Archivi tag: Vincenzo Lops

Il maggior generale Francesco Tontoli nuovo comandante logistico dell’Esercito

Il Capo di SME al cambio del Comandante Logistico. Il Generale di Corpo d’Armata Alessandro Montuori ha ceduto l’incarico dopo una lunga carriera. Il maggior Generale Francesco Tontoli temporaneamente assumerà l’incarico di Comandante Logistico dell’Esercito

Il generale di corpo d’armata Alessandro Montuori ha ceduto l’incarico al maggior generale Francesco Tontoli che temporaneamente assumerà l’incarico di Comandante Logistico dell’Esercito, terminando così il servizio attivo dopo una lunga carriera.

Alla cerimonia, che ha avuto luogo nell’aula magna della Scuola Trasporti e Materiali, sono intervenuti il comandante per la Formazione, Specializzazione e Dottrina dell’Esercito, generale di corpo d’armata Vincenzo Lops, l’Ispettore delle Infrastrutture, generale di corpo d’armata Giorgio Battisti, il comandante delle Trasmissioni e Informazioni dell’Esercito, generale di corpo d’armata Adriano Vieceli, oltre a numerose autorità civili e militari.

Durante il suo intervento il capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha sottolineato ​​la disponibilità e il senso del dovere mostrato dal generale Montuori in un momento di profonda trasformazione e revisione della Forza Armata che hanno consentito al Comando Logistico di conseguire tutti gli obiettivi istituzionali e confermarsi quale componente essenziale dello strumento militare terrestre.

© All rights reserved
Fonte e immagini: SME PIC

4 Novembre: “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Giornata delle Forze Armate”

Roma, 7 novembre 2014 – Con la cerimonia dell’alzabandiera e la deposizione di una corona di alloro sulla Tomba del Milite Ignoto all’Altare della Patria da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, sono iniziate questa mattina le celebrazioni del 4 novembre, “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Giornata delle Forze Armate”.

Ad accompagnare il Capo dello Stato, oltre al Ministro della Difesa Roberta Pinotti, c’erano i Presidenti del Senato e della Camera, Pietro Grasso e Laura Boldrini, il Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi, il Presidente della Corte Costituzionale Giuseppe Tesauro e il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e i Capi di Stato Maggiore delle Forze armate.

Alla cerimonia – che celebra il 96° anniversario della fine del primo conflitto mondiale e testimonia la vicinanza del Paese alle Forze Armate – hanno partecipato Autorità politiche, civili, religiose, Associazioni Combattentistiche e d’Arma ed hanno assistito numerosi cittadini.

Sulle note del Silenzio, il tradizionale sorvolo delle  Frecce Tricolori.

Novità di quest’anno, l’inserimento all’interno della cerimonia della consegna delle onorificenze da parte del Presidente Napolitano.

Presenti tutti i reparti schierati in armi, il Presidente della Repubblica ha consegnato la Croce di Cavaliere dell’Ordine Militare d’Italia (OMI) alla Bandiera di guerra del 6° Stormo dell’Aeronautica Militare di Ghedi (Brescia) e la medaglia d’Oro al Valor Militare al Caporal Maggiore Capo dell’Esercito Andrea Adorno.

Successivamente, al Quirinale, nel salone dei Corazzieri, si è svolta la cerimonia di consegna da parte del Presidente della Repubblica, presente il Ministro della Difesa, delle onorificenze dell’Ordine Militare d’Italia (OMI).

Quattro i militari insigniti dell’onorificenza dell’OMI:

– Generale di Corpo d’Armata (EI) Vincenzo  Lops
– Colonnello (GdF)  Massimo Ricciardi
– Capitano di Corvetta (MM)  Giuseppe Galeandro
– Maresciallo Aiutante sostituto Ufficiale Pubblica Sicurezza (CC)  Lorenzo Masala

L’onorificenza costituisce un segno di riconoscimento per i militari che hanno dato sicure prove di senso di responsabilità, virtù militari ed umane nell’assolvere il proprio incarico. Quest’anno è stato assegnato per la prima volta anche a un militare della Guardia di Finanza.

Nel suo intervento al Quirinale, il Ministro Pinotti ha illustrato l’iniziativa intrapresa dalla Difesa, congiuntamente con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, relativa ad un concorso indetto in tutte le Scuole di ogni ordine e grado per una composizione da sviluppare in occasione dell’avvio delle commemorazioni della grande guerra. Un concorso dal tema generale quanto mai significativo: “Mai più trincee”.

Il concorso rientra tra le attività inserite nel protocollo d’intesa – intitolato “Favorire l’approfondimento della Costituzione italiana e dei principi della Dichiarazione universale dei diritti umani, in riferimento all’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione” – siglato dai Ministri Pinotti e Giannini lo scorso 11 settembre.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa

Il generale Carmine De Pascale è il nuovo comandante del 2° Comando Forze di Difesa

S. Giorgio a Cremano (NA), 2 settembre 2014 – Il comandante delle Forze Operative Terrestri, generale di corpo d’armata Roberto Bernardini, ha presieduto oggi la cerimonia di avvicendamento del comandante del 2° Comando Forze di Difesa (2° FOD).

Il generale di corpo d’arma Carmine De Pascale, proveniente dal Comando Logistico Sud di Napoli, ha assunto l’incarico in sostituzione del generale di corpo d’armata Vincenzo Lops, destinato ad altro incarico in Roma.

Alla sobria cerimonia tenutasi nella caserma Cavalleri alla presenza dei Comandanti delle Brigate dipendenti, erano presenti autorità civili e militari dell’area napoletana.


© All rights reserved
Fonte: Comando operativo forze terresti

Il sottosegretario Alfano e il generale Graziano in visita ai militari impegnati nella Terra dei Fuochi

Napoli, 15 luglio 2014 – Il sottosegretario alla difesa on. Gioacchino Alfano e i membri della commissione difesa della camera hanno visitato ieri, a Napoli, il dispositivo dell’Esercito impegnato nella Terra dei Fuochi.

La visita si è conclusa con una conferenza stampa alla quale hanno partecipato, oltre al sottosegretario Alfano, il presidente della commissione difesa, on. Elio Vito, e il capo di stato maggiore dell’esercito, generale Claudio Graziano.
L’intervento delle pattuglie dell’Esercito nella Terra dei Fuochi, per prevenire e reprimere i reati ambientali, è iniziato il 7 aprile scorso.
Da allora sono stati ottenuti risultati di rilievo: oltre 2200 pattuglie svolte, quasi 8000 persone controllate, 48 persone fermate perché colte a sversare o incendiare, 3000 veicoli controllati, e oltre 580 aree di sversamento censite.

L’attività di pattuglia nella Terra dei Fuochi si svolge nell’ambito dell’operazione Strade Sicure che dal 4 agosto 2008 vede circa 4000 militari dell’Esercito impiegati su tutto il territorio nazionale in concorso alle Forze dell’Ordine in attività di pattugliamento e di vigilanza a obiettivi sensibili, aree metropolitane, ai centri d’identificazione ed espulsione (CIE) e ai Centri Assistenza Richiedenti Asilo (C.A.R.A.).

Alla conferenza erano inoltre presenti gli onorevoli Tatiana Basilio, Salvatore Piccolo, Paolo Russo e Rosanna Scopelliti, membri della commissione difesa, il prefetto di Napoli, Francesco Antonio Musolino, il prefetto di Caserta, Carmela Pagano, e l’incaricato del ministro dell’interno contro i roghi dei rifiuti, vice prefetto Donato Cafagna e il generale Vincenzo Lops, comandante del 2°FOD.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell’Esercito


Il 2° FOD verifica le capacità del soccorso sanitario

San Giorgio a Cremano (NA), 2 luglio 2014 – Si è conclusa nei giorni scorsi, l’esercitazione sanitaria (MEDEX- Medical ExerciseValetudinarium 2014, nella caserma Antonio Cavalleri, sede del 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD). Un’esercitazione per addestrare gli assetti e il personale sanitario della caserma nella condotta e nello sviluppo di attività di soccorso specifiche normalmente svolte in un teatro operativo e che rientrano nel Tactical Combact Casualty Care.
Concepita dal 2° FOD, l’esercitazione si inserisce nel progetto dei provvedimenti adottati dal comandante del 2° FOD, generale di corpo d’armata Vincenzo Lops, per la tutela e la sorveglianza della salute dell’uomo-soldato al fine di migliorare il potenziale fisico del combattimento, ma anche di testare la prontezza e la capacità dell’intera filiera dei soccorsi, a partire dalla figura del soccorritore militare e degli assetti sanitari, nella gestione di situazioni di crisi con simulazioni molto realistiche ed aderenti alle esigenze operative.

Per l’occasione, è stato previsto lo schieramento di un ROLE 1 (Sostegno sanitario in operazione livello rgt/btg), di un Po.Me. (Posto Medicazione) mobile del Reparto Comando e Supporti Tattici “Acqui” e l’attivazione di venti operatori suddivisi in due team.
Gli argomenti proposti hanno riguardato eventi traumatici a crescente gravità e difficoltà di trattamento.
Tutti gli operatori coinvolti hanno svolto gli esercizi con elevata capacità d’intervento e grande sintonia permettendo di raggiungere gli obiettivi preposti.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


Granatieri di Sardegna: celebrata la cerimonia solenne in suffragio del Duca di S. Pietro

DSC_0768 MP_012

DSC_0709 MP_001

Roma, 18 febbraio 2014 – Nella Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri si è svolta questa mattina la celebrazione solenne da parte dei Granatieri di Sardegna, in suffragio di Don Alberto Genovese, Duca di San Pietro, benefattore del 1° reggimento Granatieri di Sardegna.

La solenne cerimonia, a cui hanno partecipato autorità militari e civili della città, commemora il patrizio sardo Don Alberto Genovese che nel 1776 donò al “Reggimento di Sardegna” 120.000 lire vecchie di Piemonte da utilizzare per la costituzione e mantenimento della musica reggimentale, per il sostentamento delle vedove dei soldati caduti e per la celebrazione di una messa in suffragio nel giorno della sua morte.

Nella Basilica, gremita di gente, erano presenti circa 200 militari del Distaccamento del 1 Reggimento in Armi in uniforme storica. Tra i militari passava costantemente personale medico per prevenire eventuali malori dovuti al colbacco e alla lunga posizione eretta.

La messa è stata celebrata dall’Ordinario Militare Monsignor Santo Marcianò. Nelle prime file erano presenti le massime autorità dell’esercito, tra cui il Generale Claudio Graziano, Capo di stato maggiore dell’Esercito italiano e il Generale di Corpo d’Armata Vincenzo Lops.

A metà celebrazione è stata letta la preghiera del Granatiere.

Al termine della Santa Messa i Granatieri sono usciti dalla Basilica portando la Bandiera di Guerra e, di fronte alle massime autorità dell’Esercito, hanno cantato l’Inno d’Italia. Hanno poi marciato fino alla Macao di Castro Pretorio per poi tornare in caserma.

di Monica Palermo

© All rights reserved
Foto & video: Ph. Monica Palermo


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade