Archivi tag: Museo Storico della Fanteria

Esercito: il commissario straordinario di Roma Tronca alla mostra sulla Grande Guerra

 

Roma, 12 febbraio 2016 –  Questa mattina il commissario straordinario di Roma Francesco Paolo Tronca ha visitato la mostra sulla Grande Guerra presso il Museo Storico della Fanteria in piazza S. Croce in Gerusalemme.

Il prefetto Tronca è stato accolto dal generale Danilo Errico, capo di Stato Maggiore dell’Esercito, dal generale Giuseppenicola Tota, capo del V Reparto Affari Generali dello SME, e dalla sorella Monica Dialuce, ispettrice nazionale del Corpo Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana.

Nel museo è possibile visitare due mostre dedicate alla “Grande Guerra”: la prima organizzata dall’Esercito intitolata “Bollettino 1268. Il confine di carta” che rimarrà aperta fino al 4 novembre del 2018, la seconda invece, dal titolo “Il Corpo Militare della C.R.I. nella Grande Guerra: una storia fatta di uomini”, che rimarrà aperta al pubblico fino al 29 febbraio 2016.

L’Esercito, in occasione del Centenario della Grande Guerra, ha voluto realizzare una mostra commemorativa che rappresenta il conflitto a partire dai suoi protagonisti, ovvero, i tanti uomini che, anche non essendo votati alle armi, imbracciarono il fucile per combattere sul fronte, in risposta all’appello del Paese. Il bollettino della vittoria, il numero 1268, sancì la fine della guerra ed è stato assunto quale emblema della mostra, quale memoria dell’istante in cui l’Italia tutta si strinse unita e commossa attorno alla propria bandiera, guardando alla pace come a un’enorme conquista.

Il Corpo Militare della Croce Rossa Italiana ha realizzato, invece, una mostra con fotografie, oggetti e attrezzature inerenti le attività di soccorso svolte nel corso della Prima Guerra Mondiale per illustrare e mettere in luce l’imponente mole di lavoro svolto in soccorso di tutti coloro che furono vittime delle vicende della guerra: militari al fronte, militari feriti e malati ricoverati negli ospedali territoriali, o civili colpiti dalla violenza della guerra. Un soccorso fornito ininterrottamente dal 24 maggio 2015, fino a tutto il 1919.

Nel corso della visita il commissario Tronca ha affermato: “Le trincee del Primo Conflitto Mondiale raccontano atrocità ma hanno rappresentato anche il luogo di coesione nazionale tra siciliani e veneti, tra romani e milanesi che si incontravano per la prima volta combattendo per un’unica Patria. Dobbiamo ispirarci a quei valori e investire sempre sui giovani e sulla cultura per avere un’Italia consapevole della sua grande storia”. Successivamente, ha ringraziato il generale Errico per l’importante lavoro svolto dai militari dell’Esercito che sono sempre al fianco dei cittadini.

Ingresso gratuito al pubblico. Per ulteriori informazioni consultare il link:

http://www.esercito.difesa.it/storia/musei/Il-Museo-Storico-della-Fanteria/Pagine/Descrizione.aspx

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito
___________________________________________________

Cinema, musica e cultura a Santa Croce Effetto Notte. Carlo Verdone inaugura la manifestazione

di Monica Palermo

Roma, 16 luglio 2014 – Bande militari, cinema, teatro, visite archeologiche, sono le proposte della IV edizione di Santa Croce Effetto Notte, a cui si potrà assistere e partecipare gratuitamente, per dieci notti, dal 18 al 27 luglio.

Una programmazione ricca di eventi, presentata stamattina alla stampa dagli organizzatori: dott. Massimo Piazza, della direzione generale per il cinema, dott.ssa Daniela Porro, direttore della soprintendenza speciale patrimonio storico, artistico, etnoantropologico, del Polo Museale della città di Roma, dott.ssa Laura Delli Colli, del sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani, dott.ssa Mariarosaria Barbera, direttore della soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma, e dal colonnello Rino Postiglioni, direttore del Museo Storico della Fanteria di Roma.

Ma entriamo nel dettaglio della programmazione, aperta a tutti e ad entrata gratuita.

PER GLI APPASSIONATI DI STORIA, DIVISA E BANDE MUSICALI

Colonnello Rino Postiglioni

Colonnello Rino Postiglioni

Per gli amanti della storia, della divisa e delle bande musicali, il Museo Storico della Fanteria e il Museo dei Granatieri di Sardegna, resteranno aperti al pubblico durante tutta la manifestazione dalle 18,30 alle 01,00, dove si potrà assistere a una mostra multimediale sulla Prima Guerra Mondiale e ammirare i cimeli del Museo della Motorizzazione, dei Bersaglieri e dell’Istituto di Cultura del Genio.

Aprirà la sezione musicale il Coro Polifonico Salvo D’Acquisto, coro interforze della famiglia militare, con i Canti della Patria e a seguire il concerto della banda dei Granatieri di Sardegna inaugurerà la manifestazione, nei giorni a seguire si potranno ascoltare le note della banda della Marina Militare, dell’Esercito, ci sarà un’esibizione della fanfara a cavallo del Reggimento dei Lancieri di Montebello (8°), il concerto della banda del Comando Logistico di Proiezione dell’esercito e infine la banda musicale dell’Arma dei Carabinieri.

PER GLI APPASSIONATI DI CINEMA

Per gli appassionati di cinema, la serata di apertura sarà dedicata a Carlo Verdone, che sarà presente in sala, e ci sarà la proiezione del documentario Carlo!, di Fabio Ferzetti,e del più recente successo dell’attore romano, Sotto una buona stella. Nelle altre serate film di registi come Ferzan Ozpetek, Paolo Sorrentino, Walter Veltroni, Claudio Amendola, Rocco Papaleo e altri. Per l’occasione è stata allestita un’arena cinematografica di 300 posti, ad entrata gratuita, fino a esaurimento posti, che si propone come una vera città del cinema dell’estate romana.

Terminata la programmazione della IV edizione di Effetto Notte, nell’arena continueranno le proiezioni fino al 5 settembre con una programmazione curata e realizzata da Luce Cinecittà in occasione del suo 90°, che proporrà grandi film della storia del cinema, una rara occasione di rivedere le pellicole proiettate in 35 mm.

PER GLI APPASSIONATI DI ARCHEOLOGIA E ARTE

Per gli amanti di archeologia la Soprintendenza Speciale per i beni archeologici di Roma aprirà al pubblico l’area archeologica per l’intera durata della manifestazione: un complesso di grande importanza, oggetto di interventi di scavo e di restauro recenti. Ogni sera alle ore 18,30 verranno effettuate visite guidate gratuite, condotte dall’archeologo Sergio Palladino, alle strutture ancora visibili nell’area. Prima dell’inizio della rassegna cinematografica, verrà proiettato anche un breve filmato dell’area archeologica e la ricostruzione virtuale della basilica civile, cd. Tempio di Venere e Cupido.

Sarà possibile inoltre visitare il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali che conserva una collezione di straordinaria rilevanza storica e musicologica che la Soprintendenza Speciale PSAE Polo Museale di Roma lascerà aperto dalle ore 19.30 alle ore 21.30.

Inoltre la Basilica di Santa Croce in Gerusalemme sarà visitabile in apertura straordinaria notturna fino alle ore 22.30.

La IV edizione di Santa Croce Effetto Notte è offerta ai romani dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo e dall’Esercito Italiano.

Per tutta la durata della manifestazione sarà consentito parcheggiare in Piazza Santa Croce in Gerusalemme, e all’interno sarà a disposizione un servizio di ristorazione.

Per info e programma dettagliato SANTA CROCE EFFETTO NOTTE

© All rights reserved
Foto: Ph. Monica Palermo

 


Nel museo storico della fanteria l’alta moda si tinge di verde, bianco e rosso. Inaugurato il Progetto 100 in collaborazione con l’Esercito

di Monica Palermo

Roma, 13 luglio 2014 – Inaugurato ieri Progetto 100, evento che vede protagonisti giovani stilisti di Alta Moda, di ricamo e accessori, che fino al 16 luglio, espongono le loro creazioni all’interno di una location di prestigio, il Museo Storico della Fanteria di Roma. Leitmotiv delle collezioni presenti negli spazi del museo, sono i colori della nostra bandiera, il verde, il bianco e il rosso, a rappresentazione dell’orgoglio nazionale. Gli abiti e gli accessori si potranno ammirare, per quattro giorni, insieme ai cimeli militari della prima Grande Guerra, che proprio quest’anno celebra il centesimo anniversario.

Nella spettacolare abside di epoca romana dell’aula basilicale del Tempio di Venere e Cupidine, situata all’interno dell’area del Museo della Fanteria, una serie di manichini, con le creazioni sartoriali più significative della mostra, rigorosamente con il colore del tricolore, sono stati posizionati sul palco, dove gli stilisti si sono alternati a spiegare le loro realizzazioni, e il direttore del museo, il colonnello Rino Postiglioni, che ha reso possibile organizzare il progetto, ha fatto gli onori di casa.

Numerose le performances che si sono tenute nel giardino del museo, manichini dislocati ovunque dove il numeroso pubblico ha potuto ammirare, in diretta, l’esecuzione di creazioni “fatte a mano”, dagli abiti dello stilista Danilo Attardi, al corso di tessitura e ricamo, della Scuola di Ricamo Alta Moda, mentre l’artista Roberto Di Costanzo disegnava a china lo scenario del tempio.

Il progetto è stato ideato dal fashion producer Antonio Falanga ed è stato realizzato in collaborazione con l’Esercito Italiano.

Questa presentazione richiede JavaScript.

© All rights reserved
Foto: © Ph. Monica Palermo


L’alta moda nel museo storico della fanteria. Il tricolore il leit-motiv dell’evento

Roma, 11 luglio 2014 – In occasione dell’anniversario dei 100 anni della Grande Guerra, nella prestigiosa sede del Museo Storico della Fanteria, sarà allestita una mostra di alta moda, un tributo esclusivo al Made in Italy. La mostra sarà aperta gratuitamente al pubblico dalle 9.30 alle 16.30 fino al 16 luglio 2014.

Nel 2014 ricorre uno storico e drammatico anniversario: i 100 anni della Grande Guerra, 1914-2014, uno dei conflitti più cruenti della storia, che chiuse l’epoca moderna e aprì quella contemporanea. Nei primi anni del decennio, la scena dell’haute couture era dominata da Paul Poiret, il suo modello di eleganza diventò uno dei primi casi di “tendenza” grazie a una serie di innovazioni negli strumenti di comunicazione, commercializzazione e diffusione della moda. Poiret, fu il primo a esporre le proprie creazioni in ampie vetrine “quadri moda” che si affacciavano direttamente sulla strada.

Un’idea che oggi intende rivivere nel “Progetto 100 – Alta Moda al Museo Storico della Fanteria, il fashion producer Antonio Falanga, per il quale le celebrazioni istituzionali previste per la ricorrenza del centenario dello scoppio del 1° Conflitto Mondiale, saranno l’occasione per consacrare le radici dell’unità di un popolo. Creatività e memoria, sperimentazione e orgoglio nazionale, questi i punti cardini dell’idea-evento prodotta dalla Together eventi comunicazione, programmata negli eventi del Calendario AltaRoma AltaModa – Luglio 2014.

L’evento, realizzato in collaborazione con l’Esercito Italiano, sarà patrocinato da Roma Capitale Assessorato Roma Produttiva, dalla Regione Lazio Assessorato alle Attività Produttive e allo Sviluppo Economico e si avvarrà del Logo Ufficiale della Struttura di Missione del Centenario della Prima Guerra Mondiale – Presidenza del Consiglio dei Ministri. Un progetto che grazie all’Accademia del Lusso, partner ufficiale dell’evento, alla creatività di maison storiche, di brand moda e di fashion designers, intende valorizzare  il settore  del “fatto a mano”, nel quale il Tricolore sarà il leit-motiv esclusivo dell’evento. Il 12 luglio  alle ore 18.00, giornata inaugurale della mostra, outfits e accessori moda di colore verde, bianco e rosso, saranno i protagonisti dei due “quadri moda”, intenti a riprodurre ideali installazioni tricolore.

Nello spettacolare abside di epoca romana dell’aula basilicale del Tempio di Venere e Cupidine, situato all’interno dell’area del Museo della Fanteria, sarà possibile ammirare il primo “quadro moda”. Una serie di manichini con le più significative creazioni sartoriali della mostra, andranno a formare una esclusiva bandiera italiana.

Per il secondo “quadro moda” una serie di isole tricolori, composte da accessori moda e outfits sartoriali, prenderanno  vita fra i cimeli, le bandiere e le divise storiche, in mostra permanente nelle sale del Museo. Negli stessi ambienti, sarà a disposizione del pubblico presente,  in anteprima,  una mostra multimediale sulla Prima Guerra Mondiale  realizzata in collaborazione con il Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale, istituzione nazionale  che con  120.000  pellicole provenienti da tutto il mondo, conserva uno dei più importanti archivi cinematografici mondiali. Verranno proiettate immagini e filmati originali dell’epoca  che documentano i principali avvenimenti  che condizionarono le sorti del  1° Conflitto Mondiale, evento bellico  a cui  parteciparono circa 6 milioni di italiani, e cha segnò  profondamente la storia sociale, politica, economica e culturale dell’Italia.

© All rights reserved
Fonte: Comando Militare della Capitale


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade