Archivi tag: Paolo Mezzanotte

Celebrato il 154° anniversario della costituzione dell’Esercito Italiano

di Monica Palermo

154esercito_MP_DSC_7282

Roma, 4 maggio 2015 – Si è celebrato oggi il 154° anniversario della costituzione dell’Esercito Italiano. La mattina è stata deposta una corona d’alloro al Sacrario dei Caduti nel cortile d’onore di Palazzo Esercito. La cerimonia è continuata presso l’ippodromo militare gen. “Pietro Giannattasio” di Tor di Quinto. 

Il 4 maggio 1861 a Torino, Manfredo Fanti, in qualità di Ministro della Guerra, decretò che il Regio Esercito, prima denominato Armata Sarda, avrebbe preso il nome di Esercito Italiano.

La banda dell’esercito in uniforme storica ha preceduto lo schieramento della brigata costituita da militari provenienti dai reparti operativi ed dagli istituti di formazione che hanno indossato le uniformi storiche e gli equipaggiamenti di specialità.

154esercito_MP_DSC_7075La formazione era composta da una compagnia formata da allievi della scuola militare Nunziatella di Napoli e della scuola militare Teuliè di Milano, da una compagnia del 1° reggimento Granatieri di Sardegna di Roma, una compagnia del reggimento Lancieri di Montebello di Roma, una compagnia del 1° reggimento bersaglieri di Cosenza, una compagnia formata da alpini del 9° reggimento di L’Aquila e paracadutisti del 186° reggimento di Siena, una compagnia formata da lagunari del reggimento Serenissima di Mestre, carristi del del 4° reggimento di Persano e personale dell’Aviazione dell’Esercito, e una compagnia composta da artiglieri contraerei del 17° reggimento Sforzesca, genieri del 6° reggimento di Roma, militari dell’11° reggimento trasmissioni di Roma e militari dell’arma trasporti e materiali. La brigata era comandata dal generale Maurizio Riccò.

È entrata poi la bandiera di guerra dell’Esercito portata da 4 allievi ufficiali dell’Accademia Militare di Modena.

La cerimonia militare è avvenuta alla presenza del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, del capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano e del capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico.

All’evento hanno partecipato autorità politiche, civili e militari, tra cui il comandante generale della Guardia di Finanza, generale di corpo d’armata Saverio Capolupo, il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri, generale Tullio Del Sette, il capo di Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare, generale di squadra aerea Pasquale Preziosa, il capo di Stato Maggiore della Marina Militare, ammiraglio di squadra Giuseppe De Giorgi. Presenti i labari delle diverse associazioni militari.

154esercito_MP_DSC_7161

Sempre pronto rispetto alle esigenze del Paese” così ha voluto definire l’impegno dell’Esercito il signor Presidente della Repubblica nel suo messaggio augurale, mentre il generale Errico ha riportato la frase con la quale il Ministro della Difesa ha inteso racchiudere l’essenza dell’Esercito: “Noi ci siamo sempre

Durante il suo intervento il generale Errico ha inoltre sottolineato “che il passato ci insegna che l’Esercito Italiano è stato prima strumento e veicolo dell’unità e, successivamente, piena espressione della collettività nazionale”. “Oggi l’Esercito – ha aggiunto il Capo di Stato Maggiore – continua a essere un solido punto di riferimento tanto a livello internazionale, quanto per la collettività nazionale, dove si fa carico delle sempre più esigenti richieste di sicurezza interna. Un complesso di attività che ha reso l’Esercito una vera e propria risorsa per tutti gli italiani”.

154esercito_MP_DSC_7306

Nel corso della cerimonia il Ministro della Difesa ha conferito la medaglia d’oro al Valor Militare alla Bandiera di Guerra dell’Esercito, e a militari feriti e  soldati che si sono distinti per particolari atti di valore in Afghanistan e sul territorio nazionale. La medaglia d’oro al Valore dell’Esercito al caporale maggiore scelto Monica Contrafatto, rimasta ferita a causa di un attacco condotto da insorti con colpi di mortaio nel 2012 in Afghanistan, la medaglia d’argento al Valore dell’Esercito al caporale maggiore capo Pasquale Mele, rimasto ferito durante un movimento logistico in Afghanistan nel 2012 a causa dello scoppio di un ordigno esplosivo improvvisato, al caporale maggiore capo Gennaro D’Agostino, distinto durante l’operazione Strade Sicure per aver sventato un tentativo di rapina a Napoli nel 2014, la medaglia di bronzo al Valore dell’Esercito al capitano Giovanni Iafolla e al maresciallo capo Luca Costanzo, per essere riuscito a sventare una minaccia da parte degli insorti portando in salvo il suo plotone. 

154esercito_MP_DSC_7421

Dopo il conferimento delle medaglie è entrata la fanfara dei Lancieri di Montebello (8°) che ha preceduto lo squadrone a cavallo comandato dal capitano Paolo Mezzanotte. Lo squadrone si è esibito con il carosello di lance e la tradizionale carica al grido di “Montebello”.

© All rights reserved
Immagini: Ph. Monica Palermo


In compagnia dell’esercito e dei lancieri di Montebello alla manifestazione Cavalli a Roma 2015

di Monica Palermo 

Roma, 20 febbraio 2015 – Nei giorni scorsi cavalli e cavalieri hanno fatto da protagonisti, ancora una volta, alla manifestazione Cavalli a Roma 2015 nei padiglioni della Fiera di Roma.

Tra i tanti espositori non poteva mancare l’esercito che, insieme ai lancieri di Montebello, ha dato momenti di cultura e di svago ai numerosi visitatori nello stand allestito dal comando militare della capitale e curato dal tenente colonnello Emanuele Patalano del reggimento Lancieri di Montebello (8°), dove erano presenti 2 lancieri dello squadrone di rappresentanza e 2 donne dello squadrone a cavallo. Oltre allo stand l’esercito è stato presente anche durante il gran Galà con il famoso carosello di lance dei lancieri di Montebello.

Lo stand dell’esercito, quest’anno dedicato alla grande guerra, ha avuto un continuo susseguirsi di famiglie, esperti del settore e appassionati di cavalli. Con grande curiosità hanno visitato le diverse sezioni dello stand: un’interessante mostra fotografica organizzata dal comando della capitale con 15 immagini storiche sulla cavalleria, provenienti dall’archivio storico dello stato maggiore dell’esercito e un angolo della memoria, dove si poteva ammirare, oltre ai cimeli dell’epoca, l’autocarro Fiat 18BL del museo storico della motorizzazione militare di Roma. Presenti nello stand anche l’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria (ANAC) e la casa editrice Rodorigo Editore

La chicca dello stand, che ha destato maggior curiosità e affluenza di visitatori, è stata la blindo armata Centauro, un mezzo anticarri usato dai reggimenti di cavalleria e lancieri dell’esercito, fornito dai lancieri di Montebello, fino a poco tempo fa impiegato in Kosovo. Grandi e piccini hanno aspettato il loro turno per salire sulla blindo, dove 2 uomini di equipaggio blindo del 3 Squadrone blindo esplorante hanno fatto scendere i visitatori nel posto guida (in gergo chiamato pozzo), illustrando le caratteristiche e le modalità di utilizzo del mezzo. Molte le foto e i selfie scattati, soprattutto insieme ai piccoli ospiti. Era inoltre presente un info-point dove i militari dell’esercito hanno dato informazioni su come partecipare ai concorsi per accedere alla ferma prefissata di un anno (VFP1).

La sera, nel padiglione 3, si è poi svolto il gran gala dove a conclusione dello spettacolo si sono esibiti nel carosello di lance i cavalieri dello squadrone a cavallo dei lancieri di Montebello (8°), comandati dal capitano Paolo Mezzanotte, 33 binomi, di cui 13 amazzoni, si sono destreggiati in diverse figure fino ad arrivare alla spettacolare carica.

Lo spettacolo dei lancieri ha una lunga preparazione, un impegno che li ha visti coinvolti dall’inizio dell’anno, per provare le evoluzioni e le specifiche figure. Lo squadrone a cavallo si addestra quotidianamente a cavallo, e il carosello risente del duro lavoro di tutti i lancieri che vi si dedicano senza sosta e spesso a discapito del proprio riposo.

Al termine della manifestazione, il generale di divisione Guglielmo Miglietta (in rappresentanza del capo di stato maggiore dell’esercito), alla presenza del comandante di reggimento, colonnello Paolo Lorenzi, ha ricevuto la targa commemorativa dell’evento quale ringraziamento da parte del presidente Fiera di Roma Mauro Mannocchi per la partecipazione dell’esercito italiano a Cavalli a Roma 2015.

© All rights reserved


Esercito apre il concorso ippico con il carosello dei Lancieri di Montebello. Medaglia d’argento a Roberto Cristofoletti

di Monica Palermo

Roma, 23 maggio 2014 – Anche quest’anno l’Esercito partecipa al Concorso Ippico Internazionale di Piazza di Siena (82 CSIO). Nella prima giornata di ieri si sono esibiti i Lancieri di Montebello, spettacolari ed emozionanti come sempre, con il loro rinomato carosello di lance. Ad aprire lo spettacolo è stata la fanfara che, comandata dal capofanfara il sergente maggiore Salvatore Pinci, ha suonato famosi brani come Amazing Grace, la Marcia antica di F. Creux, e altre.

Il capitano Paolo Mezzanotte, con la sua maestria ha poi condotto i Lancieri nei loro famosi passi storici, dal salto con lance incrociate fino alla coinvolgente carica. Un’emozione unica poterla seguire da vicino. (A tal proposito un ringraziamento particolare alla disponibilità dei militari che mi hanno consentito di poterla ammirare e fotografare a distanza ravvicinata). A fine spettacolo la fanfara ha suonato l’inno di Mameli mentre la bandiera italiana veniva innalzata dai lancieri. Al termine del carosello un premio d’onore è stato consegnato al capitano Paolo Mezzanotte, per lo squadrone a cavallo, dal vice commissario della Federazione Italiana Sport Equestri (FISE) dott. Alberto De Nigro, accompagnato dal generale di divisione Paolo Gerometta, capo del I reparto SME, in rappresentanza del capo di stato maggiore dell’esercito.

Nella giornata di oggi l’esercito si è conquistato la medaglia d’argento: il caporal maggiore scelto Roberto Cristofoletti su Flavouart Amico Mio si è classificato secondo al CSIO Premio 5 (h.150), con un percorso netto nel tempo di 58”22.

Il cavaliere militare ha ricevuto il premio colonnello dell’esercito Max André Barbacini, vice commissario sportivo della FISE.

Con l’ottimo piazzamento ottenuto nella prova ci sono buone probabilità che la Forza Armata partecipi al Gran Premio città di Roma di domenica prossima.

Questo slideshow richiede JavaScript.

© All rights reserved
Foto: Ph. Monica Palermo


Il carosello dei Lancieri conclude Cavalli a Roma 2014

 

Roma, 29 aprile 2014 – Tantissimo l’affetto dimostrato dal pubblico per l’Esercito Italiano nelle tre giornate romane dedicate alla passione equestre nella manifestazione Cavalli a Roma 2014, che si è conclusa con il carosello e la carica dello squadrone a cavallo del reggimento Lancieri di Montebello con al comando il capitano Paolo Mezzanotte.

Storia, tradizioni e spirito militare sono stati i regali dell’Esercito agli oltre 74.000 visitatori, appassionati, curiosi e famiglie, che dal 25 al 27 aprile hanno visitato la manifestazione. Soddisfazione e gratitudine è giunta anche dai responsabili di Fiera di Roma srl per l’impegno profuso nell’evento, una targa è stata donata all’Esercito Italiano, Comando militare della Capitale “…In particolare per la partecipazione del corpo dei Lancieri di Montebello con il suo prestigioso carosello e la sua fanfara, a completamento di una presenza particolarmente degna di nota…

Il generale di corpo d’armata Alessandro Montuori ritira Il riconoscimento conferito all’Esercito

Nei tre giorni di manifestazione la Forza Armata ha dato vita a diverse attività: Saggio d’Alta Scuola settecentesca, Quadretti Caprilliani e il Carosello dei Lancieri di Montebello.

Grande successo anche per la prima gara di forgiatura della scuola di Mascalcia dell’Esercito: ben 150 i ferri artigianali creati per l’occasione. Si tratta dell’unica scuola nazionale che, dal 1980, ha formato oltre 350 maniscalchi civili e militari, fornendo assistenza ai 200 cavalli del Centro Militare Veterinario dell’Esercito con un totale di 1200 interventi e 1000 ferri artigianali prodotti annualmente.

© All rights reserved
Fonte: Comando Militare della Capitale
Foto: © Comando Militare della Capitale; © Ph. Monica Palermo


Carosello di lance dei Lancieri di Montebello a Cavalli a Roma 2014

DSC_6112 MP_015

Roma, 26 aprile 2014 – Grande successo ieri sera per i cavalli e i cavalieri dell’8 Reggimento Lancieri di Montebello durante l’esibizione al gran gala di Cavalli a Roma 2014. Lo spettacolo è iniziato con la fanfara a cavallo, comandata dal capofanfara il sergente maggiore Salvatore Pinci, ha preceduto la rievocazione storica suonando Amazing Grace.

Gli amanti del mondo equestre hanno poi potuto ammirare gli speciali esercizi di salto agli ostacoli ideati dal capitano Federico Caprilli, i cosiddetti quadretti “caprilliani”, con ostacoli piuttosto particolari: una tavola imbandita, delle sedie e una bicicletta. È poi incominciato il carosello di lance comandato dal capitano Paolo Mezzanotte che si è concluso con la travolgente e coinvolgente carica di cavalleria preceduta dagli squilli di tromba della fanfara a cavallo.

DSC_6165 MP_025

Il capitano Paolo Mezzanotte

La fanfara a cavallo in ultimo ha suonato l’Inno di Mameli e il capitano Mezzanotte, insieme ai suoi cavalieri e amazzoni, ha salutato il comandante del reggimento, il colonnello Angelo Minelli, presente alla manifestazione.

L’obiettivo è stato quello di raccontare al pubblico, in un modo diverso dal solito, la storia e le tradizioni dell’Esercito, rinsaldando il vincolo unico che lega il popolo italiano alla nostra Forza Armata.

DSC_6177 MP_026

Il reggimento dei Lancieri di Montebello opera in due diversi ambiti, con il gruppo squadroni blindato prende parte alle missioni di pace nei teatri esteri che vedono impegnata l’Italia, mentre con il gruppo squadroni a cavallo, costituito nel 2004, presta servizio essenzialmente a Roma, dove fa la guardia a sedi istituzionali e assolve compiti di rappresentanza.

Alle dipendenze del reggimento c’è anche il Centro ippico militare di Roma.

La Forza Armata sarà al padiglione 4 della Nuova Fiera di Roma fino a domenica 27 aprile e mostrerà al pubblico ciò che collega cavalli e militari in Italia.

di Monica Palermo

Questo slideshow richiede JavaScript.

© All rights reserved
Foto: © Ph. Monica Palermo


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nello scenario mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

Blog sul tema della Difesa e la Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte. Edito dal 2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade