Annunci

Archivi tag: Nucleo Operativo Radiomobile

Latina: carabinieri arrestano un 40enne, era in possesso di circa 500gr di sostenze stupefacenti

Latina, 10 agosto 2014 – Intense le attività di controllo del territorio nel secondo finesettimana di agosto dei Carabinieri dei vari Reparti del Comando Provinciale di Latina.

Oggi durante un controllo stradale i Carabinieri della Stazione di Borgo Grappa fermano un uomo, 40enne di Latina, che viene perquisito e viene poi controllata anche la sua auto. All’interno i militari hanno rinvenuto 12 dosi di cocaina per un peso complessivo di 17,1 gr., 2 tavolette di hashish del peso complessivo di 198,8 grammi, nonché un ulteriore pezzo di hashish di circa 3 grammi.

Il 40enne è stato quindi arrestato dai militari dell’Arma per “per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente“. Successivamente i carabinieri, durante la perquisizione della sua abitazione, hanno trovato altra sostanza stupefacente: 2 panetti di hashish del peso complessivo di 184,43 grammi e 46,8 grammi di cocaina. Trovato nell’abitazione anche della sostanza per il taglio e vari strumenti atti al confezionamento. Dopo le formalità di rito l’uomo è stato portato nella locale Casa Circondariale dove sarà a disposizione dell’autorità giudiziaria inquirente.

Inoltre nel tardo pomeriggio di ieri, i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile (NORM) di Latina hanno arrestato due uomini di nazionalità rumena per il reato di tentato furto aggravato in concorso e resistenza a pubblico ufficiale. I due dopo aver forzato il cancello d’ingresso, si sono introdotti in una società di allestimenti di veicoli industriali. Sorpresi dai militari e hanno opposto energica resistenza all’arresto. I due rumeni, dopo le formalità di rito, sono stati trattenuti presso le camere di sicurezza in attesa del rito per direttissima.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Latina)

Annunci

Carabinieri, controllo del territorio e contrasto al fenomeno dello spaccio e del consumo di stupefacenti, nel frosinate

Frosinone, 21 luglio 2014 – Operazioni dei militari del Nucleo Operativo Radiomobile delle compagnie locali, nel corso di predisposti servizi tesi a contrastare il fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti nella provincia di Frosinone.

COMPAGNIA DI ALATRI

La scorsa notte i militari hanno segnalato alla Prefettura di Frosinone ai sensi dell’art. 73 del D.P.R. 309/1990 due giovani del luogo, trovati in possesso di 1,30 gr. di marijuana, che sono stati sequestrati.

Nella mattinata di oggi, a Vico Nel Lazio, i  militari del NORM coadiuvati da personale del Reparto Cinofili di Roma e della locale stazione Carabinieri, hanno arrestato in flagranza reato, un 26enne del luogo, responsabile di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti.

Il ragazzo, durante la perquisizione domiciliare operata con l’ausilio di un’unità cinofila, è stato trovato in possesso di 9 gr. di stupefacente del tipo cocaina già suddivisi in singole dosi e grammi, 134 gr. di hashish suddivisi in quattro involucri, di un bilancino di precisione, di materiale vario per confezionamento e la somma in contante di € 105,00 ritenuta provento dell’attività illecita. Il tutto è stato sequestrato dai militari (foto).

Inoltre, ad Alatri, la notte scorsa i militari hanno arrestato in flagranza di reato, un 23enne di nazionalità romena senza fissa dimora, responsabile di “concorso in tentata rapina impropria, violenza e resistenza” a pubblico ufficiale. L’uomo, insieme ad un complice, al momento sconosciuto, dopo aver forzato la porta d’emergenza, si è introdotto nei locali di un locale centro commerciale allo scopo di impossessarsi di materiale vario. Sorpresi dagli agenti dell’istituto di vigilanza privata “Metropol”, al fine di assicurarsi l’impunità hanno aggredito gli addetti alla vigilanza, scaricandogli addosso il contenuto di un grosso estintore, riuscendo a darsi alla fuga.

Nel frattempo sono intervenuti i carabinieri, che sono riusciti a rintracciare e a bloccare uno dei malfattori, che si era nascosto dietro una siepe nei pressi dell’ipermercato. Nel tentativo di sottrarsi all’arresto l’uomo ha aggredito i militari in servizio, che però ben presto sono riusciti a bloccarlo e ad arrestarlo.

COMPAGNIA DI CASSINO

A Cassino i militari del comando di Vallerotonda, in seguito a controlli di giovani residenti nel piccolo comune sospettati di far uso di sostanze stupefacenti del tipo marijuana, coadiuvati dal personale della Stazione di Cassino, ha arrestato, per coltivazione e detenzione ai fini di spaccio, un 20enne di Cassino.

Durante una perquisizione personale e locale dai militari dell’arma, il ragazzo è stato trovato in possesso di 10 gr. circa di foglie di marijuana già essiccate e frantumate, materiale vario per il confezionamento e inoltre 40 piante di cannabis, che coltivava nell’orto adiacente l’abitazione. Il tutto è stato posto sotto sequestro (foto). Espletate formalità di rito, l’arrestato è stato messo agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida che sarà celebrata nelle prossime 48 ore.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Frosinone)


Alatri: coltivava a casa piante di cannabis, arrestato un venticinquenne dai Carabinieri

Alatri (FR), 20 luglio 2014 – Arrestato nei giorni scorsi dai militari del Nucleo Operativo Radiomobile di Alatri un 25enne, ai sensi dell’art.73 del D.P.R. 309/1990, per coltivazione di sostanza stupefacente Cannabis, durante controlli per contrastare il fenomeno dello spaccio e consumo di sostanze stupefacenti.

Durante la perquisizione personale del giovane, e nella sua abitazione, i carabinieri hanno trovato 2 gr. di sostanza stupefacente di marijuana ed una serra, di manifattura artigianale, con all’interno 5 piante di cannabis alte un metro circa, con tutto il materiale che serve per la coltivazione tra cui lampade, termo tetro e sistema di irrigazione, il tutto sottoposto a sequestro.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato condotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari. 

© All rights reserved
Fonte e immagini: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Frosinone)


Rieti: i carabinieri intervengono in una rissa tra parenti e sventano furto in casa di un’anziana signora

Rieti, 30 giugno 2014 – Lo scorso pomeriggio a Rieti, durante una passeggiata lungo il centro storico della città, una parola di troppo tra parenti già in contrasto fra di loro, è bastato per generare una violenta rissa riconducibile a rancori familiari. L’intervento di una pattuglia dei carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile (NORM), ha interrotto l’inaudito e paradossale scenario di violenza. I militari intervenuti, dopo aver ricostruito le dinamiche dell’intera vicenda, hanno arrestato per rissa aggravata tre reatini di età compresa tra i 50 e i 60 anni che, per le lesioni subite, sono dovuti ricorrere a prestazioni mediche per le lesioni subite. Gli arrestati, su disposizione dell’autorità giudiziaria inquirente, sono stanno ora agli arresti domiciliari.

Ad Ascrea (RI) i carabinieri della locale stazione, nel corso di quotidiani servizi per contrastare i reati contro il patrimonio, hanno denunciato, per il reato di tentato furto in abitazione, un cittadino romeno del 1976, pregiudicato nullafacente e un reatino del 1934, entrambi residenti nell’hinterland romano. I militari operanti, a seguito di segnalazione pervenuta tramite 112, hanno sorpreso i due uomini intenti a forzare la porta di ingresso di un’abitazione privata sita a Collegiove (RI), di proprietà di un’anziana signora.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri (Comando di Rieti)


I Carabinieri arrestano individuo che smerciava droga in abitazione “protetta” da telecamere. Altri due sottoposti a misura cautelare.

Fagnano Castello (CS), 16 giugno 2014 – Eseguiti tre provvedimenti cautelari dai Carabinieri della stazione di Fagnano Castello, nel cosentino, con l’ausilio dei colleghi del Nucleo Operativo Radiomobile della compagnia di San Marco Argentano. I provvedimenti sono stati emessi nei confronti di soggetti del posto, dal Tribunale di Cosenza, perché ritenuti responsabili del reato di spaccio di sostanze stupefacenti, alcuni dei quali già noti alle forze dell’ordine.

In particolare, è finito agli arresti domiciliari il 32enne  R.M., originario di Roggiano Gravina ma residente nell’entroterra cosentino. L’uomo era stato già arrestato lo scorso mese in flagranza di reato perché trovato in possesso di circa 40 gr. di stupefacente tipo “cocaina”, di un bilancino di precisione e di materiale idoneo al confezionamento. La percentuale di principio attivo dello stupefacente era pari al 44% e quindi idonea alla realizzazione di circa 104 dosi. In questa circostanza, l’arrestato aveva poi patteggiato per una pena di 1 anno e 6 mesi di reclusione e tremila euro di multa. Sulla base della ricostruzione compiuta dagli investigatori, R.M. sarebbe responsabile dell’attività di cessione di stupefacente, risalente al luglio 2013, eseguita all’interno della sua abitazione. Al riguardo, gli inquirenti hanno individuato e posto sotto sequestro un sofisticato sistema di videosorveglianza predisposto lungo l’intero perimetro dell’abitazione, verosimilmente per rendere più agevole l’attività criminosa e “proteggersi” dagli eventuali controlli improvvisati  da parte delle forze dell’ordine.

Il sistema di videosorveglianza trovato nell'abitazione

Il sistema di videosorveglianza trovato nell’abitazione

Altri due giovani, L.I. e M.D., rispettivamente di anni 25 e 20, sono stati invece sottoposti alla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per tre giorni alla settimana. Nei loro confronti, sottoposti all’obbligo di firma presso la locale caserma, sono stati raccolti indizi tali da poterli ritenere responsabili di altrettante cessioni di stupefacente in zone isolate del centro abitato fagnanese, ad acquirenti provenienti dai vicini comuni con i quali mantenevano costanti contatti telefonici.

A carico dei tre soggetti risulterebbero gravi indizi raccolti nel corso di una prolungata attività indagine espletata dagli uomini dell’Arma, sia con attività di tipo tradizionale che tecnico. Le indagini, iniziate lo scorso anno, hanno consentito, oltre all’esecuzione dei provvedimenti elencati, anche la segnalazione, all’autorità competente, di 14 persone quali assuntori di stupefacenti e sono stati recuperati complessivamente 120 grammi circa di droga tipo “cocaina” e “marijuana”. (MNFI)

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri / Compagnia CC San Marco Argentano


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade