Annunci

Archivi tag: Reggimento Bersaglieri

MIBIL, concluso il primo corso “counter–sniping” per le forze armate libanesi

Missione Militare Bilaterale Italiana in Libano (MIBIL): concluso il primo corso Counter-Sniping a favore delle forze armate libanesi

Libano, 22 giugno 2015 – Nei giorni scorsi, gli istruttori della Missione Militare Bilaterale Italiana in Libano (MIBIL), hanno concluso il primo corso Counter-Sniping a favore del personale appartenente alle Forze Armate libanesi (LAF), svolto da un nucleo addestrativo mobile (MTT) congiunto costituito da personale istruttore appartenente al 186° Reggimento Paracadutisti della Folgore ed all’8° Reggimento Bersaglieri della Brigata Bersaglieri Garibaldi.

Tra i frequentatori, per la prima volta, militari dei reggimenti di intervento rapido delle forze di sicurezza libanesi.

L’attività della durata di quattro settimane, ha avuto lo scopo di far acquisire ai militari delle LAF un’adeguata istruzione al tiro con bersagli posti a media e a lunga distanza. Inoltre durante la fase pratica, sono state condotte attività specifiche mirate all’impiego dei tiratori scelti nel contesto Counter-Sniping, come l’impiego nei diversi scenari (urbano, desertico e boschivo) e il movimento occulto di avvicinamento.

Alla cerimonia di consegna degli attestati di frequenza, presieduta dal comandante della MIBIL, colonnello Andrea Monti, hanno preso parte il comandante del Settore Ovest di UNIFIL, generale di brigata Salvatore Cuoci, il vice direttore dell’addestramento delle LAF, generale di brigata Ibrahim Harfosh e il comandante della 5° Brigata, generale di brigata Afif Saleh, insieme ad altri ufficiali di staff.​

© All rights reserved
Fonte e immagini: MIBIL
Annunci

Libano: cambio di responsabilità presso Italbatt, il reggimento Cavalleggeri guide (19°) subentra al reggimento Lancieri di Novara (5°)

Al Mansouri, 23 ottobre 2014 – Si è svolta   questo   pomeriggio, nella   base   italiana di Al Mansouri, la   cerimonia di avvicendamento delle unità   alla guida di ITALBATT, tra il reggimento Lancieri di Novara (5°) di Codroipo (UD) al comando del colonnello Elio Babbo ed il reggimento Cavalleggeri Guide (19°) di Salerno, con assetti forniti dal 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura, agli ordini del colonnello Angelo Malizia, al loro terzo impiego in teatro operativo libanese.

Il comandante della Joint Task Force Lebanon, generale di brigata Stefano Del Col, che ha presenziato all’evento, nel suo intervento ha espresso gratitudine ai Lancieri di “Novara”, rimarcando l’encomiabile lavoro svolto ed evidenziando la forte vicinanza con la popolazione locale. In questi mesi sono stati realizzati numerosi progetti di cooperazione civile – militare e di assistenza medica con oltre 2000 persone visitate durante le attività di medical care condotte nelle 24 municipalità di ITALBATT. In particolare sono stati realizzati progetti per oltre 200.000 € come pozzi per l’acqua per la municipalità di Al Mansouri e Al Qulayla, donazioni di due ambulanze e di oltre 2500 kit di materiale scolastico distribuito in tutte le scuole dell’area di responsabilità dei caschi blu italiani altri.

Alla guida di ITALBATT dallo scorso 24 aprile 2014, il Reggimento Lancieri di “Novara” ha svolto, nelle attività di supporto alla popolazione locale in aderenza alla risoluzione 1701 delle Nazioni Unite e in assistenza alle Forze Armate Libanesi (LAF), più di 4000 attività di pattugliamento volte a garantire la sicurezza delle aree più sensibili del Libano del Sud ed oltre 500 attività congiunte con le LAF.

© All rights reserved
Fonte: Contingente italiano in Libano

Roma, operazione Strade Sicure: Granatieri di Sardegna, Bersaglieri e Carabinieri in sinergia per la sicurezza della capitale

strade sicure

Roma, 1 settembre 2014 – Nei giorni scorsi, due pattuglie di militari dell’Esercito, impiegate nell’operazione Strade Sicure, raggruppamento Roma a guida brigata Granatieri di Sardegna, insieme alle forze dell’ordine hanno contribuito a garantire l’ordine e la sicurezza nella Capitale.
Nel primo intervento, effettuato presso il nodo di scambio Anagnina, una pattuglia effettiva al reparto comando della Granatieri di Sardegna ha soccorso, in prossimità della fermata metropolitana, un cittadino di nazionalità italiana che stava in stato confusionale.
L’uomo, mostrava una siringa infilata nel braccio, è stato quindi prontamente soccorso dai militari, e trasportato fuori l’entrata della fermata. Successivamente è stato soccorso da un’ambulanza, sempre allertata dal personale dell’Esercito, che lo ha accompagnato presso l’ospedale più vicino.

Nel secondo intervento, invece, effettuato presso il nodo di scambio di Trastevere, una pattuglia effettiva al 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura (BA), durante lo svolgimento del servizio congiunto con l’Arma dei Carabinieri, ha controllato e identificato due persone di nazionalità tunisina che, alla richiesta del carabiniere di favorire i documenti e di controllare la borsa che trasportavano, hanno tentato la fuga.
Mentre uno dei due è riuscito a scappare, l’altro è stato bloccato e, a seguito di ulteriori controlli, è risultato essere in possesso di 51 grammi di marijuana.

La brigata Granatieri di Sardegna, oltre che ad essere impiegata in attività addestrative e operative in ambito nazionale e internazionale, dall’agosto del 2008, rinforzata da assetti di altre unità, partecipa ai 4000 uomini dell’Esercito all’Operazione “Strade Sicure” sulla territorialità della città di Roma, coordinata dal 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD) di San Giorgio a Cremano, in concorso e congiuntamente alle Forze dell’Ordine a garanzia della sicurezza e prevenzione della microcriminalità nella Capitale.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito

Libano: i caschi blu italiani si addestrano con le forze armate libanesi


Poligono ITALBATT con le LAF (3)

Shama (Libano), 2 agosto 2014 – Nei giorni scorsi i caschi blu italiani della Joint Task Force Lebanon, appartenenti all’11° reggimento bersaglieri, che in teatro operano nell’ambito della Task Force di ITALBATT, unità di manovra del contingente italiano, su base reggimento Lancieri di Novara, alle dipendenze del colonnello Elio Babbo, hanno svolto un’esercitazione a fuoco presso il poligono di Ebel Es Saqi, nel sud del Libano, cui hanno preso parte i colleghi dell’esercito libanese.

Oltre all’attività in poligono, i programmi addestrativi predisposti dai militari italiani a beneficio di quelli libanesi comprendono corsi sul riconoscimento degli ordigni e delle mine (UXO and Mine Awareness), sulle tecniche di controllo della folla (Anti Riot and Crowd Control Techniques) e sul Primo Soccorso (Basic Life Support).

Poligono ITALBATT con le LAF (6)

Il supporto alle Forze Armate Libanesi è uno dei compiti principali assegnati al contingente UNIFIL dalla Risoluzione 1701 delle Nazioni Unite, unitamente al monitoraggio della cessazione delle ostilità e all’assistenza alla popolazione locale; attività per le quali i militari della Brigata Ariete, di cui i “Lancieri di Novara” fanno parte, si sono a lungo preparati in patria e svolgono qui con professionalità, trasparenza e imparzialità.

 

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano nel Libano del Sud


Pegaso 2014/3: la brigata Pinerolo pronta per il Libano

Bracciano (RM), 28 luglio 2014 – L’esercitazione posti comando assistita da computer (CPX-CAX) Pegaso 2014/3 ha impegnato il comando della brigata Pinerolo di Bari e i posti comando del Reggimento Cavalleggeri Guide (19°) di Salerno integrato da personale del 7° Reggimento Bersaglieri di Altamura, del’11° Reggimento Genio guastatori di Foggia e del 10° Reggimento Trasporti di Bari, mentre il Reparto Comando e supporti Tattici “Pinerolo” di Bari ha garantito le attività di supporto all’esercitazione.

Iniziata lo scorso 7 luglio, nella caserma Montefinale di Bracciano, sede del comando di artiglieria, con l’ausilio dei moderni sistemi in dotazione al centro di simulazione e validazione dell’esercito, l’esercitazione si è prefissata lo scopo di affinare e consolidare le procedure inerenti all’impiego del Processo Decisionale di Pianificazione (PDP) e di valutare la capacità generali dello Staff del Comando della “Pinerolo” e dei posti comando dei Reggimenti nella gestione di situazioni operative complesse.
Lo scenario è stato improntato al massimo realismo con situazioni frequenti nel Sud del Libano in cui il contingente italiano su base Brigata “Pinerolo” agli ordini del generale di brigata Stefano Del Col si appresta ad operare nell’ambito della missione UNIFIL (United Nation Interim Force in Lebanon).

© All rights reserved
Fonte: Esercito Italiano


Operazione Coorte: concluso l’addestramento dei militari libici

Persano (SA), 25 giugno 2014 – Si è concluso il 20 giugno il 1° corso di formazione delle forze di sicurezza libiche con una cerimonia svolta alla presenza del capo di Stato Maggiore della Difesa ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e del Capo di Stato Maggiore della Difesa libico generale Abdulsalam Jadallah Alobeidi.

La cerimonia si è svolta nella caserma Capone, tra i presenti ci stava il comandante del comando per la formazione, specializzazione e dottrina dell’esercito, generale di corpo d’armata Massimo De Maggio. La cerimonia è stata a conclusione dell’esercitazione finale, sotto la direzione del personale dell’8° Reggimento Bersaglieri della Brigata Garibaldi, che si era tenuta nei giorni precedenti nel comprensorio di Persano alla presenza di una delegazione del Governo Libico. I militari Libici hanno simulato un’operazione di combattimento in un centro abitato (appositamente ricostruito sulla base di immagini fotografiche ritraenti un borgo suburbano alla periferia di Tripoli) ipoteticamente occupato da un gruppo di terroristi.
L’esercitazione ha segnato il culmine dell’addestramento e aveva come obiettivo quello di far acquisire all’unità libica le competenze specifiche per operare a livello di compagnia di fanteria leggera con capacità di controllo e sicurezza del territorio.

Durante il discorso tenuto dal capo di SMD, sono stati sottolineati tutti gli sforzi compiuti dall’esercito italiano, ed è stato ringraziato il comandante dell’8° Reggimento Bersaglieri ed il comandante dell’80° Reggimento Addestramento Volontari “ROMA” per i lusinghieri risultati ottenuti.

© All rights reserved
Fonte: Comando per la formazione, specializzazione e dottrina dell’esercito


Missione a Gibuti per il 3° reggimento bersaglieri della “Sassari”

17 marzo 2014 – Nella serata di sabato scorso dal porto di Cagliari è partito un plotone di 30 uomini del 3° Reggimento Bersaglieri, della Brigata Sassari, che sarà schierato a Gibuti da oggi per garantire la sicurezza della nuova base italiana di supporto logistico interforze alla missione antipirateria Atlanta e Ocean Shield.
La missione, condotta nel quadro delle principali risoluzioni delle Nazioni Unite, prevede attività di carattere addestrativo e formativo a favore delle Forze Armate della Repubblica di Gibuti per la stabilizzazione della Somalia.
L’impiego del 3° Reggimento in Africa avviene al termine di cinque intensi mesi di addestramento e a poco più di vent’anni dal suo rientro dall’operazione Restore Hope in Somalia, dove l’unità era inquadrata nel contingente Italiano Ibis 2.
Con l’impiego nel corno d’Africa, la Brigata “Sassari” esprime ulteriori capacità operative che la vedono impegnata su più fronti, tra i quali quello in territorio afghano.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade