Archivi del mese: gennaio 2015

Scramble Eurofighter 4° stormo

 

Caccia Aeronautica Militare intercettano aereo privo di comunicazioni radio con gli enti del traffico aereo

Roma, 28 gennaio 2015 – Due caccia Eurofighter del 4° stormo dell’Aeronautica Militare si sono alzati in volo per intercettare un velivolo Embraer, decollato dall’aeroporto di Bodrum in Turchia e diretto a Ginevra in Svizzera, che non riusciva a mettersi in contatto con gli enti del controllo del traffico aereo italiano per motivi tecnici.

I velivoli intercettori del 4° stormo di Grosseto, in servizio di allarme sul territorio nazionale, hanno raggiunto e identificato il velivolo e, dopo aver accertato l’assenza di una minaccia, sono rientrati alla base.

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri Paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito dal 36° Stormo di Gioia del Colle, dal 4° stormo di Grosseto e dal 37° stormo di Trapani con velivoli caccia Eurofighter.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare

Verona: il generale Primicerj al giorno della memoria

Verona, 27 gennaio 2015 – Questa mattina il comandante delle Forze Operative Terrestri, generale di corpo d’armata Alberto Primicerj, ha partecipato al Giorno della memoria, ricorrenza voluta dal parlamento italiano per commemorare le vittime dell’olocausto.

La commemorazione è cominciata in Piazza Bra con la deposizione di una corona d’alloro al monumento ai deportati e, a seguire, nel salone della gran guardia, le massime autorità cittadine, il sindaco Flavio Tosi e il prefetto, dottoressa Perla Stancari, hanno consegnato le onorificenze del governo e le medaglie della città.

La scelta della data intende ricordare lo stesso giorno del 1945, quando, le truppe dell’armata rossa, durante la loro avanzata verso Berlino, arrivarono nella cittadina polacca di Oswiecim (Auschwitz) dove scoprirono il campo di sterminio, liberarono i pochi superstiti, rivelando al mondo l’orrore del genocidio.

Nel Giorno della Memoria si ricordano anche i “Giusti tra le Nazioni”, tutti i non ebrei che, a rischio della propria vita, hanno salvato gli ebrei dalla Shoah.

© All rights reserved
Fonte: Comando Operativo Forze Terrestri

Afghanistan: il generale Scardino accoglie il generale John Campbell

L’alto ufficiale statunitense è stato aggiornato sulle operazioni svolte dal TAAC-W: attività basate esclusivamente sull’addestramento, la consulenza e l’assistenza a favore delle forze di sicurezza Afghane e finalizzate a rendere queste ultime completamente auto-sostenibili. A tal proposito, il generale Campbell, accompagnato dal generale Scardino, ha visitato il 207° corpo d’armata dell’Afghan National Army (ANA), guidato dal generale Taj Mohammad Jahed, constatando il livello di addestramento e di operatività raggiunto.

Il generale Campbell ha poi visitato il nuovo Forensic Lab di Herat, struttura deputata alla formazione del personale di polizia scientifica ed allo sviluppo delle indagini forensi, e che anche grazie al contributo degli advisors del TAAC W costituisce uno strumento fondamentale nella lotta strutturata al terrorismo. Prima di lasciare Herat alla volta di Kabul, il comandante di RS ha espresso grande soddisfazione per l’ottimo lavoro svolto dal TAAC-W.​

© All rights reserved
Fonte: Missione Resolute Support

Nasce l’european personnel recovery center. Il capo di SMA ha sottoscritto il technical arrangement

Roma, 27 gennaio 2015 – Oggi il capo di stato maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa, su delega del Ministro della Difesa, ha sottoscritto il Technical Arrangement relativo all’European Personnel Recovery Center (EPRC).

L’EPRC, che avrà sede presso la base dell’Aeronautica Militare di Poggio Renatico (FE), nasce da una proposta dell’European Air Group (EAG) al fine di convogliare tutte le conoscenze del settore Personnel Recovery (PR), sia in ambito dottrinale/concettuale che nel contesto formativo e addestrativo, su un unico polo di competenza, capitalizzando le lessons learned emerse durante le operazioni reali svolte fin ora.

L’EPRC, inoltre, sarà in grado di supportare un’eventuale operazione reale fornendo prontamente il proprio personale specializzato ed addestrato nei ruoli chiave delle articolazioni di comando e controllo che svolgono funzioni legate al Personnel Recovery.

Le Nazioni partecipanti al progetto sono: Italia, Francia, Germania, Belgio, Olanda, Gran Bretagna e Spagna; le stesse 7 nazioni che aderiscono al trattato EAG.

Il centro sarà indipendente e retto da una Steering Commitee composto dai rappresentanti delle Nazioni partecipanti; uno di questi, a rotazione biennale, svolgerà l’incarico di Direttore del Centro.

Al fine di garantire un rapido consolidamento della struttura a Poggio Renatico, per il primo mandato, il comandante del centro sarà individuato tra il personale dell’Aeronautica Militare, mentre il rappresentante in seno allo Steering Committee è individuato nel comandante del COA (Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico).

Il Personnel Recovery comprende tutte le procedure volte a consentire il recupero non solo dei militari e civili impegnati in operazioni, ma anche di una più ampia gamma di operatori: diplomatici, giornalisti, volontari di NGO e personale che, a vario titolo, si potrebbe trovare in condizioni di isolamento in territorio ostile, o potenzialmente tale, al verificarsi di una crisi.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare

Sabato notte staffetta elicottero-aereo per salvare una vita da Lagonegro (PZ) a Milano

Roma, 26 gennaio 2015 -​​​​​La notte tra il 24 e il 25 gennaio, due Reparti del soccorso aereo dell’Aeronautica Militare sono stati impegnati in una delicata operazione di trasporto di un paziente in pericolo di vita da Lagonegro (PZ) a Milano.

Su ordine della prefettura di Milano e sotto il coordinamento della sala situazioni della squadra aerea di Roma, un elicottero HH-139 dell’85° gruppo combat SAR di Pratica di Mare e un Falcon 50 del 31° stormo di Ciampino hanno lavorato insieme per salvare la vita ad un uomo affetto da una grave sindrome di stress respiratorio. Il Falcon 50 dell’Aeronautica Militare si è diretto da Ciampino verso Milano per imbarcare l’equipe medica dell’ospedale San Raffaele e le relative apparecchiature necessarie per consentire il trasporto del paziente. Data la patologia, è dovuto però intervenire anche un elicottero del soccorso aereo di Pratica di Mare che ha permesso ai medici, arrivati nel frattempo a Napoli, di raggiungere Lagonegro dove è stato prelevato il paziente. Successivamente sono stati tutti trasferiti sul Falcon 50 che dall’aeroporto militare di Napoli Capodichino è nuovamente decollato alla volta di Milano. L’aereo è atterrato a Linate alle ore 01:05 della notte, orario in cui si è conclusa con successo la missione.

Gli aeromobili del 31° stormo di Ciampino sono utilizzati per il trasporto di Stato e per missioni di pubblica utilità, quali il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati, di traumatizzati gravi e di organi per trapianti, nonché per interventi a favore di persone comunque in situazioni di rischio. Questo servizio viene svolto su tutto il territorio nazionale, isole comprese. L’attività di trasporto sanitario, dato l’imminente pericolo di vita delle persone trasportate, impone un livello di prontezza ventiquattr’ore al giorno, 365 giorni all’anno.

L’85° Gruppo è uno dei Reparti del 15° stormo dell’Aeronautica Militare che garantisce, 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà, concorrendo inoltre ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi. Dalla sua costituzione ad oggi, gli equipaggi del 15° Stormo hanno salvato circa 7000 persone in pericolo di vita. Negli ultimi anni il 15° Stormo è anche impegnato in missioni umanitarie internazionali.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare

Incidente aereo in Spagna. Un caccia F-16 greco si schianta al suolo dopo il decollo, 9 militari feriti

Albacete, 26 gennaio 2015 – Grave incidente aereo presso la base spagnola di Albacete. Intorno alle ore 15.00 circa e per ragioni ancora sconosciute, un F-16 velivolo greco ha impattato al suolo nei pressi della linea di volo a terra.

Nell’impatto sono stati interessati numerosi velivoli della NATO che stavano partecipando al corso TLP (Tactical Leadership Programme) tra i quali anche velivoli italiani.

Al momento risultano 9 i feriti tra il personale militare italiano presente ad Albacete, di cui due, le cui condizioni sono in via di accertamento in ospedale, e gli altri con ferite di lieve entità. I familiari di tutto il personale coinvolto sono stati informati. L’Italia partecipa al corso TLP in svolgimento con 2 velivoli AMX del 51° stormo di Istrana dell’Aeronautica Militare e con 5 velivoli Harrier AV8 B della Marina Militare.

Il Tactical Leadership Programme (TLP), che da luglio 2009 ha sede presso la Base aerea di Albacete in Spagna, è un’organizzazione nata sulla base di un accordo  sottoscritto da 10 Nazioni (Italia, Spagna, Stati Uniti, Regno Unito, Francia, Belgio, Olanda, Grecia, Germania e Danimarca). L’Italia ha aderito al TLP come Nazione firmataria nel gennaio 1996. La sua missione è quella di migliorare l’efficacia delle operazioni aeree condotte dalle Forze Alleate promuovendo lo sviluppo delle abilità di leadership assertiva e delle capacità di analisi, pianificazione, esecuzione e valutazione di attività aeree “combined (internazionali)” richieste ad un “Mission Commander”.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare

Nettuno, inaugurata una targa celebrativa per il centenario della costituzione dell’Artiglieria Controaerei

Nettuno, gennaio 2015 – È stata inaugurata una targa celebrativa per il centenario della costituzione dell’artiglieria controaerei. L’evento, presenziato dal sottosegretario alla difesa, onorevole Domenico Rossi, ha interessato il Comando Artiglieria Controaerei, comandato dal generale di brigata Carlo Zontilli.

La cerimonia è iniziata con la resa degli onori alla massima autorità, il raduno delle autorità militari e civili presso la sala consiliare e, a seguire, è stata scoperta la targa commemorativa.

A Nettuno, sede della scuola di tiro di artiglieria, venne costituito il 20 gennaio 1915 il primo reparto di artiglieria controaerei del capitano Augusto de Pignier e creata la specialità controaerei dell’esercito italiano ormai divenuta una risorsa pregiata per l’elevatissima tecnologia dei sistemi d’arma in dotazione e per la professionalità del proprio personale, destinata quindi a svolgere un ruolo sempre più attivo nell’ambito della Forza Armata.

© All rights reserved
Fonte: COMFOTER

Concorso esercito italiano 2015 per 7000 volontari VFP1

esercito

Roma, 25 gennaio 2015 – Indetto il bando 2015 per il reclutamento di volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1) dell’Esercito Italiano: sono 7000 i posti a disposizione a cui è possibile candidarsi inviando domanda di partecipazione nei periodi stabiliti dal bando.

Il bando indetto dal Ministero della Difesa, direzione generale per il personale militare, prevede 4 blocchi di incorporamento, con scadenza per la presentazione delle domande a seconda del periodo di nascita (è possibile inviare domande per più blocchi purché non immediatamente successivi)

I BLOCCHI

  • 1° blocco: 2.100 posti con incorporazione a marzo 2015 (domanda di partecipazione dal 9 ottobre 2014 al 7 novembre 2014, per i nati dal 7 novembre 1989 al 7 novembre 1996, estremi compresi)
  • 2° blocco: 1.700 posti con incorporazione a giugno 2015 (domanda di partecipazione dal 9 dicembre 2014 al 7 gennaio 2015, per i nati dal 7 gennaio 1990 al 7 gennaio 1997, estremi compresi), domanda prorogata fino alle ore 14.00 del 9 gennaio 2015
  • 3° blocco: 1.700 posti con incorporazione a settembre 2015 (domanda di partecipazione dal 10 marzo 2015 all’8 aprile 2015, per i nati dall’8 aprile 1990 all’8 aprile 1997, estremi compresi)
  • 4° blocco: 1.500 posti con incorporazione a dicembre 2015 (domanda di partecipazione  dal 7 luglio 2015 al 5 agosto 2015, per i nati dal 5 agosto 1990 al 5 agosto 1997, estremi compresi)

REQUISITI

  • cittadinanza italiana;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • età compresa tra i 18 e i 25 anni;
  • assenza di condanne per delitti non colposi e di procedimenti penali in atto per delitti non colposi;
  • non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, o licenziati dallo stesso a seguito di procedimento disciplinare, o prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o di Polizia, eccetto che per inidoneità psico fisica;
  • possesso di licenza media (diploma di istruzione secondaria di primo grado, ex scuola media inferiore);
  • non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
  • aver tenuto condotta incensurabile;
  • non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato;
  • idoneità psico fisica;
  • esito negativo agli accertamenti diagnostici per l’abuso di alcool o sostanze stupefacenti o psicotrope ad uso non terapeutico;
  • statura non inferiore a m. 1,65, se candidati di sesso maschile, e a m. 1,61, se candidate di sesso femminile;
  • non essere in servizio quali volontari nelle Forze Armate.

LE FASI DEL CONCORSO

Il concorso 2015 VFP1 si articolerà nelle seguenti fasi:

  • verifica delle domande pervenute;
  • creazione di una graduatoria dei candidati da ammettere alla valutazione dei titoli di merito, sulla base delle votazioni conseguite nel diploma di istruzione secondaria di primo grado, con un massimo di 20.000 concorrenti per ciascun blocco;
  • valutazione dei titoli di merito e redazione della relativa graduatoria;
  • accertamenti psico fisici e attitudinali.

Al termine delle fasi di selezione un’apposita commissione redigerà la graduatoria di merito finale valida per un periodo di 12 mesi, esclusivamente in relazione ai blocchi di incorporamento previsti dal bando.

COME PARTECIPARE

I candidati dovranno inviare domanda di partecipazione esclusivamente tramite il portale web dedicato ai concorsi online del Ministero della Difesa, entro le date indicate in ciascun blocco di incorporazione come indicato sul bando  VFP1 dell’Esercito Italiano.

INCORPORAZIONE

  • l’incorporazione del 1° blocco 2015 è prevista il 9 marzo 2015
  • l’incorporazione del 2° blocco 2015 è prevista il 3 giugno 2015
  • l’incorporazione del 3° blocco 2015 è prevista il 1° settembre 2015
  • l’incorporazione del 4° blocco 2015 è prevista il 1° dicembre 2015
© All rights reserved


Derubano nella notte due anziane signore, carabinieri arrestano due rumeni

carabinieri

Laureana di Borrello (RC), 24 gennaio 2015 –  Due individui, a volto travisato, ieri notte si sono introdotti all’interno dell’abitazione di due anziane signore di anni 90 e 70 e, dopo averle immobilizzate e malmenate, hanno asportato 200 euro, 2 telefoni cellulari, alcune stecche di sigarette e vari monili di poco valore, dileguandosi subito dopo per le vie centrali del centro pre-aspromontano.

Avviate subito le indagini dalla compagnia carabinieri di Gioia Tauro, pochissime ore dopo, a seguito di accurate attività di perquisizione, insieme ai militari dello squadrone eliportato cacciatori Calabria hanno localizzato e arrestato due rumeni coabitanti e nullafacenti.

I carabinieri, insospettiti dal tenore di vita dei due uomini, del loro continuo andirivieni da Rosarno, hanno deciso di perquisire anche la loro abitazione. Da subito i militari dell’arma hanno capito di aver preso la pista giusta: celati in uno zaino vi erano diversi grimaldelli, cacciaviti, chiavi e seghetti.

Nascosti sotto un letto hanno inoltre recuperato due passamontagna, varie calze in nylon e guanti in gomma oltre a due tute mimetiche. Nei vari anfratti della piccola abitazione, da ultimo, i militari hanno recuperato la refurtiva, compresi i soldi e i due cellulari, riconducibile, verosimilmente, anche ad altre rapine perpetrate nella zona.

Probabile infatti, ed attualmente al vaglio degli inquirenti, che i due stranieri abbiano agito in maniera seriale, dato che, nella piccola municipalità di Laureana, era già il quarto episodio simile che si verificava negli ultimi due mesi.

Gli arrestati, che devono rispondere, in concorso, di sequestro di persona, rapina aggravata e lesioni personali, sono stati portati presso la casa circondariale di Palmi (RC), su disposizione del P.M. di turno della procura ordinaria di Palmi, dott. Luigi Iglio, titolare delle indagini.

L’operazione della benemerita è da considerarsi un’importante e, si auspica, una risolutiva risposta al fenomeno dilagante dei reati predatori commessi, soprattutto nelle ore notturne, a danno di persone indifese, come donne anziane e pensionati.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Reggio Calabria)

Adesca bimba di dieci anni con Whatsapp fingendosi la fidanzata di un amico

Cuneo, 24 gennaio 2015 – Arrestato dai carabinieri per adescamento e corruzione di minorenni, un 18enne dell’hinterland milanese. Il giovane utilizzando Whatsapp, la nota applicazione di messaggistica istantanea per smartphone, si è finto la fidanzata di uno dei contatti comuni, e ha raggirato una bambina di 10 anni, residente nel cuneese. Con metodi subdoli l’ha indotta a compiere atti sessuali e a scambiarsi fotografie ritraenti le parti intime.

I carabinieri, dopo aver raccolto la denuncia dei genitori, che controllando il telefono della figlia avevano accertato che stava accadendo qualcosa di strano, immediatamente si sono attivati con indagini tecniche per identificare l’autore delle conversazioni.

Attraverso l’acquisizione di dati, i militari sono giunti alla reale identità del soggetto, uno studente 18enne residente in provincia di Milano. Effettuata la perquisizione presso l’abitazione del giovane, i carabinieri hanno sequestrato il computer, telefoni cellulari e supporti di memorizzazione digitale.

L’ulteriore esame del materiale sequestrato, tra cui immagini, testi e files di vario genere, ha permesso di acquisire elementi di prova inequivocabili sulle responsabilità penali del giovane pedofilo.

I carabinieri della compagnia di Bra e della stazione di Canale lo hanno deferito alla procura della repubblica di Asti e sono ancora in corso le indagini per verificare se siano coinvolte altre vittime.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Cuneo)

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade