Archivi tag: Massimo Mingiardi

Somalia: attività umanitaria a favore della popolazione

Mogadiscio, 21 gennaio 2015 – Nell’ambito delle attività di cooperazione tra Italia e Somalia, i militari italiani hanno consegnato nei giorni scorsi viveri destinati a 450 famiglie della regione di Banadir.

Un segno tangibile della vicinanza alla popolazione civile da parte del personale italiano che nell’ambito dell’EUTM Somalia è impiegato nel rafforzamento del governo federale di transizione somalo.

L’Italia partecipa alla missione EUTM Somalia (European Union Training Mission to contribute to the training of Somali security forces) con 76 militari impiegati in vari ambiti, da quello principale dell’addestramento delle Forze armate somale alla sicurezza dei movimenti e del contingente.

Dal 15 febbraio 2014 il comandante della missione è il generale di brigata Massimo Mingiardi.

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano in Somalia

Il capo di stato maggiore della difesa in visita a Gibuti e in Somalia

Gibuti, 10 ottobre 2014 – Il capo di SMD si è recato in visita a Gibuti e Mogadiscio dove ha incontrato il personale del contingente italiano e le Autorità militari e politiche locali.

In occasione della visita a Gibuti, l’ammiraglio Luigi Binelli Mantelli ha salutato i militari di tutte le Forze Armate e dell’Arma dei Carabinieri, che ormai da tempo operano nell’area, avvalendosi del supporto logistico garantito dalla Base Militare interforze.

Il Contingente nazionale schierato a Gibuti comprende al momento personale dell’Esercito, principalmente costituito da genieri impegnati nei lavori infrastrutturali della Base, della Marina Militare, prevalentemente composto dai Nuclei Militari di Protezione (NMP), dell’Aeronautica Militare inquadrati nella Task Force Air, orientata a fornire supporto alla missione dell’Unione Europea “ATALANTA” con assetti UAV e dei Carabinieri che, con una training unit di 30 unità, conducono attività addestrative a favore delle Forze di Polizia somale.

Il capo di SMD ha elogiato tutti i militari per i significativi sforzi finora compiuti e gli eccellenti risultati conseguiti, in particolare nel campo della cooperazione. Nel sottolineare l’alta valenza operativa della Base, grazie alla quale è possibile supportare tutte le attività operative e di cooperazione nei vari Paesi del Corno d’Africa, (anti pirateria con Unità Navali, UAV e NMP, EUTM Somalia, ecc.), l’ammiraglio Binelli Mantelli ha prospettato la possibilità di consolidare l’impiego attuale e di esplorare nuove e più strutturate forme di cooperazione e di assistenza nei confronti di Gibuti.

Il tema della cooperazione è stato al centro dei colloqui che il capo di SMD ha avuto con il suo omologo, general Cheikh Ibrahim Zakaria ed il ministro della difesa di Gibuti, Hassan Darar Houffaneh, accompagnato dall’ambasciatore italiano ad Addis Abeba, Giuseppe Mistretta, che nel riconoscere apertamente la valenza dell’impegno italiano e delle numerose iniziative intraprese hanno sottolineato l’eccellente livello delle relazioni bilaterali, soprattutto nell’addestramento, evidenziando la necessità che vengano avviate nuove forme di collaborazione nel campo del capacity building allo scopo di contribuire alla crescita organizzativa e professionale delle proprie Forze Armate, essenziali per la sicurezza dell’Area.

Quanto alla Somalia, il capo di SMD si è recato a Mogadiscio, dove ha visitato lo European Union Training Mission Somalia (EUTM Somalia), il cui comando è affidato dallo scorso febbraio ad un ufficiale generale italiano, il generale di brigata Massimo Mingiardi.

Accompagnato dall’ambasciatore italiano Fabrizio Marcelli, l’Ammiraglio Binelli Mantelli ha poi raggiunto Villa Somalia, dove ha incontrato il primo ministro della Repubblica di Somalia, mr. Abdiweli Sheikh Ahmed, lo speaker del parlamento, mr. Osimana Mohamed Jawari, il capo di stato maggiore della difesa, generale Dahir Aden Elmi, ed il direttore della National Intelligence and Security Agency (NISA), Abdurahman Mohamud Turyare.

In tutti gli incontri avuti, le autorità militari, politiche e di Governo somale hanno ringraziato per il prezioso supporto e per la continua vicinanza e sottolineato con chiarezza le grandi aspettative riposte nel nostro Paese, considerato quale partner di maggiore riferimento sulla scena internazionale verso il quale si guarda, allo scopo di ricevere l’aiuto necessario, in primis, nel campo della cooperazione militare, per assicurare pace e stabilità nel Paese e nella lotta alle attività terroristiche di Al-Shabaab.

L’ammiraglio Binelli Mantelli ha infine incontrato tutto il personale italiano a Mogadiscio, ringraziandolo per la grande professionalità e l’esemplare impegno profuso nel raggiungere gli obiettivi prefissati in una missione delicata e complessa, evidenziando come il loro supporto sia molto apprezzato a livello nazionale ed internazionale e come il ristabilire le condizioni di sicurezza  nell’area si riverberi di riflesso nel contrasto al terrorismo ed alle attività illegale in Mediterraneo.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa

L’integrazione civile-militare nella pianificazione e nella condotta delle operazioni dell’unione europea

Roma, 3 ottobre 2014 – Si è concluso ieri il seminario, di due giorni, dal titolo Civilian-Military integration in the planning and conduct of EU operations, presso la Scuola Trasporti e Materiali dell’Esercito alla Cecchignola. Un evento della Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea, del Ministero della Difesa e dell’Esercito Italiano.

Lo scopo del seminario, che rientra tra le iniziative che il Ministero della Difesa organizza nel semestre di presidenza italiana del Consiglio Europeo, è stato quello di illustrare la necessità di un’efficace cooperazione civile – militare nella pianificazione e nella condotta delle operazioni a guida UE, evidenziando l’importanza di adottare un approccio “comprehensive”, cioè un approccio multidimensionale, integrando e coordinando strumenti d’intervento e gestione diversi, civili e militari, cinetici e non cinetici.

Al seminario erano presenti il ministro della difesa, Roberta Pinotti, il capo di stato maggiore della difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e il capo di stato maggiore dell’esercito, generale Claudio Graziano. Tra i relatori numerosi rappresentanti civili e militari, italiani e dell’Unione Europea, docenti universitari ed esponenti di think-tanks.

Nel discorso introduttivo il ministro Pinotti ha sottolineato che “quella militare non è che una delle componenti che il Sistema Paese o il Sistema Europa deve impiegare per prevenire, limitare e fronteggiare le minaccia alla propria sicurezza”.

“Senza l’integrazione civile-militare nella pianificazione e nella condotta delle operazione dell’Unione Europea, come di qualsiasi Alleanza, coalizione o singolo Paese – ha aggiunto il ministro – non sarà possibile tutelare giustizia, stabilità e prosperità, ciò che ci chiedono i cittadini di un mondo sempre più globalizzato”. In sintesi, per trovare una soluzione alle attuali crisi internazionali è fondamentale coniugare l’azione militare a quella diplomatica, economico – finanziaria, umanitaria e di intelligence.

Un’integrazione sviluppata in ambito NATO e UE tramite il cosiddetto comprehensive approach.

Nel corso delle due giornate è stato discusso l’approccio europeo alla gestione delle crisi e del quadro giuridico-legale nel quale questo approccio si inserisce. Particolare attenzione è stata infine posta sul reale funzionamento del meccanismo civile-militare di gestione delle crisi dell’Unione Europea, attraverso la testimonianza del generale Massimo Mingiardi comandante della Missione di addestramento Europea (EUTM) in Somalia.

© All rights reserved
Fonte: Stato maggiore dell'esercito
Immagini: Ph. Monica Palermo

 

 


Mogadiscio: consegna delle medaglie ai militari della missione EUTM Somalia

 

Mogadiscio (Somalia), 3 agosto 2014 –  Si è svolta ieri la cerimonia della consegna della Union Common Security and Defence Policy Medal for Somalia al personale della Missione presso il Comando della European Union Training Mission Somalia (EUTM Somalia) a Mogadiscio.

Alla cerimonia hanno presenziato l’ambasciatore d’Italia Fabrizio Marcelli ed il mission commander di EUTM Somalia, generale di brigata Massimo Mingiardi.

La medaglia è stata conferita a ottantasei membri della missione, provenienti da Italia, Germania, Svezia, Olanda, Ungheria, Spagna, Serbia, Finlandia e Portogallo.

Durante il suo discorso il generale Mingiardi ha espresso le proprie congratulazioni a tutto il personale di EUTM Somalia, il cui sforzo e dedizione hanno permesso il raggiungimento degli obiettivi previsti; l’ambasciatore Marcelli, dal canto suo, nel ricordare che EUTM Somalia è uno dei fattori chiave per ristabilire la pace e la sicurezza nel Paese, ha ringraziato il personale della missione per l’eccellente lavoro svolto e per i risultati conseguiti, vero motivo di orgoglio per tutto lo staff e per lui stesso.

L’obiettivo di EUTM Somalia è di assistere il governo somalo nella costituzione di un esercito nazionale professionale, che operi nel rispetto delle Istituzioni e della cultura locale, in aderenza ai principi di uguaglianza e democrazia.

Le attività di EUTM Somalia rientrano nel quadro dell’impegno profuso dall’UE nella regione per rispondere alle necessità del popolo somalo e del suo Governo per il rafforzamento delle Istituzioni e la stabilizzazione del paese.

© All rights reserved
Fonte: contingente italiano in Somalia

 


L’Italia consegna materiali d’equipaggiamento all’esercito ed alla polizia della Repubblica Federale di Somalia

Roma, 02 aprile 2014 – Nell’ambito dei rapporti bilaterali e della cooperazione tra Italia e Somalia, nella giornata odierna presso l’aeroporto internazionale di Mogadiscio, si è svolta una sobria cerimonia nel corso della quale sono stati donati materiali ed equipaggiamenti all’Esercito e alla Polizia del Governo Federale della Somalia.

Alla ricorrenza hanno presenziato: il Primo Ministro della Repubblica Federale di Somalia S.E. Abdiweli Sheikh Ahmed, il Ministro delle Finanze Hussein Abdi Halane, il Vice Ministro della Difesa Abdallah Hussain Ali, l’Ambasciatore d’Italia Andrea Mazzella, il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Somalo Gen Dahir Aden Elmi, il Comandante della Missione EUTM Somalia Generale di Brigata Massimo Mingiardi ed il Comandante del Settore 1 della Missione dell’Unione africana in Somalia (AMISOM) Generale di Brigata Dick Olum (Uganda People’s Defence Force).

Il Primo Ministro con il Gen. Mingiardi, l’ambasciatore Mazzella ed il Col. Mencaraglia

In particolare per quanto riguarda il Ministero degli Affari Esteri, l’Ambasciatore d’Italia Andrea Mazzella ha consegnato 30 autovetture destinate alla polizia somala. Per quanto riguarda la Difesa, il Colonnello Bernardo Mencaraglia, Comandante dell’Italian National Support Element (IT-NSE) EUTM Somalia, ha consegnato accessori ed equipaggiamento militare per l’Esercito Somalo. Tale donazione rappresenta la prima tranche di una serie di materiali che il Ministero della Difesa ha predisposto per le Forze Armate Somale.

Il Primo Ministro esamina il materiale d'equipaggiamento

Il Primo Ministro esamina il materiale d’equipaggiamento

Questi aiuti rappresentano parte dell’impegno italiano nell’ambito delle iniziative internazionali a salvaguardia della pace e della stabilità della Somalia martoriato da una lunga guerra civile. In tale ambito, l’Italia è fortemente impegnata nella Missione della UE denominata European Union Training Mission in Somalia (EUTM Somalia) in quanto fornisce, oltre al Comandante Gen. Brig. Mingiardi, il 60 % del personale.

EUTM Somalia svolge le proprie funzioni nel quadro dell’impegno globale dell’UE, volto a rispondere ai bisogni primari del popolo Somalo e al rafforzamento e stabilizzazione delle istituzioni locali.

Foto di gruppo con il Primo Ministro

Foto di gruppo con il Primo Ministro

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa


EUTM Somalia: parte il primo corso per la formazione di istruttori militari

Mogadiscio (Somalia) 24 febbraio 2014 – È stato inaugurato nei giorni scorsi, nella sede del Jazeera Training Camp (JTC) di Mogadiscio, il primo corso per la formazione di istruttori militari somali nell’ambito del programma “Train the trainers” pianificato ed organizzato da EUTM Somalia. L’attività, rivolta a 60 militari dell’Esercito somalo precedentemente addestrati in Uganda, si svolgerà nell’arco di 4 settimane e prevede lezioni che spaziano da procedure e tecniche di base di fanteria a nozioni di diritto umanitario ed etica militare.

Il corso – prima attività addestrativa svolta da EUTM Somalia a Mogadiscio, dopo il suo rischieramento dal territorio ugandese avvenuto nel dicembre scorso – vede impegnati 2 team di istruttori di cui fanno parte complessivamente 8 militari italiani, 6 svedesi e 2 ungheresi.

Al termine del corso il personale somalo sarà qualificato istruttore ed inquadrerà le future reclute del Somali National Army (SNA) che riceveranno l’addestramento di base nella struttura del JTC nei prossimi mesi. In tale contesto il personale EUTM svolgerà la funzione di Mentor degli istruttori somali. Nell’arco del 2014 è prevista complessivamente la formazione di 1850 militari somali.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte il Comandante della Missione, Generale di Brigata Massimo Mingiardi, il Ministro della Difesa Somalo, Mohamed Sheikh Hassan Hamud ed il Comandante delle Forze Armate somale, Gen Dahir Aden Elmi.

© All rights reserved
Fonte: Ministero della Difesa
Foto: © Ministero della Difesa


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade