Annunci

Archivi tag: Giangiacomo Calligaris

L’aviazione dell’esercito celebra il 63° anniversario della costituzione

Roma, 23 maggio 2014 – Si è celebrato questa mattina il 63° anniversario della costituzione dell’Aviazione dell’Esercito (Aves) presso l’aeroporto militare “Fabbri” di Viterbo, sede del 1° reggimento Antares.
Alla cerimonia hanno partecipato le principali autorità civili, militari e religiose di Viterbo, il capo di stato maggiore dell’esercito, generale Claudio Graziano, e il generale di corpo d’armata Roberto Bernardini, comandante delle forze Operative Terrestri.
Nel corso della cerimonia sono state concesse alcune onorificenze al personale che si è particolarmente distinto in operazione.
In particolare, è stato concessa, la croce d’oro al merito dell’esercito al sergente Sergio Agostinelli per l’operazione Isaf in Afghanistan del 2009, la croce d’argento al merito dell’esercito al generale di brigata Luigi Francavilla, in qualità di comandante del contingente nazionale in Libano dal novembre 2009 al maggio 2010, la croce d’argento al merito dell’esercito al caporal maggiore scelto Ivan Costantini per il contributo dato nel corso dell’operazione ISAF del 2009 e infine la croce di bronzo al merito dell’esercito al colonnello Luigi Adiletta per l’operazione in Libano dal novembre 2009 al maggio 2010. 

Il generale Graziano, durante il suo intervento, nel commemorare i 115 caduti dell’aviazione dell’esercito dal 1951 ad oggi, ha ricordato il generale Giangiacomo Calligaris e il capitano Paolo Lozzi, caduti in servizio durante un volo di addestramento lo scorso gennaio.
Il Capo di Stato di Stato maggiore dell’Esercito ha poi sottolineato “l’importanza della funzione dual-use dell’Aviazione dell’Esercito in supporto alle popolazioni e in occasione di pubbliche calamità“. “Pertanto – ha proseguito il Generale – è indispensabile essere sempre pronti ad intervenire e mantenere queste capacità. È in corso un’evoluzione tecnologica che dev’essere accompagnata da un processo di adeguamento dei nostri equipaggi – ha concluso il capo di stato maggiore – per essere sempre più aderenti alle missioni e ai nuovi scenari internazionali.” “La fase di razionalizzazione in atto – ha concluso il capo di stato maggiore dell’esercito – non deve compromettere la sicurezza e la protezione del personale.”
Alla giornata odierna hanno partecipato anche i reduci della missione Helitaly UNTAG – svolta in Namibia nel 1989.

L’Aviazione dell’Esercito, nata il 10 maggio 1951, è la più giovane specialità della Forza Armata e si è affermata rapidamente fino a diventare, oggi, una componente determinante e insostituibile dell’Esercito.
I baschi azzurri sono stati sempre impegnati in tutte le missioni all’estero dell’esercito: dal Libano alla Namibia, dalla Somalia al Mozambico, dai Balcani all’Iraq e all’Afghanistan. 
In Afghanistan l’Aves è fortemente impegnata con i propri elicotteri per compiti di trasporto, ricognizione e scorta armata a sostegno delle truppe schierate sul terreno. Dal 2006, anno in cui sono stati schierati nel paese asiatico, ad oggi, i baschi azzurri dell’esercito hanno raggiunto il ragguardevole traguardo di circa 20.000 ore di volo, 6.765 missioni effettuate, 4.211 tonnellate di materiali movimentati e circa 69.000 persone trasportate nella regione ovest del paese.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore Esercito

 

Annunci

Il generale Bernardini al Centro Addestrativo Aviazione Esercito. Una messa in suffragio dei due piloti deceduti a gennaio

26 febbraio 2014 – Il Comandante delle Forze Operative Terrestri, il Generale di Corpo d’Armata Roberto Bernardini, ha reso visita martedi scorso al Centro Addestrativo Aviazione Esercito e al 4° reggimento di sostegno AVES al fine di approfondire le problematiche relative alle attività addestrative del Centro e alla situazione infrastrutturale del Reggimento, deputato alla manutenzione dei velivoli dell’aviazione Esercito.
Il Generale Bernardini, nel complimentarsi con il personale per gli ottimi risultati fin qui conseguiti e per la professionalità con cui quotidianamente assolvono i compiti, ha spronato il personale del Reggimento a operare con immutato impegno, serietà e determinazione al fine di perseguire gli obiettivi delle Forze Operative Terrestri, da sempre riconducibili al raggiungimento di un approntamento delle unità adeguato alle complesse esigenze dei vari teatri operativi nazionali ed esteri.
Nell’occasione, l’Alto Ufficiale ha presenziato nella Chiesa di San. Francesco alla messa in suffragio del Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris e del Capitano Paolo Lozzi deceduti a seguito di un incidente di volo lo scorso 23 gennaio.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri
Foto: © Comando delle Forze Operative Terrestri

Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


Il Capo di Stato Maggiore della Difesa invia le sue condoglianze per il decesso dei due piloti

DSC_5935

Messaggio di cordoglio del Capo di Stato Maggiore della Difesa per il decesso del Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris e del Tenente Paolo Lozzi

23 gennaio 2014 – Il Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, profondamente addolorato dal decesso del Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris e del Ten. Paolo Lozzi precipitati con l’elicottero durante un volo di addestramento, ha inviato ai familiari ed al Capo di Stato Maggiore dell’Esercito, Generale di Corpo d’Armata Claudio Graziano, le più sentite condoglianze, esprimendo affettuosa e profonda vicinanza a suo nome e a quello delle Forze Armate.

© All rights reserved
Fonte
: Stato Maggiore della Difesa
Foto: Monica Palermo


Due militari perdono la vita durante un esercitazione in volo nel viterbese

Il Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris

Il Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris

Viterbo, 23 gennaio 2014 – Nello schianto sono morti due militari impegnati in un’esercitazione: il Generale di Divisione Giangiacomo Calligaris, 57 anni, capo dell’aviazione dell’esercito e il tenente allievo pilota, Paolo Tozzi.

Un elicottero dell’esercito è caduto in zona Monte Marta, vicino a Viterbo. In quella zona l’Enel ha segnalato una linea elettrica aerea tranciata. Il relitto e’ stato ritrovato. Le due persone che erano a bordo sono morte. A bordo dell’elicottero dell’esercito caduto nel viterbese, un A206, in volo di addestramento c’era il generale Giangiacomo Calligaris, 57 anni, capo dell’aviazione dell’esercito. Insieme a lui sul velivolo c’era Paolo Lozzi, un allievo che stava effettuando un volo di addestramento.

L’ipotesi prevalente è che l’elicottero abbia tranciato un cavo dell’alta tensione. Sull’incidente è stata aperta un’inchiesta dalla Procura della Repubblica.

Il generale Giangiacomo Calligaris, 57 anni, napoletano, aveva assunto il comando dell’aviazione dell’esercito nel marzo 2013. Tanti i teatri internazionali in cui ha operato dall’Operazione “Joint Guardian” in Kosovo, all’Antica Babilonia in Iraq dove è stato vice-comandante dell’Italian Joint Task Force Iraq.

E’ stato coordinatore delle operazioni ISAF in Afghanistan, in Ciad ed ad Haiti per il terremoto. Ha coordinato le operazioni di evacuazione di connazionali dalla Tunisia, dall’Egitto e dalla Libia nel corso della Primavera Araba. Sul territorio nazionale ha partecipato all’Operazione Vespri Siciliani, all’Operazione “Riace”, “Calabria” e “Salento”.

E’ stato insignito della Croce d’Oro, Croce d’Argento e Croce di Bronzo al merito dell’Esercito e di numerose onorificenze internazionali tra le quali la medaglia “Meritorius Service Medal” degli Stati Uniti d’America e la medaglia “Military Cooperation Consolidation Medal” della Federazione Russa.

© All rights reserved
Fonte: agrpress.it
Foto: agrpress.it per gentile concessione


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade