Annunci

Archivi tag: Pattuglia Acrobatica Nazionale

Le Frecce Tricolori della PAN sfrecciano sul Gran Premio d’Italia di F1 (video)

Passaggio Frecce Tricolori_2 

Monza, 9 settembre 2019 – Fumi colorati verdi, bianchi e rossi sulla griglia di partenza del Gran Premio d’Italia a Monza: così la Pattuglia Acrobatica Nazionale dell’Aeronautica Militare ha aperto la tappa italiana della Formula 1. I nove velivoli MB339A PAN delle Frecce Tricolori, anche quest’anno, hanno steso il Tricolore più lungo del mondo poco prima della partenza della gara, al termine dell’Inno di Mameli compiendo una serie di passaggi in volo sul rettilineo dell’autodromo di Monza.

Motori e velocità, ma anche tecnologia, innovazione e soprattutto spirito di squadra, elementi cardine che accomunano i Reparti di volo dell’Aeronautica Militare e le scuderie della Formula 1. L’Aeronautica Militare, sin dalla sua costituzione, è naturalmente propensa allo sviluppo dell’innovazione e della modernità, pilastri fondamentali che permettono agli aeroplani della Forza Armata di solcare, così come fanno da 96 anni, i cieli di tutto il mondo seguendo la stessa vocazione: essere utili al Paese ed operare al servizio e per la difesa della collettività.

Dopo il sorvolo sull’autodromo di Monza, la Pattuglia Acrobatica Nazionale ha steso il Tricolore sull’Alto Lago d’Iseo, a Lovere, in occasione del 17° Memorial Mario Stoppani, pluridecorato aviatore loverese considerato uno dei più importanti piloti di idrovolanti di tutti i tempi.

I sorvoli che le Frecce Tricolori hanno effettuato oggi sui cieli della Lombardia, rappresentano anche un’anticipazione della partecipazione della PAN alle manifestazioni aeree di Varenna, Desenzano del Garda e Milano. In particolare, il 13 ottobre le Frecce Tricolori torneranno sui cieli milanesi per presentare il programma acrobatico completo al Milano Linate Air Show.

Passaggio Frecce Tricolori_1

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
__________________________________________
Annunci

Monza, le Frecce Tricolori sfrecciano sul Gran Premio d’Italia di Formula 1

20190903_FrecceMonza_Repertorio 

Monza, 3 settembre 2019 – Il Gran Premio d’Italia 2019 anche quest’anno vede rinnovato il connubio tra il mondo dei motori e della Formula 1 e l’Aeronautica Militare.

Domenica 8 settembre la Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) dell’Aeronautica Militare in occasione del Gran Premio d’Italia 2019 di F1 stenderà il Tricolore più lungo del mondo, poco prima della gara sulla griglia di partenza dell’autodromo di Monza, con i velivoli MB-339PAN delle Frecce Tricolori.

 

La Pattuglia Acrobatica Nazionale sfreccerà nel cielo di Monza al termine dell’Inno di Mameli, compiendo una serie di passaggi in volo. 

Motori e velocità, ma anche tecnologia, innovazione e soprattutto spirito di squadra, elementi cardine che accomunano i reparti di volo dell’Aeronautica Militare e le scuderie della Formula 1. L’Aeronautica Militare, sin dalla sua costituzione, è naturalmente propensa allo sviluppo dell’innovazione e della modernità, pilastri fondamentali che permettono agli aeroplani della Forza Armata di solcare, così come fanno da 96 anni, i cieli di tutto il mondo seguendo la stessa vocazione: essere utili al Paese ed operare al servizio e per la difesa della collettività.

frecce

foto di repertorio MNFI

Dopo il sorvolo sull’autodromo di Monza, la Pattuglia Acrobatica Nazionale stenderà il Tricolore sull’Alto Lago d’Iseo, a Lovere, in occasione del 17° Memorial Mario Stoppani, pluridecorato aviatore loverese considerato uno dei più importanti piloti di idrovolanti di tutti i tempi.

 

Il 313° gruppo addestramento acrobatico “Frecce Tricolori”
Schermata 2019-09-03 alle 15.06.46Il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico dell’Aeronautica Militare nasce sull’aeroporto di Rivolto il 1° marzo 1961, con il compito di rappresentare la sintesi delle capacità dei piloti e degli specialisti dell’intera Forza Armata; la missione assegnata al Gruppo è infatti quella di rappresentare i valori, la tecnologia, la professionalità e la capacità di fare squadra dell’intera Aeronautica Militare.

Le Frecce Tricolori, eredi delle gloriose Pattuglie Acrobatiche del passato, sono l’espressione maggiormente evidente dell’Aeronautica Militare ed hanno il privilegio di poter dimostrare al pubblico ed agli esperti di tutto il mondo la tecnica di volo della scuola acrobatica italiana, nata a Campoformido (UD) alla fine degli anni Venti. Negli “anni Cinquanta” l’Italia veniva rappresentata nelle varie manifestazioni nazionali ed internazionali da Pattuglie che si formavano annualmente presso i vari Reparti da caccia. Ma nel 1961 lo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare decise di costituire una Pattuglia Acrobatica Nazionale con sede stabile nell’aeroporto di Rivolto, in Friuli Venezia Giulia. 

Nacque così il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico “Frecce Tricolori”; questa la denominazione organica ufficiale di un Reparto costituito da oltre 100 militari tra Ufficiali, Sottufficiali e Graduati di Truppa provenienti da tutti i Reparti operativi, logistici e di supporto, proprio in rappresentanza degli oltre 40000 uomini e donne che compongono, oggi, l’Aeronautica Militare.

Il velivolo inizialmente adottato fu il prestigioso F-86, sostituito nella stagione del 1964 dal glorioso G.91 PAN. Alla fine del 1981 il 313° Gruppo effettuò la transizione sull’Aermacchi MB-339A PAN, velivolo di progettazione e costruzione italiana, che accompagna da oltre 35 anni la vita di questo Reparto.

 

17c3e7861c3170301262efc40561eabcUn programma di volo, come quello delle Frecce Tricolori, è il frutto di tanti anni di attività specifica nell’acrobazia collettiva svolta dai Reparti dell’Aeronautica Militare; è quindi un patrimonio di esperienza grandissimo, che è stato costruito e tramandato nel tempo attraverso il contributo di idee ed esperienze dei componenti delle Pattuglie Acrobatiche Italiane. A tutt’oggi la P.A.N. ha volato in più di 2000 manifestazioni, visitando Paesi Europei, Nazioni del Nord Africa, Medio Oriente, Canada e Stati Uniti d’America. 

Nel 2020 le Frecce Tricolori celebreranno la loro 60^ stagione acrobatica, un compleanno speciale che darà vita ad una manifestazione aerea proprio presso l’aeroporto militare di Rivolto, cui parteciperanno alcune delle pattuglie acrobatiche più prestigiose al mondo e le principali realtà industriali ed aerospaziali italiane. Sarà inoltre allestita una mostra statica con velivoli storici, aerei civili e militari. Un grande evento che terrà tutti con il naso all’insù e il fiato sospeso.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare
________________________________________

Tennis: l’Aeronautica Militare agli Internazionali BNL d’Italia con le Frecce Tricolori

frecce

Roma, 15 maggio 2019 – I velivoli MB339PAN delle Frecce Tricolori dell’Aeronautica Militare, per la prima volta nella storia degli Internazionali BNL d’Italia, giovedì 16 maggio sorvoleranno gli storici campi del Foro Italico di Roma stendendo per l’occasione il Tricolore più lungo del mondo.

L’Aeronautica Militare è presente, inoltre, presso il Villaggio di uno dei più importanti tornei di tennis in terra rossa, con uno stand informativo e promozionale ed un simulatore di volo ludico di un MB339PAN delle Frecce Tricolori.

Passione, tradizioni, dedizione e tantissimo addestramento sono i valori fondamentali che contraddistinguono e caratterizzano da sempre la Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) così come il mondo dello sport.

Le Frecce Tricolori effettueranno alcuni passaggi di prova sui campi del Foro Italico nella mattinata di giovedì 16 maggio con una formazione ridotta di velivoli.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare
______________________________

Aeronautica, presentata a Rivolto manifestazione aerea per il 55° anniversario frecce tricolori

Il lancio dell’air show in occasione dell’inaugurazione di un’area museale sulla Pattuglia Acrobatica Nazionale in collaborazione con Regione Friuli Venezia Giulia. Siglata partnership solidale con UNICEF

 

Udine, 25 agosto 2015 – Inaugurata questa mattina, alla presenza del presidente FVG Debora Serracchiani e del generale di squadra aerea Maurizio Lodovisi, Comandante della Squadra Aerea, la nuova area museale delle Frecce Tricolori realizzata all’interno dell’aeroporto militare di Rivolto (Udine) grazie alla collaborazione tra l’Aeronautica Militare e la Regione autonoma Friuli Venezia-Giulia. La nuova infrastruttura, che ospita una mostra fotografica accompagnando i visitatori attraverso un percorso storico, sarà utilizzata proprio per ospitare i numerosi visitatori che annualmente raggiungono la base di Rivolto, sia con i gruppi organizzati che nell’ambito dell’iniziativa “Live Frecce Tricolori” condotta in sinergia con l’Agenzia Turismo FVG.

Nella circostanza è stata presentata ufficialmente ai media la manifestazione aerea che l’Aeronautica Militare organizza il 5 e 6 settembre in occasione del 55° Anniversario della Pattuglia Acrobatica Nazionale e 11° Raduno piloti pattuglie acrobatiche. Nove pattuglie acrobatiche straniere – Arabia Saudita, Austria, Belgio, Finlandia, Francia, Giordania, Olanda, Polonia, Svizzera e Turchia – due team civili, dimostrazioni di oltre cento velivoli tra caccia, da trasporto ed elicotteri, diverse formazioni civili e numerosi velivoli storici. Questi i numeri di un air-show unico, organizzato con la collaborazione e il supporto fondamentale di Istituzioni regionali e locali e di numerosi sponsor.

Aspettiamo sulla nostra base oltre 400 mila persone”, ha dichiarato il comandante delle Frecce Tricolori, tenente colonnello Jan Slangen. “Una due giorni dedicata al volo acrobatico e all’Aeronautica Militare, che presenterà al pubblico i suoi velivoli di caccia, da trasporto ed elicotteri, oltre ovviamente all’esibizione dei dieci MB339 della Pattuglia Acrobatica Nazionale

Nelle due giornate di manifestazione – sostanzialmente uguali nel programma di volo e ad ingresso gratuito – il pubblico potrà anche assistere a dimostrazioni di capacità operative del personale e dei velivoli dell’Aeronautica Militare. Saranno dodici le aree tematiche previste all’interno della zona mostra statica: dallo Spazio, la naturale estensione dell’ambiente operativo AM, alla difesa aerea missilistica integrata, a capacità di eccellenza come il trasporto sanitario di urgenza e di pazienti bio-contaminati, o il servizio meteorologico, la logistica di proiezione. Non mancheranno, ovviamente, percorsi dedicati alla storia della Forza Armata, della Pattuglia Acrobatica Nazionale, e un settore dedicato alla formazione, all’addestramento e al mondo dei simulatori di volo.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Aeronautica Militare

La manifestazione aerea” – ha spiegato il gen. Lodovisi –  “costituisce una preziosa opportunità per addestrare e verificare la capacità del personale dell’Aeronautica Militare di schierare in tempi brevi sullo stesso aeroporto un alto numero di velivoli e a pianificare e condurre operazioni aeree complesse che coinvolgono anche personale e assetti aerei di altre nazioni. L’Aeronautica Militare ha l’ambizione di fare questo e allo stesso tempo mettere in mostra e a disposizione del cittadino tutte quelle capacità che per loro natura nascono per scopi militari ma che in realtà possono tradursi anche in servizi per la collettività, come ad esempio la meteorologia, la ricerca e soccorso o il trasporto di pazienti altamente infettivi”.

Numerose le iniziative collegate alla manifestazione aerea, prima fra tutte la partnership solidale con Unicef, siglata formalmente in occasione della conferenza stampa odierna dal Gen. Lodovisi e dal Presidente di Unicef Italia, Dott. Giacomo Guerrera. La collaborazione – cha ha radici profonde ed è riconducibile ai comuni valori ed attenzioni che le due istituzioni hanno nei confronti dei più piccoli e di chi ha bisogno di protezione – mira a promuovere i diritti dei bambini e contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita e a raccogliere fondi da devolvere a progetti in favore dell’infanzia. La partnership con UNICEF, condivisa dal Ministero della Difesa, è la sintesi delle attenzioni che le Forze Armate rivolgono quotidianamente, in patria e in area di operazioni, alle fasce più deboli della popolazione e, nella fattispecie, è finalizzata alla raccolta di fondi per il sostegno dei bambini del Nepal.

 Altra iniziativa collegata all’evento, la realizzazione di due annulli filatelici in collaborazione con Poste Italiane, da apporre su una speciale cartolina dedicata alla manifestazione. Il ricavato, al netto dei costi di realizzazione, sarà devoluto all’Opera Nazionale per i Figli degli Aviatori, sodalizio che sostiene negli studi gli orfani del personale dell’Aeronautica Militare. 


Il 2 giugno il sorvolo della pattuglia acrobatica nazionale

frecce

Roma, 2 giugno 2015 – In occasione del 69esimo Anniversario della Repubblica, la Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) oggi sorvolerà l’Altare della Patria concludendo la tradizionale sfilata con cui le Forze Armate, i Corpi Armati e non dello Stato rendono omaggio al Presidente della Repubblica.

Nella mattinata di ieri, uno dei velivoli MB339 della Pattuglia Acrobatica Nazionale ha sorvolato il luogo della cerimonia per un passaggio di prova. Oggi 2 giugno sarà invece l’intera formazione da nove velivoli a suggellare i momenti salienti dell’evento, stendendo il Tricolore più lungo del mondo sulla città di Roma.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa

Aeronautica militare: pubblicato il programma 2015 delle frecce tricolori

Roma, 17 marzo 2015 – Ai nastri di partenza la stagione 2015 della Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN), che vedrà i dieci MB-339 delle Frecce Tricolori impegnati in 25 appuntamenti dal nord al sud dell’Italia e all’estero nel segno della promozione del Sistema Paese e del made in Italy.

Cinque le trasferte estere, tutte in ambito europeo, in occasione di eventi internazionali di elevato rilievo e in un’ottica di reciproco scambio con le Forze Aeree di altri Paesi, sei sorvoli in occasione di eventi di elevato rilievo istituzionale – due già effettuati in occasione dell’insediamento del Presidente della Repubblica e della Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione dell’Inno e della Bandiera – e quattordici esibizioni distribuite su tutto il territorio nazionale, definite in accordo con l’Aero Club d’Italia, che attraverso gli AeroClub federati cura la promozione e/o l’organizzazione delle manifestazioni fuori dalle basi militari.

Il 1° maggio le Frecce Tricolori apriranno idealmente EXPO 2015 “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” con il sorvolo in occasione della cerimonia inaugurale a Milano. Al via, a seguire, il tour delle esibizioni, che avranno inizio a Bari l’8 maggio e si concluderanno a Sanicole, in Belgio, il 20 settembre 2015. Francia, Regno Unito, Polonia, Slovacchia e Belgio: saranno queste le tappe estere per il 2015 delle Frecce Tricolori, da sempre impegnate a promuovere e rappresentare l’Aeronautica Militare e l’eccellenza italiana nel settore aero-spaziale.

L’appuntamento a Rivolto con tutti gli appassionati del volo si terrà quest’anno il 5 e 6 settembre con una manifestazione aerea organizzata in occasione del 55° Anniversario della Pattuglia Acrobatica Nazionale, un evento aperto alle più prestigiose pattuglie acrobatiche e forze aeree del mondo e alle principali realtà industriali ed aero-spaziali italiane.

È possibile scaricare il programma PAN 2015 sul sito ufficiale dell’Aeronautica Militare all’indirizzo web: http://www.aeronautica.difesa.it/pan

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare
(Ufficio Generale per la Comunicazione)

Trieste: presentato in anteprima nazionale il poster 2015 delle frecce tricolori – L’Italia che vola

Foto PAN

Trieste, 21 ottobre 2014 – Questa mattina il comandante delle Frecce Tricolori, tenente colonnello Jan Slangen, ha presentato in anteprima nazionale il Poster 2015 della Pattuglia Acrobatica Nazionale (PAN) al presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, consegnandole ufficialmente la copia numero 1, autografata da tutti i piloti.

Il poster raffigura uno scatto fotografico realizzato sul lungomare di Grado, durante la manifestazione aerea tenutasi lo scorso agosto, a voler rafforzare quindi anche attraverso le immagini il legame con la terra friulana.

La manovra scelta è quella dell’Arizona, figura particolarmente suggestiva in quanto richiama proprio nel nome un luogo molto caro ai piloti e ai tecnici che fecero grande la storia dell’acrobazia aerea degli anni ’30 in Friuli Venezia Giulia. Si tratta infatti dell’Arizona degli aviatori, storico ritrovo dei pionieri acrobatici sull’aeroporto di Campoformido, i cui resti sono ancora visibili percorrendo la Strada Statale Pontebbana.

L’incontro, tenutosi a Trieste presso la sede della Regione, ha confermato ancora una volta lo stretto rapporto esistente da oltre cinquanta anni tra il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico ed il territorio friulano; già lo scorso 12 giugno questa partnership era stata ufficializzata dalla firma dell’accordo quadriennale di programma tra la regione e l’aeronautica militare. frecceIn tale occasione il capo di stato maggiore, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa ed il presidente della regione Friuli Venezia Giulia hanno siglato il rinnovo del progetto Frecce Tricolori Live il quale prevede la realizzazione presso la base aerea di Rivolto di una infrastruttura prefabbricata per la creazione di un percorso guidato per i visitatori che permetterà pertanto la valorizzazione turistica locale, proprio alla vigilia del 2015, anno in cui vedrà la luce la manifestazione aerea per i 55 anni del Team acrobatico italiano.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Aeronautica

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade