Advertisements

Archivi categoria: Carabinieri

Il generale Vincenzo Coppola è il nuovo vice comandante generale dell’Arma dei Carabinieri

IMG_2723

Roma, 22 marzo 2017 – Nella giornata di ieri, presso la sala di rappresentanza del comando generale dell’Arma dei Carabinieri, alla presenza del comandante generale Tullio Del Sette e dei vertici dell’istituzione, si è svolta la cerimonia di avvicendamento nella carica di vice comandante generale dell’Arma fra il generale di corpo d’armata Antonio Ricciardi, cedente, e il generale di corpo d’armata Vincenzo Coppola, subentrante.

Nel corso della cerimonia il generale Del Sette, a nome di tutti i carabinieri, ha espresso al generale Ricciardi “la gratitudine più viva e sentita dell’arma per la grande passione e convinta determinazione dimostrati nell’importante incarico”.

La carica di vice comandante generale, che per legge viene conferita per la durata di un anno al generale di corpo d’armata più anziano dei carabinieri, sarà rivestita, a partire da domani, dal generale di corpo d’armata Vincenzo Coppola, a cui il generale Del Sette ha formulato le “vivissime felicitazioni per l’alto traguardo raggiunto” con “l’augurio più affettuoso e fervido di buon lavoro”. 

La cerimonia si è conclusa con la consegna da parte del comandante generale delle croci d’oro al merito dell’Arma dei Carabinieri a Rita Baldini, vedova del generale Vittorio Barbato, e ai generali di corpo d’armata in congedo Arturo Esposito, Baldassarre Favara, Franco Mottola e Giuseppe Rositani, per “avere costituto limpido esempio e sprone per il personale dipendente, assicurando costantemente soluzioni organizzative brillanti e di rara efficacia e per aver con la propria infaticabile e preziosa opera di comando e di pensiero contribuito al progresso dell’Istituzione, esaltandone spiccatamente il lustro e il decoro nell’ambito delle Forze Armate e della Nazione”.

© ALL RIGHTS RESERVED
Fonte e immagine: Comando generale dell'Arma dei Carabinieri
__________________________________________________________________
Advertisements

Intesa fra Carabinieri e ANAS per la tutela degli appalti pubblici

Firma protocollo

Roma, 22 marzo 2017 – Oggi pomeriggio presso il comando generale dell’Arma dei Carabinieri, il comandante generale Tullio Del Sette e il presidente di ANAS S.p.A. ing. Gianni Vittorio Armani hanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato a rendere più efficace ed efficiente il contrasto dei comportamenti illeciti nella realizzazione delle grandi opere pubbliche stradali e autostradali fondamentali per lo sviluppo del Paese.

L’intesa, finalizzata in particolare al contrasto dei fenomeni corruttivi, ai tentativi di infiltrazione mafiosa e al riciclaggio di proventi delittuosi nell’esecuzione delle opere appaltate, prevede il distacco di due unità dell’Arma dei Carabinieri presso la Direzione Tutela Aziendale (DTA) di ANAS per supportarne il responsabile nello svolgimento delle seguenti attività:

  • supervisione delle attività di risk management e fraud management;
  • mappatura dei rischi di comportamenti illeciti in ambito aziendale;
  • gestione dei rapporti con l’autorità Giudiziaria, le Forze di polizia e le altre autorità  competenti in materia di sicurezza e contrasto della criminalità, anche per la stipula di accordi e la definizione di forme di cooperazione per il contrasto dei comportamenti criminali nella realizzazione della rete stradale e autostradale di competenza dell’ANAS.
© ALL RIGHTS RESERVED
Fonte e immagini: Comando generale dell'Arma
________________________________________________

L’Arma dei Carabinieri commemora le vittime delle mafie

Il Cte Generale legge i nomi delle vittime delle mafie

Il generale Del Sette legge i nomi delle vittime delle mafie

Locri (RC), 22 marzo 2017 – Ieri 21 marzo, in occasione della Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette ha partecipato a Locri alla XXII edizione della manifestazione da cui prende il nome la giornata odierna, voluta e organizzata dall’associazione “Libera” per ricordare tutte le vittime innocenti delle mafie. La manifestazione, promossa sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, quest’anno si svolge in Calabria a Locri – come luogo principale e in altre 4000 piazze italiane –per contrastare simbolicamente la forza e l’attualità della ‘ndrangheta.

La presenza del comandante generale vuole testimoniare la vicinanza dell’Arma alle vittime innocenti delle mafie e ricordare al contempo tutti i Carabinieri uccisi per mano della criminalità organizzata di tipo mafioso.

L’Arma dei Carabinieri è presente e vicina alla società civile e a tutte le realtà attivamente impegnate alla diffusione di una cultura della legalità, come l’Associazione Libera con cui, nel dicembre 2016, è stato siglato un protocollo di collaborazione finalizzato a questo scopo.

il Cte Generale Del Sette a Locri per la Giornata in ricordo delle vittime delle Mafie

Il generale Del Sette a Locri per la giornata in ricordo delle vittime delle mafie

Questi i nomi dei carabinieri uccisi dalle mafie, che verranno diffusi sulla pagina Facebook istituzionale:

AGOSTA Alfredo ALTOMARE Eugenio APUZZO Carmine ARENA Carmine AZZOLINA Pasquale BARBARA Giovanni BARTOLOTTA Salvatore BASILE Emanuele BELLISSIMA Giovanni BENI Alfredo BOLOGNA Salvatore BOMMARITO Giuseppe BORRELLI Francesco P. CALABRO’ Angelo CALARESU Giovanni Maria CARRU Ciriaco CARUSO Vincenzo CENTRONI Paolo CONDELLO Stefano COSTANTINI Alfredo COSTANTINO Orazio CRAIGHERO Germano D’ALEO Mario D’ALESSIO Luigi DALLA CHIESA  Carlo Alberto D’ANNA Gioacchino D’ARMINIO Gerardo DE MONTIS Giuseppe DI BARCA Luigi DI FEDE Costantino DI MELLA Elio FALCETTA Salvatore FARDELLI Marino FAVA Antonino FRANZOLIN Silvano FRAU Walter GAROFALO Vincenzo GUAZZELLI Giuliano GUBBIONI Tonino IEVOLELLA Vito IOZIA Rosario LUCIANI Erminio MAGNANO Salvatore MALAUSA Mario MARINO Antonino MARRARA Domenico MORICI Pietro NUVOLETTA Salvatore PAPALE Francesco PETRUCCELLI Sergio PEZZUTO Claudio PIERMANNI Sergio RAITI Salvatore RICCIARDI Francesco ROTONDI Gerardo RUBINO Antonino RUSSO Giuseppe RUSSO Raffaele RUSSO Salvatore TERMINIELLO Giuseppe TIROZZI Nicola TRAPASSI Mario TRIPODI Carmine VACCARO Calogero VOLPI Ruggero

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando generale dell'Arma
___________________________________________________

Carabinieri e LIPU uniti in difesa dell’ambiente

Siglato ieri il protocollo di collaborazione per la difesa della biodiversità e la promozione della cultura della legalità ambientale.

_PIS4158-1

Roma – 16 marzo 2017 – Ieri alle ore 17.00, presso il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, il comandante generale Tullio Del Sette e il presidente della Lipu-BirdLife Italia Fulvio Mamone Capria hanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato a consolidare e ad accrescere i rapporti di collaborazione tra le due organizzazioni.

Lo scopo dell’accordo è quello di promuovere la salvaguardia del territorio e la cultura della “legalità ambientale”, obiettivi fondamentali delle missioni dell’Arma e della Lipu.

Le aree prevalenti di collaborazione riguarderanno:

  • promozione di iniziative volte alla prevenzione e al contrasto dell’illegalità nei settori della lotta al bracconaggio, della salvaguardia della fauna selvatica e della tutela del patrimonio forestale e della biodiversità;
  • cooperazione per il potenziamento dell’attività di soccorso tra i “centri recupero fauna selvatica della Lipu” della LIPU e i reparti dell’Arma nel corso di attività di servizio;
  • raccolta ed elaborazione di dati in ordine alle violazioni nei confronti della fauna selvatica;
  • realizzazione di progetti, studi, ricerche e analisi sui temi della tutela della fauna e dell’ambiente;
  • specifiche iniziative per la diffusione, anche in favore dei giovani, della cultura della tutela del patrimonio ambientale nazionale e della biodiversità;
  • attività formative in favore del personale.

_PIS4140-1

L’Arma, per la realizzazione delle finalità dell’accordo, coinvolgerà le proprie articolazioni territoriali e i reparti speciali – in special modo il neo-costituito Comando Unità per la Tutela Forestale, Ambientale e Agroalimentare – che opereranno in sinergia con gli organi centrali e i centri di recupero della Lipu.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
__________________________________________

 


Come in un film, trafficanti di droga fuggono sui tetti inseguiti dai carabinieri

2 arresti, sequestrati 240 kg di marijuana, una pistola e 20mila euro.

 Schermata 03-2457820 alle 13.08.02

Roma, 7 marzo 2017 – Sembrava il set di un film d’azione, invece erano veri i Carabinieri e anche i trafficanti di droga che la scorsa sera sono stati visti correre sui tetti di alcune abitazioni nel quartiere Borghesiana a Roma. Alla fine hanno avuto la meglio i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagna di Frascati che hanno arrestato due trafficanti di droga albanesi, di 22 e 23 anni, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione di arma clandestina.

Quando i Carabinieri sono giunti nell’abitazione, i due sono scappati in soffitta e hanno cominciato a scappare sui tetti, inseguiti dai Carabinieri che li hanno raggiunti in breve tempo. Durante la fuga, i trafficanti hanno portato con se le chiavi del deposito dove nascondevano la droga e quando si sono visti perduti le hanno lanciate nella piscina di una proprietà limitrofa. I Carabinieri dunque, recuperate le chiavi, hanno potuto accedere a dei locali di pertinenza dell’abitazione occupata dai due cittadini albanesi,  rinvenendo all’interno ben 240 kg di marijuana stipata in diverse buste nelle varie stanze dell’abitazione, 50 g di cocaina, bilancini di precisione, una pistola Tanfoglio con matricola abrasa, calibro 9×21, compreso di serbatoio con 5 cartucce, e la somma di oltre 20mila euro in contanti, probabile provento dell’illecita attività.

L’abitazione, la droga, i soldi, la pistola e il materiale per il confezionamento sono stati sequestrati. I due arrestati sono stati accompagnati in caserma e successivamente condotti presso il carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

L’ingente quantitativo di marijuana, immesso sul mercato della Capitale, avrebbe fruttato più di un milione di euro.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
______________________________

Presentata #Natura, la nuova rivista di ambiente e territorio dell’Arma dei Carabinieri

COPERTINA2017ok_9.qxp_Layout 1

Roma, 28 febbraio 2017 – Questa mattina, presso il comando generale dell’Arma dei Carabinieri, è stata presentata alla stampa e alle associazioni ambientaliste del settore agricolo, agroalimentare e venatorio #Natura, la nuova rivista di ambiente e territorio dell’Arma dei Carabinieri. All’incontro è intervenuto il capo di stato maggiore dell’Arma dei Carabinieri gen. d. Gaetano Maruccia.

La rivista sarà un contenitore ricco di notizie e servizi su attualità, ambiente, biodiversità, territorio, paesaggio, salute, tutela agroalimentare e beni culturali. Non mancheranno le rubriche, tra le quali una dedicata interamente ai più giovani. Fondamentale sarà l’apporto di studiosi, giornalisti di settore e di reparti specializzati dell’Arma.

#Natura avrà un target molto diversificato: istituzioni pubbliche, scuole e università, media, carabinieri, visitatori delle aree naturali protette. Sarà distribuito anche presso le sale di attesa di 4767 stazioni carabinieri e 1240 uffici dei carabinieri forestali.

natura

Il periodico avrà un nuovo formato (60 pagine cm18x26) ed una cadenza bimestrale, con aggiornamenti on line. Verrà stampato su carta riciclata al 100%, per un pieno rispetto dell’ambiente. Grazie all’utilizzo di questo tipo di carta – rispetto a quella “non riciclata” – per ogni numero sarà possibile ridurre di 169 kg le emissioni di anidride carbonica, oltre a una riduzione di 842 kg di rifiuti, 26.465 litri di acqua, 2352 KWh di energia, 1368 kg di legno.

#NATURA sarà disponibile in abbonamento postale per sei numeri a un prezzo contenuto e sarà consultabile on line sul sito internet istituzionale www.carabinieri.it.

Gli articoli, i servizi e le rubriche potranno essere facilmente condivisi sui social network, affinchè possano raggiungere un pubblico ancora più ampio.

È un progetto editoriale che continua e si rinnova e che da 18 anni rappresenta un punto di riferimento culturale sui temi dell’ambiente, del territorio e del settore agroalimentare – ha detto il generale Maruccia –. Il sinergico incontro tra le due esperienze istituzionali consente di ampliare e valorizzare gli orizzonti culturali dell’Arma, già portatrice di una particolare sensibilità e vocazione in materia ambientale, nonchè di costituire un polo di attenzione e riflessione sulla centralità valoriale delle tematiche riguardanti la natura, creando ulteriori occasioni di sviluppo, condivisione e diffusione, nel rispetto dei preesistenti assetti organizzativi e operativi, attraverso strumenti di intervento sempre più efficaci e sofisticati”.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
_________________________________________

Accademia Militare di Modena, 187 allievi ufficiali hanno prestato giuramento

dsc_6116

Modena, 18 febbraio 2017 – Oggi, nel Palazzo Ducale di Modena sede dell’Accademia Militare, 187 allievi ufficiali, 136 dell’Esercito e 51 dell’Arma dei Carabinieri, del 198° corso “SALDEZZA” hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana.

Tra le autorità militari presenti alla cerimonia, il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, il capo di stato maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, generale di corpo d’armata Tullio Del Sette, il capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Enzo Vecciarelli, il comandante generale della Guardia di Finanza, generale di corpo d’armata Giorgio Toschi, il comandante per la formazione, specializzazione e dottrina dell’Esercito, generale di corpo d’armata Pietro Serino, il comandante dell’Accademia Militare, generale di divisione Salvatore Camporeale e il padrino del 198 corso Saldezza, il generale di corpo d’armata Rosario Aiosa, Medaglia d’Oro al Valor Militare.

Intervenute anche molte autorità civili, tra cui il senatore Carlo Giovanardi, cadetto “ad honorem“, il sindaco di Modena, dott. Giancarlo Muzzarelli e il prefetto di Modena, dottoressa Maria Pia Paba.

dsc_6128

Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito rivolgendosi ai cadetti del 198 corso ha sottolineato l’importanza del giuramento prestato “un atto solenne con cui vi siete impegnati ad agire sempre animati da un elevato senso del dovere, con spirito di abnegazione e di sacrificio….per adempiere con disciplina e onore tutti gli obblighi che il nostro status di militare impone“.

Il generale Danilo Enrico ha, poi, richiamato i valori fondanti di una scelta basata su una cosciente adesione a quei principi, tra i quali coraggio, fedeltà, lealtà alle Istituzioni, senso del dovere, tenacia, che rappresentano la base valoriale di tutto il personale delle Forze Armate, esortando, in conclusione, gli allievi ufficiali del 198 corso ad affrontare con Saldezza morale e materiale tutte le sfide e le difficoltà che si incontreranno lungo il percorso appena intrapreso.

Il generale Graziano, nel suo discorso ha sottolineato che “le sfide che vi attendono sono sicuramente importanti ed è necessario che voi viviate gli anni della formazione con impegno e dedizione con la consapevolezza che ai Comandanti di oggi è richiesta una preparazione sempre più a 360 gradi per interagire con tutti gli attori che operano accanto alla componente militare nelle aree di crisi e nelle situazioni di emergenza“.

Il capo di Stato Maggiore della Difesa ha poi concluso ricordando agli allievi che “tra pochi anni sarete chiamati ad operare sia in Patria sia all’estero per garantire la sicurezza nazionale ed internazionale sempre più intimamente connesse: siate sempre esempio per i vostri uomini e tenete alto il nome delle nostre Forze Armate, che grazie alla professionalità di chi vi ha preceduto sono sicuramente tra le migliori al mondo

dsc_6148

Gli allievi del 198 corso Saldezza sono giunti a questo importante traguardo dopo un duro tirocinio che li ha visti impegnati di recente nella campagna tattica invernale, durante la quale hanno svolto una intensa attività addestrativa.

Il 198 corso conta 136 allievi ufficiali dell’Esercito, di cui il 16% donne. Il 21% degli allievi proviene dal nord Italia, il 19% dal centro, il 60% dal sud e dalle isole. Le donne, invece sono rappresentate per oltre il 26% rispettivamente dal nord e centro Italia, per il restante 48% dalle regioni meridionali, isole comprese. Presenti, anche, 17 allievi stranieri.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Esercito
___________________________________________

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

PARLAMENTONEWS

i fatti della politica

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade