Annunci

Archivi tag: sicilia

Aeronautica Militare: continua l’impegno contro gli incendi in Sicilia

Elicotteri dell’Aeronautica Militare sono in servizio di allarme per lo spegnimento dei roghi dalla metà di luglio nell’ambito del supporto fornito dalla Difesa alla Protezione Civile per fronteggiare l’emergenza incendi

AIB_salemi_3

Trapani, 27 agosto 2017 – Verso le 19,00 di stasera è atterrato i l’elicottero HH-212 del soccorso aereo dell’Aeronautica Militare che dalle 14,40 di oggi ha operato nelle zone di Salemi e Calatafimi (TP) per concorrere alle operazioni di spegnimento di un vasto incendio.

Oltre 4 ore in volo, con una sola sosta per veloci rifornimenti di carburante sulla base di Trapani, da dove l’elicottero è decollato alle prime ore del pomeriggio su ordine del Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (Fe), il centro di comando e controllo che coordina questo genere di missioni in contatto diretto con il Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) della Protezione Civile.

Solo oggi sono stati effettuati 44 sganci, oltre 30 mila litri di acqua rilasciati per un totale di 4 ore volate nell’ambito del dispositivo della Difesa in supporto alla Protezione Civile per la lotta agli incendi.

AIB_salemi_1

Si tratta di elicotteri equipaggiati con una speciale benna in grado di caricare circa 700 litri di acqua, e di equipaggi addestrati e specializzati in attività antincendio. L’antincendio è una della capacità duali che l’Aeronautica Militare, in concorso con le altre Forze Armate, mette quotidianamente a disposizione della collettività nei casi di pubblica utilità o in occasione di calamità, operando in questo caso in stretta sinergia e a supporto delle diverse agenzie e corpi dello Stato impegnati nei soccorsi a terra e in volo.

I Centri di Ricerca e Soccorso dell’Aeronautica Militare dislocati sul territorio nazionale, tra cui l’80° CSAR di Decimomannu, sono Reparti di volo che dipendono dal 15° Stormo di Cervia, che garantiscono 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà. Essi, inoltre, concorrono ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, nonché l’intervento in casi di pubblica utilità o in occasione di calamità ed emergenze, quale appunto la capacità antincendio, una delle attività duali che l’Aeronautica Militare, in concorso con le altre Forze Armate, mette quotidianamente a disposizione della collettività nazionale.

©All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
__________________________________________
Annunci

Incendi in Sicilia: a ferragosto in volo senza sosta gli elicotteri dell’Aeronautica

Schermata 08-2457981 alle 22.03.15

Poggioreale (TR), 15 agosto 2017 – È atterrato da pochi minuti l’elicottero HH-212 del soccorso aereo dell’Aeronautica Militare che dalle 14,30 di oggi ha operato in zona Cautali, nel comune di Poggioreale (Trapani) per concorrere alle operazioni di spegnimento di un vasto incendio anche in questa giornata di Ferragosto.

Oltre sei ore in volo, con sole due soste  per veloci rifornimenti di carburante sulla base di Trapani, da dove l’elicottero è decollato alle prime ore del pomeriggio su ordine del Comando Operazioni Aeree di Poggio Renatico (Fe), il centro di comando e controllo  che coordina questo genere di missioni in contatto diretto con il Centro Operativo Aereo Unificato (COAU) della Protezione Civile.

Solo oggi sono stati effettuati 44 sganci, oltre 30 mila litri di acqua rilasciati. Con le missioni odierne salgono a circa 80 le ore di volo effettuate nell’ambito del dispositivo della Difesa in supporto alla Protezione Civile per la lotta agli incendi. Gli elicotteri dell’Aeronautica Militare stanno operando da metà luglio in Sicilia nell’ambito del dispositivo della Difesa in supporto alla Protezione Civile per la lotta agli incendi e da alcuni giorni un assetto analogo a quello intervenuto oggi, sempre dell’80° Centro CSAR (Combat Search and Rescue) di Decimomannu (Cagliari), è in prontezza anche in Sardegna. 

Schermata 08-2457981 alle 22.02.06

Si tratta di elicotteri equipaggiati con una speciale benna in grado di caricare circa 700 litri di acqua, e di equipaggi addestrati e specializzati in attività antincendio.

Gli assetti dell’Aeronautica Militare sono intervenuti praticamente ogni giorno nelle ultime settimane; le ultime missioni hanno interessato in particolare i comuni di Campofelice di Fitalia ed Alia nella provincia di Palermo.

L’antincendio è una della capacità duali che l’Aeronautica Militare, in concorso con le altre Forze Armate, mette quotidianamente a disposizione della collettività nei casi di pubblica utilità o in occasione di calamità, operando in questo caso in stretta sinergia e a supporto delle diverse agenzie e corpi dello Stato impegnati nei soccorsi a terra e in volo.

I Centri di Ricerca e Soccorso dell’Aeronautica Militare dislocati sul territorio nazionale, tra cui l’80° CSAR di Decimomannu, sono Reparti di volo che dipendono dal 15° Stormo di Cervia, che garantiscono 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo in difficoltà. Essi, inoltre, concorrono ad attività di pubblica utilità quali la ricerca di dispersi in mare o in montagna, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita ed il soccorso di traumatizzati gravi, nonché l’intervento in casi di pubblica utilità o in occasione di calamità ed emergenze, quale appunto la capacità antincendio, una delle attività duali che l’Aeronautica Militare, in concorso con le altre Forze Armate, mette quotidianamente a disposizione della collettività nazionale.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
__________________________________________

Emergenza incendi: anche oggi l’Aeronautica Militare in volo per contrastare i roghi in Sicilia

L’equipaggio dell’80° Centro CSAR chiamato ancora una volta ad intervenire

Schermata 08-2457974 alle 23.00.37

Decimomannu (CA), 8 agosto 2017 – Senza sosta l’attività degli uomini e dei mezzi dell’Aeronautica Militare nella lotta agli incendi che stanno affliggendo la regione Sicilia.

L’equipaggio dell’80° Centro C.S.A.R. (Combat Search and Rescue) di Decimomannu (Cagliari), a bordo di un elicottero HH-212, sta operando dalla tarda mattinata di oggi in tre diverse località nella parte ovest della Sicilia. Sino ad ora sono state effettuate due missioni, prima in una zona nel comune di Erice (TP) e successivamente nel comune di Bisacquino (PA) che hanno visto impegnato l’elicottero militare in oltre 20 sganci per un totale di circa 16.000 litri d’acqua. Attualmente l’elicottero dell’Aeronautica Militare si sta dirigendo in una zona nel comune di Termini Imerese (PA).

L’80° Centro C.S.A.R. fa parte del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare che ha come compiti quello di Search and Rescue (Ricerca e soccorso) nel territorio nazionale e nelle acque territoriali e internazionali intorno l’Italia e di cooperazione e intervento a favore della popolazione civile in caso di calamità. Negli ultimi anni anche in virtù del mutato scenario mondiale il 15° Stormo è anche impegnato in missioni umanitarie internazionali parallelamente agli impegni nazionali. Il Reparto ha inoltre acquisito le capacità di soccorso e di supporto nei riguardi di personale militare in territorio ostile (Combat SAR) e di supporto alla sicurezza di aree e obiettivi sensibili in occasione di grandi eventi pubblici in territorio nazionale come l’intercettazione di velivoli a basse prestazioni (Slow Movers Interception).

© All rights reserved
Fonte e immagine: Aeronautica Militare
___________________________________________

Polizia di Stato interviene in soccorso ai turisti sull’Etna

IMG-20170316-WA0008

Etna, 16 marzo 2017 – I poliziotti intervenuti sono in forza alla Questura di Catania e durante il periodo invernale vengono assegnati ai distaccamenti della Polizia di Stato presenti sul versante nord e sud del vulcano.

IMG-20170316-WA0009

© All rights reserved
Fonte e immagini: Polizia di Stato
______________________________________

Marina Militare, operazione Mare Sicuro: soccorsi altri 700 migranti in poche ore

Palermo, 23 febbraio 2016 – Sono 731 i migranti soccorsi stamattina dalle navi della Marina Militare durante il pattugliamento dello Stretto di Sicilia nell’ambito dell’Operazione Mare Sicuro.

Nave Cigala Fulgosi intervenuta in soccorso a tre natanti, ha recuperato un totale di 407 migranti  tra cui 4 cadaveri.

Nave Bettica è intervenuta in assistenza a due imbarcazioni recuperando 219 migranti.

Nave Scirocco ha assunto il coordinamento delle operazioni di ricerca e soccorso di un ulteriore gommone in precarie condizioni di galleggiamento, recuperando 105 migranti successivamente trasferiti sulla CP 941.

Le navi della Marina Militare sono inserite nel dispositivo aeronavale “Mare Sicuro” che svolge attività di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo Centrale al fine di assicurare la tutela degli interessi nazionali mediante la protezione delle linee di comunicazione, delle navi commerciali e delle piattaforme off-shore d’interesse nazionale.  

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina Militare
____________________________________

Marina Militare: le navi Bettica e Cigala Fulgosi soccorrono quasi 600 migranti nel fine settimana (video)

Nave Fulgosi, 21 febbraio: inizio soccorsi imbarcazioni

Nave Fulgosi, 21 febbraio: inizio soccorsi imbarcazioni

Palermo, 22 febbraio 2016 – Sono 599 i migranti soccorsi tra sabato e domenica dai pattugliatori Bettica e Cigala Fulgosi della Marina Militare durante il pattugliamento dello Stretto di Sicilia nell’ambito dell’Operazione Mare Sicuro.

Nave Fulgosi sabato 20 febbraio ha soccorso un gommone recuperando 122 migranti trasbordati successivamente sulla nave tedesca FGS Frankfurt impegnata nell’Operazione “Sophia” di Eunavfor Med. Ieri ha soccorso altre due imbarcazioni imbarcando 236 migranti che sono stati trasferiti sulla nave delle Capitanerie di Porto Dattilo.

Nave Bettica, 21 febbraio: screening sanitario

Nave Bettica, 21 febbraio: screening sanitario

Nave Bettica è intervenuta ieri in assistenza a due imbarcazioni in precarie condizioni di galleggiamento recuperando 241 migranti con donne e bambini. Tutti i migranti sono stati trasferiti sulla nave battente bandiera rumena MAI 0201.

I due pattugliatori della Marina Militare, al termine delle operazioni SAR, hanno ripreso il pattugliamento nell’ambito del dispositivo aeronavale “Mare Sicuro” che svolge attività di presenza, sorveglianza e sicurezza marittima nel Mediterraneo Centrale al fine di assicurare la tutela degli interessi nazionali mediante la protezione delle linee di comunicazione, delle navi commerciali e delle piattaforme off-shore d’interesse nazionale.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina Militare
___________________________________


Marina Militare soccorre due gommoni al largo della Libia

Il secondo migrante messo in salvo

Il secondo migrante messo in salvo

Roma, 12 agosto 2015 – Ieri la corvetta Fenice, il pattugliatore Orione e il cacciatorpediniere Mimbelli sono stati impegnati nello stretto di Sicilia nel soccorso a due gommoni con numerosi migranti a bordo.

Nel primo intervento nave Fenice ha soccorso 119 migranti.

Il secondo gommone è stato avvistato dall’elicottero di nave Mimbelli in pattugliamento.

I due migranti salvati a bordo elicottero si tengono per mano

I due migranti salvati a bordo elicottero si tengono per mano

Viste le precarie condizioni di galleggiamento del natante, poi affondato, sono state lanciate le zattere di soccorso dal velivolo della Marina Militare e nave Fenice ha diretto verso la zona alla massima velocità soccorrendo 52 migranti.

Successivamente l’elicottero di nave Orione, in pattugliamento nella zona del secondo soccorso, ha avvistato due migranti aggrappati ad un barile. I due migranti sono stati salvati dal personale dell’elicottero e trasbordati prima su nave Mimbelli per un controllo sanitario ed infine su nave Fenice che li sbarcherà a Lampedusa nella giornata di oggi.

Nave Mimbelli rimasta in zona ha continuato le ricerche di eventuali dispersi.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina Militare

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade