Archivi tag: Sergio Mattarella

4 maggio, 156° anniversario costituzione Esercito

11.000 uomini e donne giornalmente al servizio del Paese

 

Roma, 4 maggio 2017 –  Sono iniziate questa mattina con la deposizione di una corona d’alloro al Sacrario dei Caduti nel cortile d’onore di Palazzo Esercito, le celebrazioni per il 156° Anniversario della costituzione dell’Esercito Italiano.

Successivamente, all’ippodromo militare “generale Pietro Giannattasio” di Tor di Quinto, si è svolta la cerimonia militare alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, del ministro della Difesa Roberta Pinotti, del capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano e del capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico. Presenti anche le più alte autorità civili, religiose e militari dello Stato.

156Ann_EI_DSC_5462-2

Nel corso della cerimonia il capo dello Stato, Sergio Mattarella, ha conferito la Medaglia d’Oro al Valor Civile alla Bandiera di Guerra dell’Esercito, per il sacrificio e l’impegno profusi da migliaia di uomini e donne della Forza Armata che con il loro operato hanno contribuito a salvare vite umane e a ripristinare la sicurezza in quelle aree dell’Italia centrale colpite dalle nevicate e dal terremoto dello scorso anno.

Il presidente Mattarella ha inoltre insignito di decorazioni e riconoscimenti alcuni militari dell’Esercito particolarmente distintisi in operazioni all’estero e sul territorio nazionale.

Presenti del parterre ammassamenti dei vari corpi che poi ritroviamo nell’operazione di Sstrade Sicure: Eserciti, granatieri diSardegna, Lancieri di Montebello, Alpini, Bersaglieri, Lagunari, Paracadutisti, Aviazione, reggimento San Marco e brigata Sassari.

Dopo lo sfilamento i militari si sono esibiti in uno spettacolo che riportava lo spettatore al tempo passati, alpini e bersaglieri combattevano il nemico, con armi rigorosamente a salve, Il carosello si è concluso con la carica comandata dal colonnello Ettore Sarli comandante dello squadrone a cavallo dei Lancieri di Montebello.

156Ann_EI_DSC_5127

156Ann_EI_DSC_5941

© All rights reserved
_______________________

Giornata inaugurale del Salone del Libro: il presidente Mattarella visita lo stand Difesa

Torino, 14 maggio 2015 – Inaugurata la 28^ edizione del Salone Internazionale del Libro alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha successivamente incontrato il personale militare presso lo stand Difesa, dove le Forze Armate presentano le più recenti opere editoriali per la diffusione della #culturadelladifesa.

Attesa, per domani mattina con inizio alle ore 10.30, presso la Sala Blu del Padiglione 2, la cerimonia di premiazione del concorso letterario ‘La storia della Grande Guerra riletta dai giovani d’oggi – Mai più trincee’, indetto dal Ministero della Difesa in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca (MIUR). All’evento parteciperanno il Ministro della Difesa, Roberta Pinotti, il sottosegretario del MIUR Gabriele Toccafondi ed il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano.

Il concorso, aperto agli studenti italiani di ogni ordine e grado, ha riscosso un ampio consenso, con oltre 700 elaborati presentati che hanno avuto come filo conduttore la riflessione sull’esperienza della Prima Guerra Mondiale, sul significato storico della ricorrenza e sull’importanza dell’integrazione per preservare e garantire la stabilità dell’Europa.

Al termine della premiazione, il ministro Pinotti visiterà lo stand espositivo dell’Istituto Luce che ha realizzato il libro ”Fango e Gloria”. Il volume riprende il tema dell’omonimo film sul primo conflitto mondiale, presentato il 4 Novembre 2014 in tutta Italia in occasione della celebrazione del “Giorno dell’Unità Nazionale” e “Giornata delle Forze Armate”, realizzato sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e con il Patrocinio del Ministero della Difesa.

La mattinata proseguirà con la presentazione del libro “Mare Nostrum”, “La scelta di Catia” e “Il mare fra le terre”, in collegamento video con Nave Grecale della Marina Militare. Nel pomeriggio verranno ricordati i 90 anni della Rivista Aeronautica e presentati i libri “Lo spazio cibernetico tra esigenze di sicurezza nazionale e tutela delle libertà individuali”, “Pelle d’Ammiraglio”, “Mediterraneo ed oltre”, “In guerra sopra le nubi” e “I caduti dell’aviazione italiana nella Grande Guerra”. L’opera cine-televisiva “Media Combat Team History” “PALOMBiRO. Pagine dal fondo” concluderanno le attività della giornata.

Per ulteriori approfondimenti consultare il sito web della Difesa

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa

Giornata dell’unità nazionale: celebrato il 154° anniversario

Il presidente della repubblica Sergio Mattarella, accompagnato dal ministro della difesa Roberta Pinotti, ha deposto una corona d’alloro all’Altare della Patria in occasione delle celebrazioni per la Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera.

Roma, 17 marzo 2015 – ​Oggi a avuto luogo la cerimonia di deposizione di una corona d’alloro presso l’Altare della Patria da parte delle massime autorità civili e militari. Ad accompagnare il capo dello stato, il ministro della difesa Roberta Pinotti.

Presenti, tra gli altri, il presidente del senato Pietro Grasso, il presidente della camera Laura Boldrini e il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano.

Il presidente della repubblica italiana Sergio Mattarella, presso il Vittoriano a piazza Venezia a Roma, ha passato in rassegna i reparti della compagnia d’onore del Comando Militare della Capitale (Granatieri Di Sardegna per l’Esercito Italiano, Aeronautica Militare, Marina Militare, Arma dei Carabinieri, Guardia di Finanza) insieme al ministro della difesa sen. Roberta Pinotti, dal capo di Stato Maggiore della Difesa gen. Claudio Graziano, e al consigliere militare della Presidenza della Repubblica gen. Roberto Corsini. Ad accompagnare musicalmente la solenne cerimonia, nella giornata commemorativa del 154° anniversario dell’Unità d’Italia, la Banda Musicale dell’Esercito Italiano.

Dopo la deposizione di una corona d’alloro in Onore ai Caduti sulla tomba del milite ignoto e un minuto di silenzioso raccoglimento, il passaggio della Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN): Frecce Tricolori per portare simbolicamente a tutta la Nazione un messaggio augurale di unità.

Ad accompagnarlo, in questa terza “Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera” (istituita il 23 novembre del 2012 con la legge n. 222 “allo scopo di ricordare e promuovere i valori di cittadinanza e riaffermare e consolidare l’identità nazionale attraverso la memoria civica”) il presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso, la presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini, il presidente della corte costituzionale Alessandro Criscuolo, il ministro della difesa Pinotti e il capo di stato maggiore della difesa, generale  Graziano. Il capo dello stato ha poi ricevuto il saluto delle rappresentanze presidiarie interforze e dei presidenti delle associazioni combattentistiche e d’arma e dalla compagnia d’onore Assoarma.

Il presidente Mattarella ha voluto poi presenziare – nel pomeriggio – alla ormai tradizionale cerimonia del cambio della guardia d’onore presso il Palazzo del Quirinale in forma solenne. La sua presenza ha onorato grandemente il reggimento corazzieri e la fanfara del 4 reggimento Carabinieri a cavallo, che ha reso gli onori al capo dello Stato. Dopo che il lungo corteo di cavalli e cavalieri, con in testa il capo fanfara M.A.s.U.P.S. Fabio Tassinari, ha fatto ritorno nella caserma Alessandro Negri di Sanfront, il presidente della repubblica ha voluto salutare personalmente i numerosi presenti (nonostante il maltempo). Almeno stavolta non si è lasciato “rubare la scena” dalla mitica Briciola, mascotte della fanfara a cavallo dell’Arma dei Carabinieri…

di Claudia Giannini

© All rights reserved

Il generale Claudio Graziano è il nuovo capo di SMD

Roma, 28 febbraio 2015 – Si è svolta questa mattina la cerimonia di cambio del Capo di Stato Maggiore della Difesa, alla presenza del presidente della repubblica, Sergio Mattarella e del ministro della difesa, Roberta Pinotti, presso il Comando in Capo della Squadra Navale della Marina Militare (CINCNAV). Da oggi ​il generale Claudio Graziano subentra all’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, che oggi lascia l’incarico (assunto il  31 gennaio 2013) e il servizio attivo.

La cerimonia è iniziata con una parata di formazione interforze: aeronautica militare,marina militare, lancieri di Montebello e granatieri di Sardegna per l’esercito e carabinieri, precedti dalla banda della marina militare. Sono poi passati in rassegna i medaglieri e i labari delle varie associazioni d’arma e in ultimo le bandiere di guerra.

È poi arrivato il presidente della repubblica Sergio Mattarella, accompagnato dal ministro della difesa Roberta Pinotti, e il comandante uscente, l’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e il comandante subentrante, il generale Claudio Graziano. A turno sono intervenuti con un discorso.

Nel corso del suo intervento, il ministro Pinotti ha ringraziato l’ammiraglio Binelli Mantelli per il determinante lavoro svolto nel suo mandato ed ha rivolto al generale Graziano gli auguri per il nuovo incarico.

L’odierno avvicendamento avviene in un momento insieme delicato e importante” ha detto il Ministro. “Delicato perché la situazione internazionale si è progressivamente deteriorata nell’ultimo quinquennio e, in modo particolare, nell’ultimo anno” ha aggiunto il Ministro,  spiegando come l’arco della crisi coinvolga i confini meridionali e orientali dell’Unione Europea con situazioni di particolare preoccupazione anche alle porte del nostro Paese.

Importante – ha aggiunto – perché per garantire una cornice di sicurezza adeguata alla portata di questi rischi e di queste minacce, il Governo si è impegnato lo scorso anno nell’elaborazione di un ‘Libro Bianco per la sicurezza internazionale e la difesa’ che attendo di poter presentare al prossimo Consiglio Supremo di Difesa e, successivamente, al Parlamento e all’opinione pubblica”.

Soffermandosi sul concetto di sistema difesa “credibile e chiaro punto di riferimento per la collettività, requisito indispensabile per ogni Paese che voglia essere e restare libero e democratico”, il ministro ha sottolineato come in questi decenni le Forze Armate si siano costruite un patrimonio di credibilità, esperienza e capacità, sia di fronte all’opinione pubblica nazionale che a quella internazionale.

Alla cerimonia, che si è svolta davanti a un reparto di formazione interforze, erano presenti, tra gli altri, il presidente del senato Pietro Grasso, i sottosegretari di stato alla difesa Domenico Rossi e Gioacchino Alfano, alcuni ex ministri della difesa, numerose autorità politiche, civili, religiose e militari.

Cos’è il CINCNAV

Il CINCNAV (Comando in Capo della Squadra Navale) è una struttura la cui missione è approntare e impiegare, in via continuativa, le forze aeronavali e anfibie dipendenti, per contribuire alla sorveglianza integrata degli spazi marittimi di interesse nazionale e garantire la proiezione di capacità sul mare e dal mare. Sono accentrate presso il CINCNAV i compiti dell’attività operativa, di addestramento, del controllo dell’efficenza e dell’approntamento bellico delle Forze.

Al suo interno sono situate, tra le tante strutture, la Centrale Operativa di Sorveglianza Marittima (COSM) e la Centrale Operativa Aeronavale (COAN), che consente a CINCNAV di esercitare il controllo operativo delle forze assegnate, attraverso un articolato sistema di comando e controllo, il cui cuore è rappresentato dal Maritime Command and Control Information System (MCCIS), sistema interoperabile con tutti gli omologhi sistemi della NATO e dell’UE.

Se interessati all’acquisto delle immagini CLICCARE QUI o se non presenti nell’archivio contattare la fotografa

Alcuni momenti della cerimonia

Questo slideshow richiede JavaScript.

© All rights reserved
Immagini: © Ph. Monica Palermo

Il presidente Mattarella: forze armate essenziali per la pace

Roma, 3 febbraio 2015 – Il capo dello stato , in occasione del discorso per il suo insediamento, ha sottolineato il ruolo fondamentale delle Forze Armate per la pace. ​”Alle Forze armate, sempre più strumento di pace ed elemento essenziale della nostra politica estera e di sicurezza, rivolgo un sincero ringraziamento, ricordando quanti hanno perduto la loro vita nell’assolvimento del proprio dovere“.

Nel suo discorso di insediamento, pronunciato questa mattina a Montecitorio subito dopo la formula di rito del giuramento, il presidente della repubblica Sergio Mattarella ha rimarcato l’importanza dell’opera svolta quotidianamente in Patria e all’estero degli uomini e dalle donne delle Forze Armate a sostegno della pace.

Il presidente ha rivolto il suo pensiero anche ai fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, ricordando che “occorre continuare a dispiegare il massimo impegno affinché la delicata vicenda trovi al più presto una conclusione positiva, con il loro definitivo ritorno in Patria”.

Concluso il discorso, il presidente Mattarella si è recato all’Altare della Patria per deporre una corona d’alloro al Sacello del Milite Ignoto.

Al momento della deposizione, sulle note del silenzio, il tradizionale sorvolo  delle Frecce Tricolori.

Ad accompagnare il presidente Mattarella, il presidente del consiglio Matteo Renzi, il consigliere militare del Quirinale Rolando Mosca Moschini e il capo di stato maggiore della difesa Luigi Binelli Mantelli.

193a872f-3f86-40ab-af7b-e36ca122a35610Medium

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa

Messaggio del capo di stato maggiore della difesa al neo presidente della repubblica

Roma, 03 febbraio 2015 – In occasione dell’insediamento del neo presidente della repubblica, on. Sergio Mattarella, l’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, capo di stato maggiore della difesa, ha inviato il seguente messaggio: “signor presidente voglia gradire le più vive congratulazioni per la sua elezione a capo dello stato e comandante supremo delle forze armate. Certi di trovare nella sua persona un costante sicuro riferimento e una guida illuminata nell’assolvimento del complesso quotidiano impegno al servizio della pace e della difesa dei valori supremi, le donne e gli uomini delle forze armate si uniscono nell’augurarle ogni successo per il bene della nazione.”

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa

17 marzo: 153° Anniversario della Giornata dell’Unità Nazionale

Roma, 17 marzo 2014 – Questa mattina il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nell’ambito delle celebrazioni per commemorare la Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera, ha deposto una corona di alloro all’Altare della Patria.

Ad accompagnare il Capo dello Stato, oltre al Ministro della Difesa Roberta Pinotti, c’erano, tra gli altri, il Presidente del Senato Pietro Grasso, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Vice Presidente della Camera Marina Sereni, il Giudice della Corte Costituzionale Sergio Mattarella, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e il Sindaco di Roma Ignazio Marino.

Alla cerimonia, che ha celebrato il 153° anniversario dell’Unità d’Italia, hanno partecipato Autorità politiche, civili, religiose, i Vertici della Difesa e della Guardia di Finanza, ed hanno assistito numerosi cittadini.

Un momento solenne che ha voluto celebrare la Giornata dell’Unità Nazionale, istituita nel novembre 2012 con la legge n.222 con l’obiettivo di ricordare e promuovere i valori di cittadinanza e riaffermare e consolidare l’identità nazionale attraverso il ricordo e la memoria civica.

A suggellare la cerimonia, il sorvolo delle Frecce Tricolori.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade