Annunci

Archivi tag: Salvatore Farina

Cambio di comandante al NATO Joint Force Command, alla guida un generale italiano

Il generale Riccardo Marchiò subentra al generale Salvatore Farina. Per la seconda volta un generale italiano è chiamato alla guida del NATO Joint Force Command (JFC) di Brunssum. 

Schermata 2018-02-21 alle 21.16.18

Brunssum – Paesi Bassi, 21 febbraio 2018 – Si è svolta questa mattina la cerimonia di cambio al comando del NATO Joint Force Command (JFC) di Brunssum tra il generale Salvatore Farina, cedente, e il generale Riccardo Marchiò subentrante.

Oltre al generale Claudio Graziano, capo di Stato Maggiore della Difesa, erano presenti numerose autorità militari e civili dell’Alleanza Atlantica, tra cui il generale Curtis Scaparotti, comandante supremo delle forze NATO in Europa (SACEUR), e l’ammiraglio Rob Bauer, capo di Stato Maggiore della Difesa olandese.

A margine della cerimonia, il generale Claudio Graziano ha rimarcato che il generale Salvatore Farina, alla guida del JFC da marzo del 2016, e destinato ad assumere, tra pochi giorni, l’incarico di capo di Stato Maggiore dell’Esercito, è stato il primo comandante italiano di questo importante comando della NATO. Il fatto che a succedergli sia un altro generale italiano è “testimonianza e riconoscimento della professionalità espressa e dell’impegno profuso in questi anni dalle nostre Forze Armate, in ogni teatro operativo in cui la NATO è stata chiamata ad operare, nonché dell’indiscusso prestigio di cui il nostro Paese gode all’interno dell’Alleanza”.

Schermata 2018-02-21 alle 21.16.05 

Il capo di Stato Maggiore ha poi affermato che “di fronte alle attuali minacce alla sicurezza internazionale, nessun Paese ha la capacità e i mezzi per poter agire efficacemente da solo e, quindi, il ruolo delle organizzazioni internazionali, come la NATO e l’Unione Europea, assume una rilevanza senza precedenti e ci è richiesto di parteciparvi con un ruolo da protagonisti”.

Il generale Claudio Graziano ha poi concluso ringraziando calorosamente, anche a nome delle Forze Armate, il generale Farina per gli importanti traguardi conseguiti nel suo periodo di comando. Infatti, ha ricordato che “il JFC di Brunssum è stato un interprete importante nel processo di irrobustimento delle misure di deterrenza e difesa collettiva dell’Alleanza, attraverso lo schieramento di quattro battlegroups multinazionali; l’enhanced Forward Presence (eFP) nei tre Stati baltici e in Polonia; il rafforzamento delle attività di protezione dello spazio aereo; l’Air Policing, nonché nelle attività di sostegno e supporto alle forze di sicurezza dell’Afghanistan, teatro operativo di cui Brunssum è direttamente responsabile”. Un particolare augurio è andato al generale Marchiò, di cui ha ricordato l’ampia esperienza internazionale (è stato infatti vice comandante del Corpo di Reazione Rapida britannico e comandante di quello italiano), per un proficuo periodo al comando del JFC di Brunssum.

Schermata 2018-02-21 alle 21.17.04

Il NATO JFC di Brunssum è un comando di livello operativo della componente militare dell’Alleanza Atlantica che ha, tra i suoi principali compiti, il comando e controllo della missione “Resolute Support” in Afghanistan, il comando operativo della NATO Responce Force (a rotazione con il “comando gemello” di Napoli), nonché la gestione delle attività di presenza e deterrenza sul fianco est della NATO.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Difesa
___________________________________________
Annunci

NATO: il Nrdc-Ita assume la guida della componente terrestre con il generale Roberto Perretti

NRDC-ITA assume formalmente la responsabilità sulla componente terrestre della NRF 2018

f0a414e7-380a-4fd3-9e1d-73d50aabf53bpassaggio di consegneMedium

Solbiate Olona, 10 gennaio 2018 – Oggi, presso la caserma “Ugo Mara”, alla presenza del capo di Stato Maggiore dell’Esercito – generale di corpo d’armata Danilo Errico, del comandante del comando operativo alleato Interforze di Brunssum in Olanda – generale di corpo d’armata Salvatore Farina e del comandante del comando terrestre alleato (LANDCOM) – generale di corpo d’armata Darryl A. Williams – ha avuto luogo la cerimonia che ha sancito il passaggio del testimone nel comando della componente terrestre della NATO Response Force (NRF) tra l’Allied Rapid Reaction Corps (ARRC) comandato dal generale di corpo d’armata Tim Radford e il NATO Rapid Deployable Corps – Italy (NRDC-ITA) comandato dal generale di corpo d’armata Roberto Perretti.

Il Nrdc-Ita assume per la quarta volta la responsabilità di guidare la componente terrestre (Land Component Command) della NATO Response Force dopo un lungo e articolato periodo di preparazione, durato oltre un anno, che ha visto il comando impegnato in numerose e complesse attività addestrative finalizzate a completare l’addestramento individuale del personale e a testare e affinare le procedure di lavoro, prima di essere dichirato “combat ready” con l’esercitazione “Brilliant Ledger 2017” che, sotto l’attenta supervisione di un team di 40 esperti valutatori militari, ha visto imepegnati a Solbiate Olona (VA) e Bellinzago Novarese (NO) oltre 1000 militari provenienti da 15 nazioni dell’Alleanza e 85 reparti diversi delle forze armate italiane.

94955b44-4a02-4256-a340-e6767902670enrdc nrf (10)Medium

La NATO Response Force, creata nel 2002, è un complesso di forze ad elevata prontezza, tecnologicamente avanzata e altamente addestrata, costituita da componenti terrestre, marittima, aerea, di forze speciali e di supporto logistico con personale e mezzi forniti a rotazione dai Paesi membri, per consentire all’Alleanza di far fronte prontamente a tutte le sfide alla sicurezza, dalla difesa collettiva alla gestione delle crisi. A seguito delle decisioni assunte nel vertice del Galles del 2014, l’Nrf è stata potenziata con un’aliquota di forze in altissima prontezza denominata Very High Readiness Joint Task Force (VJTF), estremamente flessibile e modulare, capace di spiegarsi con immediatezza. Nel suo insieme l’Nrf è composta da circa 40.000 uomini.

Il NATO Rapid Deployable Corps – Italy è un comando multinazionale con sede a Solbiate Olona (VA), è alle dipendenze del Comandante Supremo delle Forze Alleate in Europa (SACEUR). L’Italia ne è la nazione guida e fornisce circa il 75% del personale. Il rimanente 25% è costituito da militari provenienti da altre dodici nazioni: Albania, Bulgaria, Francia, Germania, Grecia, Paesi Bassi, Slovenia, Spagna, Turchia, Regno Unito, Stati Uniti e Ungheria per un totale di circa 400 uomini e donne. Prossimamente, altre 4 nazioni: Canada, Lettonia, Lituania, e Romania entreranno a far parte del Comando portando così a diciassette il numero dei paesi contributori.

6a2f93f9-2734-4a43-91ad-a3d606d7eb77autorità coinvolte nella cerimonia di handoverMedium

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Difesa
___________________________________________

Congratulazioni del generale Graziano per le nomine del capo di SME e del comandante generale dei Carabinieri

Roma, 22 dicembre 2017 – Il generale Claudio Graziano, capo di Stato Maggiore della Difesa si è congratulato per le nomine del capo di Stato Maggiore dell’Esercito italiano, generale di corpo d’armata Salvatore Farina, e per il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, generale di corpo d’armata Giovanni Nistri.

23471898_10212330604673441_5475175317232066074_nA nome mio e di tutto il personale, militare e civile, delle Forze Armate voglio esprimere le più vive congratulazioni per le nomine del Generale di Corpo d’Armata Salvatore Farina a Capo di Stato Maggiore dell’Esercito e del Generale di Corpo d’Armata Giovanni Nistri a Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri”. Con queste parole il generale Claudio Graziano, capo di Stato Maggiore della Difesa, ha voluto salutare la decisione assunta oggi dal Consiglio dei Ministri per la designazione dei nuovi vertici dell’Esercito e dei Carabinieri.

Queste nomine sono il giusto riconoscimento dell’eccezionale percorso professionale dei due alti Ufficiali. La loro esperienza e professionalità – ha continuato il Generale Graziano – li rende particolarmente idonei per proseguire nell’attività ormai indispensabile di riorganizzazione e ottimizzazione dello strumento militare italiano”.


Generale Salvatore Farina nominato capo di Stato Maggiore dell’Esercito

Schermata 2017-12-22 alle 20.41.35

Roma, 22 dicembre 2017 – Il generale di corpo d’armata Salvatore Farina nominato capo di Stato Maggiore dell’Esercito. Il generale Farina nel corso della sua carriera ha maturato molteplici esperienze a tutto campo, con profilo istituzionale, operativo, interforze ed internazionale sviluppando capacità di comando, esperienza tecnico-militare, profonda conoscenza della propria Forza Armata e genuino spirito interforze con fortissima conoscenza degli ultimi 20 anni nei settori operazioni, pianificazione, relazioni tra le tre Forze Armate e tra la Difesa italiana / NATO – EU nonché del livello Politico-Strategico-Militare.

Esperienze sempre condotte “in Prima linea” in qualità di Comandante di compagnia autonoma – in distaccamento per 8 anni, Comandante di Battaglione in Bosnia, capo centro operativo interforze, capo ufficio pianificazione dello Stato Maggiore dell’Esercito, capo III reparto dello Stato Maggiore della Difesa, comandante delle Forze NATO in Kosovo – COM KFOR 18, capo dipartimento trasformazione terrestre dell’Esercito, presidente del comitato guida per l’implementazione del Libro Bianco della Difesa.

Il generale Farina è attualmente il comandante del NATO Joint Force Command di Brunssum (Olanda), incarico assunto il 4 marzo 2016, primo ufficiale italiano ad assolvere un incarico di comando “NATO 4 stars”.

E’ sposato con la signora Gianna ed ha due figlie Elisa e Nicoletta e due nipotine Flaminia e Diletta.

SINTESI DEGLI INCARICHI INTERFORZE

  • 1996-1999: capo del Centro Operativo Interforze (COI) presso lo Stato Maggiore della Difesa. In tale veste ha pianificato e diretto tutte le operazioni militari delle nostre Forze Armate in Bosnia, Albania, Macedonia, Kosovo, Timor Est;
  • 2008-2010: vice capo III Reparto di SMD responsabile della pianificazione generale in ambito interforze;
  • 2011-2013: Capo del III Reparto – Politica Militare e Pianificazione – dello Stato Maggiore della Difesa. In questo periodo ha rivestito un ruolo fondamentale nel processo di revisione dello Strumento militare Italiano.

SINTESI DEGLI INCARICHI INTERNAZIONALI e/o OPERATIVI

  • 1989-1990: ha prestato servizio presso il comando NATO (FTASE) di Verona;
  • 1992-1993: Staff Officer (SO 2 OPS/PLANS) presso 3^ UK Division – Regno Unito;
  • 1995-1996: comandante battaglione trasmissioni “Leonessa” nell’operazione Joint Endeavour, Bosnia– IFOR;
  • 2004-2007: addetto militare nella sede dell’Ambasciata italiana a Londra;
  • 2013-2014: comandante dell’operazione NATO Joint Enterprise – COMKFOR 18;
  • dal 4 marzo 2016 comandante del NATO Joint Force Command di Brunssum (Olanda).

FORMAZIONE E TITOLI DI STUDIO

  • Ha frequentato il 158° corso dell’accademia militare di Modena, la scuola di applicazione di Torino, la scuola di guerra e l’ISSMI;
  • Laurea in ingegneria elettrotecnica presso l’università di Padova;
  • Laurea in scienze strategiche presso la scuola di applicazione – Università di Torino;
  • Ha frequentato il 26 British Army Staff College in Camberley, UK;
  • Laurea in politica internazionale e relazioni diplomatiche presso l’università di Trieste;
  • Master in Defence Resource Management presso l’istituto della Difesa USA in Monterey-California;
  • Master alta formazione per dirigenti generali del Ministero Difesa presso LINK CAMPUS di Roma;
  • È in possesso del brevetto di paracadutista e di istruttore militare di educazione fisica.
  • Ha pubblicato articoli su varie riviste specializzate in tema di difesa in Italia (Rivista Militare, Informazioni della Difesa, Tecnologia e Difesa) e nel Regno Unito (British Army Review, Defence Review).

DECORAZIONI

  • Cavaliere al merito Militare d’Italia;
  • Ufficiale al merito della Repubblica Italiana;
  • Medaglia mauriziana al merito di dieci lustri di carriera militare;
  • Medaglia d’argento per lungo comando;
  • Medaglia commemorativa della NATO per l’operazione in Bosnia and Herzegovina;
  • Medaglia commemorativa della NATO per l’operazione in Kosovo;
  • Medaglia NATO per meriti di servizio;
  • Medaglia commemorativa per operazioni di pace;
  • Medaglia USA Legion of Merit;
  • Ufficiale dell’Ordine Nazionale del Merito di Francia;
  • Medaglia commemorativa portoghese per servizi speciali;
  • Cavaliere del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio;
  • Medaglia slovena per la cooperazione multinazionale di I° grado;
  • Medaglia merito albanese – The Medal of Distinguished Service;
  • Medaglia di merito del presidente del Kosovo;
  • Medaglia di merito Forze di Difesa ungherese.
© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore Esercito
_________________________________

“Brilliant Ledger 2017”: NRDC-ITA pronta a ricoprire il ruolo di componente terrestre della eNRF 2018

41141bf4-acb4-4bcc-862e-9e62df9a717d08Medium

Solbiate Olona (VA), 12 ottobre 2017 – NRDC-ITA (Nato Defence Deployable Corp – Italia) ha appena concluso la “Brilliant Ledger 2017”,  un’esercitazione per posti comando costruita su uno scenario complesso, in grado di replicare gli aspetti più delicati delle crisi e dei conflitti moderni. Le attività si sono svolte in più sedi:  il comando NRDC-ITA si è schierato presso la caserma “Valentino Babini” di Bellinzago Novarese, mentre  il Centro Simulazione e Validazione dell’Esercito di Civitavecchia, schierato con la propria linea di comando, ha sovrainteso alla direzione dell’esercitazione dalla caserma “Ugo Mara” di Solbiate Olona.

Scopo della “Brilliant Ledger” è stato quello di verificare la capacità del NRDC-ITA nella pianificazione e condotta di operazioni ad elevata intensità quale componente terrestre della nuova enhanced NATO Response Force (eNRF).

f20c45d5-4e3a-4a10-b25b-f377343e121f03Medium

L’eNRF è uno strumento militare di reazione rapida “avanzato” che, per velocità di intervento e capacità operative schierabili, consente all’alleanza di fronteggiare con immediatezza qualsiasi minaccia in nome della difesa collettiva ovvero di rispondere alle crisi internazionali, con tempi di schieramento brevissimi. NRDC-ITA ricoprirà il ruolo di Land Component Command (LCC) nel 2018, come previsto dal piano di turnazione nel lungo periodo degli assetti NATO.

In particolare, nell’ambito della eNRF, NRDC-ITA deterrà il comando e controllo della parte terrestre della Very Hight Readiness Joint Task Force (VJTF), il cui compito è assicurare la prima e immediata risposta della NATO a possibili minacce, con la capacità di schierare l’intero dispositivo militare tra i 5 e i 15 giorni dal preavviso d’ordine. La VJTF è costituita da un “pacchetto” di Forze multinazionali ad elevata prontezza operativa, con cui l’Alleanza ha potenziato la struttura della NRF. Questo dispositivo è inoltre supportato da una componente aerea, una marittima e da forze speciali.

Un team di oltre 40 valutatori tratti dal comando terrestre alleato di Smirne (Turchia) ha sovrinteso alla valutazione della prontezza operativa del Comando, la cui fase conclusiva si è svolta proprio durante la “Brilliant Ledger 2017”. Tale valutazione, una cui prima fase è stata condotta dal 11 al 15 settembre presso la sede di Solbiate Olona, ha rappresentato un momento fondamentale durante il quale fare emergere punti di forza e margini di miglioramento delle procedure.

ee5aa91e-cae0-460e-abc4-8144ef4ac849anteprimaMedium

Un totale di circa 1000 militari ha preso parte alla “Brilliant Ledger 2017”. Tra essi, oltre ai 400 militari nazionali e di altri 14 paesi alleati dello staff del NRDC-ITA, presenti anche circa 200 militari in supporto sia per le attività di pianificazione operativa sia per l’esercizio di alcune funzioni (quali comunicazioni operative, forze speciali, cooperazione civili-militari) appartenenti a diversi assetti specialistici dell’Esercito. Ben 85 i reparti dell’Esercito e delle altre forze armate nazionali e alleate che hanno fornito personale in supporto.

Le comunicazioni e il flusso di informazioni per il mantenimento della capacità di comando e controllo del NRDC-ITA è stata assicurata, secondo gli ultimi standard tecnologici, dal 1° Reggimento Trasmissioni di Milano. Il Reggimento Supporto Tattico Logistico (RESTAL) al NRDC-ITA ha realizzato invece le strutture logistiche e supporto allo schieramento.

Schierato anche il posto comando “digitalizzato” in dotazione alla Brigata Pinerolo. Si tratta di uno strumento che consente l’aggiornamento dinamico della situazione operativa (situational awareness) in tempo reale grazie all’integrazione dei sensori, dei mezzi da combattimento e dei singoli soldati, permettendo di abbattere i tempi di comunicazione e di acquisizione delle informazioni.

In occasione della fase conclusiva della “Brilliant Ledger”, alcune autorità della NATO e delle Forze Armate italiane hanno visitato l’area dello schieramento del NRDC-ITA. In particolare, il presidente dell’assemblea parlamentare NATO, on. Paolo Alli, durante la visita al posto comando del NRDC-ITA, ha espresso ammirazione per la competenza e la professionalità dimostrate dal personale esercitato sotto la guida del comando di Solbiate Olona, esempio di eccellenza nazionale al servizio dell’alleanza. Il tutto comprovato da risultati eccellenti al termine delle prove valutative.

123cf754-5dc3-45a9-a028-4a938c8e054a02Medium

Presente anche il gen. c.a. Salvatore Farina, comandante del Joint Force Command (JFC) della NATO in Brunssum (Olanda), il quale ha particolarmente apprezzato l’organizzazione e i sistemi schierati sul campo e le eccezionali capacità dello staff e del command group. Il gen. Farina ha inoltre dichiarato che “NRDC-ITA è una risorsa importantissima per la NATO, per le Forze Armate italiane e per la salvaguardia della pace e della sicurezza nell’area euroatlantica and beyond“.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Difesa
____________________________________________

Il generale Salvatore Farina nuovo comandante del Joint Force Command Brunssum (Olanda)

 

Brunnsum (Olanda), 5 marzo 2016 – Il generale Salvatore Farina ha assunto ieri  a Brunnsum in Olanda la guida del comando Joint Force Command della NATO nel corso di una cerimonia alla presenza del comandante supremo delle Forze Alleate in Europa, generale Philip  Breedlove, del capo di Stato Maggiore della Difesa (SMD) Italiano, generale Claudio Graziano e di quello olandese e tedesco, oltre a numerose autorità civili e militari dell’alleanza.

Il generale Graziano intervenendo a margine della cerimonia ha sottolineato come “l’assunzione del comando del Joint Force Command di Brunssum da parte di un generale italiano rappresenta un momento significativo del ruolo che gioca l’Italia in questo momento nei teatri operativi internazionali per la sicurezza ed in particolare in ambito NATO. Un riconoscimento della qualità dei  nostri comandanti  che sono attualmente impegnati  in molte missioni in crescenti ruoli di responsabilità”.

Inoltre – ha concluso il capo di SMD – è anche una forma di contributo in senso generale alla sicurezza della NATO che tenga anche conto dalle esigenze espresse da sempre dall’Italia verso sud in un quadro globale di interesse del paese”.

Il generale Farina, nel considerarsi onorato per aver ricevuto la fiducia dal governo, dello Stato  Maggiore e della catena di comando NATO, ha ricordato l’importanza del comando internazionale a cui è stato posto alla guida che ha il compito di pianificare e prevedere le future missioni dell’Alleanza e della NATO Response Force ma soprattutto la gestione della missione NATO in Afghanistan sin dalla sua costituzione.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa
________________________________________________

Un generale italiano alla guida di uno dei due comandi operativi NATO

Il generale Salvatore Farina subentra al parigrado Domröse al comando del Joint Force Command Brunssum

GEN FARINARoma, 3 marzo 2016 – Il prossimo 4 marzo, il generale di corpo d’armata Salvatore Farina assumerà la carica di comandante del Joint Force Command Brunssum (JFC-Brunssum), uno dei due comandi operativi della NATO con base a Brunssum (Olanda). Una struttura di comando multinazionale e interforze che ha, tra l’altro, il compito di gestire la missione Resolute Support (RS) in Afghanistan e di pianificare, preparare e gestire l’impiego della Forza di Risposta della NATO (NATO Response Force – NRF) in alternanza con il Comando JFC di Napoli.

L’Italia, con il generale Farina, assume per la prima volta la guida del prestigioso comando NATO, a testimonianza e riconoscimento dell’impegno profuso in questi anni dalle Forze Armate nei teatri operativi in cui la NATO è stata chiamata ad operare. In particolare è la conferma  della qualità della leadership militare nazionale che vede l’Italia alla guida delle principali missioni internazionali in atto: KFOR, UNIFIL, EUNAVORMED, EUTM SOMALIA, EUNAVFOR Atalanta.

Il generale Farina è un ufficiale generale dell’Esercito Italiano con una vasta esperienza professionale maturata in incarichi sia in Italia, nell’ambito dello Stato Maggiore dell’Esercito e di quello della Difesa, sia all’estero quale addetto militare per la Difesa a Londra e comandante della Forza Nato in Kosovo (KFOR) dal 2013 al 2014.

© All rights reserved
Fonte e immagine: SMD
________________________

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade