Archivi tag: Reggimento Trasporti

La brigata Pinerolo impegnata nell’esercitazione LUX IGNIS III

Torre di Nebbia (BA), 20 maggio 2014 – Da tre settimane la Brigata Pinerolo è impegnata nell’esercitazione LUX IGNIS III nel Poligono occasionale di Torre di Nebbia (BA) all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Circa 1400 uomini e donne, stanno svolgendo dal 28 aprile una serie di attività dinamiche, diurne e notturne, connesse prioritariamente con il raggiungimento degli obiettivi addestrativi previsti dalla Forza Armata, a premessa dell’immissione nel Teatro Operativo libanese, e sempre con la responsabilità di creare le condizioni di tutela del territorio riducendo al minimo l’impatto ambientale.
Tra le attività addestrative si segnala che, il 12 maggio scorso, sono state organizzate tre differenti training box con esercitazioni a fuoco di livello plotone.

La prima attività ha visto protagonista il 7° Reggimento Bersaglieri rinforzato dai binomi a cavallo dell’8° Reggimento Lancieri di Montebello.
Nel secondo box il 10° Reggimento Trasporti ha organizzato un assetto logistico per trasportare su automezzi aiuti umanitari e prevedendo l’impiego di un team di specialisti ACRT (Advanced Combat Recognition Team) dell’11° Reggimento Genio Guastatori.
Infine, nel terzo box il 19° Reggimento Cavalleggeri Guide ha sviluppato un’esercitazione con due plotoni su Blindo Centauro e VTLM (Veicolo Tattico Leggero Multiruolo) Lince.
Nell’attività del 7° è stata coinvolta la delegazione parlamentare, che nella stessa giornata era in visita alla Brigata, in qualità di mediatori governativi attaccati durante un incontro con autorità civili e messi in sicurezza da un Nucleo Tutela e Protezione VIP (CPT- Close Protection Team).
Nell’azione è intervenuta anche una QRF (Quick Reaction Force) per creare le condizioni di sicurezza idonee all’evacuazione in elicottero dei VIP e un ferito simulato proprio da un parlamentare.
Tutte le attività di volo sono state condotte da due elicotteri del 2° Reggimento Sirio e da un NH 90 del 7° Reggimento Vega dell’Aviazione dell’Esercito, utilizzati anche per integrare il controllo del poligono.
Ieri le attività principali sono state svolte dall’82° Reggimento di Barletta con un’esercitazione a livello plotone su Freccia con l’impiego del sistema d’arma controcarro Spike.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri
Foto: © Comando delle Forze Operative Terrestri

 


La Bandiera di Guerra del 1° Reggimento Trasporti fa ritorno in Italia

Shama, 15 maggio 2014 – La Bandiera di Guerra del 1° Reggimento Trasporti, ha lasciato martedì sera il Libano del Sud per far ritorno in Italia presso la sede di Bellinzago Novarese. Il 1° Reggimento Trasporti ha operato negli ultimi sei mesi nell’ambito della missione UNIFIL come Combat Service Support Battalion della Joint Task Force Lebanon
Il vessillo, che era arrivato in teatro operativo lo scorso 19 novembre, è stato salutato presso la base Millevoi di Shama, con una semplice ma significativa cerimonia, cui ha partecipato il comandante del Settore Ovest, generale Fabio Polli. Durante i sei mesi di permanenza nella Terra dei Cedri, i militari del 1° Reggimento Trasporti di Bellinzago Novarese, guidati dal colonnello Mario Stefano Riva, hanno garantito il sostegno logistico ai caschi blu italiani impegnati nell’Operazione Leonte XVI, svolgendo, con i propri assetti, attività operative, logistiche, sanitarie e di cooperazione civile-militare. 


Al loro posto sono giunti da Remanzacco (UD) gli autieri dell’8° Reggimento Trasporti, reparto comandato del colonnello Alessandro Sciarpa che, come in patria, opera nei ranghi della Brigata Ariete, grande unità cui attualmente è affidata la responsabilità del Sector West di UNIFIL.

© All rights reserved
Fonte: Contingente Italiano in Libano
Foto: © Contingente Italiano in Libano


I caschi blu italiani donano a l’Al Hanan Center attrezzi da lavoro per la formazione dei giovani diversamente abili

Shama (Libano), 12 maggio 2014 – I Caschi Blu italiani del Combat Service Support Battalion, su base 1ᴼ Reggimento Trasporti, al comando del colonnello Mario Stefano Riva, nell’ambito delle attività di cooperazione civile-militare condotte dal contingente, hanno partecipato nei giorni scorsi ad un’iniziativa di solidarietà organizzata nel villaggio di Abbasieh, presso l’Al Hanan Center, struttura riabilitativa del villaggio di Abbasieh per la cura, l’istruzione e l’integrazione dei giovani diversamente abili.

Nel corso dell’evento Il personale del 1ᴼ Reggimento Trasporti ha donato all’istituto macchine da cucire e attrezzi per la lavorazione del legno, materiale che permetterà la creazione di due nuove classi, grazie alle quali gli studenti potranno incrementare le capacità cognitive e motorie, al fine di un più agevole inserimento nel mondo del lavoro.

Durante la manifestazione, cui hanno presenziato il Sindaco della municipalità di Abbasieh, il direttore e gli educatori del centro, i giovani frequentatori si sono esibiti in musiche e danze folkloristiche libanesi.

Ai giovani dell’Istituto, il colonnello Mario Riva ha anche consegnato materiale sportivo gentilmente fornito dalla Società Novara Calcio e una targa commemorativa dell’evento che rimarrà a testimonianza della splendida giornata trascorsa.

Al termine della cerimonia, il Sindaco di Abbasieh ha sentitamente ringraziato il personale del Contingente Italiano, attualmente agli ordini del comandante della Brigata Ariete, generale Fabio Polli, sottolineando il costante e prezioso impegno profuso nella realizzazione dei numerosi progetti a favore delle popolazioni del Sud del Libano e, in particolar modo, per la grande attenzione dimostrata per il settore formativo e socio-educativo.

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano nel Libano del sud
Foto: © 132ᴬ Brigata Corazzata Ariete


La bandiera di guerra dell’8° reggimento trasporti giunge in teatro operativo libanese

Shama, 9 maggio 2014 – La Bandiera di Guerra dell’8° Reggimento Trasporti, reparto che in questi giorni sta lasciando la propria sede di Remanzacco (UD) per andare ad operare in Libano, in qualità di Combat Service Support Battalion nell’ambito della JTF Lebanon, è giunta nel cuore della notte a Shama, nel Sud del paese, presso il Comando del contingente italiano inquadrato nella missione UNIFIL, attualmente su base Brigata Ariete

Il vessillo, decorato di Croce d’argento al merito dell’Esercito, è stato salutato all’arrivo dal Comandante del Sector West di UNIFIL, Generale Fabio Polli e da un picchetto in armi, oltre che da una rappresentanza schierata del personale della Task Force. Per l’8° Reggimento Trasporti, che torna per la seconda volta nella Terra dei Cedri, si tratta della prima esperienza operativa all’estero come unità logistica della Brigata “Ariete”, nei cui ranghi il reparto è transitato dal 13 settembre 2013. 
Nell’ambito dell’Operazione “Leonte XVI”, il Reggimento, comandato dal Colonnello Alessandro Sciarpa, avrà il compito di garantire il supporto logistico al contingente italiano. 

© All rights reserved
Fonte: Contingente Italiano in Libano
Foto: © Contingente Italiano in Libano


Libano del Sud: i caschi blu italiani, insegnanti e istruttori

Shama (Libano), 8 aprile 2014 – Nei giorni scorsi, i caschi blu italiani hanno organizzato, presso la base Millevoi di Shama – sede della Joint Task Force Lebanon su base Brigata Granatieri di Sardegna una serie di attività ed incontri a favore della popolazione del Libano del Sud.

In particolare, il Gruppo Supporto Aderenza (CSS BN – Combat Service Support Battalion) su base 1° Reggimento Trasporti, al comando del Colonnello Mario Stefano Riva, ha organizzato la cerimonia di chiusura del corso di lingua italiana condotto, nei mesi scorsi, a favore di 18 piccoli alunni della scuola pubblica di Yarin. All’evento hanno presenziato le autoritá civili della municipalità, il Direttore e gli educatori della scuola. Nel corso della cerimonia il Comandante del contingente Italiano – Generale di Brigata Maurizio Riccò, nel ringraziare gli intervenuti ha affermato che “conoscere le lingue non è importante per le lingue in sé ma per l’integrazione delle genti e la loro conoscenza non fa altro che agevolare gli uni e gli altri nella reciproca comprensione”. L’evento si é concluso con la consegna degli attestati di partecipazione ai piccoli frequentatori del corso e la donazione di una copia dell’opera “Il Piccolo Principe” di Antoine de Saint-Exupéry, quale simbolo di una visione cosmopolita del vero senso dell’amore fraterno e dell’amicizia, spirito che anima il costante impegno profuso dai caschi blu Italiani a sostegno della popolazione locale.

IMG_7886

Inoltre, sempre presso la base “Millevoi” di Shama ed in concomitanza con altre sedi UN, si è svolto il Mine Awareness Day, una giornata internazionale di UNIFIL sulla sensibilizzazione della popolazione locale sul tema delle mine, sotto l’egida di UNMAST (United Nations Mine Action Support Team) e con la partecipazione degli sminatori cinesi e del loro Comandante, il Colonnello Tang Bing. In particolare il Battaglione di Supporto alle attività operative (CS BN – Combat Support Battalion), guidato dal Ten. Col. Maurizio Todaro, ha organizzato una mostra statica e una serie di aree ludico-educative sulla pericolosità delle mine e degli UXO (Unexploded Ordnance), destinate a circa 80 bambini provenienti da diverse scuole dell’area di responsabilità italiana. I “piccoli” ospiti hanno anche assistito ad attività simulate con il cane antiesplosivo (EDD – Explosive Detection Dog) e con il “robottino” utilizzato dagli artificieri per la manipolazione e disarticolazione degli ordigni esplosivi improvvisati (IED – Improvised Explosive Device).

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano nel Libano del sud
Foto: © Brigata Granatieri di Sardegna


Shama: inaugurati corsi di italiano per gli alunni libanesi

Shama (Libano), 5 marzo 2014 – Nei giorni scorsi, il Comando del Settore Ovest (JTF-L – Joint Task Force Lebanon), su base Brigata Granatieri di Sardegna, ha inaugurato in alcune scuole primarie del Libano del Sud dei corsi basici di lingua italiana, distribuendo tra i banchi scolastici l’Alfabetiere, un volume ricco di disegni e colori, con il quale i bambini locali hanno iniziato un “viaggio” nell’alfabeto italiano.

In particolare, nel corso della cerimonia di inaugurazione, presso la scuola di Al Qulaylah, il Comandante del Settore Ovest – Generale di Brigata Maurizio Riccò – alla presenza del Sindaco della Municipalità – Sig. Ghass Salman e del Direttore della Scuola, ha sottolineato l’importanza dell’apprendimento delle lingue straniere quale strumento di integrazione per i giovani “cittadini del mondo”. Il corso in parola, condotto dal personale del Gruppo Supporto di Aderenza (CSS BN – Combat Service Support Battalion), su base 1° Reggimento Trasporti e nell’occasione rappresentato dal suo Comandante – Colonnello Mario Stefano Riva – è stato realizzato mediante la donazione di materiale didattico al cui progetto hanno contribuito il Consiglio Regionale della Campania, della Provincia di Salerno e del Comune di Scafati, l’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna, la ONLUS “Associazione senza Frontiere”, l’Associazione “Spes Scafati” e le ditte Fabriano e Carioca.

Il corso testimonia come il raggiungimento dell’obiettivo della pace, della stabilità e della convivenza possa essere conseguito investendo, soprattutto, nella formazione culturale delle “nuove generazioni”.

© All rights reserved
Fonte:
 contingente italiano nel Libano del sud
Foto: © Brigata Granatieri di Sardegna


Shama, Libano del Sud: cooperazione civile e militare dei caschi blu italiani per la sicurezza stradale e per il sociale

Shama (Libano), 4 marzo 2014 – I caschi blu di ITALBATT su base 1° Reggimento Granatieri di Sardegna, rappresentati dal loro Comandante – Colonnello Claudio Caruso – nella municipalità di Ramadyah, hanno donato dei capi di abbigliamento per la popolazione locale mentre, in quella di Al Mansouri, hanno inaugurato un progetto che riguarda la realizzazione di segnaletica stradale orizzontale e verticale e di rallentatori sul tratto di strada che va dalla base della Task Force di manovra fino alla citata municipalità.

Nella base Millevoi di Shama, invece, sono stati ospitati i ragazzi e le ragazze dell’Al Hanan Center, struttura riabilitativa della cittá di Tiro per la cura, l’istruzione e l’integrazione dei giovani diversamente abili. Il Comandante della Joint Task Force Lebanon – Generale di Brigata Maurizio Riccò e il personale del Gruppo Supporto di Aderenza (CSS BN – Combat Service Support Battalion), su base 1° Reggimento Trasporti, rappresentato dal Colonnello Mario Stefano Riva, hanno aperto le porte della sede a 15 ragazzi di età compresa tra i 12 e i 21 anni, ai loro genitori e agli educatori del Centro. Nel corso dell’incontro, svoltosi all’insegna della gioia e dell’allegria, è stato inoltre donato all’Istituto del materiale didattico, in collaborazione con la delegazione di Verona del Sovrano Militare Ordine di Malta.

© All rights reserved
Fonte:
 contingente italiano nel Libano del sud
Foto: © Brigata Granatieri di Sardegna


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade