Annunci

Archivi tag: udine

Controlli ambientali dei Carabinieri del NOE di Udine: denunciati due imprenditori, sequestri di aree ed impianti.

dav

Udine, 25 maggio 2019 – I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico (NOE) di Udine, disposti dal Comando Carabinieri Tutela Ambientale, coordinati dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Gorizia, nell’ambito di una mirata serie di controlli di carattere ambientale e di ispezioni finalizzate al monitoraggio delle attività impegnate nel “ciclo del cemento” nell’ambito della provincia Isontina, hanno accertato nei giorni scorsi – unitamente al personale della sezione di P.G. della Procura di Gorizia – violazioni penali nei confronti di due società operanti nel settore dell’escavazione e del trattamento inerti.

Nello specifico, in un caso, i Carabinieri hanno riscontrato che all’interno di una società sita in Romans d’Isonzo (GO), erano stoccati 30.000 mc di rifiuti inerti in un’aerea di circa 20.000 mq, sottoposta a vincolo paesaggistico. L’area e quanto depositato, veniva quindi posta sotto sequestro probatorio come disposto dall’Autorità Giudiziaria procedente e deferito in stato di libertà il legale rappresentante della ditta per violazioni ai sensi del D.P.R. 380/2001 (assenza autorizzazione paesaggistica) e del D. L.vo 152/06 (gestione illecita di rifiuti).

dav

In un altro caso, invece, i militari davano esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Gorizia – Ufficio del GIP, presso una società di Fogliano Redipuglia (GO), operante nella produzione di micronizzati calcarei, sottoponendo a sequestro preventivo un impianto di macinazione calcarei ed un impianto di aspirazione polveri, risultati essere privi di autorizzazioni ambientali alle emissioni in atmosfera (valore degli impianti sottoposti a sequestro circa 400 mila euro). Nel contempo, veniva deferito in stato di libertà all’A.G. di Gorizia il legale rappresentante della società per il reato previsto dal D. L.vo 152/06 (mancanza atto autorizzativo emissioni in atmosfera).

I Carabinieri del NOE di Udine – competenti su tutta la Regione FVG – stanno proseguendo accertamenti e controlli su altre aziende operanti nel settore del “ciclo del cemento”.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Generale Carabinieri
_______________________________________________
Annunci

55° anniversario Frecce Tricolori: per la prima volta insieme gli astronauti italiani

 

Udine, 3 settembre 2015 – Tutti gli otto astronauti italiani per la prima volta insieme. Da Franco Malerba, primo italiano ad aver preso parte ad una missione spaziale, fino a al cap. Samantha Cristoforetti.

Domenica 6 settembre, gli spettatori della manifestazione organizzata dall’Aeronautica Militare in occasione dei 55 anni delle Frecce Tricolori, presso l’Aeroporto “Visintini” di Rivolto (Udine), potranno incontrare i protagonisti della storia dello spazio italiano: gli astronauti.

Un percorso guidato all’interno di un’area espositiva con equipaggiamenti e immagini che hanno fatto la storia dell’esplorazione spaziale. In mostra anche l’IVX (Intermediate experimental Vehicle), veicolo sperimentale europeo che a febbraio 2015 è stato lanciato nello spazio in volo suborbitale ipersonico ed è rientrato sulla terra in planata autocontrollata.

La presenza degli astronauti italiani e l’allestimento di un’area espositiva sullo spazio e l’aerospazio è il frutto della collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) ed Europea (ESA), i centri di ricerca e le università. Confermano il ruolo di primo piano che l’Aeronautica Militare ha per il Volo Umano Spaziale (VUS) nell’ambito del Ministero della Difesa.

Saranno presenti il gen. b.a. Roberto Vittori, il ten. col. Walter Villadei, il magg. Luca Parmitano, il cap. Samantha Cristoforetti, il col. (r) Maurizio Cheli, l’ing. Paolo Nespoli, l’ing. Franco Malerba e l’ing. Umberto Guidoni.

Lo spazio è la naturale estensione dell’ambiente operativo nel quale l’Aeronautica Militare opera: una lunga tradizione nel settore con studi e attività da sempre all’avanguardia, nel campo dei satelliti, del volo supersonico e umano.

Tutte le informazioni sulla manifestazione sul sito www.55pan.aeronautica.difesa.it

© All rights reserved
Fonte e immagini tratte dal video: Aeronautica Militare

Aeronautica, presentata a Rivolto manifestazione aerea per il 55° anniversario frecce tricolori

Il lancio dell’air show in occasione dell’inaugurazione di un’area museale sulla Pattuglia Acrobatica Nazionale in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia. Siglata partnership solidale con UNICEF

 

Udine, 25 agosto 2015 – Inaugurata questa mattina, alla presenza del presidente FVG Debora Serracchiani e del generale di squadra aerea Maurizio Lodovisi, Comandante della Squadra Aerea, la nuova area museale delle Frecce Tricolori realizzata all’interno dell’aeroporto militare di Rivolto (Udine) grazie alla collaborazione tra l’Aeronautica Militare e la Regione autonoma Friuli Venezia-Giulia. La nuova infrastruttura, che ospita una mostra fotografica accompagnando i visitatori attraverso un percorso storico, sarà utilizzata proprio per ospitare i numerosi visitatori che annualmente raggiungono la base di Rivolto, sia con i gruppi organizzati che nell’ambito dell’iniziativa “Live Frecce Tricolori” condotta in sinergia con l’Agenzia Turismo FVG.

Nella circostanza è stata presentata ufficialmente ai media la manifestazione aerea che l’Aeronautica Militare organizza il 5 e 6 settembre in occasione del 55° Anniversario della Pattuglia Acrobatica Nazionale e 11° Raduno piloti pattuglie acrobatiche. Nove pattuglie acrobatiche straniere – Arabia Saudita, Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Giordania, Olanda, Polonia, Svizzera e Turchia – due team civili, dimostrazioni di oltre cento velivoli tra caccia, da trasporto ed elicotteri, diverse formazioni civili e numerosi velivoli storici. Questi i numeri di un air-show unico, organizzato con la collaborazione e il supporto fondamentale di Istituzioni regionali e locali e di numerosi sponsor.

Aspettiamo sulla nostra base oltre 400 mila persone”, ha dichiarato il comandante delle Frecce Tricolori, tenente colonnello Jan Slangen. “Una due giorni dedicata al volo acrobatico e all’Aeronautica Militare, che presenterà al pubblico i suoi velivoli di caccia, da trasporto ed elicotteri, oltre ovviamente all’esibizione dei dieci MB339 della Pattuglia Acrobatica Nazionale

Nelle due giornate di manifestazione – sostanzialmente uguali nel programma di volo e ad ingresso gratuito – il pubblico potrà anche assistere a dimostrazioni di capacità operative del personale e dei velivoli dell’Aeronautica Militare. Saranno dodici le aree tematiche previste all’interno della zona mostra statica: dallo Spazio, la naturale estensione dell’ambiente operativo AM, alla difesa aerea missilistica integrata, a capacità di eccellenza come il trasporto sanitario di urgenza e di pazienti bio-contaminati, o il servizio meteorologico, la logistica di proiezione. Non mancheranno, ovviamente, percorsi dedicati alla storia della Forza Armata, della Pattuglia Acrobatica Nazionale, e un settore dedicato alla formazione, all’addestramento e al mondo dei simulatori di volo.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare

La manifestazione aerea” – ha spiegato il gen. Lodovisi –  “costituisce una preziosa opportunità per addestrare e verificare la capacità del personale dell’Aeronautica Militare di schierare in tempi brevi sullo stesso aeroporto un alto numero di velivoli e a pianificare e condurre operazioni aeree complesse che coinvolgono anche personale e assetti aerei di altre nazioni. L’Aeronautica Militare ha l’ambizione di fare questo e allo stesso tempo mettere in mostra e a disposizione del cittadino tutte quelle capacità che per loro natura nascono per scopi militari ma che in realtà possono tradursi anche in servizi per la collettività, come ad esempio la meteorologia, la ricerca e soccorso o il trasporto di pazienti altamente infettivi”.

Numerose le iniziative collegate alla manifestazione aerea, prima fra tutte la partnership solidale con Unicef, siglata formalmente in occasione della conferenza stampa odierna dal Gen. Lodovisi e dal Presidente di Unicef Italia, Dott. Giacomo Guerrera. La collaborazione – cha ha radici profonde ed è riconducibile ai comuni valori ed attenzioni che le due istituzioni hanno nei confronti dei più piccoli e di chi ha bisogno di protezione – mira a promuovere i diritti dei bambini e contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita e a raccogliere fondi da devolvere a progetti in favore dell’infanzia. La partnership con UNICEF, condivisa dal Ministero della Difesa, è la sintesi delle attenzioni che le Forze Armate rivolgono quotidianamente, in patria e in area di operazioni, alle fasce più deboli della popolazione e, nella fattispecie, è finalizzata alla raccolta di fondi per il sostegno dei bambini del Nepal.

 Altra iniziativa collegata all’evento, la realizzazione di due annulli filatelici in collaborazione con Poste Italiane, da apporre su una speciale cartolina dedicata alla manifestazione. Il ricavato, al netto dei costi di realizzazione, sarà devoluto all’Opera Nazionale per i Figli degli Aviatori, sodalizio che sostiene negli studi gli orfani del personale dell’Aeronautica Militare. 


Celebrata a Udine la festa dell’arma del genio

Udine, 25 giugno 2014 – Celebrata ieri la festa dell’arma del genio presso il 3° Reggimento Genio Guastatori.

Durante la cerimonia, presenziata dal prefetto della provincia udinese, è stata deposta una corona d’alloro in ricordo dei caduti. Hanno partecipato anche il sindaco della città di Udine, la medaglia d’oro al valor militare, prof.ssa Paola Del Din e una rappresentanza delle associazioni combattentistiche e d’arma.

In occasione della festa, è stato firmato l’accordo fra il reggimento e la provincia di Udine che sancisce la Sala Museale del 3° Genio fra i musei del circuito culturale creato in occasione della ricorrenza dello scoppio della Grande Guerra.

Il 3° Genio, infatti, dispone di un museo che racchiude e tramanda le tradizioni dell’arma del Genio e della specialità Guastatori in particolare.

Con questa iniziativa, in accordo con la rete museale provinciale, il museo aprirà le porte ai cittadini per divulgare la storia e le vicende di un reparto che vanta numerose imprese sia in patria che all’estero.

Il 3° Reggimento Genio Guastatori della brigata di cavalleria “Pozzuolo del Friuli” di Gorizia, è una delle sette unità dell’arma del genio che il Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova può far intervenire per le operazioni di bonifica del territorio centro – settentrionale della penisola (10 regioni amministrative) dai numerosi residuati bellici inesplosi ancora esistenti. Il reparto, grazie alla capacità dual use, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali è in grado di intervenire, in ogni momento, in tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale, come recentemente testimoniato in occasione dell’emergenza mal tempo che nei mesi scorsi ha colpito il Veneto (Belluno e Treviso).

Nel 2013 il Terzo Reggimento Genio ha effettuato 462 interventi di bonifica (per un totale di 1137 ordigni inesplosi) e, nel solo primo quadrimestre 2014, ha effettuato oltre 50 interventi simili, inoltre, nell’ultimo quadriennio, è intervenuto in molteplici casi di calamità naturale.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri

 


Udine: il generale Bernardini celebra il ricordo ai caduti della prima guerra mondiale

Udine, 24 maggio 2014 – Corona d’alloro ieri a Udine in ricordo dei caduti del primo conflitto mondiale durante la cerimonia Albo d’oro. A deporla ha partecipato anche il comandante delle forze operative terrestri, generale di corpo d’armata Roberto Bernardini, in rappresentanza del capo di stato maggiore dell’esercito.

Dopo l’alzabandiera in piazzale XXVI Luglio, nel Tempio Ossario il generale ha partecipato alla deposizione di una corona d’alloro in memoria dei caduti, cui ha fatto seguito la lettura di 180 nomi di caduti e la consegna di pergamene ricordo ai familiari.

L’evento, si è tenuto alla presenza del presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, onorevole Debora Serracchiani, e si inquadra nell’ambito delle celebrazioni programmate in vista del centenario della Grande Guerra per sottolineare come il territorio friulano sia inscindibilmente legato alla prima guerra mondiale.

© All rights reserved
Fonte: Forze operative terrestri


Udine: gli artificieri dell’Esercito Italiano fanno brillare una granata di 220kg

San Giovanni al Natisone (UD), 9 maggio 2014 – Una granata d’artiglieria italiana da 260mm è stata fatta brillare ieri dagli artificieri dell’Esercito Italiano in forza al 3° Reggimento Genio Guastatori di Udine, insieme ad altri ordigni più piccoli risalenti al primo conflitto mondiale.
L’ordigno, del peso complessivo di circa 220Kg, completo di spoletta ed in discreto stato di conservazione, è stato rinvenuto in un campo agricolo durante le operazioni di aratura. 
Le attività sono state svolte sotto il coordinamento della Prefettura di Udine e si sono protratte per alcune ore, terminando con la distruzione dell’ordigno.

Il 3° Reggimento Genio Guastatori della Brigata di Cavalleria “Pozzuolo del Friuli” di Gorizia, è una delle sette unità dell’Arma del Genio che il Comando Forze di Difesa Interregionale Nord di Padova può far intervenire per le operazioni di bonifica del territorio centro – settentrionale della penisola (10 regioni amministrative) dai numerosi residuati bellici inesplosi ancora esistenti.

Nel 2013 il Terzo Reggimento Genio ha effettuato 462 interventi di bonifica (per un totale di 1137 ordigni inesplosi) e, nel solo primo quadrimestre 2014, ha effettuato oltre 60 interventi simili.
L’Esercito Italiano, grazie alla capacità dual use dei reparti dell’Arma del Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali è in grado di intervenire, in ogni momento, in tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale, come recentemente testimoniato in occasione dell’emergenza mal tempo che nei mesi scorsi ha colpito l’Emilia Romagna (Modena), la Toscana (Pisa), il Veneto (Belluno e Treviso) e il Lazio (Fiumicino).

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri
Foto: © Comando delle Forze Operative Terrestri


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade