Archivi tag: ITALAIR

Libano: task force Italair effettua volo sanitario d’urgenza per evacuare un casco blu, non italiano

Equipaggio e team medico dirigono verso elicottero CASEVAC

Naqoura (Libano), 25 giugno 2018 – Nei giorni scorsi i caschi blu italiani della Task Force Italair, unità di volo che opera nella missione UNIFIL (United Nations Interim Force In Lebanon), hanno effettuato un volo sanitario d’urgenza per evacuare un casco blu, non italiano, di UNIFIL affetto da crisi respiratoria.

Ricevuta l’attivazione da parte del Mission Air Operation Center (MAOC), l’elicottero AB-212 in configurazione sanitaria è decollato tempestivamente dall’eliporto di Naqoura ed ha raggiunto in pochi minuti la base delle Nazioni Unite dove era in servizio il peacekeeper in grave emergenza sanitaria.

Ospedale Saint George

Il militare, dopo essere stato stabilizzato dal  personale medico dell’AMET (Air Medical Evacuation Team) che insieme agli equipaggi di Italair costituisce parte integrante dell’assetto di CASEVAC (Casualties Evacuation), è stato imbarcato sull’elicottero e trasferito immediatamente presso l’ospedale Saint George di Beirut per ricevere  le cure necessarie.

Gli equipaggi della Task Force Italair, fondata nel 1979, attualmente agli ordini del colonnello Luca Piperni, è l’unità più antica della missione UNIFIL, nonché l’unico reparto di volo interforze schierato dall’Italia in un teatro operativo estero. Gli equipaggi di Esercito, Marina Militare e Aeronautica Militare con i sei elicotteri AB-212 sono pronti a decollare in meno di 30 minuti per effettuare differenti tipologie di missioni (tra cui anche eventuali evacuazioni sanitarie) e giornalmente voli di ricognizione e di osservazione in tutta l’area di operazione, in particolare lungo la Blue Line la linea di demarcazione esistente tra il Libano e Israele, nel rispetto della Risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza.

Ultime fasi prima della messa in moto

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore Difesa
________________________________________

Cerimonia Italair in ricordo dell’equipaggio precipitato il 6 agosto 1997

aa1476c9-3ee0-4446-89e0-30d6230a1789ok_italair2 Al Tiri (Libano del Sud), 8 agosto 2014 – Il 6 agosto 1997, diciassette anni fa, durante una missione di volo notturno persero la vita i componenti dell’equipaggio di volo composto dal maggiore Antonino Sgrò, dal capitano Giuseppe Parisi e dal 1° maresciallo Massimo Gatti, e due passeggeri, l’appuntato dei carabinieri Daniel Forner e il sergente irlandese John Lynch. Due giorni fa, data dell’anniversario, i componenti della TF ITALAIR hanno ricordato l’equipaggio ed I passeggeri dell’elicottero precipitato durante quel volo notturno. 

La Task Force Italair, presso la municipalità di Al Tiri, nel Sud del Libano, ha commemorato i colleghi scomparsi con una cerimonia di suffragio, in onore ai caduti, alla presenza di numerose autorità di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon), il contingente di pace di cui ITALAIR fa parte, delle autorità civili e militari libanesi e di una rappresentanza del contingente irlandese e del personale della Task Force Italair, comandata dal colonnello Claudio Luperto.

4e18f15a-d65b-4086-8be7-0872fa8c65bfok_italair

L’unità di volo è costituita da un gruppo squadroni dell’aviazione dell’Esercito, comandato dal tenente colonnello Maurizio Sabbi, con equipaggi di volo dell’Esercito Italiano, della Marina Militare e dell’Aeronautica Militare.
Il 3 luglio 1979 il primo Squadrone Elicotteri ITALAIR, su AB 204, ha sostituito analoga unità di volo norvegese, in risposta alla richiesta delle Nazioni Unite di fornire supporto aereo alla missione UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) nell’ambito delle risoluzioni 425 e 426 del Consiglio di Sicurezza.

I 35 anni di permanenza ininterrotta in terra libanese non hanno scalfito l’entusiasmo, la serietà e la professionalità che dal primo giorno hanno caratterizzato l’operato degli uomini e delle donne di ITALAIR. Va ricordato che ITALAIR è fra l’altro l’unità veterana all’interno di UNIFIL.
Il continuo impegno dei piloti e degli equipaggi di volo ha favorito lo sviluppo di un forte consenso da parte dei Libanesi e dei rappresentanti della comunità internazionale tutta.

 

© All rights reserved
Fonte: Contingente Italiano in Libano
Immagini: Ph. Antonio Falduto


Libano del sud: il generale Claudio Graziano, capo di Stato Maggiore dell’Esercito, visita la missione UNIFIL e il contingente italiano

Shama (Libano), 11 marzo 2014 – Il Generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, già Comandante della Forza ONU in Libano dal 2007 al 2010, è giunto ieri in visita alla Missione UNIFIL. Ad accoglierlo all’eliporto del quartier generale di Naqoura, il Generale di Divisione Paolo Serra, Head of Mission e Force Commander.

L’alta autorità militare è stata aggiornata sulla situazione operativa nel Libano del Sud ed ha incontrato una rappresentanza di soldati italiani del Comando di UNIFIL, rivolgendo loro un indirizzo di saluto.

Il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha proseguito la visita presso la base Millevoi di Shama dove è stato accolto dal Generale di Brigata Maurizio Riccò, Comandante della Joint Task Force Lebanon, su base Brigata Granatieri di Sardegna.

Nel corso degli incontri, il generale Graziano ha espresso parole di profondo apprezzamento per la meritoria opera svolta dai militari italiani impegnati, con grandissima professionalità, nel quadro del delicato mandato contenuto nella risoluzione 1701 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. In tale contesto, oltre al supporto alla popolazione locale, il contingente italiano sta operando a stretto contatto con l’esercito libanese, conducendo attività congiunte “sul terreno” di carattere operativo tra le quali pattuglie e posti di controllo fissi e mobili, per favorire il mantenimento dell’attuale situazione di calma nel difficile contesto regionale.

UNIFIL, si compone di circa 12 mila militari provenienti da 38 nazioni e circa 1000 rappresentanti civili, di cui 700 locali e 300 internazionali. Il dato fornito comprende anche la componente navale dotata di 8 navi di 6 paesi diversi e di 1000 marinai costituenti la Maritime Task Force operante lungo le coste libanesi, e ITALAIR composta da  elicotteri dell’Esercito Italiano.

© All rights reserved
Fonte:
 contingente italiano nel Libano del sud
Foto: © Brigata Granatieri di Sardegna


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade