Advertisements

Archivi del mese: marzo 2017

Esercito: il presidente del senato Pietro Grasso in visita al museo storico dell’arma di cavalleria

DSC_2467

Pinerolo (TO), 26 marzo 2017 – Il presidente del senato sen. Pietro Grasso, al termine della commemorazione dell’eccidio del 3 aprile 1944 che si è tenuto a Cumiana, ha visitato oggi il Museo Storico dell’Arma di Cavalleria di Pinerolo, accompagnato dal colonnello Fulvio Marangoni, comandante del CME (Comando Militare Esercito) Piemonte, dal tenente colonnello Paolo Caratori, direttore del museo di Cavalleri e dalla senatrice Magda Zanoni

Il presidente Grasso nel ricordare l’importanza della Cavalleria nell’unità d’Italia,  ha auspicato “che il museo possa consolidare e tramandare le tradizioni e i sentimenti di coloro che di questa unità sono stati protagonisti“.

DSC_2468

Il museo ha sede nell’antica caserma Principe Amedeo che ha ospitato per circa un secolo, fino al 8 settembre del ’43, la Scuola di Cavalleria e nella quale sono transitati tutti gli u, sottufficiali e specialisti dell’arma di cavalleria che hanno servito in tutti i conflitti, a partire dalle guerre per l’indipendenza fino alla II guerra mondiale. All’interno dello storico edificio, dove a partire dai primi del ‘900 ad opera del capitano Federigo Caprilli è stato esportato in tutto il mondo il moderno metodo di montare a cavallo, sono presenti numerose collezioni che descrivono la storia della cavalleria sabauda ed Italiana dal ‘700 ai giorni nostri. 

Il museo, inserito nel circuito “Abbonamento Musei Torino Piemonte”, oltre alle normali aperture, ospita e organizza eventi, conferenze e mostre. 

Recentemente è entrato a far parte dell’accordo tra Ministero della Difesa e Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la valorizzazione e la promozione del patrimonio museale militare italiano. Tutto ciò lo rende uno tra i più ricchi musei militari a livello europeo. 

Il patrimonio dei musei militari italiani costituisce una preziosa raccolta di testimonianze dell’impegno e del valore di molte generazioni che hanno contribuito, fino all’estremo sacrificio, alla nascita della nazione italiana ed alla sua crescita sociale, culturale e democratica.

DSC_2466

© ALL RIGHTS RESERVED
Fonte e immagini: Stato Maggiore Esercito
___________________________________________
Advertisements

Esercito: giurano gli allievi della Teuliè (video)

Allievi del corso Turinetto II al momento del giuramento2

Milano, 24 marzo 2017 – Oggi settantadue allievi, 43 ragazzi e 29 ragazze, del 1° anno della scuola militare “Teuliè” hanno giurato fedeltà alla repubblica italiana alla presenza del sottosegretario alla Difesa, onorevole Domenico Rossi, del capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico e del comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito generale di corpo d’armata Pietro Serino.

All’evento hanno partecipato, autorità civili, militari e religiose oltre ai familiari degli allievi protagonisti della giornata. Nel corso della  cerimonia, il comandante della scuola militare “Teuliè”, colonnello Gianluca Ficca ha riconsegnato all’assessore alla trasformazione digitale e servizi civici di Milano, professoressa Roberta Cocco, il primo tricolore che sventolò durante le storiche “Cinque Giornate” di Milano.

Il Sottosegretario di Stato alla Difesa on. Domenico RossiLa nostra società accusa principalmente una crisi di valori etici e morali”, ha detto il sottosegretario di stato alla Difesa Domenico Rossi nel suo intervento rivolgendosi agli allievi della scuola, “voi che alla vostra età avete fatto una scelta, siete la risposta a questa crisi. Siate dunque portatori di germi sani di cui la società ha bisogno per avere un futuro migliore”. Dopo aver rivolto un pensiero di vicinanza alle vittime del recente attentato a Londra, il Sottosegretario Rossi ha concluso esortando gli allievi a “non aver paura di perseguire i propri sogni e ideali, rimanendo sempre fedeli, nella vita, al giuramento prestato”.

Il Capo di Stato Maggiore Esercito Generale di Corpo d'Armata Danilo ErricoIl capo di Stato Maggiore dell’Esercito, durante il suo intervento, rivolgendosi ai giurandi, ha sottolineato come “con il giuramento che avete appena proferito vi siete assunti un impegno che vi lega al rispetto di valori quali: onore, disciplina, costanza, lealtà e senso del dovere e dell’appartenenza, che si perpetueranno in ogni espressione della vostra esistenza e che costituiscono, da sempre, il patrimonio etico di quanti indossano un’uniforme e di ogni cittadino degno di questo nome”.

Presenti anche i labari delle associazioni combattentistiche e d’arma, il gonfalone del comune di Milano, della Regione Lombardia e della città metropolitana di Milano oltre che la gloriosa Bandiera dell’Istituto, decorata di Medaglia di Bronzo al merito dell’Esercito e centinaia di ex allievi.

La scuola militare “Teuliè”, liceo d’élite dell’Esercito Italiano, mediante un concorso pubblico, offre la possibilità a tutti i ragazzi e le ragazze che abbiano concluso con esito positivo il secondo anno dei Licei classico e scientifico di proseguire il triennio di studi. Peraltro, è di questi giorni la pubblicazione del bando di concorso per l’ammissione all’anno scolastico 2017-2018.

Bandiera di guerra, Gruppo Bandiera e Reggimento della Scuola Militare Teuliè

La scuola garantisce una vasta e profonda preparazione particolarmente attenta al completamento di tutti i programmi didattici previsti e nel contempo includendo nel percorso formativo diverse discipline sportive tra cui l’equitazione, il nuoto e la scherma.

L’elemento che caratterizza maggiormente gli allievi formati dall’istituto sono i valori etici e morali propri dei militari dell’Esercito italiano che attualmente garantisce un impegno complessivo  di circa 12.000 uomini e donne quotidianamente presenti sul territorio nazionale, nell’ambito delle operazioni “Strade Sicure” e “Sabina”, circa 8.000, e all’estero nell’ambito delle principali missioni, circa 4.000.

© ALL RIGHTS RESERVED
Fonte e immagini: Stato Maggiore Esercito
_______________________________________________

Il generale Vincenzo Coppola è il nuovo vice comandante generale dell’Arma dei Carabinieri

IMG_2723

Roma, 22 marzo 2017 – Nella giornata di ieri, presso la sala di rappresentanza del comando generale dell’Arma dei Carabinieri, alla presenza del comandante generale Tullio Del Sette e dei vertici dell’istituzione, si è svolta la cerimonia di avvicendamento nella carica di vice comandante generale dell’Arma fra il generale di corpo d’armata Antonio Ricciardi, cedente, e il generale di corpo d’armata Vincenzo Coppola, subentrante.

Nel corso della cerimonia il generale Del Sette, a nome di tutti i carabinieri, ha espresso al generale Ricciardi “la gratitudine più viva e sentita dell’arma per la grande passione e convinta determinazione dimostrati nell’importante incarico”.

La carica di vice comandante generale, che per legge viene conferita per la durata di un anno al generale di corpo d’armata più anziano dei carabinieri, sarà rivestita, a partire da domani, dal generale di corpo d’armata Vincenzo Coppola, a cui il generale Del Sette ha formulato le “vivissime felicitazioni per l’alto traguardo raggiunto” con “l’augurio più affettuoso e fervido di buon lavoro”. 

La cerimonia si è conclusa con la consegna da parte del comandante generale delle croci d’oro al merito dell’Arma dei Carabinieri a Rita Baldini, vedova del generale Vittorio Barbato, e ai generali di corpo d’armata in congedo Arturo Esposito, Baldassarre Favara, Franco Mottola e Giuseppe Rositani, per “avere costituto limpido esempio e sprone per il personale dipendente, assicurando costantemente soluzioni organizzative brillanti e di rara efficacia e per aver con la propria infaticabile e preziosa opera di comando e di pensiero contribuito al progresso dell’Istituzione, esaltandone spiccatamente il lustro e il decoro nell’ambito delle Forze Armate e della Nazione”.

© ALL RIGHTS RESERVED
Fonte e immagine: Comando generale dell'Arma dei Carabinieri
__________________________________________________________________

Intesa fra Carabinieri e ANAS per la tutela degli appalti pubblici

Firma protocollo

Roma, 22 marzo 2017 – Oggi pomeriggio presso il comando generale dell’Arma dei Carabinieri, il comandante generale Tullio Del Sette e il presidente di ANAS S.p.A. ing. Gianni Vittorio Armani hanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato a rendere più efficace ed efficiente il contrasto dei comportamenti illeciti nella realizzazione delle grandi opere pubbliche stradali e autostradali fondamentali per lo sviluppo del Paese.

L’intesa, finalizzata in particolare al contrasto dei fenomeni corruttivi, ai tentativi di infiltrazione mafiosa e al riciclaggio di proventi delittuosi nell’esecuzione delle opere appaltate, prevede il distacco di due unità dell’Arma dei Carabinieri presso la Direzione Tutela Aziendale (DTA) di ANAS per supportarne il responsabile nello svolgimento delle seguenti attività:

  • supervisione delle attività di risk management e fraud management;
  • mappatura dei rischi di comportamenti illeciti in ambito aziendale;
  • gestione dei rapporti con l’autorità Giudiziaria, le Forze di polizia e le altre autorità  competenti in materia di sicurezza e contrasto della criminalità, anche per la stipula di accordi e la definizione di forme di cooperazione per il contrasto dei comportamenti criminali nella realizzazione della rete stradale e autostradale di competenza dell’ANAS.
© ALL RIGHTS RESERVED
Fonte e immagini: Comando generale dell'Arma
________________________________________________

Esercito: 2° bando per il reclutamento nel 2017 di 6000 Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1)

VFP1                                                                                                                                                                                 L’Aquila, 22 marzo 2017 – E’ stato pubblicato ieri, 21 marzo 2017,  sulla Gazzetta Ufficiale (4a serie speciale – Concorsi ed Esami n. 22) il concorso (2° bando) per il reclutamento di 6.000 Volontari in Ferma Prefissata di un anno (VFP1) nell’Esercito Italiano.

I posti sono così ripartiti:

  1. 1° blocco, con prevista incorporazione nel mese di luglio 2017, 2.000 posti. La domanda di partecipazione potrà essere presentata dal 22 marzo al 10 aprile 2017, per i nati dal 10 aprile 1992 al 10 aprile 1999, estremi compresi;
  1. 2° blocco, con prevista incorporazione nel mese di settembre 2017, 2.000 posti.          La domanda di partecipazione può essere presentata dal 24 aprile al 23 maggio 2017, per i nati dal 23 maggio 1992 al 23 maggio 1999, estremi compresi.
  1. c) 3° blocco, con prevista incorporazione nel mese di dicembre 2017, 2.000 posti. La    domanda di partecipazione può essere presentata dal 21 giugno al 20 luglio 2017, per i nati dal 20 luglio 1992 al 20 luglio 1999, estremi compresi.

Le domande di partecipazione potranno essere presentate esclusivamente on-line sul sito www.esercito.difesa.it.

Per maggiori informazioni gli interessati possono rivolgersi al Comando Militare Esercito “Abruzzo” – Ufficio Reclutamento e Comunicazione presso la Caserma “Pasquali – Campomizzi” sita in L’Aquila – Strada Statale 80, n.5.

Recapiti per le informazioni sui concorsi: (centralino) 0862/25345 o 0862/412552, interno 0211, e-mail: infoconcorsi@cmeaq.esercito.difesa.it.

© ALL RIGHTS RESERVED
Fonte e immagini: Comando Militare Esercito Abruzzo
_______________________________________________________

L’Arma dei Carabinieri commemora le vittime delle mafie

Il Cte Generale legge i nomi delle vittime delle mafie

Il generale Del Sette legge i nomi delle vittime delle mafie

Locri (RC), 22 marzo 2017 – Ieri 21 marzo, in occasione della Giornata nazionale della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime delle mafie, il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette ha partecipato a Locri alla XXII edizione della manifestazione da cui prende il nome la giornata odierna, voluta e organizzata dall’associazione “Libera” per ricordare tutte le vittime innocenti delle mafie. La manifestazione, promossa sotto l’alto patronato del Presidente della Repubblica, quest’anno si svolge in Calabria a Locri – come luogo principale e in altre 4000 piazze italiane –per contrastare simbolicamente la forza e l’attualità della ‘ndrangheta.

La presenza del comandante generale vuole testimoniare la vicinanza dell’Arma alle vittime innocenti delle mafie e ricordare al contempo tutti i Carabinieri uccisi per mano della criminalità organizzata di tipo mafioso.

L’Arma dei Carabinieri è presente e vicina alla società civile e a tutte le realtà attivamente impegnate alla diffusione di una cultura della legalità, come l’Associazione Libera con cui, nel dicembre 2016, è stato siglato un protocollo di collaborazione finalizzato a questo scopo.

il Cte Generale Del Sette a Locri per la Giornata in ricordo delle vittime delle Mafie

Il generale Del Sette a Locri per la giornata in ricordo delle vittime delle mafie

Questi i nomi dei carabinieri uccisi dalle mafie, che verranno diffusi sulla pagina Facebook istituzionale:

AGOSTA Alfredo ALTOMARE Eugenio APUZZO Carmine ARENA Carmine AZZOLINA Pasquale BARBARA Giovanni BARTOLOTTA Salvatore BASILE Emanuele BELLISSIMA Giovanni BENI Alfredo BOLOGNA Salvatore BOMMARITO Giuseppe BORRELLI Francesco P. CALABRO’ Angelo CALARESU Giovanni Maria CARRU Ciriaco CARUSO Vincenzo CENTRONI Paolo CONDELLO Stefano COSTANTINI Alfredo COSTANTINO Orazio CRAIGHERO Germano D’ALEO Mario D’ALESSIO Luigi DALLA CHIESA  Carlo Alberto D’ANNA Gioacchino D’ARMINIO Gerardo DE MONTIS Giuseppe DI BARCA Luigi DI FEDE Costantino DI MELLA Elio FALCETTA Salvatore FARDELLI Marino FAVA Antonino FRANZOLIN Silvano FRAU Walter GAROFALO Vincenzo GUAZZELLI Giuliano GUBBIONI Tonino IEVOLELLA Vito IOZIA Rosario LUCIANI Erminio MAGNANO Salvatore MALAUSA Mario MARINO Antonino MARRARA Domenico MORICI Pietro NUVOLETTA Salvatore PAPALE Francesco PETRUCCELLI Sergio PEZZUTO Claudio PIERMANNI Sergio RAITI Salvatore RICCIARDI Francesco ROTONDI Gerardo RUBINO Antonino RUSSO Giuseppe RUSSO Raffaele RUSSO Salvatore TERMINIELLO Giuseppe TIROZZI Nicola TRAPASSI Mario TRIPODI Carmine VACCARO Calogero VOLPI Ruggero

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando generale dell'Arma
___________________________________________________

Esercito italiano e la SOFIA Onlus insieme per progetti internazionali di solidarietà

Roma, 18 marzo 2017  – Nel prestigioso Palazzo Esercito di via XX Settembre ha avuto luogo la sottoscrizione di un importante protocollo d’intesa, di cooperazione internazionale, tra la SOFIA Onlus e lo Stato Maggiore dell’Esercito.

CCF_28_2017_0001

Al tavolo dei sottoscrittori, per l’Esercito Italiano, il generale di divisione Giuseppenicola Tota, capo del V reparto affari generali dello Stato Maggiore Esercito mentre per la SOFIA Onlus la stessa presidente Sofia Bianco. L’associazione da più lustri è al seguito dell’Esercito, a favore dei bambini, in Italia ma soprattutto all’estero con i contingenti militari impegnati nelle missioni di peacekeeping.

In particolare tra le righe del protocollo è previsto, tra l’altro, che l’associazione SOFIA si impegna ad intervenire, su specifica richiesta dello Stato Maggiore dell’Esercito o delle grandi unità operative dell’Esercito per: diffondere la cultura della legalità e contribuire alla prevenzione delle ludopatie, contribuire a tutelare il personale militare e civile e le loro famiglie, intervenendo su organizzazioni sanitarie e altre istituzioni per agevolare l’accoglienza e la fruizione dei servizi.

Inoltre la SOFIA s’impegna, altresì, a promuovere attività d’informazione, sensibilizzazione e divulgazione dei giovani circa l’utilizzo responsabile del denaro. Ma soprattutto donare materiale non deperibile alle Unità Operative dell’Esercito, per accrescere le capacità nel settore della Cooperazione Civile – Militare (CIMIC), sia sul territorio nazionale che all’estero.

CCF_28_2017_0011

Il protocollo consentirà di realizzare, quindi, varie iniziative di solidarietà anche a favore dei bambini bisognosi nonché conferenze scolastiche ed eventi e campagne solidali nelle caserme e nelle attività promozionali.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito
____________________________________________________

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

PARLAMENTONEWS

i fatti della politica

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade