Annunci

Archivi tag: Matteo Renzi

Matera, termina il 67 raduno dei Bersaglieri, intervento del sottosegretario alla Difesa on Angelo Tofalo (video)

60708077_1964706890308433_3418620609851031552_o

I bersaglieri delle associazioni sfilano insieme al capo di SME e al sottosegretario alla Difesa (*)

Matera, 19 maggio 2019 – Terminato il 67° raduno dei Bersaglieri, specialità dell’Arma di Fanteria dell’Esercito Italiano, che a giugno festeggeranno il 183° anniversario della costituzione del Corpo, nella città di Matera, patrimonio mondiale Unesco e capitale europea della cultura.

Il 67° Raduno Nazionale oltre che ai valori che contraddistinguono l’Associazione Nazionale Bersaglieri, è stato dedicato alla memoria dei soldati d’ogni tempo caduti nell’adempimento del dovere per difendere gli ideali di libertà e di Patria. Tra un tripudio di suoni e colori di una città in festa, circa Centomila Fanti piumati hanno attraversato, ”al Passo di Corsa”, il centro di Matera accompagnati dalla frenesia delle piume al vento e dalle vibranti note di oltre 70 Fanfare provenienti dall’Italia e dall’estero.

60473404_1964707016975087_8049309650950029312_o

Il capo di SME gen Salvatore Farina, il sosttosegretario alla Difesa on Angelo Tofalo e il presidente nazionale di ANB Matteo Renzi (*)

Molte le autorità politiche e militari intervenute: il sottosegretario di Stato alla Difesa, onorevole Angelo Tofalo (nel video), il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Salvatore Farina, il comandante del Comando delle Forze Operative Sud, generale di corpo d’armata Rosario Castellano, unitamente alle più importanti autorità politiche e militari regionali.

Emozione e coinvolgimento hanno caratterizzato l’imponente afflusso e schieramento dei reparti in Piazza Vittorio Veneto. Lo sforzo della macchina organizzativa del Raduno è stato alimentato anche grazie alla sinergia tra Regione, Azienda di Promozione e Turismo Basilicata, Associazione Nazionale Bersaglieri, Anb Basilicata, Comando Militare Esercito Basilicata e Comune di Matera.

Un’adunata imponente che ha visto lo sfilamento da via Nazionale verso piazza Vittorio Veneto delle rappresentanze dei Bersaglieri in servizio e in congedo, precedute dalle travolgenti note della Fanfara del VII Reggimento Bersaglieri, seguita dalla Bandiera di Guerra dello stesso reggimento, dai gonfaloni dei comuni della Basilicata, dal Medagliere Regionale costituito da ben 63 Medaglie al Valor Militare.

60458917_1964707126975076_411545613138657280_o

Il sottosegretario alla Difesa on Angelo Tofalo durante il suo discorso (*)

Il sottosegretario di Stato alla Difesa, che ha corso con i bersaglieri insieme al capo di SME, nel suo discorso ha affermato che: “i nostri Bersaglieri e come loro tutte le donne e gli uomini in uniforme hanno giurato di servire le Istituzione e difendere la bandiera anche fino all’estremo sacrificio. Questo vi rende speciali ed è molto importante che tutti lo sappiano e ne comprendano il significato. Io sento forte il dovere di rappresentarvi pro tempore e farmi portavoce del vostro impegno quotidiano all’estero e sul territorio nazionale. Siete l’orgoglio del Paese e il cuore pulsante del Sistema Difesa italiano”.

Il Capo di Stato Maggiore dell'Esercito 1

Il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, nel porgere il suo saluto ai Bersaglieri giunti a Matera, ha evidenziato: “i Bersaglieri hanno saputo scrivere pagine memorabili, lungo i momenti più significativi ed importanti della storia d’Italia. Nel corso del Risorgimento, come nei confitti mondiali e fino ai giorni nostri – ovunque impiegati – i fanti piumati hanno lasciato sempre un’impronta indelebile, facendo emergere le migliori qualità dell’italianità e del nostro popolo il quale, oggi come allora, riconosce nel baldo Bersagliere il riflesso di se stesso”.

“Un evento di portata nazionale giunto per la prima volta in terra lucana”, ha dichiarato il Presidente Nazionale dell’Associazione Bersaglieri, generale di brigata (della riserva), Ottavio Renzi, per poter conservare e tramandare la memoria alle giovani generazioni”.

Passaggio della Stecca

Una settimana ricca di eventi quella appena trascorsa che ha coinvolto l’intero territorio Lucano all’insegna della cultura, con presentazione di libri, mostre tematiche, incontri con le scuole, concenti, esibizioni delle Fanfare in 31 Comuni della Regione, annulli filatelici, sport e solidarietà con le Fondazioni Telethon, Aism e Banco Alimentare che da sempre i Bersaglieri sostengono nelle campagne di raccolta fondi.

L’evento si è concluso con il classico “Passaggio della stecca” tra il Sindaco di Matera, Raffaello De Ruggieri e l’Onorevole Enrico Stefàno, vice presidente vicario della Giunta Capitolina, in rappresentanza di Virginia Raggi Sindaco di Roma, città che nel 2020, ospiterà il 68° Raduno Nazionale dei Bersaglieri.

Reparti schierati

Nel video il discorso del sottosegretario alla Difesa on Angelo Tofalo al 67° raduno dei Bersaglieri a Matera

 

*Foto prese dalla pagina fb del sottosegretario alla Difesa on Angelo Tofalo
(https://www.facebook.com/AngeloTofalo.M5S/posts/1964707570308365)

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore Esercito
_________________________________
Annunci

Il Presidente Renzi in visita ai militari italiani di UNIFIL

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi in visita al contingente italiano in Libano, accompagnato dal capo di Stato Maggiore della Difesa Claudio Graziano.

Shama, 22 dicembre 2015 – Ad accogliere oggi il presidente del consiglio presso la base “Millevoi” di Shama, sede del comando del settore ovest di UNIFIL, l’Head of Mission e Force Commander della missione UNIFIL, generale di divisione, Luciano Portolano, unitamente al Comandante del Contingente nazionale, generale di brigata Franco Federici.

La visita è stata l’occasione per di fare un punto di situazione sull’intera area di operazione di UNIFIL e sul lavoro delle truppe italiane nel sud del Paese.

Il presidente Renzi, parlando al contingente italiano,  ha avuto parole di elogio per gli uomini e le donne delle Forze Armate impegnati nelle operazioni di pace e riferendosi ai caschi blu della Taurinense impegnati in Libano ha ribadito: “siete soldati altamente professionali che con grande umanità svolgete il vostro prezioso lavoro a servizio  delle istituzioni italiane e della pace lontano dalle vostre famiglie” –  e concludendo – “ci rendete orgogliosi di essere italiani”.

Prima di lasciare Shama, il Presidente del Consiglio ha voluto incontrare gli uomini e le donne del contingente nazionale in un informale abbraccio, per trasmettere la vicinanza del Governo Italiano a loro e alle loro famiglie in occasione delle imminenti festività natalizie.

Il contingente italiano, attualmente su base Brigata alpina “Taurinense”, opera nel pieno rispetto dei compiti assegnati dalla risoluzione 1701  delle Nazioni Unite al fine di monitorare la cessazione delle ostilità, supportare le Forze Armate Libanesi e garantire l’opportuno sostegno alla popolazione locale.​

© All rights reserved
Fonte e immagini: UNIFIL

Carabinieri: inaugurato l’anno accademico della scuola ufficiali

Roma, 12 febbraio 2015 – Il ministro della difesa Roberta Pinotti ha aperto ieri mattina l’Anno Accademico 2014-2015 della Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma.

​“L’Arma da oltre due secoli è un pilastro insostituibile della società perché ha dimostrato di saper trasmettere alle nuove generazioni tutto il suo patrimonio di conoscenza e valori”. È quanto ha detto il ministro Pinotti nel suo intervento all’inaugurazione dell’anno accademico 2014 – 2015 della Scuola Ufficiali Carabinieri, avvenuta questa mattina alla presenza del presidente del consiglio Matteo Renzi e del comandante generale dell’arma dei carabinieri, generale di corpo d’armata Tullio Del Sette.

Rivolgendosi agli allievi ufficiali, il ministro ha evidenziato l’importanza della loro formazione quali “servitori delle Istituzioni e dell’intera collettività nazionale”.

Il ministro ha ricordato, inoltre, i recenti importanti risultati raggiunti dai Carabinieri nella lotta alla criminalità nel corso di operazioni svolte sul territorio nazionale e il loro impegno in 9 teatri operativi internazionali.

Alla cerimonia erano presenti, tra gli altri, il ministro dell’interno Angelino Alfano, il vice presidente del consiglio superiore della magistratura, Giovanni Legnini, i sottosegretari di stato alla difesa Domenico Rossi e Gioacchino Alfano, l’ordinario militare per l’Italia, mons. Santo Marcianò, i vertici delle forze armate e rappresentanze dei frequentatori dell’Istituto.

Nel suo intervento introduttivo, il comandante generale dell’arma dei carabinieri, generale di corpo d’armata Tullio Del Sette, ha ricordato le attività svolte dalla Benemerita nel corso del 2014 tra cui spiccano i 73.000 arresti di cui 788 per associazione di stampo mafioso e il sequestro e la confisca di beni per un miliardo e duecento milioni di euro. Il generale del Sette ha poi illustrato i progetti per il 2015: dal controllo del territorio al contrasto alla criminalità organizzata, dalla prevenzione delle frodi informatiche fino all’impegno dei Carabinieri nelle missioni ed operazioni all’estero. L’evento è stato trasmesso in diretta streaming sul portale della Difesa.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa

Il presidente Mattarella: forze armate essenziali per la pace

Roma, 3 febbraio 2015 – Il capo dello stato , in occasione del discorso per il suo insediamento, ha sottolineato il ruolo fondamentale delle Forze Armate per la pace. ​”Alle Forze armate, sempre più strumento di pace ed elemento essenziale della nostra politica estera e di sicurezza, rivolgo un sincero ringraziamento, ricordando quanti hanno perduto la loro vita nell’assolvimento del proprio dovere“.

Nel suo discorso di insediamento, pronunciato questa mattina a Montecitorio subito dopo la formula di rito del giuramento, il presidente della repubblica Sergio Mattarella ha rimarcato l’importanza dell’opera svolta quotidianamente in Patria e all’estero degli uomini e dalle donne delle Forze Armate a sostegno della pace.

Il presidente ha rivolto il suo pensiero anche ai fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, ricordando che “occorre continuare a dispiegare il massimo impegno affinché la delicata vicenda trovi al più presto una conclusione positiva, con il loro definitivo ritorno in Patria”.

Concluso il discorso, il presidente Mattarella si è recato all’Altare della Patria per deporre una corona d’alloro al Sacello del Milite Ignoto.

Al momento della deposizione, sulle note del silenzio, il tradizionale sorvolo  delle Frecce Tricolori.

Ad accompagnare il presidente Mattarella, il presidente del consiglio Matteo Renzi, il consigliere militare del Quirinale Rolando Mosca Moschini e il capo di stato maggiore della difesa Luigi Binelli Mantelli.

193a872f-3f86-40ab-af7b-e36ca122a35610Medium

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa

17 marzo: 153° Anniversario della Giornata dell’Unità Nazionale

Roma, 17 marzo 2014 – Questa mattina il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nell’ambito delle celebrazioni per commemorare la Giornata dell’Unità Nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera, ha deposto una corona di alloro all’Altare della Patria.

Ad accompagnare il Capo dello Stato, oltre al Ministro della Difesa Roberta Pinotti, c’erano, tra gli altri, il Presidente del Senato Pietro Grasso, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, il Vice Presidente della Camera Marina Sereni, il Giudice della Corte Costituzionale Sergio Mattarella, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e il Sindaco di Roma Ignazio Marino.

Alla cerimonia, che ha celebrato il 153° anniversario dell’Unità d’Italia, hanno partecipato Autorità politiche, civili, religiose, i Vertici della Difesa e della Guardia di Finanza, ed hanno assistito numerosi cittadini.

Un momento solenne che ha voluto celebrare la Giornata dell’Unità Nazionale, istituita nel novembre 2012 con la legge n.222 con l’obiettivo di ricordare e promuovere i valori di cittadinanza e riaffermare e consolidare l’identità nazionale attraverso il ricordo e la memoria civica.

A suggellare la cerimonia, il sorvolo delle Frecce Tricolori.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa


OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade