Annunci

Archivi tag: Rodolfo Sganga

Libano: peacekeepers italiani incontrano il presidente delle municipalità e i sindaci libanesi

I militari italiani incontrano oltre 50 sindaci delle municipalità di Tiro presso il comando del settore ovest di Unifil

2-1

Shama, 19 gennaio 2018 – Si è svolto presso il comando del settore ovest di Unifil a guida italiana, su base brigata paracadutisti Folgore, un importante incontro fra i peacekeepers italiani di Unifil ed i sindaci delle municipalità di Tiro, la città più grande che si trova nel settore Italiano, nel sud del Libano.

I militari italiani di Unifil determinanti per la sicurezza e la stabilità della Regione

Il comandante del contingente italiano, generale Rodolfo Sganga, ha ricevuto presso il comando italiano di Shama il Kaimakan, il presidente delle municipalità ed oltre 50 sindaci della zona. Nel corso dell’incontro si è discusso sulla realtà delle rispettive municipalità e sulla situazione generale libanese, delineando un quadro di una regione al momento stabile e sicura e all’interno della quale il ruolo di Unifil e dei militari italiani è sempre più apprezzato.

Il ruolo fondamentale del dialogo

Nel corso del suo intervento di saluto il generale Sganga ha espresso il profondo orgoglio per la scelta dei funzionari libanesi di riunirsi presso la Base Italiana ed ha evidenziato quanto sia fondamentale il dialogo e l’esistenza di autorità locali come loro e come quelle incontrate recentemente,  così accorte alle esigenze del proprio popolo e senza le quali il lavoro di Unifil  sarebbe più arduo.

Militari italiani in supporto per le Forze Armate libanesi

Il generale ha inoltre sottolineato come la presenza di Unifil sia sempre a supporto delle Forze Armate libanesi e ha invitato le autorità locali a supportare l’azione italiana di Unifil, affinché essa possa risultare ancora più efficace ed efficiente. Tale cooperazione aiuterebbe nell’individuazione di progetti sempre più utili alla popolazione, focalizzati al miglioramento delle condizioni di vita. Attività, questa, che aiuterebbe la percezione tra i cittadini libanesi che Unifil esiste per lavorare insieme alle Forze Armate libanesi a favore della sicurezza.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano in Libano
___________________________________________________

 

Annunci

Libano: i peacekeepers di “ITALBATT” impegnati nella “Combinex 2018”

Le unità italiane si addestrano per testare le proprie capacità di risposta in diversi scenari e situazioni di crisi

4

Shama (Libano), 16 gennaio 2018 – Nei giorni scorsi i peacekeepers italiani del battaglione a guida Italiana “ITALBATT”, su base brigata paracadutisti Folgore, nell’ambito della missione “Leonte XXIII”, hanno condotto una importante attività mirata a testare la capacità di risposta delle unità in diversi scenari e situazioni di crisi, nonché la capacità di saper applicare correttamente le specifiche regole di ingaggio previste nel delicato teatro operativo libanese.

Nel corso dell’esercitazione complessa sono state effettuate una serie di attività. Nello specifico è stato simulato un attacco con predisposizione di posto comando e sala operativa nel bunker, una minaccia di un incendio all’interno della base, un arrivo e soccorso di un ferito civile dall’esterno, un attacco con IED con danni ed evacuazione medica di un ferito, la movimentazione di artificieri IEDD per la bonifica dell’area e  la successiva rimozione del mezzo pesante coinvolto nell’esplosione.

c5bfa951-22ab-4989-9b62-b5c235ea745a

Sotto la guida del comandante di ITALBATT, colonnello Cristian Margheriti, i paracadutisti del “Savoia Cavalleria” e del 183° reggimento paracadutisti “Nembo”, hanno verificato la fondamentale implementazione di tutti quei piani di contingenza necessari a reagire ad ogni tipo di incidente e prevenire possibili escalation, riscuotendo l’apprezzamento dei valutatori e dei vertici di UNIFIL.

L’esercitazione combinata, denominata appunto “COMBINEX”, vedrà interessate, nei prossimi mesi, anche tutte le unità straniere schierate con la Joint Task Force Lebanon – Sector West (JTFL-SW), a guida italiana  sotto il comando del generale di brigata Rodolfo Sganga, comandante in Patria della brigata paracadutisti “Folgore”.

Il settore ovest (JTFL-SW) posto sotto la responsabilità italiana è composto da circa 3800 uomini, provenienti da 13 nazioni.

@ All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano in Libano
____________________________________________________

Libano: il contingente italiano incontra l’associazione dei professionisti libanesi laureati in Italia

WhatsApp Image 2018-01-12 at 20.28.43

Shama (Libano), 15 gennaio 2018 – Si è svolto, presso la base di Shama sede del comando del settore ovest della missione di UNIFIL a guida italiana su base paracadutisti Folgore, l’incontro con l’associazione delle persone laureate in Italia. Il generale Rodolfo Sganga, comandante del contingente italiano, ha accolto oltre 40 professionisti che lavorano nel sud del Libano in moltissimi campi dall’architettura, all’archeologia, all’ambito medico e dell’ingegneria. Ogni anno sono più di duecento gli studenti libanesi che scelgono di frequentare le università italiane.

PIOLIB20180112F-290

Nel corso dell’incontro è emerso quanto sia profondo, solido e con radici antichissime il legame che unisce queste persone in particolare ed il Libano in generale all’Italia.

Il legame fra il popolo italiano e quello libanese è quanto mai solido perché forte di radici storiche importanti che permettono, come ricordato dal generale Sganga, “di sentire più leggero il peso di lasciare le nostre famiglie in Italia per svolgere il nostro servizio in Libano perché alleggerito dalla sensazione di sentirsi accolti da una seconda famiglia qui nella terra dei cedri”.

A termine della serata il presidente dell’associazione ha voluto rendere omaggio ai militari italiani, donando al generale Rodolfo Sganga un mosaico, interamente fatto a mano dagli studenti di archeologia del professor Hassan Badawi, raffigurante lo stemma della brigata paracadutisti Folgore.

WhatsApp Image 2018-01-12 at 20.28.44

© All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano in Libano
____________________________________________________

Libano: inaugurati i primi progetti di supporto alla popolazione del 2018

 PIOLIB20180105M-141

Bint Jbeil (Libano), 8 gennaio 2018 – Alla presenza del generale di brigata Rodolfo Sganga, comandante del settore ovest di Unifil a guida italiana su base Brigata Paracadutisti Folgore, si è svolta una cerimonia per l’inaugurazione di due importanti progetti realizzati mediante i fondi della Cooperazione Civile-Militare italiana.

In particolare si è trattato della fornitura e dell’installazione di nuovi cartelli stradali e la sostituzione di altri cartelli deteriorati e la fornitura e l’installazione nel palazzo della prefettura dell’unione di Bint Jbeil dell’impianto di illuminazione fotovoltaico.

Questi progetti, nati dalle richieste del presidente dell’unione delle municipalità di Bint Jbeil, ing. Atallah Chaeyto, e del Qaimaqam di Bint Jbeil, prof. Khalil Dbouk, contribuiscono ad apportare, oltre ad un risparmio energetico tramite l’impiego dei pannelli fotovoltaici, un significativo miglioramento dell’efficienza della rete viaria, migliorando le condizioni di sicurezza per la popolazione locale.

UNIFIL ha avuto sin dai primi anni del suo dispiegamento nel 1978, una forte inclinazione umanitaria nell’affrontare le conseguenze delle guerre e dell’occupazione nel sud del Libano. I contingenti UNIFIL quali quello a guida italiana schierato nel settore ovest del sud del Libano, forniscono assistenza medica, dentale, veterinaria e di altro tipo e conducono vari programmi di formazione per le persone in settori quali informatica, lingue, produzione di pizza, maglieria, yoga, taekwondo e molti altri.

PIOLIB20180105M-145

L’Italia e UNIFIL sono sempre con la popolazione, per la popolazione e tra la popolazione del Libano.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano in Libano
_____________________________________________________

Libano: i caschi blu donano sangue alla croce rossa della città di tiro

PIOLIB20171205M-5

Shama (Libano), 05 dicembre 2017 – E’ stata svolta oggi, presso il comando del settore ovest di UNIFIL a guida italiana su base brigata paracadutisti “Folgore”, una giornata dedicata alla donazione del sangue a favore della Croce Rossa della città di Tiro nel sud del Libano.

Il force commander e head of mission generale Bery, con il generale Rodolfo Sganga comandante del settore ovest di UNIFIL, assieme ad oltre 120 peacekeeper di UNIFIL e dei militari delle Forze Armate Libanesi, hanno voluto partecipare all’importante iniziativa, donando il proprio sangue.

PIOLIB20171205M-6

La donazione di sangue, oltre che a rappresentare un dovere civico è un gesto concreto di solidarietà, semplice per chi dona, ma fondamentale per quanti stanno soffrendo e per i quali ricevere una donazione può rappresentare, a volte, l’unica possibilità di sopravvivenza.

La disponibilità di adeguate scorte di sangue è un patrimonio collettivo cui,  donne, uomini, giovani, vecchi, bambini, compresi noi stessi e le persone che ci sono più care può attingere in caso di necessità

PIOLIB20171205M-1

© All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano in Libano
___________________________________________________

Libano: corso di combattimento militare, primo soccorso e di cucina italiana a circa 50 mogli di caduti delle forze armate libanesi

Giornata con l’associazione ” Martire Tenente Colonnello Sobhi Akoury”

IMG_2906

Shama, 1 dicembre 2017 – E’ stata svolta oggi, presso il comando del settore ovest di UNIFIL a guida Italiana su base brigata paracadutisti “Folgore”, un’iniziativa dedicata alla associazione “Martire Tenente Colonnello Sobhi Akoury”.

L’iniziativa, che ha voluto rappresentare un’occasione per far sentire ancora una volta la vicinanza e l’affetto dei militari di UNIFIL per la popolazione libanese, ha visto la partecipazione di circa 50 mogli di caduti delle forze armate libanesi che, assieme ad una folta rappresentanza di personale femminile di UNIFIL dei diversi contingenti internazionali schierati in Libano, hanno avuto la possibilità di cimentarsi in attività pratiche tra cui lezioni di metodo di combattimento militare, primo soccorso e di cucina italiana. Tutto sotto la guida di istruttrici del contingente nazionale.

L’associazione “Martire Tenente Colonnello Sobhi Akoury” è una organizzazione no-profit sostenuta dalle forze armate libanesi (Laf),  intitolata all’ufficiale superiore delle forze speciali libanesi caduto nel 2007 nella battaglia di Nahr El Bahred e fondata dalla vedova Lea nel 2008 con lo scopo di accogliere gli orfani dei militari libanesi ed organizzare eventi di beneficenza e attività ricreative rivolte all’infanzia.

IMG_2872

Dal 18 Ottobre 2017 il comando del settore ovest di UNIFIL, composto da oltre 4.000 peacekeepers di 12 diverse nazioni, è affidato al generale di brigata dell’Esercito Rodolfo Sganga.
Le Forze Armate partecipano alla missione di UNIFIL con circa 1100 militari al momento principalmente su base paracadutisti della brigata “Folgore”.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano in Libano
____________________________________________________

Libano: cambio di comando al gruppo supporto d’aderenza, il rgt logistico Folgore subentra al rgt logistico Aosta

PIOLIB20171123F-432

Shama (Libano), 23 novembre 2017 – Si è svolta a Shama la cerimonia per il passaggio di responsabilità del comando al gruppo supporto d’aderenza (Combat Service Support Battalion – CSS BN) fra il reggimento logistico “Aosta” di Palermo e il Reggimento Logistico “Folgore” di Pisa.

Nel corso della cerimonia il generale di brigata Rodolfo Sganga, comandante del Sector West di UNIFIL ha evidenziato come la componente logistica sia quanto mai fondamentale poiché, grazie alle capacità tecniche del proprio personale è in grado di saper garantire l’efficienza di tutti i mezzi e materiali necessari al  successo delle operazioni condotte sul territorio libanese.

Al comando del colonnello Salvatore Pisciotta, gli uomini e le donne del reggimento logistico “Folgore” opereranno nell’ambito della risoluzione 1701 delle Nazioni Unite ed avranno il compito di assicurare il supporto logistico a favore dei reparti italiani e stranieri presenti nel sud del Libano.

PIOLIB20171123F-385

In particolare, i paracadutisti del reggimento logistico “Folgore” si occuperanno di assicurare lo svolgimento di tutte le attività di trasporto di personale, mezzi e materiali lungo i principali assi di comunicazione stradale del Libano centrale e meridionale e dovranno effettuare i rifornimenti di viveri e carburante per i reparti dell’Esercito schierati a presidio della Blue Line, al confine con Israele.

PIOLIB20171123F-412

Al reggimento logistico sono devoluti altresì i compiti di garantire le manutenzioni e le riparazioni dei veicoli militari italiani e stranieri necessari al pattugliamento del settore di competenza e a garantire tutti i servizi  per il funzionamento della base di Shama, sede del quartier generale del Sector West di UNIFIL dove sono presenti circa mille tra caschi blu italiani e stranieri. Contestualmente gli assetti sanitari del reparto dell’Esercito, tramite la capacità di medical care, assicureranno il trattamento sanitario pre-ospedaliero d’emergenza e avranno il delicato compito di assistere la popolazione libanese.

L’arrivo in Libano del reggimento logistico “Folgore” completa lo schieramento delle unità della brigata paracadutisti “Folgore” e rappresenta, per il reparto, la prima missione di pace all’estero dal 2013, anno in cui il Reggimento è tornato ad essere un’unità della brigata paracadutisti “Folgore”.

PIOLIB20171123F-492

© All rights reserved
Fonte e immagini: Contingente italiano in Libano
___________________________________________________

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade