Annunci

Archivi tag: missioni

Gruppo Carabinieri di Locri: controllo straordinario del territorio

foto 1

Locri (RC), 11 novembre 2017 – Tre persone arrestate, numerose munizioni rivenute e 4 chili di marijuana sequestrata. Questo il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal Gruppo Carabinieri di Locri finalizzato alla prevenzione e alla repressione dei reati predatori nonché di quelli attinenti gli stupefacenti.

Ieri, numerose pattuglie di Carabinieri delle Compagnie di Bianco, Locri e Roccella Jonica, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Cacciatori, sono stati impegnati in una capillare attività di controllo del territorio eseguendo rastrellamenti, verifiche amministrative, perquisizioni personali e domiciliari nonché controlli a casolari abbandonati.

foto 2

Missioni portate a termine dalle stazioni locali:

  • i Carabinieri della stazione di Siderno hanno arrestato R.G., 61enne del posto, destinatario di un ordine di esecuzione emesso dalla Procura della Repubblica presso la corte d’appello di Reggio Calabria. L’uomo dovrà scontare una pena residua di 7 mesi e 21 giorni di reclusione poiché riconosciuto colpevole di detenzione abusiva di armi e munizioni, produzione, traffico e detenzione illeciti di ingenti quantità di stupefacenti;
  • i Carabinieri della stazione di Bovalino hanno arrestato V.S.M., 37enne del posto, in esecuzione a un ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare emesso dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Locri. L’uomo dovrà scontare una pena di 8 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole di guida sotto l’influenza dell’alcool e resistenza a pubblico ufficiale;
  • i Carabinieri della stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno arrestato B.L., 50enne del posto, in esecuzione di un ordine di carcerazione in regime di detenzione domiciliare emesso dalla procura della Repubblica presso il tribunale di Bolzano. L’arrestato dovrà scontare 8 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole di truffa;
  • i Carabinieri della stazione di San Luca hanno denunciato un sorvegliato speciale del posto per violazione degli obblighi imposti con la citata misura di prevenzione. L’uomo è stato sorpreso alla guida di un autoveicolo nonostante gli fosse stata revocata la patente di guida;
  • i Carabinieri della stazione di Mammola hanno denunciato un 48enne del posto per detenzione illegale di munizioni. A seguito di una perquisizione domiciliare i militari dell’Arma hanno rivenuto, all’interno di un casolare di campagna di sua proprietà, oltre 50 cartucce per fucile di vario calibro, tutte in discreto stato di conservazione, illegalmente detenute;
  • i Carabinieri della stazione di Sant’Ilario dello Jonio hanno denunciato due persone del posto per detenzione abusiva di munizioni e materiale esplodente. Nel corso di una perquisizione locale in un’abitazione di proprietà della coppia, i medesimi sono stati trovati in possesso di 1,5 kg di polvere da sparo e di oltre 900 munizioni di vario calibro e tipo, illegalmente detenuti;
  • i Carabinieri della stazione di Bianco hanno rivenuto, in un’abitazione abbandonata del luogo, 4 chili di marijuana contenuta in altrettanti involucri di cellophane.
© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando provinciale CC di Reggio Calabria
_________________________________________________________________
Annunci

Esercito 2014: oltre 7000 i militari impegnati in missioni, emergenze maltempo e bonifica esplosivi

Roma, 30 dicembre 2014 – ​​​Sono stati oltre 7000 gli uomini e donne dell’Esercito impegnati nel corso del 2014 in Italia e all’estero. Nelle principali missioni internazionali 2500 uomini e donne con le stellette hanno operato in Afghanistan (830 unità), Libano (1000 unità), Kosovo (350 unità) e Centrafrica (270 unità). Nel 2014 L’Italia ha mantenuto la leadership delle due più importanti missioni in atto, KFOR in Kosovo e UNIFIL in Libano. Inoltre da febbraio di quest’anno l’Italia detiene la leadership ​​della missione EUTM Somalia, condotta sotto egida dell’Unione Europea.

Nello stesso periodo, sul territorio nazionale, circa 4600 soldati hanno garantito la sicurezza sul territorio nazionale nelle principali località italiane, da Gorizia a Trapani, con l’operazione Strade Sicure in concorso alle forze di polizia nella vigilanza di obiettivi sensibili, dei centri per immigrati e in attività di pattugliamento di aree metropolitane.

Nel 2014 non sono mancati gli interventi delle unità dell’Esercito nei casi di pubblica calamità e di pubblica utilità. Grazie all’addestramento, alle specifiche competenze e alla capacità dual use l’Esercito è intervenuto con oltre 1700 militari e mezzi speciali, per il soccorso alle popolazioni.

Tra gli interventi più recenti e significativi, quelli di Genova e di Alessandria, dove più di 500 militari e 100 mezzi speciali, tra cui torri d’illuminazione, macchine movimento terra e terne ruotate, hanno operato ininterrottamente per tutta la durata dell’emergenza, soccorrendo la popolazione, sgomberando i locali dai detriti e ripristinando della viabilità.

In Sardegna, per l’emergenza maltempo dello scorso gennaio, sono stati impiegati 100 militari e 35 mezzi. In Emilia Romagna a seguito dell’esondazione del fiume Secchia che ha colpito la provincia di Modena sono intervenuti 200 militari.

A Pisa, per il nubifragio che si è abbattuto a febbraio sulla città, sono intervenuti 200 militari, a Belluno per le eccezionali precipitazioni nevose, 200 militari dotati con veicoli cingolati BV 206, gli stessi impiegati in Afghanistan, hanno soccorso la popolazione e ripristinato la viabilità.

Nel Lazio, a febbraio 2014, per il violento nubifragio che si è abbattuto sulla capitale, sono stati impiegati 200 militari e mezzi speciali in dotazione, di cui sei motopompe. A Treviso 350 militari sono intervenuti per il monitoraggio dei fiumi Livenza e Monticano e per l’attività di drenaggio delle acque e di rimozione dei detriti.

Nel settore dei concorsi di pubblica utilità, a garanzia del funzionamento dei servizi, 80 militari del genio dell’esercito hanno lavorato per la posa in opera di un ponte Bailey nel centro storico di Palermo, consegnato lo scorso 31 ottobre all’Azienda Trasporti della provincia.

Nel corso dell’anno, inoltre, l’Esercito ha continuato la sua opera di pubblica utilità e di tutela ambientale garantendo la bonifica dei residuati bellici con ben 2250 interventi specialistici di bonifica.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade