L’Esercito Italiano lascia Lampedusa dopo 28 anni di presenza quasi ininterrotta


Lampedusa, 30 luglio 2014 – A Lampedusa si svolgerà una cerimonia per il saluto ai militari dell’Esercito che lasceranno l’isola per una rimodulazione del dispositivo prevista dal decreto del Ministero degli Interni.

Alla cerimonia saranno presenti il sindaco di Lampedusa, Linosa Giusi Nicolini e il comandante del raggruppamento Strade Sicure Sicilia Occidentale, colonnello Marco Buscemi.

L’operazione “Strade Sicure” che garantirà la vigilanza del centro di soccorso e prima accoglienza continuerà comunque sull’isola sotto il comando del Raggruppamento Sicilia Occidentale (Reggimento Lancieri d’Aosta con sede a Palermo) e verrà condotta da un plotone di 20 uomini dell’Aeronautica Militare.

L’Esercito Italiano lascia l’isola dopo 28 anni di presenza quasi ininterrotta. I primi uomini, una compagnia di paracadutisti della Brigata Folgore, furono inviati a Lampedusa il 16 Aprile 1986, a seguito di una grave crisi diplomatica con la Libia.

Da allora sull’isola è sempre stata presente una componente della Forza Armata, che aveva sede in una piccola base dell’Esercito a Contrada Imbriacola, passata poi al demanio nel 2006 e successivamente divenuta sede del Centro di Soccorso e Prima Accoglienza per i migranti. 

Tra i momenti più significativi della presenza dei militari dell’Esercito occorre ricordare l’intervento in occasione del naufragio del 3 ottobre 2013, quando un imbarcazione libica partita da Misurata si inabissò a largo dell’isola, provocando 366 morti e 20 presunti dispersi.

L’Esercito intervenne immediatamente disponendo un sistema di osservazione e controllo lungo le coste dell’isola per avvistare i naufraghi, contribuendo al soccorso dei migranti e occupandosi del recupero e trasporto delle salme delle vittime.

Considerata la grave emergenza umanitaria, pochi giorni dopo il naufragio, l’Esercito impiegò sull’isola anche alcuni militari di origini africane, per facilitare i rapporti tra Istituzioni e migranti e interpretarne le esigenze utilizzando la loro lingua madre.

Da allora i soldati con compiti di mediazione culturale, si sono continuamente avvicendati sull’isola rappresentando un importante ausilio per autorità e ospiti del centro di accoglienza.

I compiti principali dell’Esercito sono stati quelli della vigilanza in concorso alle Forze dell’Ordine del Centro di Soccorso e Prima Accoglienza e la vigilanza del deposito di barconi impiegati dagli scafisti.

L’Operazione “Strade Sicure” continua nel frattempo in tutto il Paese con circa 4000 i militari dell’Esercito che dal 4 agosto 2008, sono impiegati su tutto il territorio italiano in concorso alle Forze d’Ordine in attività di pattugliamento e di vigilanza ad obiettivi sensibili, aree metropolitane, ai centri di identificazione ed espulsione (CIE) e ai Centri Assistenza Richiedenti Asilo (C.A.R.A.).

Dall’agosto 2008, inizio dell’operazione, l’Esercito ha contribuito al sequestro di più di 2 tonnellate di droga, 625 armi, 12.120 mezzi, di 14.400 arresti e a controllare oltre 2 milioni di persone ed oltre un milione di mezzi.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell’Esercito


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: