Archivi tag: salvataggio

Esercito, pattuglia del raggruppamento Campania soccorre un uomo caduto in mare

Schermata 2020-09-06 alle 23.32.20

Caserta, 06 settembre 2020 – Una pattuglia del raggruppamento “Campania”, impegnata nel servizio di vigilanza presso l’area del porto “Calata di Massa”, allertata dal personale in attesa d’imbarco, ha prestato soccorso oggi pomeriggio ad un uomo che, sporgendosi dalla banchina, è caduto in mare.

Immediatamente il capo pattuglia e il suo vice, resosi conto delle difficoltà dell’uomo nel rimanere a galla, si tuffavano in mare per trarre in salvo il malcapitato turista. La prontezza dei militari dell’Esercito rendeva possibile il salvataggio.

Tale intervento si inserisce nel più ampio contesto di concorso alle Forze dell’Ordine, che i militari impegnati nell’ambito dell’Operazione “Strade Sicure” assicurano quotidianamente nella provincia di Napoli e su tutto il territorio nazionale.

© All rights reserved
_______________________


Aeronautica Militare, volo d’urgenza per salvare una bambina di 5 anni

 

IMG-20200820-WA0000 

Roma, 19 agosto 2020 – Altro volo d’urgenza per l’equipaggio del 31° stormo di Ciampino dell’Aeronautica Militare, per salvare la vita di una bambina di 5 anni.

L’equipaggio decollato ieri con Falcon 900 in tarda serata, si è diretto dall’aeroporto militare di Ciampino verso Reggio Calabria, dove ha imbarcato la piccola paziente, i genitori e l’equipe medica del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, per poi decollare nuovamente  alle ore 23.50 alla volta di Torino.

Intorno alle ore 1.30, il velivolo militare è atterrato all’aeroporto internazionale “Sandro Pertini” di Torino dove un’autoambulanza era ad attenderli e  ha trasportato la bambina all’ospedale “Regina Margherita” del capoluogo piemontese per ricevere le cure necessarie.

La richiesta di trasporto, come previsto dalle procedure di urgenza, è pervenuta dalla Prefettura di Reggio Calabria ed è stata disposta dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra le proprie funzioni anche quella di disporre e gestire questo tipo di missioni per i cittadini.

Poche ore prima un altro equipaggio del 31° Stormo di Ciampino aveva concluso un trasporto sanitario di un bambino di 8 anni da Lamezia Terme a Brescia. 

© All rights reserved
_______________________

Annunci


Marina Militare: salvati in mare due diportisti

La Marina Militare a favore della collettività

Schermata 05-2457891 alle 11.14.29

Marzameni (SR), 17 maggio 2017 – Ieri mattina il pattugliatore comandante Cigala Fulgosi della Marina Militare è intervenuto per coordinare i soccorsi a due diportisti naufragati con la loro barca a 12 miglia da Marzameni (SR).

I due naufraghi erano alla deriva sulla zattera di salvataggio, dopo che la loro barca, un imbarcazione a vela di dieci metri, è affondata.

La capitaneria di porto di Siracusa ha assegnato il compito di coordinatore al comandante del Cigala Fulgosi, che arrivato sul posto ha individuato la zattera con i diportisti. La nave della Marina ha quindi atteso l’arrivo di un pattugliatore della Guardia di Finanza, assicurandosi che i due non necessitassero di assistenza medica.

La Marina, che opera abitualmente su fronti molto diversi, è da sempre al servizio della collettività in special modo per la salvaguardia della vita umana in mare.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Marina Militare
____________________________________

Mare Nostrum: 590 migranti recuperati ieri dalle navi della marina militare

#marenostrum

Mar Mediterraneo, 22 settembre 2014 – Le navi della Marina Militare sono intervenute ieri in 3 operazioni di soccorso ad imbarcazioni provenienti dalle coste del nord Africa imbarcando numerosi migranti anche da navi mercantili che hanno supportato le operazioni nello Stretto di Sicilia.

Il pattugliatore Sirio della Marina Militare ha soccorso ieri pomeriggio a sud di Lampedusa un gommone con 105 migranti tra cui 1 donna ed 1 minore.

#marenostrum

Al termine del recupero nave Sirio si è diretta nell’area dove la motonave Stjerneborg (Singapore) ha soccorso, sempre ieri pomeriggio, numerosi naufraghi di un’imbarcazione affondata.

Un elicottero EH 101 della Marina Militare è decollato dalla base di Lampedusa per supportare le operazioni di ricerca e soccorso. Il pattugliatore Sirio, ultimato il trasbordo di 55 naufraghi soccorsi dalla motonave Stjerneborg, è rimasto in area per continuare le ricerche di eventuali altri superstiti.

La fregata Aliseo durante la notte ha soccorso 96 migranti da una imbarcazione in legno.

#marenostrum

La nave anfibia San Giusto ieri ha recuperato 105 migranti da un gommone in condizioni di precaria galleggiabilità e successivamente ha imbarcato 229 migranti già recuperati dalla nave mercantile Bourbon Orca (Norvegia).

Sempre ieri pomeriggio la motovedetta CP302 ha soccorso 33 migranti da una imbarcazione trasportandoli a Lampedusa. Tra loro anche una donna in stato interessante.

© All rights reserved
Fonte: Marina Militare

Mare Nostrum: altri 4.000 migranti portati in salvo dalla Marina Militare

1 settembre 2014 – Durante il fine settimana i mezzi aeronavali della Marina Militare insieme ai mezzi della Capitaneria di Porto, sono stati continuamente impegnati nel soccorso ai numerosi migranti in arrivo dalle coste del nord Africa.

Tra venerdì e domenica sera sono state assistite quasi 4.000 persone dalle navi impegnate nell’operazione Mare Nostrum tra cui le fregate Scirocco, Euro e Fasan, il pattugliatore Libra,  la corvetta Chimera e la nave anfibia San Giusto e gli elicotteri imbarcati, i pattugliatori Fiorillo e Diciotti della Capitaneria di Porto.

Il pattugliatore Diciotti della Capitaneria di Porto ha a bordo 910 migranti. Ancora non si conosce il porto di destinazione. La fregata Scirocco ha sbarcato lo scorso sabato 323 migranti a Napoli.

La fregata Fasan arriverà in mattinata a Salerno con 1.040 migranti.

La nave anfibia San Giusto, con a bordo 1593 migranti, arriverà domani, in mattinata, a Reggio Calabria.

© All rights reserved
Fonte: Marina Militare


Mare Nostrum: circa 4000 migranti portati in salvo in 48 ore dalle navi della Marina Militare

Canale di Sicilia, 26 agosto 2014 – Tra venerdì e domenica le navi della Marina Militare sono state impegnate in numerosi interventi di soccorso che hanno consentito di trarre in salvo quasi 4.000 migranti. Nelle molteplici operazioni di assistenza ai natanti provenienti dalle coste nord africane – attività che hanno visto impegnate anche le motovedette delle Capitanerie di Porto e navi mercantili – sono stati recuperati anche diversi corpi senza vita.

Il pattugliatore Sirio sabato sera ha soccorso 73 migranti da un gommone in difficoltà, imbarcando anche 18 salme ritrovate a bordo dello stesso natante. Il Sirio ha inoltre soccorso e recuperato altri migranti da un altro natante sbarcando tutti ieri sera a Pozzallo: 266 migranti e 18 salme.

La fregata Fasan domenica mattina ha sbarcato a Reggio Calabria 1373 migranti e una salma recuperati nelle operazioni di venerdì e sabato.

Ieri sera a nord delle coste libiche, con condizioni meteo-marine in peggioramento, un peschereccio sul quale erano imbarcati un numero elevato di migranti si è capovolto. Sul luogo è intervenuto immediatamente un elicottero della Marina Militare, decollato da Lampedusa, che ha provveduto a lanciare ai naufraghi i salvagente. Migranti raggiunti in pochi minuti dal pattugliatore Foscari, dalla corvetta Fenice, dalla CP 904 e dalla nave mercantile Burbon Orca. Il loro intervento ha permesso di soccorrere e portare in salvo rispettivamente 80, 32, 250 e 2 persone, 6 le salme recuperate, mentre continuano le ricerche di eventuali dispersi.

Nave San Giusto nel pomeriggio di oggi sbarcherà a Crotone 1367 migranti tra cui 192 donne e 156 minori soccorsi insieme a nave Fenice e alla motovedetta CP 904 della Capitaneria di Porto.

Le motovedette delle Capitanerie di Porto CP401, 267 e 289 hanno soccorso 277 migranti, sbarcandoli ieri sera nel porto di Trapani.

© All rights reserved
Fonte: Marina Militare

L’Aeronautica Militare soccorre una donna in pericolo di vita, a bordo di una nave da crociera, con un elicottero AB-212

Decimomannu (CA), 17 agosto 2014 – Una vacanza che poteva finire al peggio, se non fosse intervenuta l’aeronautica militare, per una donna che si trovava a bordo della nave da crociera Serenade of the Seas, in navigazione a largo dell’isola di Sant’Antioco, a sud-ovest della costa sarda. Ieri mattina la donna, in imminente pericolo di vita, è stata soccorsa da un elicottero AB-212 dell’80° Centro SAR (Search and Rescue) dell’Aeronautica Militare, decollato dall’aeroporto militare di Decimomannu (Cagliari).

Elicottero AB-212

Ricevuto l’ordine dal Rescue Coordination Centre (RCC) del Comando Operazioni Aeree (COA) di Poggio Renatico (FE), responsabile del coordinamento per il servizio di ricerca e soccorso dell’Aeronautica Militare, l’elicottero è decollato alla volta dell’ospedale “Brotzu” di Cagliari dove ha imbarcato un’equipe medica specializzata. Successivamente l’elicottero militare ha raggiunto la nave da crociera dove è atterrato per imbarcare la donna assicurata ad una barella.

Completate le operazioni di imbarco, l’AB-212 è decollato nuovamente alla volta dell’ospedale “Brotzu” di Cagliari, dove ha trasferito la paziente per le necessarie cure mediche.

L’80° Centro SAR di Decimomannu è alle dipendenze del 15° Stormo dell’Aeronautica Militare, il quale, con i suoi Gruppi/Centri SAR dislocati sul territorio nazionale, garantisce 24 ore su 24, per 365 giorni all’anno, la ricerca ed il soccorso degli equipaggi di volo di velivoli militari in difficoltà.

Lo Stormo concorre, come in questa occasione, ad attività di pubblica utilità quali, il soccorso di traumatizzati gravi, il trasporto sanitario d’urgenza di ammalati in pericolo di vita e la ricerca di dispersi in mare o in montagna. Il 15° Stormo, dalla sua costituzione ad oggi, ha salvato circa 7.000 persone in pericolo di vita.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
(UCOM – Ufficio Pubblica Informazione – Roma – Ten. Simone Antonetti)


Turisti tedeschi portati in salvo dall’aviazione dell’esercito

Dignano (UD), 14 agosto 2014 – La scorsa notte un gruppo di quattro turisti tedeschi, sorpreso dall’ondata di piena del fiume Tagliamento nel comune di Dignano (UD), è stato tratto in salvo da un elicottero dell’Esercito intervenuto nelle operazioni di ricerca in concorso ai Vigili del Fuoco ed ai Carabinieri.

I turisti si erano accampati sul greto del Tagliamento, ma a causa delle forti piogge che hanno colpito la zona si sono trovati in pericolo e bloccati dall’acqua e alle 22,00 hanno telefonato per chiedere aiuto.
Un elicottero AB – 205 dell’Esercito, decollato dalla vicina caserma di Casarsa della Delizia, sede del 5° reggimento Rigel, alle 22,25 ha recuperato i turisti e li ha trasportati in zona sicura.

I turisti erano tutti in buone condizioni di salute e per nessuno è stato necessario il ricovero in ospedale.
L’Aviazione dell’Esercito grazie alla capacità dual use dei propri reparti, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, è in grado d’intervenire 24/24 su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell’esercito


Nave Doria salva velisti francesi nelle acque del Golfo di Aden 

Golfo di Aden, 14 agosto 2014 – Martedi pomeriggio la nave Doria, impegnata nell’operazione europea antipirateria Atalanta, è stata chiamata a prestare soccorso ad un imbarcazione a vela francese mentre pattugliava le acque del Golfo di Aden.

Il mayday (richiamo d’aiuto riconosciuto internazionalmente, utilizzato dai piloti di aereo e da chi ha problemi in mare) lanciato dalla barca in difficoltà, è stato ricevuto dal Maritime Patrol Air Tedesco Jester, appartenente alla Task Force 465 – Atalanta, in attività di pattugliamento nel golfo, che ha provveduto a rilanciarlo al comandante della task force.

Nave Doria, comandata dal capitano di vascello Gianfranco Annunziata, essendo più vicina alla posizione in cui si trovava la barca a vela, è stata designata per l’intervento. Immediatamente l’elicottero della nave italiana si è alzato in volo per raccogliere informazioni sull’effettiva pericolosità della situazione.

Una volta accertato che l’equipaggio dell’imbarcazione, una coppia di nazionalità francese, era in buono stato di salute e che la barca non aveva problemi di galleggiabilità, un team di personale tecnico di bordo è intervenuto per verificare la natura dei problemi al motore e tentare di ripararlo.

L’efficacia dell’intervento del personale del cacciatorpediniere italiano, durato alcune ore,  ha permesso all’imbarcazione francese di riprendere a navigare, non prima però di aver ricevuto alcune raccomandazioni, come quella di seguire rotte costiere e il più possibile distanti dalle aree a maggior rischio di pirateria.

Terminato l’intervento nave Doria riprendeva la sua attività di pattugliamento.

© All rights reserved
Fonte: Marina Militare


Il caporale Marco Terracina, dei Lancieri di Montebello, salva con coraggio, bagnanti a Cefalù

di Monica Palermo

Lancieri

Cefalù (PA), 11 agosto 2014 – Gesto di grande coraggio quello del caporale Marco Terracina, classe ’93 da poco 21enne, volontario in ferma prefissata 1, del distaccamento Lancieri di Montebello (8°). Nonostante stesse in licenza, il caporale è intervenuto in un’operazione di soccorso a favore di alcuni bagnanti in difficoltà sul lungomare di Cefalù, insieme ad altro personale abilitato del litorale siciliano. Una decina di persone, causa la forte corrente, è stata trascinata al largo, il caporale, accortosi della gravità della situazione, ha contribuito, sprezzante del pericolo e con gran coraggio, a portarle in salvo.

generale RiccòIl comandante della Granatieri, generale di brigata Maurizio Riccò, ha tenuto a complimentarsi con il militare alle sue dipendenze e ha rimarcato come “al di là dei confini territoriali, il soldato della Granatieri si fa trovare sempre pronto, anche se in turno di riposo, perché il bene della collettività è un bene che va custodito con diuturna applicazione e spirito di sacrificio, mettendo sempre il senso del dovere al primo posto per il soccorso alla popolazione civile, anche in condizioni di altissimo rischio per la propria vita“.

Con il suo gesto e la sua prontezza il caporale Terracina ha dato lustro all’Esercito Italiano e a tutta la Brigata Granatieri di Sardegna, grande unità elementare impiegata in attività addestrative e operative in ambito nazionale e internazionale.

La Brigata Granatieri è rientrata da circa quattro mesi dal Libano, mentre sul territorio nazionale la brigata gestisce, nell’ambito dell’operazione Strade Sicure, la territorialità della capitale, con la responsabilità del raggruppamento “Roma”.
Attualmente, il Reggimento “Lancieri di Montebello” (8°) è impiegato in Kosovo alla guida del Multinational Battle Group West.

© All rights reserved
Fonte: Comando operativo forze terrestri


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade