Annunci

Archivi tag: Gioacchino Alfano

Presentato il CalendEsercito 2017

Un calendario tecnologico che parla delle maggiori innovazioni nel periodo della Grande Guerra, il CalendEsercito 2017

Roma, 17 novembre 2016 – Alla presenza del sottosegretario di Stato alla Difesa, on. Gioacchino Alfano, del capo di stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano e del capo di stato maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, si è tenuta ieri a Roma, la presentazione  del “CalendEsercito 2017”,  quest’anno dedicato alle innovazioni tecnologiche della Grande Guerra, divenute poi patrimonio della collettività. 

Un calendario al passo coi tempi,  perché per la prima volta contiene al suo interno dei codici QR (Quick Response) che permettono di approfondire con uno smartphone le 12 innovazioni tecnologiche che hanno caratterizzato il periodo bellico ’15 -’18 e che ancora oggi vengono utilizzate. Si va dall’invenzione del “Ponte istantaneo” precursore dell’attuale ponte Bailey ampiamente utilizzato dai genieri dell’Esercito in caso di pubbliche calamità, all’orologio da polso ribattezzato nel periodo bellico “orologio da trincea” e tante altre invenzioni come i prefabbricati di montagna, le “vie d’acciaio” o teleferiche, e le comunicazioni aeree.

cingolato fiat 2000

cingolato fiat 2000

Nella pagina centrale, inoltre, viene trattata non un’innovazione tecnologica ma quella che può essere definita una innovazione sociale: l’emancipazione femminile, che con la Grande Guerra  trovò il suo momento catalizzatore. 

Il generale Errico, nel rispondere alle domande del Professor Broccoli, presentatore dell’evento, ha evidenziato come “questo almanacco sia un’opera che ben esprime lo spirito d’innovazione e la creatività tipiche del nostro popolo e, di riflesso, dell’esercito che – ieri come oggi – incarna una delle sue espressioni più sincere e significative”. Tra le invenzioni presentate il capo di stato maggiore dell’Esercito ha ricordato l’impiego attuale dei droni, evoluzione della fotogrammeria aerea, che sono utilizzati sia nel contesto militare sia civile, come avvenuto recentemente nelle zone colpite dal sisma del centro Italia. Proprio in questo ambito il generale Errico ha ricordato l’impegno dell’Esercito che dal mese di agosto ha schierato, in concorso con le prefetture e la Protezione Civile, oltre 1.000 militari e centinaia di mezzi e materiali su un’ampia porzione di territorio e con compiti diversi che vanno dal soccorso alla popolazione civile al supporto tecnico, assicurato ai preposti organi civili, per la valutazioni dei danni alle infrastrutture pubbliche e private, per finire con i compiti di sicurezza che comprendono ora, grazie alla flessibilità del dispositivo dell’operazione “Strade Sicure”, anche l’attività antisciacallaggio.

Alla presentazione sono intervenuti anche i giornalisti Aldo Cazzullo e Carmen Lasorella che hanno sottolineato come l’Esercito con questo calendario riesca abilmente a richiamare al lettore quelle invenzioni e scoperte che ci accompagnano ancora oggi e di cui si sono dimenticate le origini.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito
_______________________________________
Annunci

Presentato il CalendEsercito 2016, è dedicato agli Italiani

di Alessandro Menenti

calendEsercito2016_DSC_5046

Roma, 19 novembre 2015 – Si legge “Italiani” sulla copertina del calendario 2016 dell’Esercito. E’ il titolo che spicca sulla pubblicazione realizzata dallo Stato Maggiore dell’Esercito, e idealmente sembra ricongiungersi alla frase in ultima “dedicato agli Italiani che hanno saputo essere, sono e saranno sempre pronti a dare il meglio di sé“. Due le immagini di valorosi caduti: Elia Rossi Passavanti, decorato al Valor Militare nelle due guerre mondiali e il magg. Giuseppe La Rosa, caduto a Farah in Afghanistan in un attentato nel giugno 2013.

La presentazione è avvenuta ieri a Roma alla presenza del sottosegretario di stato alla Difesa, on. Gioacchino Alfano, del capo di stato maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano e del capo di stato maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, di autorità civili e militari. Il professor Umberto Broccoli ha presentato l’evento.

CalendEsercito 2016, edito da Rodrigo Editore, scritto in italiano e inglese e realizzato interamente dallo Stato Maggiore dell’Esercito, evoca lo stretto rapporto tra Esercito e Società nato durante la prima Guerra Mondiale che ispira ancora oggi l’agire e l’essere della Forza Armata.

Società composta da uomini e donne italiane, contadini, operai, artisti, intellettuali, impiegati, genitori, nonni e figli che hanno contribuito, partecipato e vissuto il conflitto.

Un collegamento tra passato e presente che CalendEsercito 2016 simbolizza nell’accostamento tra gli eroi destinatari di medaglie d’oro e d’argento al Valor Militare e gli eroi della quotidianità per evidenziare che tutti gli italiani sono stati eroi nel loro essere e agire e che la Grande Guerra è stata una guerra di popolo.

calendEsercito2016_DSC_4982

In aggiunta alle dieci medaglie d’oro sono state inserite nella pubblicazione due figure particolari, ognuna con con un significato preciso, una donna, Maria Abriani, decorata di Medaglia d’Argento al Valor Militare per il determinante contributo alla “presa di Ala” in rappresentanza di quante hanno contributo alla sforzo bellico; un “Eroe senza medaglia“, in rappresentanza dei milioni che, quotidianamente hanno combattuto per il Paese e compiuto gesta di grande valore.

Sul piano grafico e narrativo di CalendEsercito 2016 passato e presente sono rappresentati dall’accostamento tra cartoline d’epoca e fotografie contemporanee a testimonianza della continuità di valori e ideali nella trasformazione dell’istituzione militare che, dice lo SME, “oggi più che mai ha profondamente a cuore la sicurezza e la preparazione del proprio personale.

Il paginone centrale del calendario è dedicato ai personaggi italiani, uno per ogni mese, nati nel 1916 che hanno contribuito negli anni alla crescita del Paese, Arnoldo Foà, Raf Vallone, Giorgio Bassani, Ferruccio Lamborghini, Ondina Valla, Luigi Comencini, Natalia Ginzburg, Paolo Budinich, Aldo Moro, Marcello Morante, Ugo Mursia e Dino Risi.

calendEsercito2016_DSC_4980

Per il 2016 l’Esercito – ha spiegato il generale Errico – ha intrapreso una scelta editoriale che punta a confermare, attraverso una lettura nel tempo e un continuo riferimento tra passato e presente, il suo immutato ruolo di Istituzione al servizio del Paese e le medesime basi valoriali che accomunano i militari di oggi con quanti si sacrificarono nel Primo Conflitto Mondiale per il compimento dell’unità nazionale e liberazione degli ultimi territori irredenti.

In conclusione dell’evento, a sorpresa, le trombe dei Bersaglieri hanno intonato le note del Piave.

Il CalendEsercito 2016 può essere acquistato on-line sul sito web della Rodorigo Editore.

© All rights reserved
Testo e filmati: di Alessandro Menenti - Immagini: Ph Monica Palermo

 

 


Esercito: 905 volontari hanno giurato fedeltà alla Repubblica Italiana

Cerimonia Giuramento Solenne 1°Blocco Vfp1 2015

Capua 8 maggio 2015 – Nella Caserma “Oreste Salomone” di Capua, 905 volontari in ferma prefissata di un anno (VFP1), uomini e donne, del 17° “Acqui e del 47° “Ferrara” hanno prestato giuramento di fedeltà alla Repubblica Italiana.

I giovani soldati hanno pronunciato il loro “Lo Giuro” intonando “il Canto degli Italiani” sulle note dell’Inno di Mameli eseguite dalla Banda dell’Esercito, al cospetto della Bandiera di Guerra del 17° Reggimento Addestramento Volontari “Acqui”, decorata dell’Ordine Militare d’Italia, di una Medaglia d’Oro, tre d’Argento e una di Bronzo al Valor Militare.

Cerimonia Giuramento Solenne 1°Blocco Vfp1 2015

on. Gioacchino Alfano

Alla Cerimonia hanno presenziato, il sottosegretario di Stato alla Difesa on. Gioacchino Alfano, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito generale corpo d’armata Danilo Errico, la medaglia d’oro al valor militare caporal maggiore capo Andrea Adorno oltre alle autorità, civili, religiose e associazioni combattentistiche e d’arma, nonché familiari e amici dei giurandi.

Nel corso della cerimonia, il sottosegretario di Stato on. Alfano, ha insignito la Bandiera di Guerra del 17° Reggimento Addestramento Volontari “Acqui” della medaglia d’Oro al merito conferita dalla Croce Rossa italiana “in segno di viva riconoscenza e tangibile apprezzamento per la preziosa opera prestata in favore della costruzione dell’Unità d’Italia partecipando alla Battaglia di Solferino e San Martino nel 1859, ma ancor di più per il tributo di sangue versato e le sofferenze patite che hanno ispirato il ginevrino Henry Durant alla fondazione della Croce Rossa”. L’Onorevole Gioacchino Alfano rivolgendosi ai giurandi, ha rimarcato “la componente umana delle forze armate deve essere sapientemente e accuratamente formata fin dall’inizio, fin dal primo accesso negli istituti di formazione, affinché possa tradursi in efficacia ed efficienza, in rendimento e capacità, in risultati concreti dello strumento militare.”

Cerimonia Giuramento Solenne 1°Blocco Vfp1 2015

generale corpo d’armata Danilo Errico

Nel suo intervento il capo di Stato Maggiore dell’Esercito ha sottolineato: “l’Esercito, di cui entrate oggi a far parte a pieno titolo, è un’istituzione moderna, funzionale e in continua evoluzione, fondata su solide basi e custode di un patrimonio inestimabile di tradizioni e di valori che si è consolidato e rafforzato in oltre 150 anni di storia patria” e poi ha concluso “la vostra scelta sottende, esalta quegli aspetti che costituiscono i cardini della nostra ‘identità militare’, ovvero la disciplina, l’integrità morale e lo spirito di corpo“.

I volontari hanno acquisito, con la cerimonia del giuramento, lo status militare e sancito ufficialmente il loro ingresso nella famiglia dell’Esercito Italiano. Successivamente, completeranno la formazione di base per poi essere trasferiti, nei Reparti operativi della Forza Armata il territorio nazionale per il prosieguo del servizio.

Cerimonia Giuramento Solenne 1°Blocco Vfp1 2015

La “formazione di base” svolta nei reggimenti addestrativi è volta principalmente a trasmettere ed alimentare l’addestramento fisico, l’etica e la cultura militare ai giovani. La loro  carriera militare in seguito si svilupperà con attività di specializzazione e di formazione avanzata necessari per affrontare con piena consapevolezza la complessità dei nuovi scenari operativi in continua evoluzione.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito

Lungo la Blue Line, il docu-film dell’esercito in onda su SKY

Roma, 23 aprile 2015 – Questa mattina nella Biblioteca Militare Centrale di Palazzo Esercito si è svolta la conferenza stampa di presentazione del docu-film Lungo la Blue Line alla quale hanno partecipato il sottosegretario di stato alla Difesa, on. Gioacchino Alfano, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, il dott. Andrea Zappia, amministratore delegato di SKY Italia e il produttore, dott. Michele Bongiorno

Il generale Errico, nel suo intervento ha sottolineato che “questo docu-film è la dimostrazione di quanto la Difesa e l’Esercito Italiano siano una risorsa per il Paese, all’estero e in madrepatria, favorendo la diffusione della coscienza e la consapevolezza presso l’opinione pubblica di quello che facciamo quotidianamente”. “Quest’opera – ha aggiunto il capo di Stato Maggiore dell’Esercito – onora la memoria di quanti hanno sacrificato la vita o portano i segni del loro impegno sul proprio corpo”. 

Il dott. Zappia durante la presentazione del documentario ha affermato “riteniamo che una tv come la nostra abbia anche dei doveri, e cerchiamo di eseguirli facendo delle scelte: quella di andare a raccontare l’Esercito, e in un paese che fortunatamente vive in pace da molto tempo, non è facile. Siamo orgogliosi di poter avere l’opportunità di raccontare un pezzo d’ Italia così importante  che rappresenta così bene i valori di uomini e donne italiani.” 

Lungo la Blue Line è un viaggio all’interno del contingente Italiano impegnato nella missione UNIFIL sul confine tra Libano e Israele realizzato, con il supporto dell’Esercito Italiano, da Good Day Films con la regia di Andrea Bettinetti. 

In prima TV lunedì 27 aprile alle 21 su Sky Cinema Cult HD, il docu-film è il racconto del lavoro quotidiano dei militari dell’Esercito Italiano impegnati in Libano. Questa collaborazione consente di approfondire la conoscenza delle attività condotte all’estero dall’Esercito, che quotidianamente contribuisce alla sicurezza del Paese con il personale impegnato sul territorio nazionale nell’operazione “Strade Sicure”.

Storie ‘speciali’ di sacrificio e passione, come ad esempio quella del capitano Anna Chiara Rametta, sposata con un ufficiale rimasto gravemente ferito in missione a Herat, la storia del sergente Emanuele Volpe del team cinofilo  anti – esplosivo, che racconta del suo rapporto con il cane e di quanto questo sia importante per affrontare il particolare scenario operativo. E ancora, la storia e il rapporto quotidiano tra il primo maresciallo Marco Forte e il caporal maggiore scelto Michela Forte, rispettivamente padre e figlia, che si sono ritrovati quasi per caso nella stessa base.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito

Caserta: il sottosegretario alla Difesa in visita alla SSAM

Caserta, 7 marzo 2015 – Ieri il sottosegretario di Stato alla Difesa, on. Gioacchino Alfano, ha effettuato una visita alla Scuola Specialisti dell’Aeronautica Militare di Caserta (SSAM).

Scopo dell’incontro fare un pu​nto di situazione sullo stato di avanzamento dei lavori, a seguito dell’accordo per la Reggia di Caserta, tra il Ministero della Difesa ed il Ministro dei Beni e delle attività culturali e del turismo che prevede un progetto di riassegnazione degli spazi dell’intero complesso vanvitelliano.

Il sottosegretario Alfano, al suo arrivo alla SSAM, è stato accolto dal comandante, colonnello Veniero Santoro e dai suoi più stretti collaboratori. Dopo un incontro informale cui hanno partecipato anche un rappresentante del consiglio di base di rappresentanza ed un rappresentante delle sigle sindacali della scuola, il sottosegretario di Stato alla Difesa ha effettuato una visita presso i settori di maggior importanza dell’Istituto di formazione, in particolare, le strutture logistiche della Zona Reggia per visionarne di persona gli elementi costitutivi.

Al termine della giornata il sottosegretario Alfano ha manifestato all’aeronautica militare e al colonnello Santoro il più vivo apprezzamento per l’attività svolta dalla scuola, soffermandosi sull’importanza che riveste la presenza, oramai storica, dell’Istituto sul territorio casertano.

La SSAM che dipende dal comando scuole A.M./3^ regione aerea di Bari, provvede alla formazione militare, culturale, tecnico-professionale e morale degli specialisti (allievi sergenti, sergenti e volontari di truppa in servizio permanente), destinati ad essere impiegati presso i reparti dell’A.M., sia in territorio nazionale, che nei teatri operativi all’estero, nonché del personale non direttivo di Forza Armata interessato ad un processo di riconversione/qualificazione professionale e del personale manutentore di aeromobili di altre Forze Armate e Forze di Polizia.

© All rights reserved
Fonte: Aeronautica Militare
(Magg. Pasquale Naiolo)

 


Il generale Danilo Errico è il nuovo capo di stato maggiore dell’esercito

Roma, 26 febbraio 2015 – Il generale Danilo Errico è il nuovo di capo di stato maggiore dell’esercito, subentra al generale Claudio Graziano che il 28  febbraio assumerà l’incarico di capo di stato maggiore della difesa.

cambioSME_DSC_4870

L’avvicendamento è stato sancito ufficialmente dal passaggio della bandiera di guerra dell’esercito, la cerimonia si è svolta questo pomeriggio all’Ippodromo militare gen. “ Pietro Giannattasio” di Tor di Quinto alla presenza del ministro della difesa Roberta Pinotti, dei sottosegretari di stato alla difesa, Gioacchino Alfano e Domenico Rossi, e del capo di stato maggiore della difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli e di numerose autorità civili, religiose e militari.

Dopo aver ringraziato le numerose autorità intervenute, il generale Graziano ha rivolto il proprio pensiero “a tutto il personale coinvolto in attività di approntamento e addestramento cruciali e rischiose, che sono svolte in silenzio ma che comportano sacrifici personali e  professionali importanti“.  “Il personale – ha aggiunto il generale Graziano – è il vero centro di gravità della Forza Armata, cui bisogna continuare a dedicare le migliori risorse per incrementare la sicurezza in operazione all’estero come in Patria“.

Durante il suo intervento il ministro Pinotti ha affermato che “l’Esercito Italiano si è sempre dimostrato una risorsa fondamentale, sulla quale poter contare nel quadro delle risposte globali, presenti e future, ad ogni minaccia portata contro la loro libertà e la loro prosperità”.

cambioSME_DSC_4911

Il generale Errico, dopo aver ricevuto la bandiera dell’esercito, rivolgendosi ai militari impegnati in operazioni in Italia e all’estero ha dichiarato “Voi siete il nostro orgoglio e l’orgoglio dell’Italia intera”. Ed ha esortato le donne e gli uomini dell’esercito a continuare a servire con orgoglio e fierezza il nostro Paese”.

Se interessati all’acquisto delle immagini CLICCARE QUI o se non presenti nell’archivio contattare la fotografa

Alcuni momenti della cerimonia

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

© All rights reserved
Immagini: © Ph. Monica Palermo

L’onorevole Alfano incontra i militari di Strade Sicure

Napoli, 26 dicembre 2014 – ​Il sottosegretario di Stato alla Difesa, on. Gioacchino Alfano ha salutato il 24 mattina una pattuglia di militari dell’Esercito impegnati nell’operazione Strade Sicure, in servizio a piazza del Plebiscito. Il sottosegretario, intrattenendosi con i militari appartenenti al 1° Reggimento bersaglieri, ha sottolineato l’importanza del loro servizio, svolto con dedizione e professionalità, che ha portato al raggiungimento di eccellenti risultati.

Ha quindi incontrato il comandante del raggruppamento Campania, colonnello Domenico Ciotti, responsabile per Napoli e Caserta di Strade Sicure e Terra dei Fuochi, con cui ha rimarcato i positivi riscontri avuti con la popolazione locale, in particolar modo per quanto attiene al servizio di tutela ambientale e al controllo del territorio. L’incontro, avvenuto in forma privata,  si è concluso con lo scambio di auguri.​

© All rights reserved
Fonte: COMFOTER

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade