Archivi tag: Joint Rapid Response Force

Wild Bull 20, addestramento in ambiente warfighting per l’82° rgt fanteria ”Torino” al poligono di Torre di Nebbia

Torre di Nebbia (BA), 5 dicembre 2020 – L’82° reggimento fanteria “Torino”, unità dell’Esercito Italiano alle dipendenze della brigata meccanizzata “Pinerolo”, ha concluso l’esercitazione “Wild Bull 20” presso il poligono di Torre di Nebbia, esercitazione che rientra nelle attività di mantenimento della JRRF (Joint Rapid Response Force) e NRI (Nato Readiness Initiative) per l’anno 2020.

Il bacino di assetti a guida 82° della “NATO Readiness Initiative”, capaci di “intervenire con ristrettissimi tempi di attivazione per far fronte a qualunque esigenza operativa non pianificata sia a livello nazionale che internazionale”, dopo un intenso ciclo di addestramento, ha verificato la piena maturità nelle capacità di Comando e Controllo dei Comandanti nella gestione degli assetti pluriarma in un’attività tattica in ambiente warfighting.

La leadership messa in campo dai comandanti, ispirata ai principi del Mission Command e del Manoeuvrist approach, ha consentito ai militari della “Pinerolo” di consolidare le procedure tecnico tattiche di specialità e al contempo di incrementare l’amalgama degli equipaggi che operano sui Veicoli Blindati Medi “Freccia” e quelli di supporto alla manovra con il mortaio medio ed il sistema Contro Carro Spike terrestre.


Il complesso minore di fanteria media, svolto nel pieno rispetto delle vigenti disposizioni in materia di contrasto al Covid-19, ha dato prova del livello addestrativo raggiunto nell’impiego delle forze medie nonché della grande sinergia raggiunta sia con una sezione del 21° reggimento Artiglieria Terrestre, sia con differenti assetti specialistici provenienti da altri reparti dell’Esercito Italiano che hanno preso parte all’attività addestrativa.

L’attività conclusiva si è svolta alla presenza del comandante della Brigata Meccanizzata “Pinerolo”, generale di brigata Giovanni Gagliano che ha manifestato grande soddisfazione per il livello di professionalità raggiunto e ha espresso un plauso per gli eccellenti risultati conseguiti in tutte le attività operative/addestrative svolte dalle donne e dagli uomini del reggimento.

© All rights reserved
Fonte e immagini
: Stato Maggiore Esercito
______________________________________________


Esercito, il 9° reggimento fanteria Bari pronto per l’impiego nell’ambito delle forze di reazione rapida

Bari, 23 novembre 2020 – Il 9° reggimento fanteria “Bari”, unità alle dipendenze della Brigata “Pinerolo”, ha concluso nei giorni scorsi, presso il poligono occasionale di Torre di Nebbia, l’esercitazione finale che ha decretato la piena capacità d’impiego, dal prossimo anno, di una propria compagnia nel bacino JRRF (Joint Rapid Response Force).

L’attività si è svolta alla presenza del comandante del Comando Forze Operative Sud, generale di corpo d’armata Giuseppenicola Tota, accompagnato dal comandante della brigata “Pinerolo”, generale di brigata Giovanni Gagliano.

La JRRF è un bacino di capacità e assetti interforze, già esistenti, ad alta e altissima prontezza operativa, da cui attingere risorse per garantire una risposta rapida alle esigenze nazionali (ad esclusione delle Operazioni in corso e dei compiti discendenti da disposti di Legge) e multinazionali (NATO/UE).

Le moderne operazioni militari richiedono sempre più spesso alle Forze Armate di operare in combinazione tra loro ed in modo integrato, in qualsiasi tipo di scenario, per questo, l’intenso ciclo addestrativo delle forze è incentrato sull’incremento delle capacità di operare in ambienti congiunti; in particolare la conclusione dell’esercitazione a fuoco ha visto un complesso minore addestrarsi in sinergia con assetti aerei, tra i più avanzati in ambito europeo.

L’addestramento ha consentito ai soldati della “Pinerolo” di perfezionare le corrette procedure tecnico-pratiche di specialità e allo stesso tempo di incrementare l’amalgama degli equipaggi che operano sui Veicoli Blindati Medi (VBM 8X8) “Freccia”.

Il generale Giuseppenicola Tota, al termine dell’esercitazione, nel salutare gli uomini e le donne del 9°, ha espresso il proprio apprezzamento sia per l’impegno profuso sia per i risultati addestrativi conseguiti.

© All rights reserved
________________________


Conclusa l’esercitazione di approntamento Joint Rapid Response Force nazionale del 186° reggimento paracadutisti Folgore

Carpegna (PU), 4 novembre 2014 – Si è concluso, presso il poligono militare di Carpegna, un intenso ciclo di attività addestrative del 186° reggimento paracadutisti Folgore di Siena.

L’attività, nell’ambito dell’approntamento per l’esigenza JRRF (Joint Rapid Response Force) nazionale, è stata organizzata e condotta anche al fine di verificare e integrare quanto appreso nel corso della recente esercitazione multinazionale Saber Junction 2014, nella cornice di un supposto esercitativo warfighting ad alta intensità.

Oltre alla valutazione a fuoco dei plotoni di tutte le compagnie fucilieri paracadutisti e del plotone mortai pesanti, particolare attenzione è stata data alle procedure di cooperazione con la 3^ dimensione, mediante l’effettuazione di missioni addestrative di supporto aereo ravvicinato, che hanno visto i paracadutisti operare a stretto contatto con gli elicotteri da ricognizione e scorta Mangusta del 48° gruppo del 7° reggimento Vega dell’aviazione esercito, anch’esso in approntamento per il bacino JRRF nazionale.

L’ottimo risultato raggiunto dai paracadutisti del 186° reggimento paracadutisti Folgore, è stato il modo migliore per onorare il giorno del 72° anniversario della battaglia di El Alamein.

© All rights reserved
Fonte: COMFOTER

Esercitazione Sethlans 2014, il 132° artiglieria nuovamente a fuoco

Monte Romano, 26 maggio 2014 – Si è concluso da pochi giorni l’addestramento del 132° Reggimento Artiglieria Corazzata Ariete presso il poligono di Monte Romano. 
L’esercitazione ha riguardato una batteria obici, due Joint Fire Support Teams per l’osservazione del tiro nonché un’aliquota di personale della BCSL (Batteria Comando e supporto Logistico) del reparto. 
L’esercitazione SETHLANS 2014, condotta dal comando artiglieria, iniziata nella prima settimana di maggio con il caricamento di mezzi e materiali sui pianali ferroviari presso l’interporto di Pordenone, ha permesso agli artiglieri maniaghesi di incrementare il livello addestrativo degli equipaggi e di affinare le procedure relative all’organizzazione e al funzionamento dei posti comando e dei Nuclei Acquisizione Obiettivi. 
A sei mesi dalla validazione a fuoco dell’unità approntata per l’esigenza Joint Rapid Response Force – JRRF, una Batteria del 132° torna ad effettuare un’attività a fuoco con i semoventi PzH 2000 che riguarderà, nel corso del 2014, anche le altre due batterie obici del reggimento.

© All rights reserved
Fonte: Esercito italiano

 

 


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade