Annunci

Archivi tag: Pier Luca Bancale

I militari di 30 nazioni in pellegrinaggio a Lourdes

di padre Pier Luca Bancale

IMG-20160524-WA004

Lourdes, 24 maggio 2016 – Dal 19 al 23 maggio si è svolto il LVIII Pellegrinaggio Militare Internazionale a Lourdes, iniziativa nata dopo la II guerra mondiale per riconciliare e radunare intorno a Maria i militari che avevano combattuto sui diversi fronti.

Quest’anno erano presenti 30 nazioni, che per 4 giorni hanno riempito il Santuario e la cittadina francese di musica, marce ed allegria e partecipato alle diverse celebrazioni internazionali e nazionali nel Santuario. La delegazione italiana, tra militari e civili era composta da 2000 persone circa, guidate all’Ordinario Militare mons. Santo Marcianò e da molti cappellani con i loro reparti.

Oltre ai momenti di intensa preghiera alla Grotta, alle Messe, all’adorazione eucaristica e alle numerosissime confessioni, Lourdes è sempre il momento di incontro e di scambio tra militari di tantissime nazioni: dalle Guardie Svizzere del Papa, presenti con un plotone ed il loro comandante, alle Guardie della Regina d’Inghilterra, dai Marines americani alla Legione Straniera, alla Guardia Civil spagnola, ai nostri Carabinieri con la fanfara del 3 Rgt. Lombardia, ai cadetti di Modena, Livorno, Pozzuoli, Bergamo e delle 4 Scuole Militari, ai croati, tedeschi, austriaci, polacchi, coreani, argentini, africani… 

Particolarmente toccante la cerimonia dell’offerta del cero alla Madonna da parte delle diverse delegazioni.

Molto bello e toccante vedere tanti malati e disabili assistiti dai militari oltre che dai tanti volontari.

© All rights reserved
Fonte e immagini: padre Pier Luca Bancale
_____________________________________________
Annunci

Gradi da capitano per padre Pier Luca Bancale, cappellano militare della Granatieri di Sardegna

Roma, 25 novembre 2015 – Questa mattina nella caserma Gandin, sede della brigata “Granatieri di Sardegna“, padre Pier Luca Bancale, cappellano militare della brigata, ha ricevuto i gradi di capitano dal comandante, generale b. Gaetano Lunardo, durante la cerimonia dell’alzabandiera.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Granatieri di Sardegna


Concerto di Pasqua, il soprano Naoko Togawa canta per i Granatieri di Sardegna

di Monica Palermo

Roma, 29 marzo 2015 – Grandi emozioni per il concerto pasquale organizzato dall’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna (ANGS), sezione di Roma capitale, M.O.V.M. Ugo Bignami, presso la splendida e ben curata cappella di San Martino della caserma A. Gandin di Roma, sede del 1° reggimento della brigata meccanizzata dei Granatieri di Sardegna.

A fare gli onori di casa il cappellano militare padre Pier Luca Bancale che ha salutato i presenti e ha focalizzato alcuni punti su cui bisogna riflettere durante la Pasqua.

La serata è stata presentata dal granatiere gen. Antonello Falconi, presidente della sezione ANGS di Roma capitale, che ha spiegato e introdotto i diversi brani cantati dal soprano giapponese Naoko Togawa, accompagnata dalla pianista giapponese M° Hiroko Sato.

concertopasqua_DSC_5740Il soprano Naoko Togawa ha cantato i seguenti brani: Laudate Dominum di W. A. Mozart, Laudamus te di J. S. Bach, Pie Jesu di G. Faurè, Ave Maria di G. Caccini, Agnus Dei di G. Bizet, La vergine degli angeli di G. Verdi, Deh, tu umile preghiera di G. Doninzetti, Ave Maria di P. Mascagni, Inflammatus et accensus di G. Rossini e Ave Maria di C. Gounod. Durante la serata sono state proiettate le toccanti scene de “La via dolorosa”, estrapolate dal film “La passione di Cristo” di Mel Gibson.

Presente nella cappella a seguire il concerto il presidente dell’ANGS, il gen. Mario Buscemi, che al termine del concerto ha ringraziato il soprano e la pianista per la splendida musica, augurando a tutti i presenti una buona Pasqua. Ad assistere al concerto molti granatieri dell’associazione di Roma, Anzio, da poco costituita, e Latina, nonché militari del reggimento, con le rispettive famiglie.

I granatieri si sono poi trovati nelle sale del circolo ufficiali per scambiarsi gli auguri pasquali.

Il concerto è stato eseguito in memoria del benefattore dei granatieri, il generale di corpo d’armata, conte Nicolò Giacchi.

© All rights reserved
Immagini: Ph Monica Palermo

 


I Granatieri di Sardegna celebrano il Duca di San Pietro: modernità nel rispetto della tradizione

Roma, 19 febbraio 2015 – I Granatieri di Sardegna hanno celebrato ieri il duca di San Pietro. La suggestiva cerimonia si è svolta nella basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri alla presenza del sottosegretario di stato alla difesa on. Domenico Rossi, del capo di stato maggiore dell’esercito, generale Claudio Graziano.

Presenti numerose autorità civili e militari, tra cui il generale Maurizio Riccò, comandante della brigata Granatieri di Sardegna, il generale Mosca Moschini, già comandante della brigata, il gen. c.a. De Pascale, comandante del 2º FOD, il gen. c.a. Moscatelli, comandante della Regione Militare Centrale, il gen. c.a. Mario Buscemi, presidente dell’ANG e di tantissimi granatieri di ieri e di oggi.

La santa messa, presieduta da mons. Angelo Frigerio, vicario per l’ordinariato militare, è stata concelebrata con don Paolo Villa, cappellano dello S.M.E., padre Flavio Uboldi, cappuccino, vicepostulatore della causa di beatificazione di P. Chiti, mons. Bruno Gagliarducci, già cappellano militare della Brigata, e padre Pier Luca Bancale, cappellano della brigata Granatieri di Sardegna.

Con la cerimonia i granatieri hanno ricordato il loro benefattore che nel 1776 lasciò al reggimento una somma di denaro chiedendo che i fondi fossero impiegati per mantenere il decoro della musica del reggimento e per celebrare una messa in suffragio nell’anniversario della sua morte.

Da allora i Granatieri di Sardegna hanno mantenuto fede a questa promessa e il 18 febbraio di ogni anno, anche in guerra e in prigionia, hanno onorato in armi il proprio impegno di fedeltà ricordando, oltre al generoso duca, anche il sacrificio di tutti coloro che, in oltre tre secoli e mezzo di storia, sono caduti nell’adempimento del loro dovere indossando i “bianchi alamari”, simbolo dell’Unità.

I Granatieri di Sardegna oltre a svolgere i più importanti servizi presidiari e di alta rappresentanza della capitale, hanno partecipato a tutte le operazioni in cui è impegnato l’Esercito Italiano in Patria e all’estero. Dopo numerose esperienze in Afghanistan e Kosovo, nel 2014 la brigata Granatieri ha preso parte, sotto l’insegna delle Nazioni Unite, alla missione UNIFIL in Libano.​

​Sono impegnati da mesi nell’operazione Strade Sicure con oltre 400 uomini e donne, presidiano i punti più sensibili di Roma, ambasciate, istituti scolastici, centri di culto e questa mattina, come ogni anno dal 1776, i Granatieri di Sardegna, specialità più antica dell’Esercito Italiano, hanno celebrato solennemente don Alberto Genovese, duca di San Pietro, sfilando in armi per le vie di Roma.


Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

PODIO

can che abbaia non morde

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade