Annunci

Archivi tag: immigrazione clandestina

Polizia arresta due nigeriani, per favoreggiamento all’immigrazione clandestina

Cagliari, 18 aprile 2015 – Arrestati due nigeriani dalla polizia di Cagliari, per favoreggiamento all’immigrazione clandestina. I due nigeriani erano alla guida del gommone recuperato nei giorni scorsi dalla nave mercantile “Rizopon”, battente bandiera greca, al largo delle coste libiche. Sull’imbarcazione erano presenti numerosi cittadini extracomunitari, di cui 82 sono stati fatti sbarcare nel porto di Cagliari.

Grazie alle testimonianze raccolte dagli operatori della Squadra Mobile della Questura di Cagliari, è stata ricostruita la dinamica dello sventurato viaggio affrontato dai migranti, per la maggior parte di origine nigeriana, che è durato diversi giorni. A fronte del pagamento di 1.500 dollari cadauno, sono stati fatti imbarcare sul gommone diretto  verso le coste europee.

© All rights reserved
Fonte e immagine: Polizia di Stato
(Squadra Mobile della Questura di Cagliari)

 

 

Annunci

Terrorismo e immigrazione clandestina: nascono le squadre investigative comuni


Roma, 4 ottobre 2014 – Il capo della polizia, prefetto Alessandro Pansa, insieme al vice capo della polizia, direttore centrale della polizia criminale, prefetto Francesco Cirillo, ha partecipato a Monaco di Baviera (Germania) ad una riunione informale con i capi della polizia dell’Austria, Germania e Svizzera.

Per la Germania erano presenti il presidente del Bundeskriminalamt/BKA, Jörg Ziercke e il presidente della polizia bavarese, Wilhelm Schidbauer, per l’Austria il direttore generale della polizia austriaca, Konrad Kogler, e per la Svizzera il direttore dell’ufficio federale di polizia (Fedpol), Nicoletta Della Valle.

Durante il quadrilaterale, denominato “Alpentressen”,  sono stati affrontati i temi dell’immigrazione clandestina e del terrorismo.

Dall’incontro è nata la iniziativa di creare una squadra investigativa comune per lo scambio di informazioni sulle organizzazioni che gestiscono i flussi di immigrazione versi i Paesi europei e sul fenomeno e dei così detti “foreign fighters”, (estremisti islamici, spesso appartenenti alla seconda generazione di immigrati, che combattono all’estero).

 © All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

 

 


Ragusa: rimpatriati 50 egiziani e arrestati 7 scafisti per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. (video)

di Monica Palermo

Ragusa, 2 agosto 2014 – La Polizia di Stato di Ragusa ha arrestato 7 cittadini egiziani, responsabili di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Da indagini effettuate la polizia ha accertato che i fermati hanno fatto entrare illegalmente in Italia, eludendo i controlli di frontiera, complessivamente 295 migranti, di origini siriane, egiziane e del centro africa, di cui quasi 100 i minori molti dei quali neonati.

Un migrante intervistato ha così affermato: “Tramite Facebook, e precisamente su una pagina dedicata ai rifugiati siriani nel mondo, ho saputo che ci stava la possibilità di raggiungere l’Europa, illegalmente, pertanto tramite il social network, ho chiesto il numero di telefono per contattarli, e mi è stato fornito. Il 12 luglio ho chiamato quel numero e alla persona che ha risposto ho chiesto le modalità per la traversata: occorrevano 2,700 dollari Usa a persona e che i bambini erano compresi nel prezzo. Lo stesso uomo mi ha detto che i controlli da parte della Polizia egiziana erano pressanti e che si sarebbe fatto sentire lui al momento opportuno“.

Dopo l’arresto dei 7 scafisti, durante la notte, in previsione di un possibile rimpatrio, c’è stata una rivolta degli egiziani al CPSA (Centro di Primo Soccorso e Accoglienza) di Pozzallo (RA), distruggendo vetrate e compiendo atti vandalici alla struttura. Nelle prime ore di oggi le forze dell’ordine sono riuscite a rimettere la situazione sotto controllo e 50 egiziani, compresi gli scafisti, sono stati rimpatriati e saranno consegnati alla polizia egiziana.

Sino ad oggi, solo nel 2014 la Polizia di Stato ha arrestato 87 scafisti e sono in corso numerose attività di collaborazione con le altre questure siciliane (coordinate dal Servizio Centrale Operativo), al fine di permettere scambi informativi utili per gestire indagini sul traffico di migranti dalle coste del nord Africa a quelle Italiane.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato
(Questura di Ragusa)


Traffico di migranti (video): indagati dalla DDA di Palermo cittadini africani per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

 

Palermo, 1 luglio 2014 – La Polizia di Stato di Palermo ha eseguito, nelle province di Agrigento, Catania, Milano, Roma e Torino, 9 decreti di fermo e notificato 5 informazioni di garanzia, in stato di libertà, emesse dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, nei confronti di 14 soggetti ritenuti responsabili, a vario titolo, dei reati di associazione per delinquere, nonché di favoreggiamento dell’immigrazione e della permanenza clandestina, aggravati dal carattere transnazionale del sodalizio malavitoso.

Le indagini, condotte dalle Squadre Mobili di Palermo ed Agrigento coordinate dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, furono avviate dopo il tragico naufragio avvenuto il 3 ottobre 2013, nei pressi di Lampedusa e nel quale persero la vita almeno 366 migranti, hanno consentito di ricostruire, anche attraverso mirate attività tecniche, la struttura organizzativa e le dinamiche criminali di un pericoloso sodalizio malavitoso transnazionale, composto da soggetti eritrei, etiopi e sudanesi, che ha favorito, traendone ingenti profitti economici, l’immigrazione illegale di diverse centinaia di connazionali.


(nel video il testo delle intercettazioni telefoniche)

Tra i destinatari dei provvedimenti restrittivi figurano un cittadino etiope e uno cittadino sudanese, ritenuti, da tempo, tra i più pericolosi e importanti trafficanti di migranti. In particolare, è emerso che quest’ultimo aveva il ruolo di raccogliere a Khartoum (Sudan), una consistente parte di migranti che venivano trasferiti, spesso con modalità vessatorie, a Tripoli (Libia), dove l’altro, dopo averli tenuti “segregati” in diverse abitazioni, di cui ha la disponibilità, li faceva imbarcare su natanti fatiscenti diretti verso le coste siciliane.

Le investigazioni hanno consentito, altresì, di individuare una cellula della medesima associazione criminale, composta da cittadini eritrei operanti in Italia, in particolare nelle province di Agrigento e Roma, che favoriva la permanenza illegale di migranti clandestini sul territorio nazionale e ne agevolava il successivo espatrio, sempre illegalmente, verso altri Paesi dell’Unione Europea, in particolare Norvegia e Germania, o del continente americano, tra tutti il Canada.

Nel corso delle indagini sono emersi, inoltre, precisi riferimenti alle continue violenze fisiche e alle reiterate torture che hanno subito numerosi migranti, nonché ai ripetuti stupri, anche di gruppo, cui sono state sottoposte diverse donne.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

 


Individuati dalla polizia di frontiera aerea di Fiumicino i responsabili di favoreggiamento di immigrazione clandestina di cittadini albanesi verso la Gran Bretagna (video)

Roma, 25 giugno 2014 – La Polizia di Frontiera Aerea di Fiumicino sta eseguendo 13 provvedimenti restrittivi nei confronti di altrettanti soggetti appartenenti ad una organizzazione criminale dedita al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina di cittadini albanesi verso la Gran Bretagna.

L’attività di indagine, iniziata nell’ottobre del 2012, ha individuato un sodalizio criminale italiano-albanese-rumeno, che previa contraffazione di carte di identità italiane ottenute con la compiacenza dei titolari, riusciva a far entrare clandestinamente nel Regno Unito sino a 5/7 persone a settimana, dietro il pagamento di una somma di circa 6.000 euro ciascuno.

Nel corso dell’indagine sono già stati compiuti 8 arresti e denunciate in stato di libertà 40 cittadini albanesi.

La complessa attività investigativa si è quindi conclusa con l’adozione di provvedimenti cautelari nei confronti di 21 persone e la denuncia in stato di libertà di 100 soggetti.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


La Polizia di stato scopre una stamperia di documenti falsi per immigrati clandestini: arrestato un 40enne

Napoli, 24 febbraio 2014 – La Polizia di Stato di Vercelli e Napoli coadiuvati dal Servizio Centrale Operativo di Roma, nell’ambito di una articolata indagine, volta a contrastare il diffuso fenomeno dell’immigrazione clandestina, con particolare attenzione alla falsificazione di documenti, permessi di soggiorno, patenti, carte d’identità, ha arrestato un cittadino marocchino di 40 anni, residente ad Afragola (NA).

L’uomo, che non si esclude possa far parte di una più ampia organizzazione criminale, dedita al traffico illecito del falso documentale, operante in Napoli ed in varie città del Nord Italia, è stato trovato in possesso di un’attrezzatura idonea per la duplicazione e la stampa di documenti falsi, di timbri dello Stato, di modelli di: carte d’identità, permessi di soggiorno, patenti e tessere sanitarie in bianco.

I poliziotti, stamani, hanno fatto irruzione nell’abitazione del 40enne scoprendo che aveva adibito una camera per i suoi illeciti, per un giro di affari stimato in centinaia di migliaia di euro versati da stranieri, al fine di regolarizzare illegalmente la propria posizione sul territorio nazionale.

Sequestrati numerosissimi documenti già compilati in favore di cittadini stranieri.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade