Archivi tag: Rieti

Terremoto: militari del 6° Rgt Genio e Granatieri di Sardegna in supporto alle operazioni di soccorso

Rieti, 24 agosto 2016 – Circa 30 militari giunti nella località di Illica, una frazione a pochi chilometri da Accumoli in provincia di Rieti, sono operativi sul luogo per portare soccorso alla popolazione colpita dal sisma della scorsa notte.

I militari del 6° Rgt Genio e dei Granatieri di Sardegna sono interventi immediatamente alle prime richieste arrivate dai luoghi colpiti e mettendo a disposizione tutte le risorse e gli strumenti necessari per queste circostanze.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa
__________________________________________________

Il nuovo comandante della legione carabinieri Lazio in visita al comando provinciale dei carabinieri di Rieti

Rieti, 24 novembre 2014 – Nella giornata odierna, il comandante della legione carabinieri Lazio, generale di brigata Angelo Agovino, ha fatto visita al comando provinciale dei carabinieri di Rieti.

L’ufficiale generale, da cui dipendono tutti i comandi arma del Lazio, è stato accolto dal comandante provinciale, colonnello Giovanni Roccia, alla presenza degli ufficiali e comandanti sia dei reparti della sede che di quelli delle compagnie di Rieti, Cittaducale e Poggio Mirteto; all’evento ha presenziato anche una rappresentanza dell’arma in congedo.

Il comandante della legione, ha rinnovato la grande vicinanza ringraziando i presenti, per la sensibile ed importante azione di supporto sociale, quale espressione concreta dello spirito dell’arma a favore del cittadino anche fuori dal servizio attivo.

Dopo la visita, l’ufficiale generale si è intrattenuto con gli ufficiali, con i quali ha avuto un confronto sulle varie problematiche che interessano i comandi dipendenti e per tracciare un bilancio sull’attività svolta nell’anno solare.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Rieti)

Rieti: intercettati più di due chili di stupefacente destinati al mercato locale. Arrestati quattro spacciatori

 

carabinieri

Rieti, 8 novembre 2014 – Si è chiuso il cerchio attorno alla banda di spacciatori composta da quattro pregiudicati di Fara Sabina (due di essi domiciliati a Roma). L’attività investigativa, è stata condotta dal nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Poggio Mirteto. I quattro erano da tempo sotto osservazione da parte dei militari. Numerosi servizi di pedinamento intrapresi da alcuni giorni, avevano fatto intendere che sulla piazza di questa provincia, stava per arrivare un grosso carico di stupefacente. 

L’attività di pedinamento si è protratta nella provincia di Roma, dove due di essi dimoravano e da dove di presumeva che la sostanza stupefacente potesse arrivare già confezionata. L’altra notte, avendo avuto la certezza che il carico era stato fatto e stava per essere suddiviso in dosi, è scattato il blitz da parte dei militari, nell’abitazione di Roma. Nello stesso venivano sorpresi tre dei quattro arrestati i quali non hanno avuto scampo dalla fulminea irruzione dei militari.

Nell’appartamento sono stati rinvenuti circa 2 chili di hashish e circa 200 grammi di cocaina, il tutto contornato da 4 bilancini di precisione, un ingente quantitativo di materiale da taglio e per il confezionamento nonché 33.500,00 euro in contanti provento di precedente spaccio.

Nel contesto della prosecuzione investigativa, tesa al controllo di soggetti individuati quali spacciatori al minuto, i militari dello stesso NORM, coadiuvati da quelli della stazione di Passo Corese e dal nucleo carabinieri cinofili di Roma, hanno eseguito  un’altra perquisizione nell’abitazione di Fara Sabina del quarto della banda e anche lui è stato colto con le mani nel sacco, con oltre 20 grammi di hashish e del necessario per il confezionamento.

Tutto quanto rinvenuto, è stato sequestrato e la sostanza stupefacente, inviata ai competenti laboratori del RIS di Roma per gli accertamenti qualitativi.

Per i tre arrestati a Roma, si sono aperte le porte della casa circondariale di Regina Coeli mentre il quarto, è stato posto in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione di Fara in Sabina, a disposizione delle competenti autorità giudiziarie di Roma e Rieti.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Rieti)

Il generale Ugo Zottin in visita al comando provinciale dei carabinieri di Rieti

Rieti, 21 ottobre 2014 – Nella giornata odierna il generale di corpo d’armata Ugo Zottin, vice comandante generale e comandante interregionale Podgora dei carabinieri, ha fatto visita al comando provinciale dei carabinieri di Rieti.

L’ufficiale generale, da cui dipendono tutti i carabinieri delle regioni del centro Italia e della Sardegna, è stato accolto dal comandante provinciale, colonnello Giovanni Roccia, alla presenza degli ufficiali e comandanti sia dei reparti della sede che di quelli delle compagnie di Rieti, Poggio Mirteto e Cittaducale; all’incontro ha presenziato anche una rappresentanza dell’arma in congedo a cui il comandante interregionale ha manifestato grande vicinanza, ringraziando i presenti per la sensibile ed importante azione di supporto sociale e di protezione civile, quale espressione concreta dello spirito dell’arma a favore del cittadino anche fuori dal servizio attivo, esortandoli a continuare in tal senso.

Il colonnello Roccia nel corso di un briefing, ha illustrato al generale Zottin i risultati conseguiti dai carabinieri nell’ambito delle attività preventive e repressive volte al contrasto della criminalità. Nel corso della riunione sono state affrontate le maggiori problematiche operative della provincia, approfondite le tematiche relative al contrasto dei fenomeni criminali di maggiore impatto sociale ed illustrate le strategie di risposta attuate dall’arma in provincia.

Il comandante interregionale ha espresso a tutto il personale dell’arma in servizio il proprio apprezzamento per l’impegno e la dedizione profusi nello svolgimento della loro quotidiana attività istituzionale finalizzata alla tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, complimentandosi anche per le elevate capacità professionali, l’intuito investigativo, l’alto senso del dovere e l’altruismo, attestati dai concreti risultati operativi conseguiti in termini di attività di contrasto e di prevenzione.

L’alto ufficiale ha inoltre sottolineato a tutti i carabinieri del comando provinciale l’importanza della funzione da loro quotidianamente svolta, specie dalle stazioni carabinieri, autentica espressione di prossimità delle istituzioni al cittadino, espressa attraverso la costante azione di sostegno e vicinanza alla collettività anche e soprattutto nelle piccole comunità.

A conclusione della visita, il generale Zottin si è recato presso la compagnia di Cittaducale, dove ha incontrato i militari in servizio e la rappresentanza in congedo.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Rieti)

Rieti: saluto di commiato del generale Gaetano Antonio Angelo Maruccia

Rieti, 20 ottobre 2014 – Oggi il comandante della legione carabinieri Lazio, generale di divisione Gaetano Antonio Angelo Maruccia, si è recato presso il comando provinciale dei carabinieri di Rieti per un saluto di commiato.

L’ufficiale generale, destinato ad altro prestigioso incarico presso il comando generale dell’arma, è stato accolto dal comandante provinciale, colonnello Giovanni Roccia, alla presenza degli ufficiali e comandanti sia dei reparti della sede che di quelli delle compagnie di Cittaducale e Poggio Mirteto. All’evento ha presenziato anche una rappresentanza dell’arma in congedo.

Il comandante della legione, nel suo intervento, ha voluto ringraziare per l’impegno profuso, tutti i carabinieri della provincia, sia per i risultati prodotti che per la convinta azione di supporto sociale, quale espressione concreta dello spirito dell’arma a favore del cittadino anche fuori dal servizio attivo.

Nel corso della cerimonia, sono stati consegnati anche 8 riconoscimenti (encomi semplici) ad alcuni militari che si sono distinti in particolari attività investigative nell’anno in corso. Nello specifico, sono stati premiati i militari che hanno partecipato attivamente all’operazione di polizia giudiziaria denominata A po’ mentu, con la quale è stato disarticolato un canale di rifornimento di sostanze stupefacenti provenienti dalla capitale e spacciate nei territori dei comuni di Poggio Moiano, Fara in Sabina e Cittaducale.

L’indagine, conclusasi nel febbraio dell’anno in corso, alla quale hanno preso parte i militari del nucleo investigativo del reparto operativo di Rieti e dell’aliquota operativa del NORM della compagnia di Rieti, ha portato all’arresto di 19 soggetti ed all’emissione di altre 3 misure coercitive della libertà personale. Dopo la visita, l’ufficiale generale si è intrattenuto con una rappresentanza di militari di ogni ordine e grado del comando provinciale.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Rieti)

Rieti: trovata una piantagione di marijuana, arrestato un 44enne

carabinieri

 

PIANTAGIONE-MARIJUANACasperia (RI), 28 agosto 2014 – Nel bosco demaniale di Casperia i carabinieri della locale stazione, già da giorni avevano individuato una enorme piantagione di marjuana.

Una piantagione rigogliosa, al riparo da occhi indiscreti e circondata da alberi ad alto fusto, di quasi 140 piante alte tra il metro e mezzo ed i tre metri, oltre a 40 piante già tagliate ed in attesa di essere essiccate e tritate per l’uso.

I militari dell’Arma si appostano per giorni interi in attesa di scoprire qualcosa. Ecco che un uomo si reca sul posto e con un impianto a caduta di irrigazione, preleva l’acqua direttamente dal vicino torrente e inizia ad innaffiare la piantagione. In quel momento i militari intervengono ed arrestano l’uomo. Si tratta del quarantaquattrenne d. A. S. del luogo, già noto alle forze dell’ordine.

Le piante sono state estirpate dal terreno e sequestrate, in attesa di essere analizzate. L’uomo è stato portato a casa sua e messo agli arresti domiciliari, a disposizione della procura di Rieti.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Rieti)

Riversa tutta la sua rabbia sulla donna, la percuote con una catena, la minaccia con una mannaia. I carabinieri lo arrestano

Rieti, 21 luglio 2014 – Inizia tutto con una piccola discussione, tra un uomo e una donna, che poi degenera. Lui, un 33enne originario della Basilicata, ha scaricato tutta la sua rabbia e la sua violenza verso una donna rumena. Sono iniziati a volare calci e pugni, in preda alla rabbia l’uomo è arrivato a usare contro la donna anche una catena d’acciaio. La situazione degenera sempre più e lui inizia a minacciarla con una mannaia da cucina, costringendola a terra, senza dar tregua alle percosse fino a quando la donna non perde conoscenza. Le ruba il portafoglio con i documenti e 100 euro. La vittima finisce in ospedale.

I carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Rieti sono immediatamente intervenuti, e la donna, ricoverata in ospedale, appena ripreso conoscenza ha collaborato con i militari dando tutte le informazioni necessarie. Dopo accurate indagini gli uomini dell’arma sono riusciti a risalire all’assalitore che è stato immediatamente arrestato e portato al carcere di Rieti. Nella perquisizione della sua abitazione i militari hanno poi trovato la mannaia e la catena con cui ha colpito la donna, e la refurtiva.

La donna, vittima delle percosse e in preda a grande spavento, se la caverà con alcuni giorni di prognosi per abrasioni e contusioni multiple in tutto il corpo.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Rieti)


Rieti: i carabinieri arrestano tre uomini che usavano un’arma a salve per estorcere denaro

Rieti, 9 luglio 2014 – I carabinieri li inseguono, li prendono e scattano quindi le manette. Si tratta di un intervento del nucleo operativo e radiomobile di Rieti in un’operazione congiunta con i militari della stazione di Ascrea e del nucleo investigativo.

Tre uomini, intorno ai trent’anni, della provincia reatina (un allevatore, un fruttivendolo e un dipendente pubblico), hanno cercato di estorcere 6.000 euro a un allevatore di Tora (RI), minacciandolo con una pistola. Non riusciti nell’intento i tre hanno intimato all’allevatore di trovare i soldi entro dieci giorni, e poi sono scappati a bordo della loro auto. La vittima ha quindi immediatamente dato l’allarme alla stazione dei carabinieri di Ascrea. Il comandante e i suoi militari si sono prontamente messi alla ricerca dei tre, riuscendo ad intercettarli poco dopo nell’hinterland reatino, grazie anche all’intervento della compagnia di Rieti e del reparto operativo.

Sotto il sedile dell’auto i militari hanno trovato la pistola che era stata usata per minacciare la vittima (nella foto). L’arma, risultata essere a salve, ma modificata da sembrare vera, è stata sequestrata dai militari. I tre estorsori si trovano ora nella casa circondariale, in attesa delle decisioni dell’autorità giudiziaria.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri (Comando di Rieti)


Rieti: i carabinieri intervengono in una rissa tra parenti e sventano furto in casa di un’anziana signora

Rieti, 30 giugno 2014 – Lo scorso pomeriggio a Rieti, durante una passeggiata lungo il centro storico della città, una parola di troppo tra parenti già in contrasto fra di loro, è bastato per generare una violenta rissa riconducibile a rancori familiari. L’intervento di una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile (NORM), ha interrotto l’inaudito e paradossale scenario di violenza. I militari intervenuti, dopo aver ricostruito le dinamiche dell’intera vicenda, hanno arrestato per rissa aggravata tre reatini di età compresa tra i 50 e i 60 anni che, per le lesioni subite, sono dovuti ricorrere a prestazioni mediche per le lesioni subite. Gli arrestati, su disposizione dell’autorità giudiziaria inquirente, sono stanno ora agli arresti domiciliari.

Ad Ascrea (RI) i carabinieri della locale stazione, nel corso di quotidiani servizi per contrastare i reati contro il patrimonio, hanno denunciato, per il reato di tentato furto in abitazione, un cittadino romeno del 1976, pregiudicato nullafacente e un reatino del 1934, entrambi residenti nell’hinterland romano. I militari operanti, a seguito di segnalazione pervenuta tramite 112, hanno sorpreso i due uomini intenti a forzare la porta di ingresso di un’abitazione privata sita a Collegiove (RI), di proprietà di un’anziana signora.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri (Comando di Rieti)


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade