Annunci

Archivi tag: Massimo Meinero

Si celebra oggi la festa della Fanteria, giorno in cui l’Italia entrò in guerra

18595506_10213118167497180_2171297650653441762_o

(di Massimo Meinero) Roma, 24 maggio 2017 – L’Arma di Fanteria è la prima Arma dell’Esercito Italiano e impiega combattenti appiedati, detti appunto i fanti. Il 24 maggio è la festa della Fanteria italiana “Regina delle Battaglie” nel giorno in cui ricorre l’anniversario (1915) dell’entrata nella Grande Guerra dell’Italia contro l’Austria-Ungheria.
Viene considerata come l’ossatura della Forza Armata in quanto la maggioranza dei suoi reparti di manovra appartengono proprio a questa Arma che viene anche detta “Arma base”.

Le radici vengono fatte risalire alla costituzione del Reggimento delle Guardie (oggi 1° reggimento “Granatieri di Sardegna”) nel 1659 e alla denominazione di Esercito Italiano avvenuta il 4 maggio 1861.

Complessivamente, dalle guerre d’indipendenza ai giorni nostri, la Fanteria ha avuto circa 900.000 caduti.
La formazione e l’addestramento della fanteria sono curate dalla Scuola di Fanteria, che ha sede a Cesano di Roma, il cui generale comandante assume anche il titolo di ispettore per l’Arma di Fanteria.
Sin dalla Grande Guerra la Fanteria ha costituito la massa d’urto delle Forze Armate ed il nucleo fondamentale dell’Esercito.

Schermata 05-2457898 alle 15.08.28

Restano oggi in vita, oltre ai reggimenti di Fanteria (tutti dotati di veicoli da combattimento su cingoli o ruote e con un reggimento con capacità “aeromobile”), anche le seguenti specialità: Granatieri, Bersaglieri, Alpini, Paracadutisti, Lagunari.
A partire dal 1927 anche i Carristi costituivano una specialità della Fanteria. Dal 1999 essi fanno parte dell’Arma di Cavalleria come sua specialità.

© All rights reserved
Testo e immagine di Massimo Meinero
__________________________________________
Annunci

Orvieto: “ritorno” al CAR alla caserma Piave per oltre cinquanta granatieri dell’ANGS

di Alessandro Menenti

Orvieto, 18 ottobre 2015 – Ieri la ex caserma Piave di Orvieto è tornata in vita accogliendo di nuovo i suoi Granatieri. Questo raduno è nato dal popolo granatieresco, da ex militari di tutt’Italia che, animati dalla gioia di ritrovarsi con spirito di fratellanza, si sono dati appuntamento per una tre giorni nella storica sede del 3° Reggimento Guardie nonché CAR dei Granatieri.

Un lavoro organizzativo impegnativo svolto sui social network ha creato grande aspettativa tra questi ex ragazzi che non si sono mai tolti davvero gli Alamari, anche dopo tornati alla vita civile. Alcuni di loro sono tornati al CAR dopo decine di anni con grande emozione nel cuore. Come si è visto nei momenti centrali della giornata, l’alzabandiera e gli onori ai Caduti, quando inquadrati nei ranghi al comando del colonnello Massimo Meinero, e accompagnati dalla banda locale, sono usciti dalla caserma per deporre una corona ai piedi della stele che ricorda i Granatieri che hanno dato la vita per il loro Paese. Al suono dell’Inno di Mameli si è vista luccicare più di una lacrima.

L’ANGS (Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna) è stata rappresentata dal suo presidente generale di corpo d’armata Mario Buscemi, e da diverse sezioni provenienti da tutta Italia. Il comando di brigata ha inviato il tenente colonnello Patrizio Di Tursi, comandante del 1° battaglione Granatieri “Assietta” inquadrato nel 1° Reggimento “Granatieri di Sardegna”. Grande l’emozione e il vigore espresso dall’anziano granatiere Paolo Rossi, presidente dell’ANGS per l’Umbria, che, come hanno riferito i partecipanti al raduno, è stato determinante per la riuscita dell’evento. Ha collaborato alla manifestazione il comune di Orvieto, rappresentato da un proprio assessore.

Per l’occasione questi Granatieri hanno allestito una mostra fotografica, materiale fornito dalla Sez. ANGS di Pesaro, dedicata alla carriera militare del generale granatiere Padre Gianfranco Chiti poi divenuto Frate che sarà beatificato nel prossimo mese di novembre nalla cattedrale orvietana.

© All rights reserved

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade