda che si è esibita sul palco del Teatro Municipale Romolo Valli di Reggio Emilia, sotto la direzione del Maestro Maurizio Billi, si è esibita in per la prima volta in città.

La Banda Musicale della Polizia di Stato, con una storia lunga oltre 90 anni segnata da continui successi che hanno lasciato un segno importante nel paesaggio culturale in Italia e all’Estero, ha sempre fornito significativi segnali di modernità nel tempo. 

Nel link possibile vedere la banda mentre suona l’Inno d’Italia https://www.interno.gov.it/it/galleria-video/inno-nazionale-eseguito-dalla-banda-musicale-polizia-stato-festa-tricolore

Ai nostri lettori: se anche voi avete delle foto e le volete vedere pubblicate qui sotto a chiusura articolo contattate la redazione, o andate sulla nostra pagina Meta (ex Facebook).

© All rights reserved
________________________


Aeronautica Militare: Falcon 50 trasporta uomo in imminente pericolo di vita da Gioia del Colle a Linate

Un velivolo Falcon 50 dell’Aeronautica Militare decollato dal 31° Stormo di Ciampino  ha effettuato il trasporto sanitario d’urgenza

Milano, 15 dicembre 2021 – Alle ore 17:00 circa di ieri, 14 dicembre, si è concluso il trasporto sanitario d’urgenza effettuato da un Falcon 50 del 31° stormo dell’Aeronautica Militare che, dall’aeroporto militare di Gioia del Colle (BA), ha volato con a bordo un uomo di 55 anni, in imminente pericolo di vita, sino a quello di Linate (MI).

La richiesta del trasferimento immediato al Policlinico “San Matteo” di Pavia è stata avanzata dalla Prefettura di Matera alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di organizzare e gestire questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale.

A bordo del velivolo militare, il paziente è stato imbarcato insieme all’equipe medica. Ad attenderli all’aeroporto di Linate l’autoambulanza, per completare il trasferimento verso il policlinico di Pavia.

Attraverso i suoi Reparti di Volo, l’Aeronautica Militare mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare in qualunque momento e in grado di operare anche in condizioni meteorologiche complesse per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, come accaduto oggi, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti. Sono centinaia ogni anno le ore di volo effettuate per questo genere di interventi dagli aerei del 31° stormo di Ciampino, del 14° stormo di Pratica di Mare e della 46ª brigata aerea di Pisa.

© All rights reserved
Fonte e immagini
: Aeronautica Militare
___________________________________________


COVI, Esercito e Aeronautica Militare nell’esercitazione “Lampo 21”, obiettivo evacuare connazionali da paesi ostili

Esercito e Aeronautica Militare insieme nell’esercitazione “Lampo 21” pianificata e coordinata dal COVI

Roma, 19 novembre 2021 – Reparti dell’Esercito Italiano e dell’Aeronautica Militare nei prossimi giorni saranno impegnati nell’esercitazione Lampo 21, le Forze Armate si testeranno in scenari ipotetici per l’evacuazione di connazionali da un’area considerata di crisi.

L’attività, pianificata e coordinata dall’Italian Joint Force Headquarters (ITA-JFH) del Comando Operativo di Vertice Interforze (COVI) entrerà nella sua fase esecutiva lunedì prossimo e interesserà prevalentemente l’area di Piacenza.

Si tratta di un’esercitazione nazionale interforze di tipo Command Post Exercise/Live Exercise (CPX-LIVEX), concepita per addestrare i comandi e le forze sul campo su una specifica tipologia di missione che potrebbe essere oggetto di future operazioni nazionali, multinazionali o di coalizione. 

Lo scopo è testare la capacità delle Forze Armate di intervenire prontamente in un contesto emergenziale a favore dei propri connazionali all’estero, con l’impiego della componente terrestre e aerea.

Tra gli assetti dell’Esercito Italiano che prenderanno parte all’esercitazione, i lagunari del Reggimento “Serenissima di Mestre, i genieri del 2° Reggimento Pontieri di Piacenza, personale del Centro di Simulazione e Validazione dell’Esercito di Civitavecchia e del 41° Reggimento IMINT Cordenons di Sora.

Velivoli dell’Aeronautica Militare si alzeranno in volo da Pratica di Mare e Fiumicino per raggiungere i sedimi aeroportuali di Ghedi e di Montichiari sotto il coordinamento del Joint Movement Coordination Centre del COVI.

© All rights reserved
Fonte e immagini
: Comando Operativo di Vertice Interforze
_______________________________________________________________


Maltempo Sardegna: equipaggio di un HH-139A, 80° centro CSAR dell’Aeronautica Militare, porta in salvo quattro cacciatori dispersi

Un elicottero HH-139A dell’Aeronautica Militare è intervenuto nella serata di oggi per recuperare quattro cacciatori rimasti isoltati in un'area a nord di Villa San Pietro (CA) a causa del maltempo.

Cagliari, 15 novembre 2021 – Un elicottero HH-139A dell’80° Centro C/SAR (Combat Search&Rescue) è intervenuto poche ore fa per recuperare quattro cacciatori rimasti isolati a causa del maltempo in località Villa San Pietro (CA).

L’elicottero, uno degli assetti della Forza Armata sempre pronti al decollo sul territorio nazionale anche per questo genere di interventi, si è immediatamente alzato in volo dall’aeroporto militare di Decimomannu (CA), sede dell’80° Centro Combat SAR (Search and Rescue) del 15° Stormo. Raggiunta l’area di operazioni, l’equipaggio ha recuperato tramite l’uso del verricello i quattro uomini che avevano trovato riparo in un ovile nella zona. Grazie all’uso dei visori notturni NVG (Night Vision Goggles) il recupero dei quattro è avvenuto in completa sicurezza ed una volta terminato l’elicottero si è diretto presso l’Azienda Ospedaliera G. Brotzu di Cagliari.

La richiesta di intervento, effettuata dalla Prefettura di Cagliari, è stato autorizzata dal Rescue Coordination Centre del Comando Operazioni Aerospaziali di Poggio Renatico (FE), il centro di comando e controllo dell’Aeronautica Militare dal quale vengono gestite tutte le attività operative di questo genere.

Si tratta del primo intervento reale realizzato dall’equipaggio dell’80° Centro CSAR di Decimomannu con l’elicottero HH-139A di recente acquisizione, gli ultimi elicotteri di nuova generazione in dotazione al Centro SAR sono infatti arrivati all’inizio dell’estate presso l’aeroporto militare di Decimomannu (CA).

Non si tratta dell’unico intervento effettuato nelle 24 ore dagli equipaggi in prontezza d’allarme dell’Aeronautica Militare. Nelle stesse ore, infatti, un velivolo da trasporto Falcon 50 del 31° Stormo di Ciampino (RM) ha effettuato un volo sanitario d’urgenza da Lamezia Terme a Ciampino in favore di un bambino di due anni in imminente pericolo di vita.

Il volo, richiesto dalla Prefettura di Catanzaro ed autorizzato è coordinato dalla Sala Situzioni di Vertice del Comando Squadra Aerea, ha permesso il trasporto del bimbo in culla termica dall’Azienda Ospedaliera Pugliese-Ciaccio di Catanzaro all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma.

L’Aeronautica Militare con i reparti di volo dipendenti dal Comando Forze per la Mobilità ed il Supporto (46^ brigata aerea di Pisa, 14° stormo di Pratica di Mare, 15° stormo di Cervia e 31° stormo di Ciampino) assicura tra i propri compiti istituzionali anche il soccorso di persone in imminente pericolo di vita o che si trovano in situzioni di particolare difficoltà, 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e 365 giorni all’anno.

© All rights reserved
Fonte e Immagine
: Aeronautica militare


L’Aeronautica Militare commemora a Pisa il sessantennale dell’eccidio di Kindu

Pisa, 11 novembre 2021 – Giornata commemorativa alla 46ª Brigata Aerea di Pisa, per i 60 anni dall’Eccidio di Kindu, località del Congo dove l’11 novembre 1961 avvenne l’uccisione di tredici aviatori dell’allora 46ª Aerobrigata, in missione di pace per conto dell’ONU. L’ordinario militare S.E. monsignor Santo Marcianò ha celebrato una messa di suffragio alla presenza del Capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Luca Goretti, del commissario generale per le onoranze ai caduti, generale di divisione Gualtiero Mario De Cicco, del comandante della 46ª Brigata Aerea, generale di brigata aerea Alessandro De Lorenzo dei familiari dei caduti e delle autorità civili e militari di Pisa. 

“Un anniversario pieno di sacrificio e di memoria, che ha un contenuto non tanto di morte tragica quanto di dono di vita , di chi ha messo al centro il bene degli altri”, ha detto monsignor Marcianò durante l’omelia. “Si legge, tra le righe di questo tragico evento, un martirio d’amore, una fede implicita di chi vive per gli altri, una fede che sigilla questo dono come martirio. Questi sono i militari italiani, che lavorano nelle missioni di pace per la giustizia,la legalità e la libertà dei popoli”.

“Oggi non siamo qui per commemorare chi ci ha lasciato, ma per far rivivere questi equipaggi che non se ne sono mai andati. Vogliamo ricordarli mentre lavorano accanto ai propri velivoli, pronti a ripartire per una nuova missione”, le parole pronunciate dal generale Luca Goretti nel corso della celebrazione. “Missioni di pace, missioni in cui questi tredici aviatori hanno testimoniato la capacità italiana di portare umanità e speranza nel mondo. Questi aviatori sono dentro di noi, dentro la famiglia dell’Aeronautica Militare. Una squadra, una comunità che oggi si ritrova insieme e deve sentirsi orgogliosa di avere nella propria storia, nella propria famiglia, tali esempi di vita”.

La giornata è stata arricchita dall’inaugurazione di una mostra fotografica, curata e illustrata dallo storico Paolo Farina, che ripercorre i fatti di Kindu e delle missioni che la 46ª Brigata Aerea compie da oltre ottant’anni in tutto il mondo con i suoi aerei da trasporto e da un annullo filatelico realizzato per l’occasione in collaborazione con Poste Italiane.

Al termine, un passaggio di tre velivoli della 46ª Brigata Aerea ha suggellato il momento dell’inaugurazione di un C-119 riportato per l’occasione alla colorazione e alle insegne della missione ONU in Congo. “Un restauro fatto con il cuore, che speriamo possa durare per i prossimi 60 anni – ha detto il generale Alessandro De Lorenzo nel suo intervento -. Abbiamo portato a termine un sogno, per onorare al meglio i nostri colleghi caduti a Kindu” Il velivolo, con la livrea dell’epoca, tornerà davanti al Sacrario, che da oggi passa al Commissariato Generale per le Onoranze ai Caduti, a seguito di un simbolico passaggio di consegne avvenuto tra il generale di squadra aerea Luca Goretti e il generale di  divisione Gualtiero Mario De Cicco.

© All rights reserved
Fonte e immagini
: Aeronautica Militare
_________________________________


Aeronautica Militare, Trapani, equipaggio 82° Centro C.S.A.R soccorre squadra Vigili del Fuoco e operatori bloccati da fiume in esondazione

Aeronautica Militare, ricerca e soccorso: equipaggio 82° Centro C.S.A.R. di Trapani soccorre squadra Vigili del Fuoco e operatori del Parco Eolico di Mazara del Vallo bloccati da fiume in esondazione

Mazara del Vallo (TP), 11 novembre 2021 – Si è concluso da poche ore l’intervento di un equipaggio dell’82° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue – Ricerca e Soccorso) del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare attivato per soccorrere tre Vigili del Fuoco e 5 operatori del Parco Eolico di Mazara del Vallo, rimasti bloccati a causa dell’esondazione di un fiume che ha allagato i campi circostanti.

L’equipaggio, in prontezza d’allarme con elicottero HH-139B, ha ricevuto l’ordine di missione dalla Sala Operativa del Rescue Coordination Center (RCC) di Poggio Renatico (FE), ed è decollato da trapani poco prima delle 14:00 di oggi pomeriggio. Giunto a Mazara del Vallo, l’equipaggio ha rapidamente recuperato il personale in pericolo, rimasto bloccato a causa dello sprofondamento dei mezzi di lavoro e delle auto. I Vigili del fuoco infatti, giunti sul posto per mettere in salvo gli operatori del Parco, hanno richiesto a loro volta l’intervento di un elicottero dell’Aeronautica Militare per poter lasciare la zona in sicurezza.

Nella notte un altro velivolo dell’Aeronautica Militare è intervenuto per effettuare un volo salva-vita a favore di una bambina di soli sei anni. L’aereo, un Falcon 50 del 31° Stormo di Ciampino, è atterrato ad Alghero intorno alle 2:00 per imbarcare la piccola paziente, ricoverata presso l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Sassari, e consentirle di poter raggiungere con estrema urgenza l’Azienda Ospedaliero-Universitaria Meyer di Firenze.

Missioni di questo tipo non possono prescindere dalla massima tempestività, garantita da una minuziosa organizzazione e da procedure ben rodate. I Reparti di volo dell’Aeronautica Militare sono a disposizione della collettività 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, con mezzi ed equipaggi in grado di operare, anche in condizioni meteorologiche complesse.

© All rights reserved
Fonte e immagini
: Aeronautica Militare
_________________________________


Frecce tricolori e Moto GP, la PAN stenderà il tricolore più lungo del mondo sulla Riders’ Land

Misano (RN), 21 ottobre 2021 – Un altro volo acrobatico per le Frecce Tricolori, questa volta sarà sulla Riders’ Land il 24 ottobre con il passaggio sul Misano World Circuit, effettuando il loro caratteristico passaggio con nove velivoli MB-339PAN sulla griglia di partenza del Gran Premio Nolan del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna. La Pattuglia Acrobatica Nazionale stenderà il Tricolore più lungo del mondo. 

La kermesse motociclistica, che avrà inizio venerdì 22 con le prove della gara nonché – nel pomeriggio – di quelle per il sorvolo delle Frecce Tricolori con una formazione ridotta di velivoli MB339PAN, è dedicata al Made in Italy. Come già in occasioni precedenti, l’Emilia-Romagna e la sua Motor Valley sono il teatro scelto per raccontare le eccellenze italiane e il Sistema Paese. 

La denominazione “Made in Italy e Emilia-Romagna”, infatti, è il frutto di un percorso virtuoso che vede insieme Regione Emilia-Romagna, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Agenzia ICE (Italian Trade Agency), il tutto sotto l’egida della Federazione Motociclistica Italiana ed in collaborazione con realtà sportive nazionali ed internazionali. 

Un legame consolidato quello tra l’Aeronautica Militare ed il mondo del motorsport: innovazione, modernità e tecnologia sono infatti le componenti che da sempre accomunano i Reparti di Volo dell’Arma Azzurra e le squadre motociclistiche. 

Le Frecce Tricolori sono ormai di casa nei cieli di Misano, dove già nel 2007 e nel 2018 hanno sorvolato il World Ducati Week. Domenica 24 effettueranno il sorvolo poco prima della partenza della MotoGP alle 14.00.

Risale sempre al 2018 l’ultimo sorvolo della Pattuglia in occasione di una tappa del Moto GP, al circuito del Mugello.

____________________________________

Il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico “Frecce Tricolori”

Il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico, questa la denominazione ufficiale delle Frecce Tricolori, è un Reparto di Volo dell’Aeronautica Militare costituito da circa 100 militari, cui è affidato il compito di rappresentare le capacità dell’intera Forza Armata.

Dal 1° Marzo 1961, data della sua costituzione sulla Base Aerea di Rivolto (UD), la Pattuglia Acrobatica Nazionale ha l’onore di rappresentare, con le proprie spettacolari acrobazie aeree, gli oltre 40.000 uomini e donne dell’Aeronautica Militare e i valori che ogni giorno portano avanti: coesione, spirito di squadra, professionalità, dedizione e sacrificio.

Le Frecce Tricolori, grazie al supporto organizzativo dell’intera Forza Armata, hanno da poco festeggiato il loro 60° Anniversario, con due giorni di manifestazione a Rivolto. L’evento, celebrato il 18 e 19 settembre e felicemente riuscito nonostante le necessarie restrizioni anti-Covid, si è svolto alla presenza di numerose autorità istituzionali, tra cui il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Gli spettatori, circa 8000 per ciascuna delle due giornate, hanno potuto assistere alle esibizioni di quattro pattuglie acrobatiche straniere, di velivoli storici e di numerosi assetti dell’Aeronautica Militare, sia in volo che a terra, oltre ovviamente alla caratteristica manifestazione delle Frecce Tricolori, a conclusione del programma.

Nei prossimi mesi le Frecce Tricolori saranno impegnate in una serie di sorvoli istituzionali.

© All rights reserved
Fonte
: Aeronautica Militare
________________________


Aeronautica Militare, bimba in pericolo di vita, trasporto sanitario d’urgenza nel cuore della notte da Alghero a Genova

Un Falcon 50 del 31° stormo ha effettuato il trasporto sanitario d’urgenza nel cuore della notte

© Aeronautica Militare

Genova, 17 ottobre 2021 – Un Falcon 50 del 31° Stormo dell’Aeronautica Militare è atterrato nel cuore della notte, sull’aeroporto di Genova con a bordo una neonata di appena due giorni di vita per il quale si è reso necessario il trasporto sanitario di urgenza da Alghero al capoluogo ligure.

Il volo salva-vita, richiesto dalla prefettura di Sassari per consentire il trasferimento dall’Ospedale Civile Santissima Annunziata di Sassari all’ospedale pediatrico Gaslini di Genova, è stato immediatamente coordinato dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti anche quello di disporre e gestire questo tipo di missioni attraverso l’attivazione di uno dei velivoli che la Forza Armata tiene pronti, 24 ore su 24, in varie basi, per questo genere di necessità.

Il velivolo militare era decollato dalla propria base presso l’aeroporto di Roma Ciampino nella notte; una volta raggiunto l’aeroporto di Alghero ed effettuato l’imbarco – nel rispetto delle misure precauzionali connesse all’emergenza sanitaria COVID-19 – della neonata all’interno di una culla termica si è diretto verso lo scalo aeroportuale ligure. La piccola paziente è stata successivamente trasferita in ambulanza presso l’ospedale pediatrico Gaslini.

Missioni di questo tipo non possono prescindere dalla massima tempestività, garantita da una minuziosa organizzazione e da procedure ben rodate. I Reparti di volo dell’Aeronautica Militare sono a disposizione della collettività 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, con mezzi ed equipaggi in grado di operare, anche in condizioni meteorologiche complesse, per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, ma anche di organi per trapianti, equipe mediche o ambulanze.

© All rights reserved
Fonte
: Aeronautica Militare
________________________


Aeronautica Militare, cambio comando al 72° stormo, il colonnello Marco Boveri subentra al parigrado Davide Cipelletti

Cambio di comando alla Scuola Elicotteri di Frosinone, sede del 72° stormo, tra il colonnello Davide Cipelletti, uscente, e il colonnello Marco Boveri, subentrante

Frosinone, 24 settembre 2021 – Cambio di comando al 72° stormo dell’Aeronautica, celebrato nei giorni scorsi con una cerimonia tra il colonnello pilota Davide Cipelletti e il colonnello pilota Marco Boveri, alla presenza del comandante delle Scuole A.M./3^R.A., generale di squadra aerea, Aurelio Colagrande. Cerimonia che si è svolta in pieno rispetto delle disposizioni anti-covid.

Presenti al passaggio di testimone tra i due comandanti il prefetto di Frosinone, dott. Ignazio Portelli, il presidente della Provincia, avv. Antonio Pompeo e il sindaco di Cassino, sott. Enzo Salera, con la partecipazione dei gonfaloni e dei labari delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma.

Durante la cerimonia i tre comandanti a turno hanno preso la parola.

Il comandante uscente, colonnello Davide Cipelletti nel suo discorso ha ringraziato il generale di squadra aerea Aurelio Colagrande “per l’esempio, i consigli e le chiare indicazioni con cui mi ha guidato, per la fiducia, l’autonomia ed il supporto che mi ha concesso nel mettere alla prova le mie idee” e tutto il personale del 72° Stormo che lo ha seguito “attraverso un percorso che, a volte, sembrava difficile persino solo da immaginare, ma che oggi consegna al nuovo Comandante uno Stormo con rinnovate capacità e prospettive”.

Il comandante subentrante, colonnello Marco  Boveri, dopo aver salutato  le autorità intervenute e il personale del 72° Stormo, nel suo discorso ha ringraziato le superiori autorità per il prestigioso incarico ricevuto: “l’incarico ricevuto mi onora profondamente ed è motivo di orgoglio. Al Colonnello Cipelletti va la mia gratitudine, eredito uno Stormo profondamente evoluto e maturo, pronto per le nuove sfide”. Il colonnello Boveri si è poi rivolto al personale dello Stormo: “Da oggi continuiamo un percorso e intraprendiamo una nuova impresa, la cognizione, relativa alla trasformazione annunciata della “Scuola Elicotteri” in quella che voglio definire la futura “Università dell’Ala Rotante”, deve costituire un aggiuntivo impulso per operare al meglio grazie alla professionalità che ho imparato ad apprezzare in passato e della quale vi siete sempre distinti”.

Il comandante delle scuole A.M./3^R.A., generale di squadra aerea, Aurelio Colagrande, nel corso del suo intervento, dopo aver salutato le autorità civili e militari intervenute si è rivolto direttamente al colonnello CipelIetti:  “ti ringrazio per aver saputo guidare le attività dello Stormo in maniera esemplare, dirigendo con assoluta padronanza il complesso degli iter istruzionali del personale navigante dell’Aeronautica Militare, delle altre Forze Armate e dei Corpi Armati dello Stato, facendo in modo da continuare ad attuare il programma di addestramento al volo su ala rotante senza soluzione di continuità. Tra le molteplici attività effettuate desidero citare sia l’intensa attività di volo reale, sono state volate oltre 9000 ore, ma soprattutto le oltre 1000 ore effettuate con simulatore TH-500. Così come sono degni di menzione, la formazione di 70 nuovi piloti di elicottero di cui ben 51 di altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato”. Il generale Colagrande, si è poi rivolto al colonnello Boveri: “desidero confermare la mia piena fiducia, certo che saprà proseguire nella fattiva opera di coloro che lo hanno preceduto.”

_________________________________

Il 72° Stormo di Frosinone, unica scuola nel settore dell’ala rotante in Italia, è il reparto che forma i piloti di elicottero dell’Aeronautica Militare, delle altre Forze Armate e Corpi Armati dello Stato, nonché frequentatori stranieri. La sinergia interforze ed interagenzia, sviluppata nel campo dell’addestramento presso la Scuola elicotteri di Frosinone, si inserisce nell’ottica di continuo miglioramento della formazione e contestuale ottimizzazione delle risorse.

© All rights reserved
Fonte e immagini
: SMD / Aeronautica Militare
___________________________________________________


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nello scenario mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

Blog sul tema della Difesa e la Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte. Edito dal 2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade