Annunci

Archivi tag: tullio del sette

Avvicendamento di comandante dell’Arma dei Carabinieri, generale Nistri subentra a Del Sette

DSC_1368_MP_cambio_com_cc

(Di Monica Palermo) Roma, 16 gennaio 2018 – La caserma “De Tommaso” sede della Legione Allievi Carabinieri in Roma, ha fatto da scenario alla cerimonia di avvicendamento nella carica di comandante generale dell’Arma dei Carabinieri fra i generali Tullio Del Sette, cedente, e Giovanni Nistri, subentrante.

Nel cortile della scuola si sono ammassati i vari reparti dell’Arma dei Carabinieri, con la presenza dei labari dell’Associazione Nazionale dei Carabinieri e della scuola militare della Nunziatella. Dopo che i reparti si sono sistemati è entrata la bandiera di Guerra dell’Arma, mentre militari e presenti intonavano l’inno d’Italia. I reparti sono poi stati passati in rassegna dal ministro Pinotti, dal generale Graziano e dai generali Del Sette e Nistri.

DSC_1650_MP_cambio_com_cc

La cerimonia è stata celebrata alla presenza del presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni, del ministro della Difesa Roberta Pinotti, del ministro dell’Interno Marco Minniti  e del capo di Stato Maggiore della Difesa generale Claudio Graziano.

A rotazione hanno preso la parola il generale Del Sette che ha fatto un riassunto delle missioni e degli interventi effettuati durante il suo comando, ricordando l’importanza della sua famiglia che ho ha coadiuvato durante la sua carriera. Ha poi augurato un buon comando al generale Giovanni Nistri che a sua volta ha preso la parola. Il generale Nistri, che proviene dalla scuola della Nunziatella, ha ringraziato il suo predecessore per i successi raggiunti e ha illustrato come si darà da fare durante il suo comando.

DSC_1574_MP_cambio_com_ccA seguire ha poi preso la parola il capo di Stato Maggiore della Difesa generale Claudio Graziano che ha ringraziato il generale Del Sette: Salutiamo il generale Tullio Del Sette che cede al generale Giovanni Nistri il prestigioso comando della Benemerita dopo tre anni di guida saggia, attenta e lungimirante. Un’esistenza consacrata all’Arma e allo Stato, a beneficio dell’intera collettività.” 

Il generale Graziano ha poi augurato un buon mandato al nuovo comandante generale Nistri: Sono convinto che il ruolo delle Forze Armate e dell’Arma dei Carabinieri, sotto la guida del suo nuovo comandante, sarà trainante in un contesto europeo in continuo fermento e sempre più desideroso di una difesa comune. Hanno poi preso la parola il ministro della Difesa Roberta Pinotti e per ultimo il presidente del Consiglio dei Ministri Paolo Gentiloni. Entrambi hanno sottolineato l’importanza dell’Arma nel nostro territorio e la loro capillarità di intervento.

In tribuna d’onore, fra le molte autorità politiche, religiose, amministrative e militari, erano presenti anche il consigliere per gli Affari del Consiglio Suprema di difesa del Presidente della Repubblica generale Rolando Mosca Moschini, il capo della Polizia prefetto Franco Gabrielli, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito generale di c.a. Danilo Errico, il capo di Stato Maggiore della Marina Militare ammiraglio di squadra Valter Girardelli, il capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare generale di squadra aerea Enzo Vecciarelli, il vice segretario generale della Difesa / direzione nazionale degli armamenti generale di c.a. Nicolò Falsaperna, il comandante generale della Guardia di Finanza generale di c.a. Giorgio Toschi, il direttore del DIS prefetto Alessandro Pansa, il capo del dipartimento dell’amministrazione penitenziaria dott. Santi Consolo, il direttore dell’Aisi Prefetto Mario Parente, l’arcivescovo ordinario militare per l’Italia sua ecc.za mons. Santo Marcianò, il presidente del gruppo medaglie d’oro al V.M. generale di B. Umberto Rocca, il presidente dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo generale di c.a. Libero Lo Sardo, il presidente dell’O.N.A.O.M.A.C. generale di c.a. Cesare Vitale ed esponenti di tutti gli organismi di rappresentanza dell’Arma.

Prima della cerimonia di avvicendamento, i generali Del Sette e Nistri hanno reso omaggio ai caduti deponendo una corona d’alloro al sacello del Milite Ignoto all’altare della Patria ed al sacrario dei caduti del Museo Storico dell’Arma.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri / Immagini: Ph. Monica Palermo
________________________________________________________________
Annunci

Firmato protocollo d’intesa tra Arma dei Carabinieri e Accademia Italiana di scienze forestali.

Foto 1 

Roma, 9 gennaio 2018 – Oggi a Roma presso il comando generale dell’Arma dei Carabinieri, il comandante generale Tullio Del Sette e il presidente dell’Accademia Italiana di scienze forestali prof. Orazio Ciancio hanno sottoscritto un Protocollo d’Intesa che mira a tutelare il patrimonio ambientale che è parte fondamentale dell’identità nazionale.

L’accordo favorirà la cooperazione tra le due Istituzioni nei settori addestrativi e formativi, con specifico riguardo alle scienze forestali applicate alla tutela, gestione e salvaguardia dell’ambiente, del territorio e degli ecosistemi forestali, attraverso l’organizzazione di corsi, convegni e conferenze e scambio di best practices.

Inoltre, nell’accordo  sono previste forme di collaborazione tecnico – scientifiche a supporto delle attività di indagine e delle iniziative divulgative e di sensibilizzazione per la diffusione della cultura ambientale.

L’Arma, per la realizzazione delle finalità dell’accordo, interesserà per le attività di formazione del personale il comando delle scuole (in modo particolare la scuola forestale Carabinieri di Cittaducale) e, per le attività gestionali delle aree protette e operative, il comando unità per la tutela forestale, ambientale e agroalimentare Carabinieri.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri, comando generale
______________________________________________________________

Presentazione del libro “L’arma dei Carabinieri nel Veneto”

Foto 2

Trebaseleghe (PD), 19 dicembre 2017 – Nella mattinata di oggi, in alla presenza del comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette e del presidente di Grafica Veneta dott. Fabio Franceschi, si è tenuta la presentazione del libro “L’Arma dei Carabinieri nel Veneto”, moderata dal direttore del Corriere del Veneto, dott. Alessandro Russello.

foto-1.jpeg

L’opera monografica, risultato della collaborazione fra il luogotenente Giorgio Gerardini ed il direttore responsabile di “Le Tre Venezie”, cavaliere Tonino Bortoletto, racconta la storia dell’Arma dei Carabinieri nel Veneto, chiamata sin dai primi passi dell’unità d’Italia a proteggere la popolazione veneta con la sua presenza, costante e certa in ogni contingenza. Le gesta eroiche, i grandi ideali ed il quotidiano sacrificio in oltre 150 pagine di immagini e testo.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
__________________________________________

Carabinieri: inaugurazione della nuova sede del RIS (Reparto Investigazioni Scientifiche) a Messina

Il nome della sede è stato dedicato al M.A.sUPS Alfio Ragazzi, croce d’onore – alla memoria – caduto in An-Nassiriya il 12 novembre 2003 nel palazzo dell’ex Intendenza di Finanza 

CAR_0333

Messina, 18 dicembre 2017 – Questa mattina, presso il palazzo dell’ex intendenza di Finanza di Messina, si è svolta la cerimonia di inaugurazione della nuova sede del Reparto Investigazioni Scientifiche (RIS) di Messina, alla presenza del comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, gen. c.a. Tullio del Sette, del comandante delle unità mobili e specializzate dei Carabinieri, gen. c.a. Sabino Cavaliere, e di Autorità civili e militari. La struttura è stata intitolata al M.A.sUPS Alfio Ragazzi, uno dei fondatori del RIS di Messina, croce d’onore alla memoria, vittima con altri connazionali, militari e civili, dell’attentato terroristico in AN-Nassiriya del 12 novembre 2003. All’evento è intervenuta, come madrina della cerimonia, la vedova signora Tiziana Montalto Ragazzi.

L’istituzione del reparto risale al 7 luglio 1992 quando, nel quadro del potenziamento del servizio delle investigazioni scientifiche nelle Regioni Sicilia e Calabria, il Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri ha determinato l’istituzione del Sottocentro Carabinieri Investigazioni Scientifiche. Il 1° gennaio 1999 il Sottocentro ha assunto la denominazione di Reparto Investigazioni Scientifiche e a seguito di successive revisioni ordinative ha potenziato gli organici e i mezzi, oggi impegnati nello svolgimento di analisi di laboratorio e di accertamenti tecnici nei seguenti settori delle scienze forensi: analisi del DNA, balistica comparativa, ripristino dei contrassegni matricolari su armi e auto-motomezzi, ricerca e analisi al microscopio elettronico dei residui dello sparo, analisi chimica tossicologica, merceologica, degli esplosivi e degli infiammabili, esami dattiloscopici, fonici e di audiovisivi, accertamenti grafici di falso documentale e di manoscritture. Dal maggio 2008 il reparto è certificato ISO 9001/2008, per l’erogazione dei servizi di analisi chimica, biologica e dattiloscopica e dal 14 aprile 2016 è accreditato ISO 17025 per l’analisi del DNA.

A distanza di 25 anni dalla sua costituzione, il RIS di Messina, articolato su 7 sezioni e un nucleo reperti, può oggi vantare la collocazione in questa prestigiosa sede che, nel vantare circa 2500 mq, soddisfa pienamente i requisiti infrastrutturali e impiantistici previsti dalla normativa vigente in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro e quelli connessi con le norme internazionali di certificazione / accreditamento dei laboratori di scienze forensi”.

© Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri, comando generale
______________________________________________________________

Carabinieri: il comandante generale Tullio Del Sette insignito della legione al merito degli Stati Uniti d’America

DSC_0209 

Roma, 28 novembre 2017 – Due giorni fa presso l’ambasciata USA a Roma, l’ambasciatore Lewis M. Eisenberg ha consegnato la Legione al Merito statunitense al comandante generale Tullio Del Sette, concessa dal Presidente degli Stati Uniti d’America per “Per l’eccezionale e meritoria attività svolta, quale Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri, a supporto della Combined Joint Task Force della missione Inherent Resolve, dal 1° marzo 2015 al 1° marzo 2016. Il generale Del Sette ha guidato i Carabinieri nel corso di una fase cruciale della battaglia Alleata contro lo Stato Islamico dell’Iraq, ove ha creato le condizioni per la realizzazione di attività addestrative, di supporto ed assistenza alle articolazioni della Polizia Irachena. Il suo significativo contributo nel permettere la conduzione dell’addestramento basico e avanzato di oltre 1000 Ufficiali della Polizia Irachena ha promosso il processo di stabilizzazione regionale, incrementando l’ordine e la sicurezza pubblica ed il ristabilimento dello stato di diritto. La sua linea di comando ha segnato una tappa fondamentale della via che porterà alla piena stabilizzazione dei territori precedentemente occupati dallo stato Islamico dell’Iraq, di cui le capacità di polizia sono una componente fondamentale. Il successo dei Carabinieri e la direzione del Generale Del Sette hanno fornito credibilità alla Coalizione internazionale, alla Combined Joint Task Force, al Governo e alle Forze di sicurezza irachene. Il costante impegno del Gen. Del Sette, lo spirito di iniziativa, l’eccezionale leadership e l’eccellente capacità di gestione rendono onore a Lui, alle Forze Armate italiane e alla Repubblica italiana”.

DSC_0286A

La Legione al Merito, sesta nell’ordine delle più alte decorazioni USA, è stata creata dal presidente Franklin D. Roosevelt il 20 luglio 1942 ed è concessa ai membri dell’Esercito americano e delle Nazioni alleate. L’Onorificenza è l’unica statunitense con diversi gradi; quella concessa al generale Del Sette è grado “Comandante”.

Un importante riconoscimento che mette ancor più in evidenza il ruolo di primo piano svolto dall’Arma dei Carabinieri nella stabilizzazione dei territori iracheni, nell’ambito del contributo fornito dalla Difesa italiana.  

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
___________________________________________

I Carabinieri celebrano la Virgo Fidelis, loro patrona

Ricorrono oggi la “Virgo Fidelis”, patrona dell’Arma, il 76° anniversario della “Battaglia di Culqualber” e la “Giornata dell’Orfano”.

MNN_7711

Roma, 21 novembre 2017 – Le celebrazioni della patrona dell’Arma, Maria Virgo Fidelis, sono iniziate questa mattina a Roma, nel Museo Storico di piazza Risorgimento, dove il comandante generale Tullio Del Sette ha deposto una corona d’alloro al Sacrario in onore dei Carabinieri caduti.

Successivamente il generale Del Sette ha partecipato, insieme ai Carabinieri in servizio nei reparti della capitale, alla messa in onore della patrona, presso la Legione Allievi Carabinieri.

Nel pomeriggio, a Incisa Scapaccino (AT), presso la chiesa di San Giovanni Battista, primo Santuario d’Italia dedicato alla “Virgo Fidelis”, alla presenza del sottosegretario di Stato all’interno on. Giampiero Bocci, del generale Del Sette, di rappresentanti dell’Associazione Nazionale Carabinieri, dell’Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma e di delegati della rappresentanza militare verrà celebrata la santa messa, che sarà officiata dal presidente della CEI cardinale Gualtiero Bassetti, dall’ordinario militare mons. Santo Marcianò e dal vescovo di Acqui mons. Pier Giorgio Micchiardi.

LDB_9147

La chiesa di San Giovanni Battista ha per l’Arma un alto valore simbolico: il 16 febbraio del 1802 vi fu battezzato il car. Giovanni Battista Scapaccino, originario di Incisa e prima Medaglia d’Oro al Valor Militare dell’Arma dei Carabinieri.

Sarà presente oggi il pronipote dell’eroe, il Maestro Marcello Rota, che dirigerà le musiche della celebrazione liturgica, eseguite dalla Fanfara del 3° reggimento Carabinieri “Lombardia” con un quintetto d’archi e due cantanti lirici, il soprano Federica Neglia e il giovane tenore Matteo Bocelli, figlio di Andrea.    

La messa sarà preceduta dalla celebrazione della “Giornata dell’Orfano”. Il comandante generale premierà alcuni orfani di Carabinieri assistiti dall’O.N.A.O.M.A.C. che si sono particolarmente distinti negli studi.

Nel luogo che ha visto battezzato la prima medaglia d’oro dell’Arma il comandante generale consegnerà inoltre un encomio solenne all’appuntato scelto Riccardo Capeccia, effettivo alla Compagnia Carabinieri di Villanova d’Asti, che il 21 aprile scorso, con grande coraggio, è salito su un autotreno in movimento, fuori controllo a causa di un malore che aveva colpito l’autista, riuscendo ad arrestarne la corsa prima del sopraggiungere di altri veicoli.

Nell’occasione sarà inoltre scoperta una lapide commemorativa del Carabiniere Scapaccino, voluta dal comune di Incisa Scapaccino, in memoria dell’illustre figlio. 

—- . —- . —- . —- . —-

La celebrazione della Virgo Fidelis risale al 1949, quando Sua Santità Pio XII proclamò ufficialmente Maria “Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri”, fissandone la ricorrenza al 21 novembre: data in cui la cristianità celebra la presentazione di Maria Vergine al tempio e anniversario della “Battaglia di Culqualber”.

Il 21 novembre del 1941, infatti, ebbe luogo una delle più cruente battaglie in terra d’Africa, nella quale un battaglione di Carabinieri si sacrificò nella difesa, protrattasi per tre mesi, del caposaldo di Culqualber. Quei caduti sono andati a far parte della folta schiera di Carabinieri che, in pace ed in guerra, hanno saputo tener fede al giuramento prestato fino all’estremo sacrificio. Alla bandiera dell’Arma dei Carabinieri fu conferita, per quel fatto d’arme, la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare, dopo quella ottenuta per la partecipazione alla Prima Guerra Mondiale.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
__________________________________________

Il comandante generale Tullio Del Sette saluta tutti i partecipanti e il personale del Centro Sportivo Carabinieri

Foto di gruppo_PIS7238

Roma, 13 novembre 2017 – In mattinata presso il Comando Unità Mobili e Specializzate “Palidoro”, il comandante generale dell’Arma Tullio Del Sette ha incontrato atleti, paratleti, tecnici, preparatori, comandanti di sezione e sezioni giovanili del Centro Sportivo Carabinieri.

Nell’occasione, alla presenza del vice presidente vicario del CONI professore Franco Chimenti, dei vertici dell’Arma, di esponenti degli organismi di rappresentanza e del comandante del Centro Sportivo Carabinieri, il comandante generale ha premiato gli atleti distintisi nelle recenti competizioni sportive.

Alla cerimonia hanno partecipato “vecchie glorie” dello sport dell’Arma e dell’ex gruppo sportivo forestale, tra cui Gianni Crepaldi (4 volte campione mondiale a squadre e campione del mondo militare individuale di atletica leggera), Giovanni De Benedictis (medaglia di bronzo olimpico e due volte medaglia d’argento ai mondiali di marcia), Marcello Guarducci (medaglia di bronzo ai campionati mondiali e 34 volte Campione italiano di nuoto), Giuseppe Miccoli (campione mondiale militare e vincitore della Coppa del mondo di maratona), Leonardo Pettinari (medaglia d’argento olimpica e 6 volte campione mondiale di canottaggio), Umberto Pusterla (4 volte campione mondiale militare a squadre e campione europeo di atletica leggera) e il mar. magg. Dino Costantini (6 volte campione italiano di equitazione),

Il generale Del Sette ha espresso agli atleti il suo vivo compiacimento per i lusinghieri risultati ottenuti, frutto di un allenamento fatto di sacrificio, impegno, disciplina e passione, gli stessi valori che animano l’azione quotidiana dei Carabinieri in ogni contrada d’Italia, così come all’estero, ribadendo l’impegno dell’Arma per lo Sport.

ELENCO ATLETI PREMIATI

  • Appuntato Errigo Arianna, campionessa europea individuale, bronzo individuale e oro a squadre ai campionati mondiali, disciplina scherma specialità fioretto;
  • Carabiniere scelto Batini Martina, campionessa europea e mondiale a squadre e vincitrice di una prova di coppa del mondo di fioretto femminile;
  • Carabiniere scelto Marconcini Matteo, vice campione del mondo disciplina judo specialità Kg -81;
  • Carabiniere scelto Resca Daniele, campione del mondo individuale e a squadre, disciplina tiro a volo specialità fossa olimpica;
  • Carabiniere scelto Gregorio Rossella, vice campionessa europea individuale e campionessa del mondo a squadre, disciplina scherma specialità sciabola;
  • Carabiniere Oppo Stefano, vice campione del mondo e medaglia di bronzo ai campionati europei, disciplina canottaggio specialità due di coppia pesi leggeri;
  • Carabiniere Chiappinelli Yohannes, campione europeo under 22, disciplina atletica leggera specialità 3000 metri siepi;
  • Carabiniere Iezzi Alessia, Vincitrice coppa del mondo di tiro a volo nella specialità “fossa olimpica”;
  • Lopez Maria Lea (sez. giovanile), campionessa del mondo under 19 e campionessa europea youth A, disciplina pentathlon moderno.

—- . —- .  —- . —- . —-

IL CENTRO SPORTIVO CARABINIERI

Il Centro Sportivo Carabinieri, costituito nel 1964, si articola, a seguito della confluenza dal 1° gennaio 2017 del gruppo Sportivo del Corpo Forestale dello Stato, in 11 sezioni: atletica (Bologna), arti marziali, nuoto, scherma, pentathlon moderno triathlon e ciclismo, tiro a segno/a volo ed equitazione (Roma), sport invernali (Selva di Val Gardena – BZ – e Auronzo di Cadore – BL), canoa fluviale (Carpanè – VI), canottaggio e canoa olimpica (Sabaudia – LT), pugilato (Castel Volturno – CE). Vi è poi la sezione di paracadutismo sportivo (Livorno) che dipende direttamente dal 1° Reggimento Carabinieri Paracadutisti “Tuscania”.

Per i paratleti nel 2014 lo Stato Maggiore della Difesa ha creato una sezione di “Promozione e sviluppo dell’attività sportiva per il personale disabile della Difesa”. Il progetto è rivolto ai militari iscritti nel ruolo d’onore ed ai parzialmente idonei al servizio militare incondizionato, affetti da disabilità (anche non a causa di servizio) riconducibili alle categorie paralimpiche. 

 

© All rights reserved
Fonte e immagine: Arma dei Caravinieri
___________________________________________

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade