Annunci

Archivi categoria: Aeronautica Militare

Eurispes: aumenta la fiducia dei cittadini verso le Forze Armate

bf63506b-6191-4e58-a14d-71eb3ff1f85caperturaMedium

Roma, 3 febbraio 2019 – I numeri parlano chiaro: cresce la fiducia dei cittadini nelle Forze Armate. E’ quanto si legge dal Rapporto Italia dell’Eurispes 2019 nella parte relativa al livello di fiducia nelle istituzioni nel loro complesso. I dati del rapporto Italia dell’Eurispes promuovono l’impegno delle Forze Armate a sostegno della collettività e confermano la crescita della fiducia degli italiani nei confronti dell’Esercito, della Marina Militare, dell’Aeronautica Militare e dei Carabinieri.

Il raffronto con i dati dello scorso anno indica che il livello di fiducia nei confronti delle Istituzioni è in ascesa, addirittura triplicata rispetto al 2017. Una ripresa che vede le nostre Forze Armate elemento di forza del Sistema Paese ricevendo tutte oltre il  70% dei consensi: Esercito Italiano, Aeronautica, Marina Militare e Arma dei Carabinieri, in sintesi raccolgono l’apprezzamento di almeno 7 italiani su 10.

Sul piano della sicurezza l’Italia sta dimostrando grandi capacità a testimonianza del giudizio positivo emerso dal rapporto anche riguardo al contrasto alle minacce del terrorismo internazionale nell’ambito dei precipui compiti di protezione del territorio e della sovranità nazionale. Centrale il ruolo dell’Italia nella NATO, nell’Unione Europea e nelle Coalizioni cui aderisce. Fondamentale anche la rivalutazione del ruolo delle Forze Armate nelle missioni internazionali sotto il profilo del loro effettivo rilievo per l’interesse nazionale. Ricerca e innovazione tecnologica a supporto dell’industria italiana della Difesa nell’ambito del più complesso Sistema Paese, sviluppo digitale della Difesa a supporto delle esigenze operative per la sicurezza dello spazio cibernetico oltre al concreto impiego dual use delle tecnologie e dei mezzi a favore di tutta la collettività nazionale.

Avendo come elemento centrale, sempre, la migliore risorsa: donne e uomini in uniforme al servizio del Paese.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Difesa
___________________________________________
Annunci

Difesa aerea: nel pomeriggio decollo immediato di due caccia dell’Aeronautica Militare

Eurofighter_rep Difesa Aerea_

Istrana (TV), 26 gennaio 2019 – Due caccia F-2000 Eurofighter dell’Aeronautica Militare, in prontezza per il servizio di sorveglianza dello spazio aereo, si sono alzati rapidamente in volo nel pomeriggio di oggi dalla base aerea di Istrana (TV), sede del 51° Stormo, per intercettare un velivolo ultraleggero che, decollato dall’aviosuperficie di Torre Alfina (VT), con destinazione Bolzano, non aveva effettuato le necessarie comunicazioni radio con gli operatori addetti al controllo del traffico aereo.

Gli Eurofighter hanno intercettato il velivolo sopra i cieli del Veneto, dove hanno identificato l’aeromobile civile e si sono assicurati che l’equipaggio avesse ripristinato i regolari contatti radio con gli enti del traffico aereo.

I velivoli d’allarme sono decollati a seguito dell’ordine di scramble ricevuto dal CAOC (Combined Air Operation Center) di Torrejon, ente NATO responsabile d’area del servizio di sorveglianza dello spazio aereo.

decollo su allarme eurofighter_

Le caratteristiche dell’Eurofighter permettono di poter intercettare anche velivoli molto più lenti, come in questo caso un ultraleggero, permettendo al pilota di poter effettuare un controllo visivo efficace anche a bassa velocità.

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO.

A partire da gennaio 2017, l’Aeronautica Militare ha attivato anche una cellula di Eurofighter F-2000 presso il 51° Stormo di Istrana al fine di ottimizzare la copertura dello spazio aereo nazionale, in un’ottica di generale riduzione dei tempi di intervento e di tempestivo contrasto di eventuali minacce.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
__________________________________________

Concorsi Forze Armate: 31 gennaio open day all’Accademia Aeronautica di Pozzuoli

accademia aeronautica open day

Roma, 25 gennaio 2019 – Prorogato fino al 4 febbraio il bando di concorso per ammissione alla prima classe dei corsi normali. Esperti della Forza Armata risponderanno in diretta Facebook il 29 gennaio dalle 14:30 alle 15:00 a domande e curiosità sul concorso

Una giornata da allievo ufficiale dell’Aeronautica Militare, da vivere insieme agli allievi e alle allieve dei corsi regolari dell’Accademia Aeronautica: tutto questo sarà possibile il prossimo 31 gennaio, giorno in cui le porte dell’istituto di formazione che si affaccia sul bellissimo Golfo di Pozzuoli si apriranno eccezionalmente al pubblico, un’opportunità preziosa per le famiglie ed i ragazzi che hanno già fatto o hanno intenzione di fare domanda di partecipazione al concorso in atto per l’ammissione di 83 allievi alla 1ª classe dei corsi regolari dell’Accademia Aeronautica per l’anno accademico 2019/2020, il cui termine è stato in questi giorni prorogato al prossimo 4 Febbraio.

Nel corso dell’open-day sarà possibile approfondire le diverse offerte formative universitarie proposte nel piano di studi (lauree in: gestione dei sistemi aerospaziali per la Difesa; ingegneria aerospaziale, civile o elettronica; giurisprudenza; medicina) e visitare i principali ambienti didattici dell’Accademia Aeronautica, istituto militare di studi superiori a carattere universitario che ha il compito di provvedere al reclutamento ed alla formazione dei giovani che aspirano a diventare ufficiali dell’Aeronautica Militare in servizio permanente effettivo. Saranno mostrate le aule, la sala simulatori del velivolo SF-260 e aliante Twin Astir, la sala motori, i corridoi storici con i gagliardetti delle cinque generazioni dei corsi accademici, gli impianti sportivi.

I visitatori potranno inoltre prendere parte ad una lezione di meteorologia aeronautica, una delle tante materie specialistiche che qualificano il percorso di formazione del personale navigante,  nonché assistere a dimostrazioni pratiche ed interventi di docenti e ufficiali della Forza Armata che illustreranno i compiti e le attività dell’Aeronautica Militare al servizio del Paese ed i numerosi ruoli e sbocchi professionali che in questi ambiti è possibile sviluppare attraverso il percorso di formazione in Accademia: frequentando i corsi regolari dell’Accademia si può diventare, infatti, sottotenenti dell’Arma Aeronautica nel ruolo naviganti normale (piloti) e nel ruolo normale delle Armi, del Corpo del genio aeronautico, del Corpo di commissariato aeronautico e del Corpo Sanitario Aeronautico. Sarà presente anche un simulatore di volo di un MB 339 della Pattuglia Acrobatica Nazionale.

Il personale dell’ufficio concorsi dell’Accademia Aeronautica fornirà tutte le informazioni relative al bando e, per chi lo vorrà, saranno a disposizione delle postazioni con personale specializzato per compilare direttamente in loco la domanda di partecipazione al concorso.

L’accesso in Accademia Aeronautica per l’open day del 31 gennaio sarà consentito dalle ore 9:00 alle ore 12:00 e dalle ore 14:00 alle ore 16:00, da Via S. Gennaro Agnano 30, Pozzuoli (NA), previo accreditamento alla mail: aeroaccademia.concorsi@am.difesa.it.

Come ulteriore ausilio per i giovani interessati al concorso, esperti della Forza Armata saranno inoltre a disposizione il 29 gennaio, dalle 14:30 alle 15:00, in diretta Facebook sulla pagina ufficiale dell’Aeronautica Militare, per rispondere a domande e fornire chiarimenti in merito alle modalità di compilazione della domanda e alle prove concorsuali.

Al concorso possono partecipare i cittadini italiani, anche se militari in servizio, di entrambi i sessi, che abbiano compiuto il diciassettesimo anno di età e non abbiano superato il giorno del compimento del ventiduesimo anno di età alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e che abbiano conseguito o siano in grado di conseguire al termine dell’anno scolastico 2018/2019 un diploma di istruzione secondaria di secondo grado idoneo per l’iscrizione all’Università.

La domanda, il cui modello è pubblicato sul portale dei concorsi on-line del ministero della Difesa (https://concorsi.difesa.it), deve essere compilata e trasmessa esclusivamente on-line.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Aeronautica Militare
___________________________________________

 


Concorso per l’accesso alla prima classe dei corsi regolari dell’Accademia Aeronautica per il 2019

pilot2_fb

Roma, 17 gennaio 2019 – Sono 83 i posti disponibili quest’anno per il reclutamento di Allievi Ufficiali alla prima classe dei corsi regolari dell’Accademia Aeronautica per l’anno accademico 2019-2020.

Il Bando di Concorso, sul quale trovare tutte le informazioni e le modalità per la partecipazione, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – 4^ serie speciale n. 102 del 28 dicembre 2018 e prevede la seguente ripartizione dei posti:

  • 42 posti per il ruolo naviganti normale dell’Arma Aeronautica, specialità pilota;
  • 10 posti per il ruolo normale delle Armi dell’Arma Aeronautica;
  • 16 posti per il ruolo normale del Corpo del Genio Aeronautico;
  • 8 posti per il ruolo normale del Corpo di Commissariato Aeronautico;
  • 7 posti per il ruolo normale del Corpo Sanitario Aeronautico.

Ciascun concorrente può presentare domanda per uno soltanto dei ruoli a concorso. I soli candidati per il ruolo naviganti normale dell’Arma Aeronautica, specialità pilota, devono indicare, nella domanda di partecipazione al concorso, un solo altro ruolo per il quale intendono proseguire il concorso qualora, agli accertamenti psicofisici, vengano riconosciuti affetti da carenza accertata, totale o parziale, dell’enzima G6PD e, pertanto, giudicati inidonei all’ammissione all’Accademia Aeronautica per il ruolo naviganti normale dell’Arma Aeronautica, specialità pilota.

Guarda lo spot realizzato in occassione dell’uscita del bando di concorso.

Requisiti generali di partecipazione

Al concorso possono partecipare i cittadini italiani di entrambi i sessi che, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, hanno compiuto il 17° anno di età e non hanno superato il giorno di compimento del 22° anno di età e che hanno conseguito o sono in grado di conseguire al termine dell’anno scolastico 2018-2019 un diploma di istruzione secondaria di secondo grado valido per l’iscrizione all’università. Per consultare tutti i requisiti di partecipazione al concorso, leggi l’art. n.2 del bando di concorso.

Domanda di partecipazione al concorso

La domanda di partecipazione dovrà essere compilata esclusivamente tramite il portale dei concorsi on-line del Ministero della Difesa, entro e non oltre il 28 gennaio 2019, collegandosi direttamente al sito https://concorsi.difesa.it e seguendo le istruzioni fornite dal sistema automatizzato e dall’art. n.4 del bando di concorso.

Le prove concorsuali

Il concorso in questione prevede le seguenti fasi di reclutamento:

  • prova scritta di preselezione;
  • prova scritta di composizione italiana;
  • accertamenti psicofisici;
  • prova scritta di selezione culturale in biologia, chimica e fisica (solo per i concorrenti per il Corpo Sanitario Aeronautico);
  • prove di efficienza fisica e accertamenti attitudinali e comportamentali;
  • prova di informatica;
  • prova di conoscenza della lingua inglese;
  • prova orale di matematica;
  • prova orale di ulteriore lingua straniera (facoltativa);
  • indagini strumentali (solo per la specialità pilota).

Il superamento di ciascuna prova, nei termini indicati dal bando di concorso, consente l’accesso alla fase succes­siva.

Saranno dichiarati vincitori i concorrenti che si collocheranno utilmente nelle graduatorie di merito, a meno che non siano sopravvenuti gli elementi impeditivi di cui al precedente art. 1, comma 4.

Per consultare i programmi dettagliati delle prove di concorso, leggere l’Appendice AM del bando di concorso.

E’ disponibile la banca dati per la prova scritta di preselezione.

Iter formativo degli Allievi Ufficiali vincitori del concorso

I vincitori del ruolo naviganti effettuano un ciclo di lezioni e di esercitazioni di volo presso il 70° Stormo di Latina, finalizzato all’accertamento dei requisiti attitudinali richiesti al pilota militare. L’addestramento al volo prosegue durante gli anni successivi con il conseguimento del brevetto di pilota d’aliante, cui segue un’attività di mantenimento dello stesso brevetto. Terminato il corso in Accademia, i piloti vengono inviati presso le scuole di volo individuate dall’Aeronautica Militare per il conseguimento del brevetto di pilota militare.

L’iter formativo degli allievi dell’Accademia Aeronautica prevede il conseguimento della laurea (1° livello) al termine di un ciclo di studi triennale e della laurea magistrale (2° livello) al termine di un ulteriore biennio di studi ovvero, per taluni ruoli, della laurea magistrale a ciclo unico, nei seguenti corsi di laurea:

• allievi dell’Arma Aeronautica ruolo naviganti normale, specialità pilota e ruolo normale delle armi: un corso di laurea in “Gestione dei Sistemi Aerospaziali per la Difesa” cui seguirà la conseguente laurea magistrale con un piano di studi comprendente discipline giuridico-economiche, scientifiche e di specifico interesse aeronautico;

• allievi del Corpo del Genio Aeronautico: un iter di studi che prevede il conseguimento della laurea in Ingegneria Aerospaziale, Civile o Elettronica e della laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale, Elettronica, Telecomunicazioni e Strutturale e Geotecnica. La suddivisione tra i vari corsi è effettuata sulla base delle esigenze stabilite dalla Forza Armata e tenuto conto, per quanto possibile, delle preferenze espresse dagli interessati;

• allievi del Corpo di Commissariato Aeronautico: un iter di studi finalizzato al conseguimento della laurea magistrale in Giurisprudenza;

• allievi del Corpo Sanitario Aeronautico seguono un iter di studi finalizzato al conseguimento della laurea magistrale in Medicina e Chirurgia.

Nell’ambito della formazione tecnico-militare è previsto lo svolgimento di corsi di lingua inglese, corsi e tirocini presso enti operativi, industrie aeronautiche e centri di ricerca aerospaziale, corsi di sopravvivenza in mare e montagna, di paracadutismo e di volo a vela.

La formazione degli allievi prevede, inoltre, lo svolgimento quotidiano di addestramento formale e attività sportiva tra cui corsi di vela, di immersione subacquea e snorkeling.

Impiego e profilo di carriera

Arma Aeronautica ruolo naviganti normale – Pilota (AArnn)

L’Ufficiale pilota, al termine del periodo addestrativo presso le Scuole Volo, riveste il grado di Tenente e, fregiato dell’aquila turrita che contraddistingue il personale navigante che ha conseguito il brevetto di pilota milita­re, viene destinato, a seconda delle attitudini evidenziate, ad un Reparto Operativo della Forza Armata dove acquisirà la qualifica di Combat Ready (pronto al combattimento). L’iter formativo potrà proseguire presso il 72° stormo di Frosinone per conseguire l’abilitazione al pilotaggio degli elicotteri, presso il 32° Stormo di Amendola per l’abilitazione sugli AM-X, oppure presso il 6° Stormo di Ghedi per l’abilitazione sui velivoli Tornado.

I piloti destinati alla linea intercettori, e che voleranno sul velivolo EFA, saranno inviati presso le unità di con­versione operative per il consegui­mento dell’abilitazione alla condotta del velivolo. È in via di definizione il programma addestrativo per conseguire l’abilita­zione al modernissimo caccia JSF.

Arma Aeronautica ruolo normale delle Armi (AAran)

La carriera degli Ufficiali del ruolo normale delle Armi inizia nel grado di Sottotenente e prosegue sino a quello massimo di Generale di Squadra.

L’Ufficiale, che svolge compiti inerenti all’organizzazione ed al funzionamento della Forza Armata, può essere impiegato in molteplici settori di atti­vità: la Logistica, le Telecomunicazioni, il Controllo del Traffico Aereo, la Difesa Aerea, la Fotointerpretazione e le Informative Operative, il Soccorso Aereo, la Protezione Locale, l’Informatica e l’impiego nelle Forze Speciali. L’impiego degli Ufficiali del ruolo normale delle Armi prevede l’espleta­mento di funzioni di comando che richiedono impegno, pro­fessionalità e dispo­nibilità.

genio3_fb

Corpo del Genio Aeronautico ruolo normale – Ingegnere (GArn)

L’Allievo Ufficiale del ruolo normale del Corpo del Genio Aeronautico ter­mina il corso in Accademia con il grado di Tenente e, conseguita la lau­rea magistrale in Ingegneria, viene assegnato ai Reparti di Volo o di Manutenzione. Qui sovrintende all’efficienza dei mezzi e delle infra­strutture aeronautiche svolgendo compiti tecnici inerenti all’armamen­to, alla progettazione, alla costruzione e all’allestimento dei materiali aero­nautici di qualsiasi specie, compresi gli aeromobili e gli immobili dell’Ae­ronautica Militare nonché al collaudo e alla manutenzione del materiale aeronautico. L’Ufficiale del ruolo normale del Corpo del Genio Aeronautico, dal grado di Tenente a quello di Tenente Colonnello, è impie­gato, di massima fino al grado di Capitano, presso un Ente Tecnico dell’organizzazione operativa perife­rica e, successivamente, dopo la fre­quenza del corso di aggiornamento, presso Enti Tecnici centrali, per acqui­sire un bagaglio di esperienze prope­deutiche all’impiego a livello dirigen­ziale.

Corpo di Commissariato Aeronautico ruolo normale – Commissario (CCrn)

L’Allievo Ufficiale del ruolo normale del Corpo di Commissariato Aeronautico consegue la laurea magi­strale in Giurisprudenza e, al termine dei corsi regolari, viene inviato presso i Reparti e gli Enti dell’Aeronautica Militare dove svol­ge incarichi con funzioni direttive presso gli uffici periferici del servizio amministrativo. Prosegue la carriera presso gli Enti Centrali con funzioni di studio, gestione amministrativa nonché di consulenza giuridica.

Corpo Sanitario Aeronautico ruolo normale   – Medico (CSArn)

L’Allievo Ufficiale del ruolo normale del Corpo Sanitario Aeronautico con­segue la laurea magistrale in Medicina e Chirurgia e, al termine dei corsi regolari, viene inviato presso i Reparti operativi di Forza Armata dove esercita fun­zioni direttive (dirigente di servizio sanitario) e tecnico-professionali tese ad accertare l’idoneità pico-fisica, ai servizi generici e speciali, del personale aero­nautico, a curarne l’inte­grità fisica e tutelarne l’igie­ne, provveden­do all’allesti­mento ed ai rifornimenti dei servizi e dei materiali occor­renti ai fini di cui sopra. Prosegue la car­riera presso un Istituto di Medicina Aerospaziale o come Capo Ufficio sanitario di Ente dell’organizzazione ministeriale, di vertice o intermedia.

medici_fb

Accademia Aeronautica

L’Accademia Aeronautica è un Istituto mili­tare di studi superiori a carattere uni­versitario che ha il compito di prov­vedere alla selezione, al reclutamento ed alla formazione dei giovani che aspirano a diventare Ufficiali dell’Aeronautica Militare in servizio permanente.

Tutti i corsi accademici e le relative opportunità formative sono orientate alla crescita delle capacità personali e di leadership dei giovani Allievi a cui, in futuro, sarà affidata la dirigenza della Forza Armata al servizio del Paese.

Consulta la guida per i partecipanti al concorso di ammissione alla prima classe dei corsi regolari dell’Accademia Aeronautica per l’anno accademico 2019-2020.

Cliccare per scaricare la guida in formato pdf guida concorso accademia aeronautica

Curiosità

Fin dall’istituzione dell’Accademia, per rendere più saldo lo spirito di corpo fra gli allievi, fu stabilito che i corsi fossero contraddistinti da nomi evocanti venti, costellazioni, simboli mitologici, o uccelli rapaci, con le ini­ziali in ordine alfabetico. Il primo corso fu chiamato Aquila e l’ultimo Zodiaco. Esaurite le lettere dell’alfabe­to, venne iniziata una nuova serie, che si diversificava dalla prima per il numero ordinale (Aquila II, Borea II, etc.etc); l’unica eccezione riguarda il corso Rex, le cui tradizioni furono ere­ditate nel 1956 dal corso Rostro.

Ogni corso, inoltre, viene identificato da un colore, un motto ed un emble­ma, evidenziati in un gagliardetto allegorico che, al termine del ciclo di studi, viene custodito nell’Istituto.

Ulteriori informazioni

Consultare le F.A.Q.  per risolvere tutti gli eventuali dubbi.

Ogni ulteriore informazione relativa al concorso potrà essere acquisita rivolgendosi:

all’Ufficio Relazioni con il Pubblico
viale dell’Università 4 Roma
o telefonando al numero 06.4986.6626
oppure inviando una mail a urp@aeronautica.difesa.it;

all’Acca­demia Aeronautica
scrivendo a: Sezione Gestione Concorsi e Propaganda
via San Gennaro Agnano 30, 80078 – Pozzuoli (NA)
– telefonando ai numeri 0817355474 – 0817355602
nei seguenti orari: lunedì – giovedì 08.00-12.30 e 14.00-15.30, venerdì 08.00-13.00,
oppure inviando una mail a aeroaccademia.concorsi@aeronautica.difesa.it.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
___________________________________________

Piloti dell’Aeronautica Militare volano all’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma

Incontro con la presidente Enoc e con i piccoli pazienti dell’ospedale pediatrico nella ludoteca della sede Roma-Gianicolo. Nel 2018 trentadue bambini sono stati trasferiti a Roma con voli sanitari d’urgenza effettuati dall’Aeronautica Militare.

delegazione aeronautica militare al bambino gesù

Roma, 9 gennaio 2019 – Piloti e specialisti della 46ª brigata aerea dell’Aeronautica Militare sono “atterrati” questa mattina all’ospedale pediatrico Bambino Gesù, sede di Roma-Gianicolo. La delegazione, composta dal comandante, generale di brigata aerea Girolamo Iadicicco, e da un equipaggio del reparto, ha visitato l’Area Rossa (terapia intensiva) insieme al responsabile Corrado Cecchetti e all’anestesista-rianimatore Matteo Di Nardo. Il gruppo è stato poi ricevuto dalla presidente dell’ospedale pediatrico della Santa Sede, Mariella Enoc. Al termine dell’incontro, tutti in ludoteca per giocare con i bambini: un appuntamento di festa per i piccoli pazienti dell’ospedale che hanno accolto gli “eroi dell’aria” sulle note di ‘Nel blu, dipinto di blu’.

L’equipaggio che ha visitato i piccoli ospiti del Bambino Gesù è tra quelli che nel 2018 ha effettuato uno dei numerosi trasporti di ambulanze. Proprio la frequente attività congiunta tra personale sanitario dell’Ospedale Pediatrico e dell’Aeronautica Militare, ha fatto nascere l’idea della visita, segno tangibile di una catena della solidarietà che ha come unico scopo quello di salvare vite umane, in questo caso, di piccoli pazienti.

delegazione am in ludoteca opbg

In ludoteca, i piloti hanno distribuito doni e gadget: poster, foto e cappellini. Da parte dei bambini tanta curiosità e la promessa di realizzare il sogno di volare tra le nuvole una volta diventati grandi. 

ensign_of_the_46ª_brigata_aerera_of_the_italian_air_forceLa 46ª brigata aerea di Pisa è uno dei reparti dell’Aeronautica Militare deputati al trasporto sanitario d’urgenza. In coordinamento con prefetture e ospedali, i velivoli della Forza Armata assicurano il trasporto su tutto il territorio nazionale (quando richiesto anche dall’estero), pronti al decollo giorno e notte, anche in condizioni meteorologiche avverse. Nel 2018 sono state trasportate 110 persone in imminente pericolo di vita, 65 dei quali in età pediatrica. 32 di questi bambini sono stati assistiti al Bambino Gesù.

La 46ª brigata aerea, in particolare, è l’unico reparto dell’Aeronautica Militare dotato di velivoli C130J in grado imbarcare direttamente le ambulanze con i pazienti a bordo. Questa modalità di trasporto si rende necessaria quando la persona malata ha bisogno del supporto costante di particolari apparecchiature mediche. È il caso dei voli in modalità ECMO, spesso realizzati in collaborazione con le équipe mediche specializzate dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

L’ECMO (Extra Corporeal Membrane Oxygenation) è una complessa tecnica di circolazione extracorporea che in casi molto gravi di insufficienza cardiaca e/o respiratoria, sostituisce temporaneamente le funzioni di cuore e polmoni. Per la gestione di questi pazienti, l’Ospedale ha creato (dal 2011) un apposito team composto da anestesisti-rianimatori, cardiochirurghi, perfusionisti e infermieri.

delegazione am con presidente enoc

Oggi il Bambino Gesù è l’unico centro pediatrico di riferimento per il Centro e Sud Italia abilitato al trasporto ECMO sia su gomma che aereo. Nel 2018 i voli sanitari d’urgenza dell’Aeronautica Militare con a bordo l’équipe ECMO dell’Ospedale Pediatrico della Santa Sede sono stati 3.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
____________________________________________

Elicottero dell’Aeronautica soccorre un uomo precipitato in un dirupo la notte dell’Epifania

 

soccorso cervia hh139_6.1.19_1Parma, 8 gennaio 2019 – Un cacciatore di cinquantanove anni, la notte dell’Epifania si trovava sulla vetta del Monte Barigazzo quando, al temine di una battuta di caccia, ha perso l’equilibrio cadendo sul versante orientale della montagna, in un dirupo dell’Appennino Parmense rimanendo gravemente ferito.

Il buio e le condizioni ambientali impervie hanno reso necessaria l’attivazione dell’elicottero dell’Aeronautica Militare, un HH 139 dell’83° gruppo della base aerea di Cervia. Una missione particolare per l’elicottero del 15° stormo che grazie ai visori notturni e all’uso del verricello, ha permesso il trasporto dell’infortunato fino al campo sportivo di Varsi, dove nel frattempo era sopraggiunto da Brescia un elicottero sanitario.

soccorso cervia hh139_6.1.19_2

Le operazioni sono state svolte insieme ai tecnici del Soccorso Alpino e Speleologico, l’ambulanza e l’automedica dell’Assistenza Pubblica di Varsi, i Vigili del Fuoco ed i Carabinieri, prontamente giunti sul posto.

L’ordine di decollo è giunto dal comando delle operazioni aeree di Poggio Renatico. 

__________________________

ensign_of_the_15º_stormo_of_the_italian_air_force.svgIl 15° stormo dell’Aeronautica Militare dipende dal Comando Squadra Aerea per tramite del Comando Forze di Supporto e Speciali. Garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, nonché concorre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, l’attività di antincendio boschivo nonché le missioni Slow Mover Interception (SMI) in occasione di grandi eventi.

benna-hh212.jpg

Il livello addestrativo degli equipaggi, le caratteristiche delle macchine in dotazione nonché l’impiego di apparecchiature e tecniche speciali, quali l’utilizzo di visori notturni, consentono all’Aeronautica Militare di gestire con successo le situazioni di emergenza più complesse grazie, ad esempio, alla capacità d’impiego notturno e in condizioni meteo marginali. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato oltre 7200 persone in pericolo di vita.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
__________________________________________

Aeronautica militare: neonato in pericolo di vita trasportato in volo con Falcon 50 da Reggio Calabria a Firenze

ipv neonato f50

Firenze, 8 gennaio 2018 – E’ atterrato intorno alle 13:30 di ieri 7 gennaio, a Firenze, il velivolo Falcon 50 dell’Aeronautica Militare che ha trasportato da Reggio Calabria un neonato di un mese di vita in gravi condizioni di salute.

La richiesta di trasporto, come accade in questi casi, è pervenuta dalla prefettura di Reggio Calabria alla Sala Situazioni di Vertice del Comando della squadra aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra i propri compiti quello di organizzare e gestire questo genere di trasporti su tutto il territorio nazionale in coordinamento, appunto, con le Prefetture.

Il piccolo paziente necessitava di essere trasferito dal Grande Ospedale Metropolitano “Bianchi Melacrino Morelli” (RC) all’ospedale pediatrico “Meyer” di Firenze. La Sala Situazioni di Vertice ha così attivato uno degli assetti della Forza Armata in prontezza 24 ore su 24 anche per questo genere di necessità. Il velivolo del 31° Stormo, decollato dall’aeroporto militare di Ciampino e giunto in Calabria per imbarcare il bimbo, i genitori e l’equipe medica, è ripartito alla volta di Firenze per consentire il successivo trasporto verso l’ospedale pediatrico toscano.

Sono quotidiani gli interventi di velivoli ed equipaggi dell’Aeronautica Militare in diverse attività a favore della collettività, dai trasporti sanitari di urgenza, come accaduto ieri mattina, agli interventi di ricerca e soccorso aereo, come accaduto la notte del 6 gennaio durante la festa dell’Epifania, dove un elicottero HH 139 del 15° stormo di Cervia è intervenuto per portare in salvo un uomo originario di Varsi, nel parmense (vedere articolo).

Si tratta di missioni che necessitano della massima tempestività e l’Aeronautica Militare, attraverso i suoi reparti di volo dislocati sul territorio, mette a disposizione assetti aerei ed equipaggi pronti a decollare in tempi strettissimi ed in grado di operare anche in condizioni meteorologiche avverse per assicurare il trasporto urgente non solo di persone in imminente pericolo di vita, ma anche di organi ed equipe mediche per trapianti.

Sono migliaia ogni anno le ore di volo effettuate in questo contesto dai velivoli del 31° stormo di Ciampino, del 14° stormo di Pratica di Mare, dal 15° stormo di Cervia e della 46a brigata aerea di Pisa, assetti sempre in prima linea anche in casi di grandi emergenze e calamità nazionali.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
_________________________________________

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade