Archivi del mese: luglio 2014

Carbonia: operazioni di controllo del territorio dei carabinieri

Carbonia (CA), 29 luglio 2014 – Operazioni del Nucleo Operativo Radiomobile per il controllo e la tutela del territorio.

Passeggiare di notte fa male – Carbonia (ca), i carabinieri del dipendente nucleo radiomobile. Denunciato dai carabinieri un 23enne, residente a Gonnesa (CA), celibe, pregiudicato, per la violazione al foglio di via obbligatorio. Il ragazzo, uno dei due autori dei 32 furti in una notte, ed arrestato insieme al fratello nel 2012, su proposta di questa compagnia, nel 2012 è stato sottoposto alla misura di prevenzione personale del foglio di via obbligatorio dal comune di Carbonia, per la durata di anni tre. Noncurante, il ragazzo passeggiava tranquillamente in bicicletta, per le strade di Carbonia.

La giustizia arriva anche dopo 6 mesi – Arrestato dai militari dell’arma un 22enne di Cortoghiana, disoccupato. In seguito ad indagini e con l’ausilio dei filmati dell’impianto di video sorveglianza di un esercizio commerciale, il giovane è stato identificato dai carabinieri come autore dei danni recati all’attività commerciali all’inizio dell’anno.

Ennesima truffa on-line – Dopo minuziose indagini i carabinieri hanno arrestato per truffa un 28enne di Castellamare di Stabia, commerciante. Con un raggiro l’uomo ha ricevuto sul proprio conto corrente, la somma di 259,00 euro, da un ignaro acquirente di Carbonia che, qualche mese fa, sul sito internet “www.telephonesas.eu/il-negozio”, aveva acquistava un telefono cellulare Samsung Galaxy, rigenerato. L’uomo, che aspettava il telefono con trepidazione, non l’ha mai ricevuto. Si è quindi rivolto fiducioso ai carabinieri i quali a seguito degli accertamenti fatti in Campania hanno identificato l’autore della truffa che di nome fa Fortunato (ma sfortunato di fatto) e dagli accertamenti effettuati risultava inoltre che il punto vendita era inesistente.

Fans di Nibali cresconoDopo attente indagini i carabinieri hanno arrestato per ricettazione e favoreggiamento un 22enne di Carbonia, celibe e disoccupato. Nei giorni scorsi un giovane di Carbonia ha denunciato il furto della sua bicicletta, del valore di circa 500 euro. I carabinieri della stazione di Carbonia si sono ricordati che alcuni giorni prima della denuncia avevano notato nei pressi del comando compagnia un giovane con una bicicletta uguale a quella descritta nella denuncia di furto. Il ragazzo è stato quindi sentito in merito e ha dichiarato di essere a conoscenza che la bicicletta fosse oggetto di furto, e che la stessa gli era stata prestata da persona da lui conosciuta ma rifiutava di indicarne il nome, concorrendo di fatto alla ricettazione e favorendo personalmente il presunto colpevole alla elusione delle indagini.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Cagliari)


Minaccia il padre 80enne con un coltello, arrestato dai carabinieri

Ussana (CA), 29 luglio 2014 – Questa notte arrestato A.L. 45enne, pluripregiudicato, in flagranza di reato dai militari del reparto radiomobile della compagnia di Dolianova, per maltrattamenti in famiglia e minaccia aggravata.

Verso la mezzanotte il fratello dell’arrestato chiama il 112, comunicando che nella casa paterna A.L. stava litigando furentemente con il padre 80enne, minacciandolo con un coltello. I carabinieri, allertati, avvisano la centrale operativa di Dolianova che immediatamente invia ad Ussana una pattuglia del radiomobile.

I militari, giunti sul posto, hanno trovato fuori dall’abitazione i familiari del 4 5enne pluripregiudicato, che avevano preferito abbandonare la casa piuttosto che continuare a subire le minacce da parte del loro congiunto. Dai racconti è emerso che a seguito dell’ennesima discussione scaturita per futili motivi con il padre convivente, il 45enne e’ andato su tutte le furie e ha iniziato a spintonarlo violentemente, fino a scaraventarlo a terra. A quel punto l’uomo ha afferrato un grosso coltello da cucina e, in preda alla collera, ha iniziato a brandeggiarlo per aria minacciando di morte dapprima il padre, e poi i familiari che tentavano di dissuaderlo e riportarlo alla calma.

La situazione stava degenerando, l’uomo non accenna a lasciare il coltello. I parenti allora escono lasciandolo solo in casa.

Quando i militari sono entrati nell’abitazione hanno trovato il 45enne nella sua camera. Alla vista dei militari, l’uomo ha ammesso di aver spintonato e minacciato di morte il proprio padre, consegnando il coltello che aveva utilizzato per le minacce, che è stato immediatamente sequestrato.

Per il 45enne sono allora scattate le manette e, terminate le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza della compagnia di Dolianova, in attesa di essere giudicato con rito direttissimo nella mattinata odierna, come disposto dal p.m. di turno dr. Emanuele Secci. 

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale carabinieri di Cagliari)

 


Stai attento! Be aware! Consigli per evitare truffe e raggiri per chi viaggia in treno

Roma, 29 luglio 2014 – Nasce una nuova campagna di informazione in delle Ferrovie dello Stato in collaborazione con la Polizia Ferroviaria, per prevenire di essere vittime di truffe e raggiri. Un leaflet (pieghevole, ndr) e manifesti sparsi, per mantenere alti gli standard di sicurezza, con l’obiettivo di come riconoscere, evitare e difendersi dagli stratagemmi utilizzati dai malintenzionati nei periodi e momenti di maggior affollamento di treni e stazioni. 

STAI ATTENTO! Fai la differenza. cosi si chiama la nuova campagna informativa con cui FS Italiane, in collaborazione con la Polizia Ferroviaria, punta a mantenere alti gli standard di sicurezza a tutela del viaggiatore.

Un pieghevole dalla grafica immediata e di facile comprensione e una specifica cartellonistica, saranno presenti nelle principali stazioni ferroviarie italiane e a bordo treno, informeranno i viaggiatori fornendo loro preziosi consigli su come prevenire sgradevoli episodi in partenza e in arrivo.

Obiettivo della campagna informativa, riconoscere – e quindi evitare – gli stratagemmi più frequenti utilizzati dai malintenzionati (ladri di bagagli, venditori abusivi, truffatori, borseggiatori) nei momenti in cui maggiore è la disattenzione del viaggiatore o quando stazioni e treni sono più affollati. L’adozione dei comportamenti preventivi riportati nel materiale informativo aiuterà ad evitare di diventare vittime di furti e truffe.

“L’iniziativa STAI ATTENTO! Fai la differenza. – spiega Franco Fiumara, direttore centrale protezione aziendale Gruppo FS Italiane – è un aiuto che vogliamo dare ai nostri clienti per far sì che possano viaggiare sempre sicuri, protetti e consapevoli, fornendo più informazioni sui comportamenti tipici dei malintenzionati”.

“Con questa campagna afferma Claudio Caroselli, direttore del servizio polizia ferroviaria – abbiamo cercato di mettere in guardia i viaggiatori, specialmente stranieri, i quali spesso ripongono la loro fiducia su soggetti pronti ad approfittarne, che si improvvisano di volta in volta facchini, addetti alle biglietterie o informatori turistici e finiscono per truffarli o derubarli. Vogliamo arrivare ad una forma di collaborazione attiva da parte degli utenti, in modo che siano consapevoli dei veri scopi per cui determinate persone li avvicinano ed anziché fidarsi, le invitino ad allontanarsi, chiedendo l’intervento delle nostre pattuglie.

Untitled-1

Consigli utili per chi transita in stazione:
Prestare cura e attenzione al proprio bagaglio senza perderlo mai di vista, anche nelle aree taxi e nei parcheggi nelle stazioni. Ogni bagaglio incustodito è sottoposto ai controlli di polizia.
È preferibile custodire separatamente denaro e documenti, facendo attenzione ai borseggiatori ed evitare zone isolate o poco illuminate.
Diffidare degli abusivi che offrono servizi vari (taxi, alberghi, giri turistici).
Non indugiare nei sottopassaggi.
Dopo aver parcheggiato l’auto, accertarsi di averla chiusa e non lasciare nulla in evidenza all’interno. Ascoltare i messaggi dell’altoparlante e prestare attenzione ai tabelloni e alle indicazioni del personale ferroviario.

Una tecnica usata per distrarre i passeggeri è di far cadere addosso delle bevande macchiando gli abiti, cosicché la persona è distratta, e mentre qualcuno vi fa le scuse, altri potrebbero portar via il vostro bagaglio. Prestare attenzione a chi chiede informazioni, potrebbe essere un modo per distrarvi.

Diffidare inoltre di chi chiede soldi vicino alle macchinette automatiche per fare il biglietto, di chi chiede soldi per portare il bagaglio, NON è personale autorizzato dalle FS.

Siete a conoscenza di altri tipi di raggiro? Scrivetelo nei commenti. 

Per qualsiasi dubbio o problema chiamare il 113.

Di seguito i numeri della Polizia Ferroviaria delle principali città:

Milano Centrale 

L’ufficio Polizia Ferroviaria di Milano Centrale, situato nei pressi del binario 21 – Aperturatutti i giorni h. 24  Tel. 02 6694 53502 63712429

Bologna Centrale 

L’ufficio della Polizia Ferroviaria sta al piano terra della stazione – Aperturatutti i giorni h. 24  Tel. 051 258 2523

Firenze S. Maria Novella 

L’ufficio della Polizia Ferroviaria si trova al piano terra della stazione, in Galleria di testa – Aperturatutti i giorni h. 24  Tel. 055 211 012

Roma Termini 

La Polizia Ferroviaria di Roma Termini è situata di fronte al binario 13- Aperturatutti i giorni h. 24  Tel. 06 46203401

Napoli Centrale 

I presidi della Polizia Ferroviaria di Napoli Centrale si trovano sul marciapiede del binario 1 e di fronte al binario 6 – Aperturatutti i giorni h. 24  Tel. 081 2441111
© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

Attività CIMIC dei militari italiani per il popolo kosovaro

Pec, 28 luglio 2014 – Nella settimana appena trascorsa, i militari italiani di stanza in Kosovo, inquadrati nel Multinational Battle Group West a guida Lancieri di Montebello, hanno svolto diverse attività di cooperazione civile-militare (CIMIC) in favore della popolazione locale.

Attraverso la realizzazione di progetti e donazioni di beni di prima necessità in favore delle popolazioni, il CIMIC si pone quale interlocutore tra le etnie presenti nella regione kosovara per favorirne la collaborazione e creare le migliori condizioni per la loro autonoma crescita.

Gli Italiani hanno donato materiale didattico, giocattoli, vestiario e generi di prima necessità ad un centro religioso per l’infanzia sito a Bec (Djakova), che accorpa anche un centro di accoglienza e dove i numerosi bambini bisognosi vengono seguiti ed educati secondo principi di integrazione e solidarietà.

Le attività CIMIC sono proseguite con donazioni agli abitanti dei villaggi compresi nell’enclave di Gorazdevac: una comunità serba che tuttora risente dell’accentuato isolamento, dal momento che è collocata al centro di un’area a maggioranza albanese.

Infine, il contingente italiano ha fornito il proprio contributo di solidarietà alla Caritas Umbra di Klina, Organizzazione Non Governativa (ONG) tutta italiana attiva in Kosovo da 15 anni, che si occupa di dare dimora ed istruzione a minorenni bisognosi. In segno di ringraziamento, i piccoli hanno a loro volta organizzato una serata con spettacoli e balletti dedicata agli Italiani.

7

Tutte le donazioni sono state fatte nel rispetto dell’imparzialità verso le etnie e le religioni presenti sul territorio.

© All rights reserved
Fonte e immagini: contingente italiano in Kosovo


Pegaso 2014/3: la brigata Pinerolo pronta per il Libano

Bracciano (RM), 28 luglio 2014 – L’esercitazione posti comando assistita da computer (CPX-CAX) Pegaso 2014/3 ha impegnato il comando della brigata Pinerolo di Bari e i posti comando del Reggimento Cavalleggeri Guide (19°) di Salerno integrato da personale del 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura, del’11° Reggimento Genio guastatori di Foggia e del 10° Reggimento Trasporti di Bari, mentre il Reparto Comando e supporti Tattici “Pinerolo” di Bari ha garantito le attività di supporto all’esercitazione.

Iniziata lo scorso 7 luglio, nella caserma Montefinale di Bracciano, sede del comando di artiglieria, con l’ausilio dei moderni sistemi in dotazione al centro di simulazione e validazione dell’esercito, l’esercitazione si è prefissata lo scopo di affinare e consolidare le procedure inerenti all’impiego del Processo Decisionale di Pianificazione (PDP) e di valutare la capacità generali dello Staff del Comando della “Pinerolo” e dei posti comando dei Reggimenti nella gestione di situazioni operative complesse.
Lo scenario è stato improntato al massimo realismo con situazioni frequenti nel Sud del Libano in cui il contingente italiano su base Brigata “Pinerolo” agli ordini del generale di brigata Stefano Del Col si appresta ad operare nell’ambito della missione UNIFIL (United Nation Interim Force in Lebanon).

© All rights reserved
Fonte: Esercito Italiano


Laran 2014: il COMART in esercitazione nel poligono di Monteromano

Monteromano (VT), 28 luglio 2014 – Nei giorni dal 21 al 25 luglio ha avuto luogo, presso il poligono di tiro di Monteromano (VT), l’esercitazione di impiego del fuoco di Artiglieria denominata LARAN 2014, condotta dalle batterie PzH2000 e Mortai Thomson del Reggimento Addestrativo del Comando Artiglieria di Bracciano, unitamente alle batterie FH-70 del 185° Reggimento artiglieria Paracadutisti.

Nell’acquisizione obiettivi e nell’ osservazione del tiro si sono alternati nuclei SAOV dei menzionati reggimenti ed il concorso CIS è stato fornito dall’11° Reggimento Trasmissioni.

L’attività ha avuto lo scopo di:

  • innalzare il livello di conoscenza specialistico del personale del Reggimento Addestrativo del Comando Artiglieria (COMART) e del 185° Reggimento artiglieria paracadutisti FOLGORE;
  • verificare le procedure della cooperazione Arma Base – Artiglieria attraverso lo scambio di intese e accordi, con l’indicazione e la controindicazione degli obiettivi e la gestione di richieste di fuoco avanzate da Ufficiali dell’Arma Base partecipanti all’esercitazione;
  • perfezionare l’addestramento pratico svolto presso il COMART dagli ufficiali del 192° e 193° Corso del ruolo normale di Artiglieria.

Il tema dell’esercitazione è stato l’impiego di unità PZh2000, FH/70 e mortai pesanti inquadrate in una Task Force nel supporto di fuoco diretto in uno scenario CROPeace Support Operations (PSO) – Peace Enforcement.

Il giorno 24 ha presenziato l’attività il comandante per la formazione e scuola di applicazione dell’Esercito, generale di corpo d’armata Paolo Ruggiero, accolto dal comandante dell’artiglieria e ispettore dell’arma di artiglieria, generale di divisione Giovanni Domenico Pintus.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


Baia Domizia: topo d’appartamento in sella ad una bicicletta, uno zainetto in spalla con arnesi da scasso. Arrestato dai carabinieri

Baia Domizia (CE), 28 luglio 2014 – A Baia Domizia, località turistica balneare italiana, in provincia di Caserta, i carabinieri della Stazione locale, hanno arrestato G.C., 47enne di Mondragone, per furto aggravato, possesso ingiustificato di arnesi da scasso, resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione.

L’uomo è stato fermato dai carabinieri mentre circolava per la strada in sella ad una bicicletta e con in spalla uno zainetto contenente arnesi da scasso. I militari dell’Arma, durante la perquisizione a casa del sospettato, sono riusciti a recuperare 2 cellulari, (marca Nokia ed LG ), 2 videogiochi ed 1 orologio “Sector”, rubati poco prima nell’abitazione di un 40/enne del posto. Sono poi stati trovati altri 30 cellulari, 15 orologi, e diversi elettrodomestici. Durante la perquisizione l’uomo ha spintonato uno dei militari nel tentativo di darsi alla fuga, ma è stato prontamente bloccato. L’arrestato è stato quindi portato presso la casa Circondariale di S. Maria Capua Vetere (CE).

I carabinieri invitano quanti abbiano subito furti, in quella zona, a presentarsi presso il Comando Stazione di Baia Domizia per la visione ed eventuale riconoscimento degli oggetti sequestrati all’arrestato. I militari dell’Arma di Baia Domizia invitano la popolazione tutta a segnalare, tempestivamente al 112 la presenza di eventuali sospetti.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Caserta)


Aquilanitas e solidarietà: incontro di calcio tra richiedenti asilo e poliziotti

Locandina incontro di calcio 31 luglio

 

 

 

L’Aquila, 28 luglio 2014 – Mancano tre giorni a Aquilanitas e solidarietà, l’incontro di calcio organizzato dalla Questura tra le rappresentanze dei Richiedenti asilo di 6 Paesi stranieri ospitati nel nostro territorio e quelle dei poliziotti in servizio presso i Reparti della provincia di L’Aquila. La partita si giocherà allo stadio Tommaso Fattori, in Viale Gran Sasso a l’Aquila, giovedi 31 luglio alle ore 18.00.

L’evento sarà presentato da un funzionario della Polizia di Stato che affiancherà un commentatore d’eccezione: il giornalista sportivo Marco Mazzocchi. L’arbitro della partita sarà il noto Carlo Longhi, storico arbitro di caratura internazionale. Tutti i cittadini sono invitati a partecipare a questa manifestazione che vuole promuovere, con l’incontro tra etnie diverse, i valori dell’integrazione e della legalità

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Allarme truffe online: gli istituti di credito e le poste italiane NON inviano mail alla clientela con richiesta di dati

Roma, 27 luglio 2014 –La criminalità on line può travestirsi ad esempio da banca o da ufficio postale“. Così afferma in un’intervista il direttore della Polizia Postale e delle Comunicazioni dott. Antonio Apruzzese. “Abbiamo 1700 poliziotti specializzati in informatica che monitorano la rete, la nostra attività – aggiunge il direttore – vuole essere un’ingegneria sociale che integra attività investigativa e tecnologia per debellare le illegalità on line, ogni mese cancelliamo in media 100 siti clonati“.

Sono già 43mila le denunce per i primi 6 mesi del 2014 a cui sono seguiti 23 arresti e 2600 indagati, con un recupero delle truffe sull’home banking già di 800 mila euro. Risultati importanti che focalizzano il grande impegno della Polizia di Stato sul fronte delle frodi informatiche. 

Il 70% dei milioni di mail che circolano in Italia sono spam e cioè spazzatura, ma innocua per l’utente, il 15% sono invece tentativi di “abbocco all’amo” e cioè phishing e se ne registra un lieve incremento durante l’estate. Gli istituti di credito e le poste italiane NON inviano mail alla clientela con richiesta di dati, e le operazioni di home banking sono possibili nella apposita area riservata; sono evidentemente tentativi di carpire i dati personali per poi utilizzarli fraudolentemente. 

I consigli del dott. Antonio Apruzzese per evitare di essere truffati sul web: 

  1. non fornire mai i dati personali via mail,
  2. evitare di registrare la propria mail sui vari social network riducendo sensibilmente la ricezione di spam,
  3. utilizzare solo siti recensiti e ufficiali per acquisti on line e che prevedano la procedura di digitazione dei codici personali in area protetta identificabile dal lucchetto prima dell’ https nell’indirizzo della pagina,
  4. eventualmente usare una mail dedicata per gli acquisti on line,
  5. diffidare dagli acquisti last second troppo fuori mercato,
  6. infine, rivolgersi immediatamente alla polizia postale anche eventualmente sul sito www.commissariatodips.it  e sulla pagina Facebook Una Vita da social.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Il cacciatorpediniere Andrea Doria parte per l’operazione antipirateria Atalanta 

Taranto, 26 luglio 2014 – Martedi mattina, tra l’abbraccio commosso di familiari e amici, il cacciatorpediniere Andrea Doria della Marina Militare ha lasciato la Stazione Navale Mar Grande di Taranto per prendere parte all’operazione Atalanta per il contrasto alla pirateria nelle acque dell’Oceano Indiano. La nave è ora in rotta verso il porto di Gibuti dove il prossimo 6 agosto il contrammiraglio tedesco Jὓrgen ZUR Mȕhlen cederà il comando dell’operazione al contrammiraglio Guido Rando della Marina Militare italiana.

L’Italia assume per la terza volta il Comando dell’Operazione da quando, nel dicembre 2008, Atalanta fu approvata dal Consiglio dell’Unione Europea per contrastare il fenomeno dilagante della pirateria marittima. «In quel periodo la situazione in Oceano Indiano era critica. Oggi, grazie all’intervento delle Marine europee, NATO e di coalizione, alla maggiore consapevolezza delle unità mercantili ed all’impiego dei Nuclei di Protezione, la situazione è sotto controllo, ma è necessario non abbassare la guardia: la minaccia dei pirati non può essere sottovalutata». Questo il commento dell’ammiraglio Rando pochi attimi prima del disormeggio.

Alle sue dipendenze, quale Force Commander della Task Force 465, al momento composta da quattro fregate (una olandese, due spagnole e una tedesca) nonché da una rifornitrice di squadra tedesca, uno staff internazionale formato da 34 ufficiali e sottufficiali appartenenti a 12 differenti nazioni (Belgio, Croazia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Lettonia, Olanda, Portogallo, Romania, Serbia e Spagna).

La nave Andrea Doria, sotto il comando del capitano di vascello Gianfranco Annunziata, ha un equipaggio di 208 tra uomini e donne comprensivo dei team specialistici della Brigata Marina San Marco, del Gruppo Operativo Subacquei e della Sezione Elicotteri, che disporrà di un elicottero EH 101.

Lunedì, il comandante in capo della Squadra Navale, ammiraglio di squadra Filippo Maria Foffi, ha salutato personalmente l’equipaggio di nave Doria, un momento di incontro per significare l’importanza della missione per la Marina Militare e per il nostro Paese. La Marina Militare è attualmente presente nel Corno d’Africa con il cacciatorpediniere Francesco Mimbelli impegnato dallo scorso 6 febbraio nell’operazione NATO Ocean Shield per il contrasto alla pirateria.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina Militare


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade