Archivi tag: Reggimento Trasmissioni

Strade sicure: rientrano a Civitavecchia i militari dell’ 11° reggimento trasmissioni

Civitavecchia, 16 gennaio 2015 – L’11° reggimento trasmissioni ha concluso il suo mandato nell’operazione Strade Sicure. È rientrato a Civitavecchia il reparto dell’ 11° reggimento trasmissioni che ha concluso il suo mandato nell’operazione Strade Sicure, presso il centro polifunzionale di Pian del Lago in Caltanissetta.

I militari, inquadrati dal mese di ottobre 2014 nel 6° raggruppamento “Sicilia occidentale” sotto il comando del 6° reggimento lancieri d’Aosta, hanno condotto congiuntamente alle Forze di Polizia un’operazione di Homeland Security, incentrata sulla gestione del crescente afflusso di migranti che ha interessato le coste occidentali dell’Isola.

© All rights reserved
Fonte: COMFOTER

Terminata l’esercitazione Veltro 2014 condotta dal 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo”

ok_folgore_6

Monte Romano, 22 ottobre 2014 – Si è conclusa lo scorso 10 ottobre, al poligono di Monte Romano, l’esercitazione Veltro 2014 condotta dal 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo di Pistoia. L’addestramento, condotto nel contesto di validazione connesso all’inserimento dell’unità nel pacchetto JRRF (Joint Reaction Rapid Force) per l’anno 2015, ha visto l’unità impegnata in uno scenario supposto come potenzialmente ostile.

Tale presupposto ha richiesto l’impiego di tutte le armi in dotazione, compresi i mortai da 120 mm. ed i sistemi controcarro “Milan”. Da rilevare la proficua collaborazione con la Scuola di Aerocooperazione di Guidonia che ha consentito di operare con la cosiddetta “terza dimensione”: un supporto alla manovra di vitale importanza per lo sviluppo della successiva operazione avioportata e dello schieramento sul terreno protrattosi per circa cinquantaquattro ore.

ok_folgore_7

La missione del 183° Reggimento, tipica delle aviotruppe, ha preso il via dall’aviolancio di una forza composta dalla componente esplorante e dal successivo scaglione assalto che hanno garantito la sicurezza dell’area.

Una successiva aliquota di paracadutisti, imbarcata su elicotteri multiruolo, ha invece provveduto alla creazione di un posto comando tattico avanzato avente, tra gli altri, il compito di garantire i collegamenti digitali e satellitari verso i comandi sovraordinati e le dipendenti unità sul terreno. Fondamentale, per lo sviluppo dell’attività addestrativa, il supporto degli equipaggi del 1° Reggimento AVES “Antares” di Viterbo su vettori CH-47 ed AB-412, e dell’11° Reggimento Trasmissioni “Leonessa” di Civitavecchia che ha partecipato all’ esercitazione con materiali tecnici e specialisti.

ok_folgore_3

In sintesi, un contesto addestrativo aderente ai possibili scenari di impiego dal quale il 183° “Nembo”, grazie alla meticolosa pianificazione ed alla collaborazione a tutto tondo con i numerosi assetti dispiegati sul terreno, ha ottenuto preziose indicazioni utili allo sviluppo ed alla condotta di attività future.

© All rights reserved
Fonte: COMFOTER

Genova, emergenza maltempo: in soccorso alla popolazione 200 uomini dell’esercito 

Genova, 13 ottobre 2014 – ​​Su disposizione del Ministero della Difesa 200 militari dell’esercito sono al lavoro a Genova per ripristinare la viabilità. Uomini e donne dell’Esercito Italiano e della Marina Militare sono all’opera a Genova per aiutare la popolazione colpita dall’emergenza maltempo.

In base alle indicazioni ricevute dalla prefettura i militari stanno intervenendo nel capoluogo ligure, nel quartiere Foce, in via Cesarea, Via Diaz e Via Volturno e nei Comuni di Montoggio e Campo Ligure.

Le attività sono coordinate con la prefettura di Genova e la presidenza della regione attraverso un nucleo di collegamento della forza armata schierato nella giornata di sabato.

L’esercito, per questa emergenza, ha reso disponibile un complesso di capacità operative e tra queste: il reggimento genio pontieri di Piacenza, il reggimento di artiglieria da montagna di Fossano, il 32° reggimento genio guastatori di Torino, il 10° reggimento genio guastatori di Cremona, il 1° reggimento trasmissioni di Milano e il reggimento di supporto del comando NRDC di Solbiate Olona, unità della Brigata Paracadutisti Folgore ed elicotteri.

 Di queste unità 430 uomini e tre elicotteri sono prontamente disponibili e in grado di intervenire con breve preavviso.

Anche un team di palombari del Comando Subacquei Incursori della Marina (Comsubin) è attualmente impegnato in zona Brignole/Foce (Genova), per aiutare la popolazione del capoluogo ligure con l’ausilio di attrezzature specialistiche in dotazione, e di alcune motopompe fornite dall’Arsenale Militare della Spezia.

Gli uomini del Gruppo Operativo Subacquei della Marina (G.O.S.), sono stati tra i primi ad accorrere in aiuto della popolazione di Genova, per rimuovere acqua e fango, che hanno messo di nuovo in ginocchio la città della lanterna.

La Marina Militare ha inoltre reso disponibili le navi Caio Duilio e Grecale, pronte per essere dislocate a Genova qualora la Protezione Civile lo ritenesse necessario.

L’Esercito fornirà ogni concorso necessario di uomini e mezzi tenendo informati i competenti organi dello Stato Maggiore della Difesa.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito

Laran 2014: il COMART in esercitazione nel poligono di Monteromano

Monteromano (VT), 28 luglio 2014 – Nei giorni dal 21 al 25 luglio ha avuto luogo, presso il poligono di tiro di Monteromano (VT), l’esercitazione di impiego del fuoco di Artiglieria denominata LARAN 2014, condotta dalle batterie PzH2000 e Mortai Thomson del Reggimento Addestrativo del Comando Artiglieria di Bracciano, unitamente alle batterie FH-70 del 185° Reggimento artiglieria Paracadutisti.

Nell’acquisizione obiettivi e nell’ osservazione del tiro si sono alternati nuclei SAOV dei menzionati reggimenti ed il concorso CIS è stato fornito dall’11° Reggimento Trasmissioni.

L’attività ha avuto lo scopo di:

  • innalzare il livello di conoscenza specialistico del personale del Reggimento Addestrativo del Comando Artiglieria (COMART) e del 185° Reggimento artiglieria paracadutisti FOLGORE;
  • verificare le procedure della cooperazione Arma Base – Artiglieria attraverso lo scambio di intese e accordi, con l’indicazione e la controindicazione degli obiettivi e la gestione di richieste di fuoco avanzate da Ufficiali dell’Arma Base partecipanti all’esercitazione;
  • perfezionare l’addestramento pratico svolto presso il COMART dagli ufficiali del 192° e 193° Corso del ruolo normale di Artiglieria.

Il tema dell’esercitazione è stato l’impiego di unità PZh2000, FH/70 e mortai pesanti inquadrate in una Task Force nel supporto di fuoco diretto in uno scenario CROPeace Support Operations (PSO) – Peace Enforcement.

Il giorno 24 ha presenziato l’attività il comandante per la formazione e scuola di applicazione dell’Esercito, generale di corpo d’armata Paolo Ruggiero, accolto dal comandante dell’artiglieria e ispettore dell’arma di artiglieria, generale di divisione Giovanni Domenico Pintus.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


Il comandante delle forze operative terrestri visita i reparti di supporto al combattimento del Trentino Alto Adige

Trentino Alto Adige, 27 maggio 2014 – Il comandante delle Forze Operative Terrestri, generale di corpo d’armata Roberto Bernardini, ha reso visita oggi al 2° reggimento genio alpino ed al 2° reggimento trasmissioni alpino.

Il comandante ha visitato prima il 2° reggimento trasmissioni alpino a Bolzano. Dopo la resa degli onori da parte di un picchetto in armi del reparto, l’alto ufficiale ha reso omaggio alla bandiera di guerra del reggimento, decorata di medaglia d’argento e di bronzo al valor militare e di croce d’oro al merito dell’esercito.

La visita è proseguita con un briefing illustrativo sulle attività del reparto da parte del comandante di reggimento colonnello Vincenzo Valerio Carnicella alla presenza del comandante della brigata trasmissioni, generale di brigata Alfonso Miro.

Successivamente, presso il 2° reggimento genio alpino a Trento, il generale Bernardini è stato accolto dal comandante della brigata Julia, il generale Ignazio Gamba e dal comandante del reggimento, colonnello Giovanni Fioretto.

L’alto ufficiale, ha reso omaggio alla bandiera di guerra del reparto decorata di due medaglie d’argento al valor militare (fronte russo 1942 – 1943), due medaglie di bronzo al valor militare (assedio di Gaeta 1861), una medaglia d’argento al valor civile (Vajont 1963), una medaglia di bronzo al valor dell’esercito (Friuli 1976). Nel successivo briefing è stata illustrata in particolare l’operazione OLD LADY, il recente eccezionale disinnesco a Vicenza di una bomba d’aereo di 4000 lb, ad opera dei genieri alpini di Trento. Il generale Bernardini ha colto l’occasione di questa sua visita per consegnare alcuni riconoscimenti al personale che si è particolarmente distinto nell’operazione.

In entrambi i reparti il comandante delle forze terrestri, ha visitato le principali strutture, le aree funzionali e operative ed ha incontrato il personale militare e civile, nei confronti del quale si è espresso con parole di grande soddisfazione per la professionalità ed i lusinghieri risultati conseguiti nel corso delle numerose attività svolte sul territorio nazionale e all’estero.

© All rights reserved
Fonte: Forze Operative Terrestri
Foto: © Forze Operative Terrestri


Il Comandante della Scuola delle Trasmissioni e Informatica in visita all’11° Reggimento Trasmissioni

20 marzo 2014 – Il Generale di Brigata Lorenzo Santella, Comandante della Scuola delle Trasmissioni e Informatica ed Ispettore dell’Arma delle Trasmissioni, nel quadro del programma di visite alle Unità delle Trasmissioni, si è recato oggi presso la Caserma “D’Avanzo”, sede dell’11° Reggimento Trasmissioni.
Dopo un briefing illustrativo del Reparto, il Comandante di Reggimento, Colonnello Massimo Ancora, ha accompagnato l’Ospite presso il dipendente Centro di Supervisione e Configurazione dei Sistemi Satellitari, polo di eccellenza nel settore anche per il ruolo fondamentale che riveste per la connettività dei Contingenti “fuori area” con la Madrepatria.
Nel corso della visita ha incontrato i militari impegnati nello studio e nell’implementazione della moderna tecnologia Digital Video Broadcasting (DVB), che consente una allocazione dinamica delle risorse satellitari garantendone l’ottimizzazione.
Successivamente, il Generale ha potuto assistere ad un addestramento al tiro condotto con armi softair.
Il continuo aggiornamento tecnico e l’ammodernamento dei materiali e mezzi costituiscono fattori irrinunciabili nell’ambito delle Trasmissioni e dell’Informatica per rimanere al passo con il rapido progredire dell’evoluzione tecnologica.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade