Annunci

Archivi tag: natale

La Banda dell’Esercito in concerto a Verona per gli auguri natalizi alla cittadinanza

Poster def

Verona, 13 dicembre 2018 – Concerto della Banda dell’Esercito venerdì 14 dicembre alle ore 18:00, nell’Auditorium del Palazzo della Gran Guardia di Verona. Un concerto per la cittadinanza nell’imminenza delle prossime festività natalizie.

La Banda dell’Esercito, costituita nel 1964,  si compone di centodue elementi.

Oltre a far fronte agli impegni istituzionali di rappresentanza (giuramenti, cerimonie militari, guardie d’onore al Quirinale), svolge una intensa attività concertistica che l’ha vista presente in quasi tutte le città italiane, dove ha suonato nelle principali piazze, sale e teatri. 

Ricordiamo, tra questi, la Scala di Milano, il Verdi di Trieste, il Bellini di Catania, il Petruzzelli di Bari, il San Carlo di Napoli, l’Opera di Roma, la Fenice di Venezia ed il Regio di Torino.

Il programma di venerdì 14 comprende brani di Shostakovich, Ravel, Mascagni, Rossini, Morricone, Bernstein (locandina e programma allegati).

L’ingresso è libero fino ad esaurimento dei posti.

Cliccare per scaricare l’invito ——>  Invito concerto Verona 13 dicembre 2018

© All rights reserved
Fonte: COMFOTER
________________________
Annunci

Abruzzo: messa di preparazione per il santo Natale per le forze armate e le forze di polizia ad ordinamento civile e militare

L’Aquila, 18 dicembre 2017 – Il 18 dicembre 2017,a L’aquila, presso l’auditorium della scuola ispettori e sovrintendenti della Guardia di Finanza, è stata celebrata la messa di preparazione al Santo Natale per tutto il personale delle Forze Armate, delle Forze di Polizia ad ordinamento civile e militare.

FOTO 1 Momento della Cerimonia

La solenne celebrazione eucaristica, officiata dall’arcivescovo metropolita dell’Aquila, s.e. rev.ma monsignor Giuseppe Petrocchi, ha avuto inizio con un indirizzo di saluto da parte del generale di divisione Gianluigi Miglioli, comandante della scuola, si è conclusa con una breve allocuzione del comandante militare dell’Esercito per l’Abruzzo, generale di brigata Giuseppe Di Giovanni, nella sua veste di comandante del pesidio militare per l’Abruzzo.

Al termine della celebrazione eucaristica un corteo religioso si è recato presso la cappella della scuola, ove ha avuto luogo la benedizione del presepe.

FOTO 3 Momento della Cerimonia

Alla cerimonia hanno preso parte le più alte autorità militari e civili della regione, tra cui il prefetto dell’Aquila dott. Giuseppe Linardi, il prefetto di Teramo Dott.ssa Graziella Patrizi, il viceprefetto di Pescara dott. Carlo. Torlontano, il questore dell’Aquila dott. Antonio Maiorano, il vicesindaco della città dell’Aquila dott. Guido Liris il direttore marittimo per l’Abruzzo, il Molise e le isole Tremiti contrammiraglio Enrico Moretti e il comandante provinciale dei Carabinieri dell’Aquila Antonio Servedio.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando Militare Esercito Abruzzo
_________________________________________________________


L’ordinario militare ha trascorso il Natale con il contingente italiano in Kosovo

Pristina (Kosovo), 27 dicembre 2015 –  Si è conclusa la visita in Kosovo dell’arcivescovo ordinario militare per l’Italia. Monsignor Santo Marcianò, ha trascorso il Natale con i militari italiani impiegati nella missione Kosovo Force (KFOR). Giunto a Pristina il giorno della vigilia, è stato accolto dal comandante della Forza Multinazionale NATO KFOR, generale di divisione Guglielmo Luigi Miglietta.

Monsignor Marcianò si è poi trasferito a Pec, nella sede del Multinational Battle Group West (MNBG-W), comando multinazionale a guida italiana, dove ha incontrato i militari del contingente italiano ai quali ha rivolto gli auguri di Natale e testimoniato l’opera e il valore della loro missione in Kosovo.

Nel pomeriggio l’ordinario militare ha fatto visita alla casa famiglia della “Caritas Umbria” di Klina, donando capi di vestiario e giocattoli messi a disposizione dalla Caritas Umbria e dal 4° reggimento carri di Persano. Questa struttura si occupa fin dai primi anni dopo il conflitto dell’accoglienza di numerosi bambini kosovari  senza distinzione di etnia o religione e supporta un importante progetto educativo a favore di minori provenienti da gravi situazioni di disagio o degrado familiare.

Rientrato nella base di “Villaggio Italia”, monsignor Marcianò ha partecipato alla cena di Natale e ha celebrato, unitamente al cappellano del contingente don Fausto Amantea, la Santa Messa. Lafunzione religiosa è stata preceduta dal rito di apertura della Porta Santa nella chiesa di Camp “Villaggio Italia” intitolata a San Francesco come gesto simbolico che si inserisce nell’anno Giubilare straordinario.

A Natale, monsignor Marcianò ha celebrato la funzione religiosa a Pristina, nella cappella della base del Multinational Specialized Unit, per il personale militare italiano di tutte le Forze Armate e delll’Arma dei Carabinieri.

Nel corso dell’omelia, monsignor Marcianò ha sottolineato l’importanza e il significato dei valori legati alla celebrazione del Natale: “Vivere la vita per gli altri dà senso alla propria”, e poi, rivolgendosi ai militari che trascorrono questa festività lontano dai propri affetti, “Voi con la vostra presenza in Kosovo, mettendo a rischio le vostre vite, permettete ad altri di vivere”.

Al termine della funzione, il comandante di KFOR, generale Miglietta, ha ringraziato l’Ordinario Militare, il capo della missione EULEX, Gabriele Meucci e l’Ambasciatore d’Italia in Kosovo, Andreas Ferrarese, presenti all’evento.

Per il soldato, l’essere in operazioni è una condizione straordinaria ma non anomala poiché rappresenta l’apice del servizio che offre al suo Paese nel mondo”, ha detto il generale Miglietta, “professionalità e senso di umanità sono il patrimonio più riconosciuto e apprezzato, anche nel soldato italiano in terra balcanica dove i nostri uomini e donne con le stellette si alternano per creare un futuro migliore per la popolazione del Kosovo”.

Al termine della celebrazione monsignor Marcianò si è intrattenuto con i militari per lo scambio degli auguri natalizi.

Il contingente italiano di KFOR augura “buone feste” a tutti i colleghi impegnati nelle missioni fuori area e sul territorio nazionale.

© All rights reserved
Fonte e immagini: KFOR

L’Esercito a Natale #noicisiamosempre

Natale in afghanistan

Natale in afghanistan

Roma, 24 dicembre 2015 – Sono circa 9000 i militari dell’Esercito impiegati nei principali teatri operativi esteri e sul territorio nazionale che, anche il giorno di Natale, continueranno a svolgere i propri compiti istituzionali asalvaguardia della sicurezza internazionale e delle principale aree metropolitane del Paese.

A loro, agli uomini e donne della Forza Armata, ai loro familiari, sostegno e insostituibile punto di riferimento, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, ha rivolto “un sentito augurio di serenità per le imminenti festività natalizie ed un ringraziamento per quanto fatto ogni giorno non solo per l’Esercito ma per l’intero Paese”.

L’Esercito con oltre 6.500 soldati attualmente impegnati in Patria, giorno e notte, nell’ambito dell’operazione Strade Sicure – dei quali 2.300 solo a Roma per il Giubileo – a cui si uniscono più di 2.600 dislocati tra Afghanistan, Libano, Iraq, Kosovo, Somalia e Mali, contribuisce significativamente alle missioni della Difesa nella tutela della collettività, in Italia e all’estero.

Non solo sicurezza, ma anche supporto alla popolazione colpita da pubbliche calamità e da particolari emergenze. La Forza Armata, grazie alla capacità dual-use dei propri reparti, resa possibile dall’addestramento quotidiano e professionalità dei suoi soldati e dai mezzi specialistici in dotazione, ha fornito in più circostanze un prezioso contributo. Assetti del Genio sono intervenuti in Liguria e in provincia di Piacenza per la rimozione di macerie e il pompaggio dell’acqua, ristabilendo le normali condizioni di vita per gli alluvionati. A Olbia, i reparti della Brigata Sassari sono stati impegnati nella rimozione e successivo smaltimento di un centinaio di metri cubi di risulta.

Inoltre, grazie all’intervento degli artificieri dell’Esercito sono state disinnescate e fatte brillare bombe e manufatti esplosivi risalenti al secondo conflitto mondiale e rinvenute su tutto il territorio nazionale. Questo mese, gli specialisti del Genio dell’Esercito hanno effettuato il disinnesco di un ordigno di 1.000 libbre trovato in località “I Renari” nel comune di Giove (TR), a poche centinaia di metri dall’autostrada A1 e dalla linea ferroviaria, che è stato prima disattivato, poi trasportato e fatto brillare in una cava nel comune di Narni (TR).

Militari per Strade sicure alla stazione Termini di Roma

Militari per Strade sicure alla stazione Termini di Roma

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito

Happy Christmas holidays

Happy Christmas holidays

Il Vittoriano, Rome.


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade