Advertisements

Archivi del mese: dicembre 2016

Libia, generale Graziano visita contingente italiano operazione Ippocrate (video)

schermata-12-2457751-alle-14-18-56

Misurata,  27 dicembre 2016 – Nei giorni scorsi il generale Graziano si è recato in visita a Misurata dove ha incontrato i militari italiani del contingente dell’operazione Ippocrate nell’ospedale da campo schierato in Libia.

Il generale Claudio Graziano, capo di stato maggiore della Difesa, durante la sua prima visita ha affermato che “L’Italia è orgogliosa dell’operazione Ippocrate, una azione umanitaria richiesta dal governo libico per curare i combattenti impegnati a liberare la Libia dal terrorismo“, aggiungendo inoltre che “Le nostre Forze armate continueranno ad assicurare la missione fino a quando sarà ritenuto necessario dalle autorità libiche“.

Nel suo intervento davanti al contingente italiano il capo di stato maggiore della Difesa ha sottolineato che “E’ grande l’orgoglio che sento nei vostri confronti per l’impegno, le capacità e la professionalità dimostrati e di cui ho avuto attestazioni di sincera gratitudine da parte delle autorità libiche.” aggiungendo “Nel quadro dell’impegno nazionale per assicurare la pace e la difesa degli interessi nazionali, la stabilità della Libia rappresenta una priorità strategica.

schermata-12-2457751-alle-14-19-16

La piena operatività dell’ospedale militare – con 50 posti letto e capacità di neurochirurgia, chirurgia maxillo–facciale, della mano e vascolare – è stata assicurata a partire dal 19 ottobre 2016. Sinora sono stati svolte circa 3000 prestazioni tra interventi chirurgici, visite e consulenze.

Il personale medico italiano sta prestando la sua opera non solo nella struttura militare ma assiste anche il personale medico libico presso l’ospedale civile di Misurata ed inoltre è in grado di fornire addestramento ed assistenza ai team medici locali, per accrescerne le capacità.

Durante la visita il generale Graziano ha incontrato, all’interno dell’aeroporto militare, autorità militari e civili locali.

© All rights reserved
Fonte: SMD
______________________________

Advertisements

In Emilia Romagna NAS sequestrano 17 tonnellate di tortellini

Bologna, 28 dicembre 2016 – I Carabinieri del N.A.S. di Bologna, nell’imminenza delle festività natalizie, hanno intensificato i controlli su aziende e laboratori di pasta fresca ripiena, pasticceria, panificazione, per verificare la corretta filiera dei prodotti tipici alimentari natalizi.

I militari hanno ispezionato 71 aziende alimentari, dislocate nelle province di Bologna, Ferrara, Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, riscontrando irregolarità, anche gravi, in 15 aziende.

In particolare, per gravi carenze igienico sanitarie, sono state sospese 2 attività commerciali (una in provincia di Bologna ed una in provincia di Ravenna),  sequestrate 17 tonnellate di impasti di carne e formaggio per pasta ripiena e tortellini per un valore di circa 400.000 euro, nonché chiusa una struttura abusiva adibita a deposito alimentari, del valore  di circa 100.000 euro.

Inoltre, nella provincia di Bologna, presso una ditta attiva nella produzione di pane per usi industriali, sono state sequestrate 1 tonnellata di farine e lieviti con scadenza superata anche da molto tempo e 7 tonnellate di pane e prodotti da forno, appena realizzati con le suddette materie prime scadute.

I controlli hanno portato alla denuncia di 6 imprenditori del settore alimentare per le gravi carenze riscontrate.

Diciassette le sanzioni amministrative elevate per un importo complessivo di 23.500 euro.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri

________________________________


Il capo di SMD incontra i militari di Strade Sicure (video)

schermata-12-2457748-alle-19-15-21

Roma, 25 dicembre 2016 – Il capo dello stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, ha incontrato oggi i militari dell’operazione Strade Sicure, comandati dal generale Gaetano Lunardo, comandante della Brigata Granatieri di Sardegna. Il generale è andato prima nella sala operativa quartier generale dell’operazione Strade Sicure, per poi spostarsi su via dei Fori imperiali per incontrare la stampa.

© All rights reserved
_________________________

Aeronautica Militare: trasportato con un volo da Atene bimbo di tre anni bisognoso di un cuore artificiale 

trasporto-sanitario-repertorio1

Roma, 25 dicembre 2016 – In corso un trasporto sanitario d’urgenza, da Atene a Roma, per un bimbo di tre anni affetto da insufficienza cardiaca con un C-130J dell’Aeronautica Militare.

Il velivolo, appartenente alla 46^ Brigata Aerea, è decollato stamattina dall’aeroporto di Pisa su ordine della Sala Situazioni di Vertice del Comando Squadra Aerea dell’Aeronautica Militare, a seguito della richiesta dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Il C130J ha prima fatto sosta a Roma per imbarcare un’ambulanza e un’automedica con l’equipe specialistica per assistere il bambino durante l’intero viaggio e ha poi proseguito il volo per Atene.

Dopo l’imbarco del bambino, il velivolo ripartirà alla volta dell’aeroporto di Ciampino e il piccolo paziente sarà trasferito nella struttura ospedaliera del Bambino Gesù a Roma che presterà le cure specialistiche necessarie.

–––––––––––––––––––––––

L’estrema flessibilità di impiego del velivolo in dotazione alla 46^ Brigata Aerea e la possibilità di cambiare con relativa facilità la sua configurazione, fanno del C-130J un assetto prezioso per la difesa e la sicurezza del Paese. L’Aeronautica Militare è tra le pochissime forze aeree al mondo in grado di effettuare in sicurezza il trasporto di ambulanze.

Dall’inizio dell’anno sono oltre 220 le missioni, più di 700 ore di volo per trasportare pazienti in difficoltà. Il 60% circa dei pazienti trasportati in questi voli ha un’età compresa tra 0 e 3 anni.

Il servizio copre l’intero territorio nazionale, isole comprese, ed è a disposizione anche dei nostri connazionali all’estero.

Missioni di questo tipo necessitano della massima tempestività e l’Aeronautica Militare, attraverso i suoi Reparti di volo, mette a disposizione mezzi ed equipaggi pronti a decollare 24 ore al giorno, 365 giorni l’anno, senza soluzione di continuità e in grado di operare in qualsiasi condizione meteorologica.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare
___________________________


Aereo dirottato: scramble per due caccia del 36° stormo

La catena di comando e controllo della difesa aerea allertata a difesa dei nostri cieli per il velivolo dirottato su Malta.

Roma, 23 dicembre 2016 – Due caccia Eurofighter F2000 dell’Aeronautica Militare, in servizio di allarme sul territorio nazionale, si sono alzati in volo oggi alle 11.15 locali dalla base aerea di Gioia del Colle, sede del 36° Stormo Caccia, per verificare l’eventuale minaccia costituita dal velivolo civile A320 della Afriqiyah Airways dirottato in volo e atterrato a Malta.

Giunti nell’area interessata, i caccia hanno vigilato l’aerea di confine nazionale a difesa dello spazio aereo. Per estendere l’autonomia dei due velivoli, è stato inviato nell’aerea di operazioni un KC767 dall’aeroporto di Pratica di Mare che ha eseguito il rifornimento in volo.

A termine della missione, i due Eurofighter sono atterrati nell’aeroporto di Trapani e in seguito rientrati in base.

L’ordine di decollo immediato – in gergo tecnico “scramble” – era stato dato dall’AOC (Air Operation Center) del Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico, ente responsabile della difesa aerea nazionale, in coordinamento con gli enti NATO deputati alla sorveglianza dello spazio aereo del sud Europa.

——————

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito – per la parte sorveglianza, identificazione e controllo – dall’Air Control Centre, Recognized Air Picture Production Centre, Sensor Fusion Post (ARS) di Poggio Renatico (FE) e dal 22° Gruppo Radar di Licola (NA), relativamente all’intervento in volo, dal 4° Stormo (GR), dal 36° Stormo (BA) e dal 37° Stormo (TP), tutti equipaggiati con velivoli caccia Eurofighter.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa – Aeronautica Militare
________________________________________________


Afghanistan: carabinieri addestrano le forze di polizia afghane

dsc_0329

Herat, 06 dicembre 2016 – Oggi i carabinieri del Police Advisor Team (PAT) hanno portato a termine il 5° corso “Crime Scene Investigation” (CSI), il quarantesimo di quelli svolti negli ultimi sei mesi dai militari dell’Arma impiegati nel Train Advise Assist Command West (TAAC-W), a guida Brigata “Pinerolo”.

I poliziotti dell’Afghan Border Police che hanno conseguito la qualifica di insegnanti sono stati in totale 300, nei quali è anche compresa un’aliquota di donne. Di questi 170 sono stati qualificati nell’ultimo trimestre, a testimonianza dello sforzo e dell’attività di addestramento via via crescente da parte dei Militari italiani.

Le attività addestrative del tipo Train-the-trainer abilitano i poliziotti, già istruttori, alla mansione di insegnanti così da consentire alla polizia afgana di formare e certificare, in piena autonomia, nuovi istruttori presso gli istituti di formazione locali.

cc

Le attività di Train Advise and Assist condotte in questi mesi si sono incentrate sulla assistenza alla polizia locale nella pianificazione delle loro operazioni, nelle attività di raccolta di informazioni ai fini investigativi, nella standardizzazione delle procedure in operazioni congiunte e infine nell’assistenza degli organi di staff nella pianificazione e  risoluzione di problemi legati alla logistica.

Il comandante del TAAC-W , generale di brigata Gianpaolo Mirra, ha espresso al ten. col. Antonio Bruno, comandante del PAT, grande soddisfazione per l’eccezionale lavoro svolto dai carabinieri che con la loro professionalità hanno conquistato la fiducia e la stima dei colleghi afgani.

I Carabinieri del PAT sono provenienti dal 1° Reggimento Paracadutisti “Tuscania”, dal 7° “Trentino-Alto Adige” e dal 13° “Friuli-Venezia Giulia”.

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano in Afghanistan
_____________________________________________

Afghanistan: donazione dei militari italiani all’ospedale e all’orfanatrofio di Herat

alcuni-dei-materiali-donati-allopsedale

Herat, 06 dicembre 2016 – La Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) italiana del Train Advise Assist Command West, comando a guida italiana inserito nella missione NATO Resolute Support (RS), ha svolto due importanti donazioni a favore dell’Ospedale Regionale eall’orfanotrofio di Herat.

In particolare, all’ospedale, sono state donate attrezzature tecniche sanitarie per i reparti di neurologia e terapia intensiva, mentre all’orfanotrofio sono andati 80 letti completi di materassi, cuscini e lenzuola. I materiali rappresentano un aiuto concreto ed importante per il miglioramento delle condizioni generali per l’assistenza e la cura delle persone ospitate.

donazione-ospedale-vice-direttrice-gen-mirra

Il generale Gianpaolo Mirra, comandante del TAAC-W, attualmente su base Brigata “Pinerolo”, ha ricevuto i ringraziamenti da parte dei rappresentanti delle strutture che non hanno perso l’occasione per ringraziare tutti gli italiani per la sensibilità e la vicinanza dimostrata nel tempo al popolo afghano.

donazione-orfanotrofio

© All rights reserved
Fonte: Contingente italiano in Afghanistan
_______________________________________________

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

PARLAMENTONEWS

i fatti della politica

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade