Annunci

Archivi tag: Monte Romano

Monte Romano: interdizione e raids per il “Nembo”. Due giorni di intenso addestramento

Posizionamento in difesa al contrattacco

Posizionamento in difesa al contrattacco

I paracadutisti, dopo l’avvicinamento effettuato nelle ore notturne, hanno effettuato l’acquisizione dell’obiettivo e una volta analizzate le informazioni tattiche dello stesso, pianificato e condotto l’assalto decisivo e la conseguente distruzione. Quest’ultima fase è stata realizzata con l’impiego di  cariche di esplosivo da un Team di Ricognizione e Combattimento Avanzato (“ACRT”) dell’8° reggimento genio guastatori paracadutisti di Legnago attivamente impiegato nelle fasi di avvicinamento, acquisizione e durante il raid finale.

Non appena bonificata la zona, le unità hanno hanno inoltre sostenuto e risolto positivamente un contrattacco della fazione avversaria in fase di ripiegamento.  In un contesto di massimo realismo ed in varie fasi tattiche, l’attività ha visto la simulazione di feriti in azione e la conseguente applicazione delle misure di primo soccorso e stabilizzazione degli infortunati.

Marcaggio del ferito a premessa dell'esfiltrazione

Marcaggio del ferito a premessa dell’esfiltrazione

L’esercitazione appena svolta fa parte dell’ordinario ciclo addestrativo seguito dell’unità paracadutiste per la conduzione dei basilari atti tattici già presenti e consolidati nel loro bagaglio addestrativo.

© All rights reserved
Fonte e immagini: 183° reggimento paracadutisti "Nembo"

Annunci

Monte Romano: la Granatieri in addestramento insieme alla Folgore

Monte Romano (VT), 2 dicembre 2015 – Si è conclusa, nel poligono permanente di Monte Romano (VT), un’altra fase del programma SIAT (Sistema Integrato per l’Addestramento Terrestre), progetto dell’Esercito Italiano finalizzato all’evoluzione dell’addestramento dei militari in differenti contesti operativi.

Il programma SIAT ha come obiettivo la simulazione dell’impiego di unità, sistema live, nonché un sistema virtual in grado di riprodurre la condotta di operazioni in uno scenario artificiale sulla base dell’ambiente e dell’obiettivo addestrativo da conseguire.

Particolare attenzione viene posta anche all’addestramento dello staff all’esercizio della funzione operativa di comando e controllo sulle unità dipendenti (sistema constructive) in situazione tattiche che possono svilupparsi durante la simulazione.

In tale contesto, un complesso minore del 1° Reggimento “Granatieri di Sardegna” ha operato come opposing force (OPFOR), nell’ambito del sistema live, contro un complesso minore rinforzato del 183° Reggimento paracadutisti “Nembo”, in ambiente sia diurno che notturno, per la durata di una settimana. Scopo dell’attività è stato quello di incrementare le capacità del personale nell’applicazione delle tecniche e delle procedure relative ad uno scenario ad alta intensità o comunque in un ambiente non permissivo, replicando sul terreno i principali scenari e attività operative che si sono riscontrate nell’impiego fuori area.

L’esercitazione si è articolata in tre fasi, da una iniziale di prova (rehearsal), approntamento dei mezzi e dei materiali schierati, si è passati ad una fase centrale di attività live con le truppe sul terreno, arrivando ad una conclusiva di ripiegamento (redeployment) e ricondizionamento di uomini, mezzi e materiali.

Il progetto SIAT si propone, entro i prossimi anni, di offrire uno strumento addestrativo aderente ai molteplici contesti operativi in cui i militari dell’Esercito Italiano operano, sia sul territorio nazionale che internazionale.​

© All rights reserved
Fonte e immagini: COMFOTER

Il generale Primicerj alle esercitazioni Civetta e Galileo 2

Monte Romano (VT),  18 novembre 2014 – Si è svolta oggi alla, presenza del comandante delle FOTER, generale c.a. Alberto Primicerj, presso il poligono di Monte Romano (VT), la fase finale dell’esercitazione Civetta 2014 condotta dalla B. Rista-EW, sincronizzata con l’esercitazione Galileo 2 – 2014“, iniziata il 10 novembre scorso in Anzio e finalizzata al mantenimento delle capacità professionali acquisite nel settore Intelligence dagli organi di staff di reggimento e grande unità.

L’Esercitazione “CIVETTA 2014” ha consentito di validare la Task Force Rista – EW per l’esigenza della forza di reazione rapida della NATO (JRRF) per il 1 semestre 2015. In particolare, nelle due esercitazioni in questione sono stati coinvolti i comandi della D. “Friuli”, della brigata Folgore e della brigata Pozzuolo del Friuli, nonché vari reggimenti dell’area FOTER, quali il Savoia Cavalleria (3°), il 185° Ricognizione e Acquisizione Obiettivi del COMFOSE e una Task Force C4 del 2° e 11° reggimento trasmissioni.

Tra i principali assetti impiegati figurano i radar “Arthur” e “Ranger”, sistemi APR “Raven” e di guerra elettronica, nonché sistemi di supporto al C2 (SIACCON 2-AMN) e di tracking delle Forze Amiche (BFT). Sono stati valutati, inoltre, dei software Intelligence in uso nella NATO per una loro successiva applicazione in ambito Rista-EW di F.A.

© All rights reserved
Fonte: Comando Forze Terrestri

Monte Romano: addestramento congiunto Black Horse 2014

Le attività a fuoco sono terminate con un’esercitazione complessa e continuativa.

Acquisire informazioni su obiettivi avversari, consegna delle ultime informazioni raccolte, garantire il link-up (collegamento e guida) con il grosso del dispositivo amico, questi i compiti principali degli esploratori Paracadutisti.

L’esercitazione è stata un’ulteriore dimostrazione di come la brigata Folgore sfrutti ogni momento addestrativo delle unità dipendenti per dare pienezza ai concetti di “pluriarma” e di “autonomia tattica”​ che caratterizzano oggi le grandi unità elementari della Forza Armata.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito

Terminata l’esercitazione Veltro 2014 condotta dal 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo”

ok_folgore_6

Monte Romano, 22 ottobre 2014 – Si è conclusa lo scorso 10 ottobre, al poligono di Monte Romano, l’esercitazione Veltro 2014 condotta dal 183° Reggimento Paracadutisti “Nembo di Pistoia. L’addestramento, condotto nel contesto di validazione connesso all’inserimento dell’unità nel pacchetto JRRF (Joint Reaction Rapid Force) per l’anno 2015, ha visto l’unità impegnata in uno scenario supposto come potenzialmente ostile.

Tale presupposto ha richiesto l’impiego di tutte le armi in dotazione, compresi i mortai da 120 mm. ed i sistemi controcarro “Milan”. Da rilevare la proficua collaborazione con la Scuola di Aerocooperazione di Guidonia che ha consentito di operare con la cosiddetta “terza dimensione”: un supporto alla manovra di vitale importanza per lo sviluppo della successiva operazione avioportata e dello schieramento sul terreno protrattosi per circa cinquantaquattro ore.

ok_folgore_7

La missione del 183° Reggimento, tipica delle aviotruppe, ha preso il via dall’aviolancio di una forza composta dalla componente esplorante e dal successivo scaglione assalto che hanno garantito la sicurezza dell’area.

Una successiva aliquota di paracadutisti, imbarcata su elicotteri multiruolo, ha invece provveduto alla creazione di un posto comando tattico avanzato avente, tra gli altri, il compito di garantire i collegamenti digitali e satellitari verso i comandi sovraordinati e le dipendenti unità sul terreno. Fondamentale, per lo sviluppo dell’attività addestrativa, il supporto degli equipaggi del 1° Reggimento AVES “Antares” di Viterbo su vettori CH-47 ed AB-412, e dell’11° Reggimento Trasmissioni “Leonessa” di Civitavecchia che ha partecipato all’ esercitazione con materiali tecnici e specialisti.

ok_folgore_3

In sintesi, un contesto addestrativo aderente ai possibili scenari di impiego dal quale il 183° “Nembo”, grazie alla meticolosa pianificazione ed alla collaborazione a tutto tondo con i numerosi assetti dispiegati sul terreno, ha ottenuto preziose indicazioni utili allo sviluppo ed alla condotta di attività future.

© All rights reserved
Fonte: COMFOTER

8° Reggimento Lancieri di Montebello porta a termine l’esercitazione Dark Knight 2014

Roma, 28 aprile 2014 – Il Reggimento Lancieri di Montebello, prossimo alla partenza in Kosovo, ha portato a termine l’esercitazione Dark Knight 2014 svolta nell’area addestrativa di Monte Romano. L’esercitazione ha consentito la duplice validazione dello Squadrone di prossima immissione in teatro operativo kosovaro e delle capacità degli assetti montati di Cavalleria posti alle sue dipendenze.

Tutto il personale ha operato in un ciclo di attività ed esercitazioni teorico-pratiche ai vari livelli ordinativi. I Lancieri saranno impiegati a breve in Kosovo come Multinational Battle Group West. Lo Squadrone esplorante ha operato in uno scenario a bassa intensità, inquadrando nelle sue fila una pattuglia a cavallo, per verificare il conseguimento della Full Operational Capability (FOC) delle unità montate di Cavalleria, dopo aver acquisito il 27 marzo, nell’area addestrativa del Centro Militare di Equitazione di Montelibretti, l’Initial Operational Capability (IOC), in un’operazione di soccorso alla popolazione civile in caso di calamità.

L’esercitazione ha visto impiegati i binomi in compiti di esplorazione, sorveglianza della propria area di operazione e acquisizione obiettivi, evidenziando alta mobilità, silenziosità e autonomia logistica, perfettamente inseriti nel contesto del complesso minore, costituendone una componente efficace.
Il conseguimento della FOC da parte degli assetti montati di Montebello segna un passaggio fondamentale, quasi “storico”, per il loro possibile futuro impiego sia in contesti addestrativi che operativi, tanto in patria quanto all’estero.

© All rights reserved
Fonte: 8° Reggimento Lancieri di Montebello
Foto: © 8° Reggimento Lancieri di Montebello


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade