Archivi tag: torino

Esercito, cinque positivi al Covid al corso di Stato Maggiore a Torino, situazione sotto controllo e monitorata

Torino, 22 ottobre 2020 – In aderenza a tutte le disposizioni e protocolli per il contrasto alla diffusione del virus SARS-CoV-2, l’Esercito ha sottoposto tutti i frequentatori di corso, presso il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione di Torino, ai test di controllo all’avvio dell’attività formativa.

A seguito di periodiche verifiche, cinque frequentatori sono risultati positivi.

I casi interessati, nel rispetto delle procedure dettate dal Ministero della Salute e dall’Ispettorato Generale della Sanità Militare, sono monitorati e assistiti da personale sanitario dell’Esercito.

Tutti i corsisti sono stati posti in precauzionale autoisolamento nei propri alloggiamenti, all’interno della Scuola di Applicazione, da dove continuano a seguire le attività didattiche in videoconferenza e vengono sottoposti a un costante monitoraggio sanitario.

Presso gli istituti di studi militari sono sempre stati in atto e rispettate tutte le ultime disposizioni afferenti al distanziamento, igienizzazione e tutela del personale, previste da legge, finalizzate alla gestione e contenimento della emergenza epidemiologica da COVID-19.

© All rights reserved
_______________________


Il generale Claudio Graziano a Torino per la lecture Altiero Spinelli del centro studi sul federalismo

 

f892bc76-bffc-4f4d-ae91-3df3c122579cimg-20180627-wa0041Medium

Torino, 27 giugno 2018 – Il generale Claudio Graziano, capo di Stato Maggiore della Difesa, ha tenuto oggi la Lecture Altiero Spinelli del Centro Studi sul Federalismo (CSF), nell’aula magna del Campus Luigi Einaudi dell’Università di Torino, incentrando il suo intervento su “Le politiche di sicurezza e difesa dell’Ue: evoluzione e sfide future”.

Dal 2005 il CSF – fondato dalla compagnia di San Paolo e dalle Università di Torino, di Milano e di Pavia – organizza una Lecture intitolata ad Altiero Spinelli, autore con Ernesto Rossi ed Eugenio Colorni del Manifesto per un’Europa libera e unita (meglio noto come il Manifesto di Ventotene) e fondatore nel 1943 del Movimento Federalista Europeo. La Lecture Spinelli, affidata a personalità di primo piano italiane ed europee, è incentrata su temi d’attualità per l’integrazione europea.

“Siamo molto lieti che il generale Graziano abbia accettato il nostro invito – ha dichiarato il presidente del CSF, Alfonso Iozzo – sia per la sua grande esperienza operativa e diplomatica a livello internazionale sia per l’importantissimo ruolo che ricoprirà dal novembre prossimo quale presidente designato del comitato militare dell’unione europea. Questo in un momento in cui il tema della difesa europea registra finalmente importanti passi avanti”.

424a8910-1de1-4253-b99e-70fd325da4b5img-20180627-wa0026Medium

Il capo di Stato Maggiore della Difesa ha sottolineato, con un excursus storico sul processo d’integrazione europea, come Altiero Spinelli sia stata una figura cardine e baricentrica nel lungo cammino di definizione della Difesa Europea “per quanti, come Spinelli, credevano in un nuovo livello qualitativo di integrazione per la difesa e la sicurezza europea, l’accantonamento del trattato CED (Comunità  Europea di Difesa) fu una battuta d’arresto, ma ben presto i mutamenti epocali dello scenario internazionale, in particolare la fine della guerra fredda, costrinsero l’Europa ad assumersi le proprie responsabilità nel campo della sicurezza e della difesa”.
Il generale Graziano ha quindi ricordato i passi fondamentali svolti a livello europeo (Compiti di Petersberg-Trattato di Amsterdam-Vertice di Saint Malo e di Lisbona) sino all’adozione della nuova “strategia globale” del 2016, dove vengono fissate le tre priorità nel campo della difesa e della sicurezza: la protezione dell’Unione e dei cittadini europei, la risposta ai conflitti e alle crisi al di fuori dell’Unione e le misure di rafforzamento delle capacità nei paesi partner. “Questa nuova strategia mira a far assumere all’Unione europea un ruolo di fornitore di sicurezza globale –security provider-, così da esercitare un’influenza decisiva sullo scenario internazionale, pur rimanendo in stretto raccordo e cooperazione con la NATO”. In particolare per questo ultimo aspetto –la cooperazione tra NATO e UE – il generale Graziano ha citato come passo fondamentale la sottoscrizione della Joint Declaration del 2016 che sancisce un approccio comune in 8 settori.

8eb31cc6-62a7-4248-aba2-e58ce671e423img-20180627-wa0027Medium

Il vertice militare italiano, quale presidente designato del comitato militare dell’Unione europea, ha infine descritto il ruolo e i compiti che sarà chiamato a svolgere dal prossimo novembre a Bruxelles, ed ha concluso citando una frase chiave di Altiero Spinelli “Nella battaglia per l’unità europea è stata ed è tuttora necessaria una concentrazione di pensiero e di volontà per cogliere le occasioni favorevoli quando si presentano, per affrontare le disfatte quando arrivano, per decidere di continuare quando è necessario”.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Difesa
__________________________________________

La Difesa al salone del libro di Torino, terza giornata ricca di eventi

87513b5f-3c6b-40b3-b0b3-a32122272619_dsc3182Medium

Torino, 12 maggio 2018 – Conclusa la terza giornata del 31° Salone internazionale del libro di Torino, ricca di presentazioni e conferenze che hanno catturato l’attenzione dei numerosi visitatori interessati a conoscere il lavoro e l’impegno della Difesa al servizio del Paese.

In apertura, moderata dallo storico Gianni Oliva, la presentazione del libro “La Grande Guerra segreta sul fronte italiano (1915-1918) – La Communication Intellingence per il servizio Informazioni”. Un excursus, del generale ispettore capo Di Martino e degli autori, sulla storia del servizio informazioni dell’Esercito italiano durante la Grande Guerra.

3e6be0b9-d15b-4fec-8572-f6658651e2d8_dsc3122Medium

A seguire, gli autori di “Non chiamatelo fiume. Dal Grappa al Piave, storia di un monumento d’Italia” hanno illustrato il volume grafico che, sotto forma di fumetto articolato in una immagine panoramica di circa 7 metri, racconta le principali battaglie che si sono succedute sul fronte italiano a partire dalla ritirata di Caporetto.

Sempre nell’ambito di questo importante filone storico, la Rivista Aeronautica dell’Arma azzurra ha presentato “Francesco Baracca”, una biografia di Paolo Varriale che ha voluto ricordare questa figura leggendaria nell’anno in cui ricorre sia il centenario della morte del maggiore Baracca che il 130º anniversario della nascita l’Aeronautica Militare.

A chiudere la giornata sono stati il generale di brigata Antonio Pennino e il colonnello Franco Merlino dell’Esercito che hanno presentato, nel corso di una conferenza, il moderno approccio agli scenari di crisi della Forza Armata attraverso due strumenti fondamentali quali il centro per la Security Force Assistance (SFA) di Roma e il Centro Studi Post Conflict Operations (CSPCO) di Torino.

92d6234b-78df-4526-b956-be69a5bae82b_dsc3131Medium

Per domani in programma le presentazioni dei volumi “Cefalonia”, in cui il Procuratore militare di Roma De Paolis e la Dott.ssa INSOLVIBILE hanno raccolto la documentazione utilizzata per l’indagine e il processo del più grande massacro di soldati italiani del secondo conflitto mondiale, e “Palazzo Marina. Il simbolo dell Vitoria sul Mare”, opera incentrata sulla descrizione dello storico edificio della Marina. A concludere la giornata sarà la conferenza sulle capacità operative dell’Arma dei Carabinieri.

E’ possibile seguire l’attività delle Forze Armate alla manifestazione e ricevere aggiornamenti sul canale Twitter dello Stato Maggiore della Difesa all’account: @SM_Difesa#ForzeArmate, #SalTo18.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Difesa
____________________________________________

Polizia postale smaschera dirigente sportivo che adescava minori in chat con falsi profili femminili

Finisce nella rete della Polizia di Stato un giovane dirigente sportivo che adescava minori in chat mediante l’uso di profili fake femminili

Schermata 05-2457888 alle 20.31.49.png

Torino, 27 giugno 2017 – La Polizia Postale di Torino ha eseguito un´ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari nei confronti di un 24enne residente nel cuneese, direttore sportivo di una squadra di calcio giovanile, responsabile di aver adescato per oltre 3 anni più di 100 minori.
I ragazzi caduti nella trappola del loro aguzzino sono quasi tutti appartenenti al mondo del calcio giovanile e militavano in varie squadre.

Il modus operandi utilizzato dal giovane adescatore era molto semplice: con alcuni stratagemmi riusciva sistematicamente a fingersi donna sui social Facebook, Whatsapp, Kik e Telegram con i ragazzi per avere contatti “privilegiati” con gli stessi. Successivamente si impossessava dei selfie erotici che di volta in volta venivano dagli stessi prodotti su richiesta del giovane adescatore.
Una volta ottenuto il materiale pedopornografico, in molti casi scattava il ricatto: dichiarando di essere una persona diversa dall´avvenente interlocutrice, il criminale induceva minacciosamente i minori a produrne ancora, in cambio del suo silenzio.
In altre situazioni il criminale proponeva invece un fantomatico “mènage à trois”, salvo poi tirarsi apparentemente indietro in modo da proporre alle vittime di incontrare solo il suo fidanzato, cioè egli stesso. Ciò, comunque, non è mai avvenuto, così come non è intervenuto alcun rapporto fisico tra l´adescatore e le sue vittime.

L´indagine è partita dalla sezione Polizia Postale di Asti circa due anni fa, quando un giovane calciatore in erba, allora 14enne, aveva raccontato agli investigatori di essere stato oggetto di tentativi di adescamenti secondo le predette modalità ad opera dalla sedicente “coetanea” con artifici e lusinghe, e quindi di essere stato costretto dall’abile “seduttrice” a inviare altro materiale dietro la minaccia di diffusione delle foto appena inviate.

DSC_2015.jpg
Grazie ad un´importante attività investigativa, si è subito compreso che quanto denunciato dal minore non era un caso isolato. Infatti una serie di episodi addebitabili alle diverse identità fake sono state ricondotte allo stesso soggetto, riuscendosi in tal modo ad enucleare con certezza le utenze telefoniche da cui erano state effettuate le connessioni internet.
Ne è seguita una perquisizione a carico dell´indagato, la prima di tre complessivamente eseguite dai poliziotti presso la sua abitazione, sulla base dell´ipotesi – poi confermata – di reiterazione delle condotte criminali contestate.
La successiva analisi del materiale sequestrato ha consentito di ricostruire compiutamente l´attività criminale del giovane dirigente sportivo: lo stesso utilizzava ben 4 diverse identità femminili nella sua disponibilità e selezionava tra i minori i target da colpire per soddisfare, sempre e solo attraverso l´invio di materiali pedopornografici,  le proprie perversioni sessuali.
L´attività degli investigatori si è pertanto concentrata sulla identificazione delle numerose vittime, più di un centinaio, tutte di sesso maschile, contattate e sentite nelle forme dell´audizione protetta affinché spiegassero quanto accaduto online, a conferma dell´iter criminoso di tipo seriale.
Per tali motivi, considerata la gravità dei fatti e la sussistenza delle esigenze cautelari previste per legge, la procura della repubblica di Torino ha richiesto e ottenuto la misura cautelare degli arresti domiciliari per il giovane, nel corso della cui esecuzione si sono riscontrati ulteriori elementi probatori a suo carico, a conferma della reiterazione dei fatti delittuosi.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato
________________________

Torino: al salone del libro presentato il volume “Caschi blu italiani”. Sono intervenuti il generale Graziano e il giornalista Molinari

“Caschi blu italiani”: presentato al salone del libro dal generale Graziano e dal direttore della Stampa Molinari

Presentazione Libro I Caschi Blu italiani

Presentazione Libro I Caschi Blu italiani

Torino, 15 maggio 2016 – “I militari italiani che operano nelle missioni di pace all’estero svolgono compiti strategici, sanno essere equilibrati e neutrali e con il loro operato danno prestigio al Paese“. Così ha detto il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, durante la presentazione del libro “Caschi Blu italiani” che si è svolta ier in un affollatissimo stand della Difesa all’interno del Salone del Libro di Torino.

I nostri militari, oltre ad una formazione tecnico professionale approfondita, hanno un approccio tipicamente italiano quando operano nell’ambito di operazioni internazionali” ha sottolineato il capo di Stato Maggiore della Difesa. “Quello che viene definito italian way to peacekeeping ha consentito alle Forze Armate italiane di farsi apprezzare in tutto il mondo, grazie alla spiccata capacità di dialogare con le popolazioni delle aree di crisi in cui operiamo” ha affermato il generale Graziano.

Il direttore del Quotidiano La Stampa, Maurizio Molinari, che ha stimolato il dibattito sul tema del peacekeeping e sull’importante impegno della Difesa italiana per la pace e la sicurezza, ha sottolineato come “le nostre Forze armate, i nostri singoli soldati, costituiscono un modello di successo che può aiutare a garantire la stabilità e la sicurezza a livello internazionale.”

Credo quindi – ha continuato Molinari – che sia importante ringraziare tutti i militari che hanno affrontano e affrontano quotidiani sacrifici e tutte le loro famiglie perché sono quelle che affrontano i sacrifici più importanti”.

Il generale Graziano e il dottor Molinari hanno poi ricordato i 50 caschi blu italiani caduti per la pace, sottolineando che “i loro nomi sono il nostro orgoglio”.

Sono 28 le missioni di peacekeeping lanciate dalle Nazioni Unite in zone di crisi del pianeta, alle quali hanno partecipato le nostre Forze Armate italiane dal 1955 a oggi, contando anche quelle in corso in Libano e in Mali che vedono in questo momento oltre mille militari italiani indossare il Casco Blu. L’Italia è attualmente il primo Paese occidentale (il 7° in assoluto) in termini di contributo sul campo alle operazioni militari dell’Onu. Missioni che sono raccontate nel volume «Caschi Blu Italiani» – proposto in occasione del 60° dell’adesione del nostro Paese all’ONU

Il volume ripercorre per immagini l’avventura delle migliaia di uomini e donne con le stellette che sono stati portatori di sicurezza e stabilità in regioni del pianeta colpite da sanguinosi conflitti, dalla Cambogia al Guatemala passando per il Mozambico, il Darfur, il Medio-Oriente, il Sahara Occidentale, la Namibia e molte altre.

Non manca un accenno al ruolo italiano nella formazione dei peacekeepers di tutto il mondo, attraverso la collaborazione pluriennale nata a Torino tra la brigata alpina Taurinense dell’Esercito e lo Staff College delle Nazioni Unite, mentre a Vicenza opera il Center of Excellence for Stability Police Units, struttura dell’Arma dei carabinieri dove vengono formati funzionari di polizia per le missioni di pace.

Il Generale Graziano visita lo Stand delle Crocerossine

Il Generale Graziano visita lo Stand delle Crocerossine

Questo volume – scrive il ministro della Difesa Roberta Pinotti – ricco di suggestive immagini, oltre a costituire un omaggio ai nostri caschi blu, ha inoltre il merito di arricchire la riflessione sulla pace e la sicurezza internazionale avviata in occasione del 70° di costituzione dell’ONU”.

Grazie alla Difesa per questo bellissimo stand che è ormai parte della tradizione del Salone e che consente ai tantissimi visitatori di essere messi a conoscenza delle numerose iniziative e attività editoriali delle Forze Armate” ha detto nel suo saluto il Sindaco di Torino Piero Fassino

La presenza della Difesa a questo evento culturale – ha detto il Presidente della Fondazione per il Libro di Torino che organizza il Salone Internazionale del Libro Giovanna Milella – è una importante occasione di incontro tra chi ci difende e chi è difeso. È un’occasione per capirsi, per conoscersi e per comprendere quanta dedizione e umanità ci sia nel lavoro dei nostri militari.”

Il Generale Graziano visita lo Stand Difesa

Il Generale Graziano visita lo Stand Difesa

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa
_________________________________________________

Difesa: al via la XXIX edizione del Salone del Libro 2016 di Torino

 

Torino, 12 maggio 2016 – Inaugurato questa mattina il Salone del Libro di Torino, giunto alla sua XXIX edizione, e lo stand del Ministero della Difesa ospita anche quest’anno un programma ricco di appuntamenti.

L’evento clou sarà sabato 14 con il generale Claudio Graziano – capo di Stato Maggiore della Difesa – che presenterà insieme al direttore de La Stampa, Maurizio Molinari, il volume ‘Caschi Blu Italiani’, che ripercorre per immagini sessant’anni di peacekeeping con le Nazioni Unite.

Oggi, nella giornata inaugurale lo storico Gianni Oliva alle 16 ha raccontato, in occasione del 70° anniversario della Repubblica, la storia delle Forze Armate dal 1946 a oggi, a cui è dedicata l’ultimo numero di Informazioni della Difesa, la rivista dello Stato Maggiore. A seguire Oliva, insieme a Gianandrea Gaiani, è stato presentato il manuale di geopolitica ‘Gé Politiké’ scritto dal Generale dell’Aeronautica Stefano Cont. Tra gli eventi editoriali di spicco di oggi anche la presentazione di ‘Europa anno zero’ di Eva Giovannini iniziata alle 18,00.

In mattinata Esercito e Carabinieri hanno proposto al pubblico rispettivamente un programma sull’addestramento terrestre e la dimostrazione dell’impiego di un robot anti-sabotaggio oltre alla riproduzione di una scena del crimine.

Evento conclusivo della giornata inaugurale sarà la presentazione di due volumi storici della Marina militare.

Venerdì 13 presso la sala rossa alle 15,00 Paolo Mieli presenterà, insieme al generale dell’Esercito Claudio Berto, il suo ultimo lavoro: “L’arma della Memoria”.

Domenica 15, oltre all’attesissima presenza alle 11 del Capitano dell’Aeronautica Samantha Cristoforetti, prima astronauta italiana dell’ESA, ci sarà la giornalista e scrittrice Sabrina Scampini che presenterà “Perché le donne valgono” e si confronterà con militari donne che racconteranno la loro esperienza nelle Forze Armate.

Il Salone del Libro di Torino – ha detto il responsabile dello stand e della comunicazione per lo Stato Maggiore Difesa, l’ammiraglio Aurelio De Carolis – è un’ottima occasione per e far conoscere il lavoro svolto quotidianamente dalle Forze Armate in Italia e all’estero e per veicolare la cultura della Difesa”.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa
________________________________________________

Torino: ufficiali della riserva terminano primo modulo addestrativo

Gli ufficiali della riserva selezionata dell’Esercito hanno terminato il primo modulo addestrativo

Torino, 9 giugno 2015 – ​Ventuno ufficiali, undici dei quali donne, del 25° corso della riserva selezionata, hanno terminato a Torino, il primo modulo formativo presso il Comando per la Formazione e Scuola di Applicazione. Il corso articolato su due moduli, ha lo scopo di conferire ai frequentatori le conoscenze necessarie per un corretto inserimento nella Forza Armata in previsione di eventuali successivi impieghi sul territorio nazionale ovvero nell’ambito di teatri  operativi e le capacità di vivere, muovere ed operare in uno scenario training mission oriented.

Gli Ufficiali della Riserva Selezionata sono dei professionisti provenienti dalla vita civile che, in possesso di un diploma di laurea, hanno sviluppato una capacità/professionalità che rientra tra quelle di interesse dell’Esercito per il soddisfacimento di particolari esigenze.

Una volta superato il corso gli ufficiali provenienti dalla riserva selezionata vengono impiegati in qualità di “specialista funzionale” nell’ambito di settori attinenti la professionalità posseduta e in nessun caso è previsto il passaggio nel servizio permanente.

La riserva selezionata rappresenta oggi una risorsa importante per l’Esercito Italiano. ​

© All rights reserved
Fonte e immagini: COMFOR

Torino: il ministro della difesa e il capo di SMD al Salone del Libro

Torino, 15 maggio 2015 – Questa mattina presso il Salone del Libro di Torino il Ministro della Difesa, senatrice Roberta Pinotti, il sottosegretario del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR), Gabriele Toccafondi, e il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, hanno partecipato alla cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso letterario “La storia della Grande Guerra riletta dai giovani di oggi – Mai più trincee”, svolto in collaborazione con il MIUR.

Il generale Graziano, nel corso del suo intervento, ha sottolineato che “La Prima Guerra Mondiale ha rappresentato un momento essenziale e fondante del Paese, poiché è stata la prima grande vera prova nazionale che ha permesso all’Italia di diventare quella che è oggi: una Nazione democratica e unita.”

Oggi ripercorriamo quel periodo storico, premiando i vincitori del concorso ‘Mai più trincee’ – ha continuato il capo di Stato Maggiore della Difesa – e sicuramente dobbiamo onorare la memoria di quei giovani che hanno dato la loro vita per la Patria e ricordare gli uomini e donne delle Forze Armate italiane che sono impiegati oggi in modo significativo in tutto il mondo per la sicurezza.”

Al termine della premiazione il ministro e il generale Graziano hanno visitato lo stand della Difesa, presso il padiglione 3 del Salone del Libro e hanno incontrato i militari presenti che stanno illustrando, in questi giorni, ai numerosi visitatori del salone le attività informative, editoriali e culturali delle Forze Armate nell’ottica della diffusione della #culturadelladifesa.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa

Giornata inaugurale del Salone del Libro: il presidente Mattarella visita lo stand Difesa

Torino, 14 maggio 2015 – Inaugurata la 28^ edizione del Salone Internazionale del Libro alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha successivamente incontrato il personale militare presso lo stand Difesa, dove le Forze Armate presentano le più recenti opere editoriali per la diffusione della #culturadelladifesa.

Attesa, per domani mattina con inizio alle ore 10.30, presso la Sala Blu del Padiglione 2, la cerimonia di premiazione del concorso letterario ‘La storia della Grande Guerra riletta dai giovani d’oggi – Mai più trincee’, indetto dal Ministero della Difesa in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR). All’evento parteciperanno il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, il sottosegretario del MIUR Gabriele Toccafondi ed il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano.

Il concorso, aperto agli studenti italiani di ogni ordine e grado, ha riscosso un ampio consenso, con oltre 700 elaborati presentati che hanno avuto come filo conduttore la riflessione sull’esperienza della Prima Guerra Mondiale, sul significato storico della ricorrenza e sull’importanza dell’integrazione per preservare e garantire la stabilità dell’Europa.

Al termine della premiazione, il ministro Pinotti visiterà lo stand espositivo dell’Istituto Luce che ha realizzato il libro ”Fango e Gloria”. Il volume riprende il tema dell’omonimo film sul primo conflitto mondiale, presentato il 4 Novembre 2014 in tutta Italia in occasione della celebrazione del “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Giornata delle Forze Armate”, realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero della Difesa.

La mattinata proseguirà con la presentazione del libro “Mare Nostrum”, “La scelta di Catia” e “Il mare fra le terre”, in collegamento video con Nave Grecale della Marina Militare. Nel pomeriggio verranno ricordati i 90 anni della Rivista Aeronautica e presentati i libri “Lo spazio cibernetico tra esigenze di sicurezza nazionale e tutela delle libertà individuali”, “Pelle d’Ammiraglio”, “Mediterraneo ed oltre”, “In guerra sopra le nubi” e “I caduti dell’aviazione italiana nella Grande Guerra”. L’opera cine-televisiva “Media Combat Team History” “PALOMBiRO. Pagine dal fondo” concluderanno le attività della giornata.

Per ulteriori approfondimenti consultare il sito web della Difesa

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa

Al via domani la partecipazione della Difesa al Salone del Libro 2015

Torino, 13 maggio 2015 – Prende il via domani il 28° Salone Internazionale del Libro di Torino con la partecipazione del Ministero della Difesa. La manifestazione, che vuole stimolare e favorire l’incontro tra le diverse culture, vedrà l’Esercito, la Marina, l’Aeronautica e i Carabinieri presentare iniziative e prodotti editoriali per dare modo ai tanti visitatori di apprezzare la #culturadelladifesa.

Presso lo Stand Difesa, al Padiglione 3 T-52 del Lingotto Fiere, la giornata di apertura inizierà con la presentazione del libro “Uomo a terra” e del progetto “Scuola: Spazio al tuo futuro – La ISS: Innovatio, Scientia, Sapientia”.

Nel pomeriggio i visitatori potranno assistere alla presentazione di “Fango e gloria”, “Ferita afghana” in video collegamento con i militari impiegati in Afghanistan, “Il Battaglione Alpini Piemonte 1943-1945, la Guerra di liberazione dell’Esercito Italiano” e “I Garibaldini dell’Argonne”. Ulteriore momento di interesse sarà la presentazione degli studi sulla ricerca olfattiva condotti dal Centro Militare Veterinario in collaborazione con l’Università di Rozzano. Concluderà la giornata la dimostrazione pratica di come operano i “Robot antisabotaggio” e la “Sezione Investigazioni Scientifiche” dei Carabinieri e la presentazione del libro “Un medico per Garibaldino”.

Novità per questa edizione del salone del libro è la presenza dell’area dedicata alla comunicazione digitale della Difesa con particolare attenzione alle piattaforme social (Twitter, Facebook, YouTube, Google+) e la web tv che consentirà di seguire in diretta su difesa.it alcuni eventi.

Per ulteriori approfondimenti consultare il sito web della Difesa

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade