Annunci

Archivi tag: polizia

Lucca, tentato omicidio a poliziotto in servizio, magrebino arrestato dalla Polizia

Schermata 2019-02-10 alle 14.03.38

Lucca, 10 febbraio 2019 – La Polizia di Stato ha fermato ieri mattina, per tentato omicidio, il responsabile che la sera del 4 febbraio scorso ha aggredito e ferito gravemente alla testa un poliziotto delle volanti del Commissariato di Viareggio (LU), impegnato in un servizio di contrasto allo spaccio nella Pineta di Ponente.  La sera dell’aggressione il 20enne magrebino, irregolare sul territorio nazionale, privo di una fissa dimora e con precedenti penali, spacciava stupefacenti nella pineta, con altri connazionali.

Sentendosi braccato, lo straniero ha impugnato un corpo contundente, probabilmente una grossa pietra, e ha colpito il giovane poliziotto, appostato tra la vegetazione in servizio di osservazione discreta.  Condotto in ospedale con trauma cranico, forte emorragia e una grave frattura dell’osso frontale, l’operatore è stato dichiarato fuori pericolo solo da poche ore. Dalla sera dell’aggressione è stata incessante l’attività investigativa dei poliziotti del Commissariato di Viareggio e della Squadra Mobile.

Schermata 2019-02-10 alle 14.03.20

L’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Lucca, già poche ore dopo il fatto, aveva permesso di individuare il probabile responsabile in uno dei soggetti che spacciano nella Pineta di Ponente, noti agli uomini della Squadra Mobile e del Commissariato di Viareggio anche grazie ai numerosi controlli operati negli ultimi mesi e alla recente operazione di polizia giudiziaria, condotta nel dicembre scorso e conclusasi con l’arresto di 17 stranieri, tutti responsabili di spaccio aggravato, consumato anche in danno a minori e in prossimità di scuole.

Infatti, il 20 dicembre scorso, il soggetto fu fermato ed identificato dai poliziotti riuscendosi a disfare di 100 grammi di hashish che furono rinvenuti, tra fitta vegetazione, solo il giorno successivo anche grazio all’impiego delle unità cinofile di Firenze. Ancora prima, il 6 ottobre scorso, sempre il 20enne era stato controllato nella stanza di un albergo di Viareggio; in quella occasione fu trovato, con altri connazionali, nella disponibilità di quasi 2mila euro in contanti, probabilmente provento di spaccio.   

Gli investigatori del Commissariato e della Squadra Mobile, acquisiti ulteriori elementi a carico del soggetto, anche grazie alla sinergia investigativa con la compagnia dei Carabinieri di Viareggio, individuata la sua abitazione, hanno avviato un discreto servizio di osservazione, concluso venerdi mattina con il fermo d’iniziativa, reso necessario dall’evidente pericolo di fuga trattandosi di un soggetto privo di fissa dimora, di legami famigliari ed interessi lavorativi nel territorio nazionale.  

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato
_______________________

 

Annunci

Omaggio al tricolore con la Banda Musicale della Polizia di Stato a Montecitorio, interviene on. Carfagna (video)

schermata 2019-01-14 alle 12.50.12

Roma, 14 gennaio 2019 – Per rendere omaggio al Tricolore quest’anno il presidente dell’Associazione Nazionale insigniti dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana (ANCRI) Tommaso Bove e il prefetto Francesco Tagliente, nella veste di delegato ai rapporti istituzionali del sodalizio, hanno puntato a un alto profilo istituzionale.

Nell’ambito dell’evento “Montecitorio a porte aperte”, in Aula Montecitorio, la Banda Musicale della Polizia di Stato, diretta dal Maestro Maurizio Billi, lo storico del Risorgimento Michele D’Andrea nella veste di narratore ed il tenore Francesco Grollo, che ha accompagnato  gli orchestrali nella esecuzione del Canto degli Italiani e di altri brani, hanno intrattenuto i molti cittadini presenti con un concerto dedicato alla Bandiera Italiana.

schermata 2019-01-14 alle 12.49.51

Tantissimi i rappresentanti delle istituzioni presenti al concerto celebrativo nell’Aula della Camera. Oltre alla vice presidente della Camera on. Mara Carfagna, sono intervenuti tra gli altri il prefetto Luigi Savina, vice direttore generale della Pubblica Sicurezza con funzioni vicarie, in rappresentanza del capo della Polizia Franco Gabrielli; il generale Ilio Ciceri in rappresentanza del comandante generale dei Carabinieri; il generale Salvatore Tatta delegato dal comandante generale della Guardia di Finanza; il generale Antonio Bettelli delegato dal capo di Stato Maggiore dell’Esercito; il contrammiraglio Massimo Martucci in rappresentanza del capo di Stato Maggiore della Marina; il generale Basilio Di Martino delegato dal capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica; il generale Domenico Rossi ex sottosegretario di Stato del Ministero della Difesa; il prefetto Maria Teresa Sempreviva; il generale Francesco Gargano comandante provinciale Carabinieri Roma;  i generali dell’Aeronautica Settimo Caputo, Achille Cazzaniga e Leonardo Tricarico; i questori Roberto Massucci e Lorenzo Suraci; il vicario del questore di Roma Giovanni Scali e gli ex responsabili del cerimoniale di Palazzo Chigi Ilva Sapora ed Eugenio Ficorilli.

Consistente anche la partecipazione del mondo accademico come il neuro scienziato Pietro Pietrini direttore della Scuola IMT Alti Studi di Lucca, il prof. Guido Melis, l’ing. Paolo Ghezzi e prof. Salvatore Sfrecola cosi come la delegazione dei Rotariani e Lyons laziali e Toscani con Patrizia Cardone, Franco Angotti, Arrigo Rispoli, Antonio Nicotra, Sandro Addario, Patrizio Giaconi, Eugenio Ficorilli e tanti altri.

Presenti moltissimi ragazzi di scuole romane e di altre regioni accompagnati da insegnanti, genitori e nonni. E ancora, personaggi dello spettacolo e della comunicazione come Osvaldo Bevilacqua e Rino Barillari.

Tra i rappresentanti dell’ANCRI, oltre al presidente onorario Antonio Alderisio erano presenti circa 200 associati provenienti da 16 Regioni in rappresentanza delle 75 strutture territoriali. Presente anche il responsabile della delegazione di Cipro, in rappresentanza delle 12 delegazioni estere dell’ANCRI.

Nel suo intervento l’on. Carfagna elogia l’operato delle Forze dell’Ordine.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Polizia di Stato
______________________________________

Tifosi ultrà della Lazio travisati contro le Forze di Polizia, una carica per riequilibrare l’ordine, indagini in corso (video)

schermata 2019-01-09 alle 21.06.26

Roma, 09 gennaio 2019 – In occasione dell’anniversario della fondazione della Società Sportiva Lazio, ieri sera verso le ore 21:30 in piazza della Libertà, ha avuto luogo il consueto festeggiamento a cui hanno partecipato circa 2500 persone. 

Poco dopo la mezzanotte, un gruppo di 300 tifosi della Lazio, dopo essersi travisato, ha iniziato un fitto lancio di bottiglie, bombe carta, pietre ed altri oggetti contro le Forze dell’Ordine. 

Per riportare la situazione alla normalità, la Polizia effettua una carica di alleggerimento, con l’utilizzo di lacrimogeni, avvalendosi anche dell’uso dell’idrante.

Tra gli appartenenti alle Forze dell’Ordine, 8 sono i feriti, contusi ma non gravi, con prognosi dai 4 ai 20 giorni; un tifoso è stato arrestato e altri 3 sono stati denunciati, tutti appartenenti alle frange ultras e nei confronti dei quali verranno emessi provvedimenti di DASPO.

E’ in corso la visione delle immagini girate da operatori della Polizia Scientifica per l’identificazione di ulteriori soggetti che hanno partecipato alle azioni violente.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Polizia di Stato
____________________________________


Incontro al vertice dell’Osservatorio Nazionale sui Furti di Rame presso a sede della Polizia Criminale

20181212_120209

Roma, 12 dicembre 2018 – Si è tenuta, presso la direzione centrale della Polizia Criminale, la riunione dell’Osservatorio Nazionale sui Furti di Rame, organismo presieduto dal vice direttore generale della Pubblica Sicurezza e direttore centrale della Polizia Criminale, prefetto Nicolò D’Angelo.

Fanno parte dell’Osservatorio rappresentanti delle Forze di Polizia, dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, di Confindustria, di Ferrovie dello Stato Italiane s.p.a., di Enel s.p.a., di Telecom Italia s.p.a., di Vodafone Italia s.p.a, di Wind-Tre s.p.a. e di Anie (Federazione nazionale imprese elettrotecniche e elettroniche).

IMG_6199

Durante l’incontro è stato evidenziato che il numero dei furti di rame nei primi 10 mesi del 2018 ha fatto registrare, a livello nazionale, un decremento del 13,4% rispetto all’analogo periodo precedente, confermando il trend positivo rilevato negli ultimi anni. 
È stata esaminata anche la problematica dei furti di altri componenti metallici, come le c.d. “batterie tampone”, in uso alle società partner dell’Osservatorio, utili ad assicurare la trasmissione del segnale delle stazioni radiobase in caso di black out elettrici. Questo fenomeno criminoso, già all’attenzione delle Forze di polizia, continuerà ad essere monitorato da un apposito sottogruppo di lavoro, presso il Servizio Analisi Criminale, dalla composizione mista.

image003Il vice capo della Polizia ha, infine, sottolineato che l’interscambio informativo tra la componente pubblica e quella privata dell’Osservatorio, che agisce secondo il principio della “sicurezza partecipata”, costituisce il punto di forza per la prevenzione e il contrasto dei suddetti fenomeni criminali dai risvolti, talvolta, anche transnazionali.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Polizia di Stato
___________________________________

New York: per il Columbus day la Polizia di Stato italiana depone una corona a Ground Zero

america

New York, 11 ottobre 2018 – In occasione dei festeggiamenti per il Columbus Day (12 ottobre), la delegazione della Polizia di Stato presente a New York, ha deposto una corona di fiori a Ground Zero, al fine di commemorare le vittime dell’attentato terroristico alle Torri Gemelle l’11 settembre 2001.

america1

La deposizione è stata fatta presso il Survival Tree simbolo di speranza e di resilienza. La corona è un omaggio sentito della polizia italiana alla memoria di questo posto.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Polizia di Stato
____________________________________

La Polizia Postale informa sulla massiva attività di spamming sulle mail a scopo estorsivo

Schermata 05-2457888 alle 20.31.49.png 

Roma, 28 settembre 2018 – La Polizia Postale informa che dai giorni scorsi è in corso una massiva attività di spamming a scopo estorsivo con l’invio di email in cui gli utenti vengono informati dell’hackeraggio del proprio account di posta elettronica ad opera di un gruppo internazionale di criminali. Tale email comunica che l’account sarebbe stato hackerato attraverso l’inoculamento di un virus mentre venivano visitati siti per adulti; da qui la minaccia di divulgare a tutti il tipo di sito visitato e la conseguente richiesta di denaro in criptovaluta.

ATTENZIONE, nulla di tutto ciò è reale: rappresenta  un’invenzione dell’autore del reato, elaborata al solo scopo di gettarci nel panico ed indurci a pagare la somma illecita: è tecnicamente impossibile, infatti, che chiunque, pur se entrato abusivamente nella nostra casella di posta elettronica, abbia potuto – per ciò solo – installare un virus in grado di assumere il controllo del nostro dispositivo, attivando la webcam o rubando i nostri dati.

Ecco dunque alcuni consigli su come comportarsi:

  • Mantenere la calma: il criminale non dispone, in realtà, di alcun filmato che ci ritrae in atteggiamenti intimi né, con tutta probabilità, delle password dei profili social da cui ricavare la lista di nostri amici o parenti.
  • Non pagare assolutamente alcun riscatto: l’esperienza maturata con riguardo a precedenti fattispecie criminose (come #sextortion e #ransomware) dimostra che, persino quando il criminale dispone effettivamente di nostri dati informatici, pagare il riscatto determina quale unico effetto un accanimento nelle richieste estorsive, volte ad ottenere ulteriore denaro.
  • Proteggere adeguatamente la nostra email (ed in generale i nostri account virtuali): cambiare  – se non si è già provveduto a farlo – la password, impostando password complesse; non utilizzare mai la stessa password per più profili; abilitare, ove possibile, meccanismi di autenticazione “forte” ai nostri spazi virtuali, che associno all’inserimento della password, l’immissione di un codice di sicurezza ricevuto sul nostro telefono cellulare.
  • Tenere presente che l´inoculazione (quella vera) di virus informatici capaci di assumere il controllo dei nostri dispositivi può avvenire soltanto se i criminali informatici abbiano avuto disponibilità materiale dei dispositivi stessi, oppure qualora siano riusciti a consumare, ai nostri danni, episodi di phishing informatico: è buona norma quindi non lasciare mai i nostri dispositivi incustoditi (e non protetti) e guardarsi dal cliccare su link o allegati di posta elettronica sospetti.
© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato
_________________________


Polizia di Stato e Consip insieme per contrastare il cybercrime

_LM-7207

Roma, 19 aprile 2018 – È stato siglato oggi a Roma dal capo della Polizia – direttore generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli e dall’amministratore delegato di Consip, Cristiano Cannarsa, il protocollo di collaborazione per la prevenzione di crimini informatici a tutela dell’infrastruttura informatica e della piattaforma di e-procurement di Consip.

L’accordo è stato stipulato in attuazione del decreto del ministro dell’Interno del 9 gennaio del 2008 che ha individuato le infrastrutture critiche informatizzate di interesse nazionale ovvero i sistemi ed i servizi informatici di supporto alle funzioni istituzionali di diversi enti, pubblici e privati operanti in settori strategici per il Paese. Senza dubbio anche i sistemi informatici e le reti telematiche di Consip, in particolare la piattaforma di e-procurement possono annoverarsi in questa categoria in quanto funzionali allo svolgimento delle attività strategiche che l’azienda gestisce: da un lato, la realizzazione del Programma di razionalizzazione degli acquisti per conto del Ministero dell’Economia e delle Finanze; dall’altro, il ruolo di procurer per singole amministrazioni e per le gare a supporto dell’Agenda digitale italiana costituiscono una risorsa fondamentale per un’efficace attuazione della mission della Società.

_LM-7204

L’intesa ha per obiettivo l’adozione condivisa di procedure d‘intervento e scambio di informazioni utili alla prevenzione e al contrasto degli attacchi informatici di matrice terroristica e criminale che potrebbero avere ad oggetto l’infrastruttura Consip. La cybersecurity è, infatti, non solo una necessità, ma una priorità, che la Polizia di Stato e Consip intendono garantire attraverso interventi integrati, volti alla condivisione informativa e alla gestione congiunta degli eventi.
Tale attività, che per la Polizia di Stato sarà svolta dal Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (CNAIPIC) della Polizia Postale e delle Comunicazioni, avrà ad oggetto:

  • la condivisione e l’analisi di informazioni idonee a prevenire e contrastare attacchi o danneggiamenti alle infrastrutture critiche informatiche gestite da Consip
  • la segnalazione di emergenze relative a vulnerabilità, minacce ed incidenti che pregiudichino la regolarità dei servizi di telecomunicazione
  • l’identificazione dell’origine degli attacchi contro infrastrutture critiche del Sistema Paese, che abbiano come destinazione le infrastrutture tecnologiche gestite da Consip o che da queste traggano origine 
  • la realizzazione e alla gestione di attività di comunicazione reciproca per fronteggiare situazioni di crisi.

Alla firma della convenzione erano, inoltre, presenti il Direttore Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Comunicazioni e per i Reparti Speciali della Polizia di Stato, Roberto Sgalla e il Direttore del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni, Nunzia Ciardi.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato
Immagini: © Matteo Losito per la Polizia di Stato
____________________________________________________

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade