Archivi tag: terra dei fuochi

Operazione Terra dei Fuochi: militari scoprono opificio abusivo gestito da cittadino cinese

296701a8-2c5f-4132-9574-fbdcdde075feok_terra

San Giuseppe Vesuviano (NA), 25 luglio 2014 – Mercoledì notte, durante il servizio di pattugliamento e perlustrazione nell’area del comune di San Giuseppe Vesuviano (NA), gli uomini dell’Esercito hanno notato due individui, a bordo di un’autovettura, intenti ad abbandonare dei rifiuti in via Vasca al Pianillo.
La pattuglia dell’esercito ha reso vana la loro fuga, avendo rilevato la targa e il modello dell’auto.
Informato il competente commissariato di zona, l’autovettura è stata identificata e sottoposta a fermo amministrativo.
La Polizia di Stato, congiuntamente alla pattuglia dell’Esercito in turno di servizio nell’operazione Terra dei Fuochi, ha così individuato il proprietario dell’auto, un cittadino di nazionalità cinese, scoprendo presso la sua residenza, un opificio abusivo.
Oltre al sequestro del locale e dell’autovettura, le forze dell’ordine hanno denunciato il proprietario e segnalato altre quattro persone di nazionalità cinese, tra cui un minore, alla competente Procura di Napoli.
Un altro successo dunque da parte del personale dell’esercito che al momento impiega personale del 10° Reggimento Genio Guastatori di Cremona, al comando del colonnello Massimo Bendazzoli, con il coordinamento del 2° Comando Forze di Difesa (2° FOD) di San Giorgio a Cremano (NA).
Soltanto nelle ultime due settimane, l’Esercito Italiano ha contributo allo spegnimento di sette roghi, al censimento di sei nuovi siti di discariche illegali e al controllo di circa 1200 persone e oltre 340 autovetture.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


L’esercito intensifica la lotta ai roghi nella terra dei fuochi

Napoli, 10 giugno 2014 – Nello scorso fine settimana le pattuglie dell’Esercito sono intervenute ben 5 volte per segnalare e prevenire roghi nelle due province campane interessate all’Operazione Strade Sicure – Terra dei Fuochi.

I militari dell’Esercito, nelle ultime due settimane con la loro continua l’attività di controllo, diurna e notturna, hanno permesso lo spegnimento, con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, di decine di roghi su discariche abusive che potevano minacciare proprietà private e strade di grande viabilità, causando maggiori danni, disagi o gravi incidenti. Per questo motivo, l’Esercito, ha intensificato la lotta ai roghi con maggiore attenzione negli avvistamenti, nell’incessante coordinazione con altre organizzazioni presenti sul territorio e con la collaborazione dei cittadini comuni, sempre più coinvolti per evitare la propagazione d’incendi e la conseguente dispersione di sostanze tossiche.

Le operazioni sul territorio sono coordinate dal 2° Comando Forze di Difesa di San Giorgio a Cremano (NA) che controlla tutta l’Italia centro-meridionale e le isole, avvalendosi, nella Terra dei Fuochi, dell’operato del personale del 32° Reggimento Carri di Tauriano (PN). Questa azione di contrasto è sempre collegata ai positivi risultati che si stanno ottenendo sul monitoraggio delle discariche abusive e nelle segnalazioni di personale che commette reati ambientali sorpreso ad abbandonare rifiuti in discariche non autorizzate e segnalato alle Forze dell’Ordine per i provvedimenti del caso.

Nei giorni scorsi anche il sottosegretario alla difesa Gioacchino Alfano ha incontrato i militari che operano nella regione, formulandogli la gratitudine del Paese e del Governo per il loro importante operato. Gli uomini e le donne dell’Esercito operano nell’ambito dell’operazione Strade Sicure tra le province di Napoli e di Caserta, un’area vasta circa 200 km quadrati, in concorso alle Forze dell’Ordine per la prevenzione dei reati ambientali e per la rimozione del materiale interrato.

Sono circa 4000 i militari dell’Esercito che dal 4 agosto 2008, sono impiegati in concorso alle forze di Polizia nell’operazione nazionale “Strade Sicure” in attività di pattugliamento e di vigilanza ad obiettivi sensibili, aree metropolitane, ai centri di identificazione ed espulsione (CIE) e ai Centri Assistenza Richiedenti Asilo (C.A.R.A.). Dall’agosto 2008, inizio dell’operazione, l’Esercito ha contribuito al sequestro di più di 2 tonnellate di droga, oltre 560 armi, quasi 12.000 mezzi, a più di 14.000 arresti e a controllare circa 1 milione e 900mila persone ed oltre un milione di mezzi.

© All rights reserved 
Fonte: Stato Maggiore Esercito


Terra dei Fuochi: i militari dell’Esercito hanno sorpreso piu di 1300 persone che gettavano rifiuti in discariche non autorizzate

2 maggio 2014 – Con oltre 450 pattuglie sono state controllate più di 1300 persone sorprese a gettare rifiuti in discariche non autorizzate nella Terra dei Fuochi e circa 20 persone sono state fermate e consegnate alle Forze di Polizia. Questi i numeri del primo mese di operazioni che le donne e gli uomini dell’Esercito stanno svolgendo nell’ambito dell’operazione Strade Sicure in concorso alle Forze dell’Ordine per la prevenzione dei reati ambientali e per la rimozione del materiale interrato tra le province di Napoli e di Caserta, un’area vasta circa 200 km quadrati.

I militari dell’Esercito con la loro continua attività di controllo e di perlustrazione hanno evitato ulteriori sversamenti di rifiuti abusivi e, con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, hanno spento decine di roghi nelle aree urbane di Frignano, Maddaloni, Marigliano, Gricignano di Aversa, Teverola, Carditrello, Marcianise e Pineta Riviera.
Sono circa 4000 i militari dell’Esercito che dal 4 agosto 2008, sono impiegati nell’operazione nazionale “Strade Sicure” in attività di pattugliamento e di vigilanza ad obiettivi sensibili, aree metropolitane, centri di identificazione ed espulsione (CIE) e Centri Assistenza Richiedenti Asilo (C.A.R.A.).

Dall’agosto 2008, inizio dell’operazione, l’Esercito ha contribuito al sequestro di più di 2 tonnellate di droga, di oltre 560 armi, di quasi 12.000 mezzi, ha contribuito inoltre a più di 14.000 arresti e al controllo di circa 1 milione e 900mila persone e al controllo di oltre un milione di mezzi.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell’Esercito
Foto: © Stato Maggiore dell’Esercito


Terra dei Fuochi: via libera all’Esercito per contrastare le ecomafie

Roma, 14 gennaio 2014 – (Adnkronos) – Un contingente complessivo di almeno 400-450 militari, da impiegare a rotazione per assicurare una vigilanza continua ai siti, laboratori ‘campali’ (compresi quelli per le rilevazioni nbc -nucleare, biologico e chimico) adatti all’utilizzo anche in luoghi impervi e dissestati, sistemi di sorveglianza notturna terrestre e piccoli ‘droni’, aerei senza pilota del 41° reggimento Cordenons di Sora (Fr): potrebbe concretizzarsi in questo modo, apprende l’Adnkronos in ambienti della Difesa, il contributo dell’Esercito nel caso di un eventuale invio nella ‘Terra dei Fuochi’. Oggi il sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano ha espresso il parere favorevole del governo all’impiego dell’Esercito in Campania, per contrastare più efficacemente il fenomeno delle ecomafie nella zona al confine tra Napoli e Caserta. Il contingente militare dovrebbe essere reperito tra i soldati della brigata bersaglieri Garibaldi e potrebbe, in caso di necessità, essere portato fino a 800 uomini. I laboratori campali sarebbero forniti dal 7 reggimento Nbc di Civitavecchia secondo un indirizzo operativo ‘dual use’ dei mezzi in dotazione, vale a dire idonei all’impiego sul territorio italiano e nelle missioni all’estero. L’utilizzo di uomini e mezzi dell’Esercito per la sorveglianza nella Terra dei fuochi, si fa notare, avverrebbe solo in caso di eventuale richiesta delle prefetture.


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade