Annunci

Archivi tag: Giampiero Maccioni

Iglesias: celebrazione del 4 novembre in omaggio ai caduti di Nassirya

di s.ten. Giampiero Maccioni Presidente Sezione UNUCI di Iglesias 

 Iglesias 4 Novembre 2015 – Dalla piazza del Municipio un corteo con la corona d’alloro per i caduti di tutte le guerre ha raggiunto il monumento ai caduti nella Piazza Oberdan.

In testa il sindaco Gariazzo e le autorità militari e religiose, con le bandiere delle associazioni d’Arma compresa quella della Sezione cittadina degli ufficiali in congedo della UNUCI con il suo presidente Giampiero Maccioni, ufficiale in congedo della gloriosa divisione Folgore.

Raggiunto il monumento ai caduti e deposta la corona ai caduti il parroco della cattedrale ha benedetto la corona. Ha fatto seguito il discorso celebrativo del Sindaco. La presenza numerosa degli alunni delle scuole che hanno fatto corona alle autorità civili e militari ed hanno offerto il loro contributo con la recita di alcune poesie ed il canto dell’inno Nazionale e del Piave. Gli interventi delle associazioni d’Arma sono stati conclusi con la lettura, da parte del Presidente dell’Unione Nazionale Ufficiali in congedo di Iglesias, sotto tenente Giampiero Maccioni, della poesia e preghiera ai caduti di Nassirya qui riportata.

A PERENNE RICORDO DEGLI AMICI CADUTI A NASSIRIYA IL 12 NOVEMBRE 2003

scritta dal luogotenente dei carabinieri Benedetto Salvino che rimase ferito nell’attentato

 AI MARTIRI DI NASSIRIYA

Rivivo tutti i giorni nella mia mente
quell’assordante boato,
che in terra Irachena, intorno a me,
tante giovani vite di amici e colleghi,
ha per sempre spezzato.

Padri, figli, fratelli, compagni
di tante altre missioni
ora giacete per terra
esanimi e senza in cuor 
più emozion

Nella terra di Abramo,
degli Assiri e Babilonesi,
eravamo giunti per portare PACE ,
solo da circa quattro mesi;

avevo con voi diviso fatiche ,affanni e paure
intervallati da attimi fuggenti di vera gioia,
che resteranno per sempre vivi e fissi
nella mia memoria.

Una calda mattina di novembre
sulle sponde dell’immortale fiume Eufrate:
ha visto il mondo intero,
la fine degli uomini dall’aspetto fiero;

portavano tutti al braccio
lo stesso tricolore,
simbolo di una Patria lontana
che su di loro veglia con tanto amore.

Il nostro sacrificio rimarrà sempre nella storia;
e si tramanderà ai posteri
a rinnovo di memoria,
ed il Signore che ha voluto
che così sia,
sarà scortato in cielo
dai caduti di Nassiriya

Letta ad Iglesias il 4 Novembre 2015 presso il monumento ai caduti di Piazza Oberdan.

Benedetto, originario di Capaci, è stato  pluridecorato per le numerose missioni internazionali di pace espletate nel mondo ed ha ricevuto la medaglia d’oro per le vittime del terrorismo.

Foto all’album: Iglesias celebrazione dell’Unita’ Nazionale e delle Forze Armate.

 

 

 

Annunci

Considerazioni del tenente Maccioni dell’UNUCI sul protocollo della Difesa per la donazione di organi

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Ministero della Difesa accompagnato da alcune considerazioni del tenente Giampiero Maccioni  presidente sezione UNUCI e ideatore della Campagna nazionale del 2007.

Roma, 30 ottobre 2015 – Ieri il Ministro della Difesa, Sen. Roberta Pinotti, e il Ministro della Salute, Sen. Beatrice Lorenzin, hanno firmato presso il Ministero della Salute, il rinnovo del protocollo di intesa volto a favorire l’adesione del personale militare alla donazione di organi.

Il nuovo Protocollo prevede una maggiore attività di diffusione e promozione delle modalità di dichiarazione di volontà unitamente all’individuazione di due elementi di organizzazione in seno ai rispettivi Dicasteri che gestiscano le attività operative discendenti dal Protocollo (per la Difesa Ispettorato Generale della Sanità Militare, per la Salute il Centro Nazionale Trapianti).

“Sono molto felice di essere qui a presentare questo protocollo sul tema dei trapianti d’organi, un tema che ai militari sta molto a cuore. Un esempio di civiltà perchè vuol dire concedere speranze di vita a persone che non ce l’hanno più. Abbiamo avuto già 4.700 adesioni all’interno delle forze armate” ha detto nel suo intervento il Ministro Pinotti.

Nell’accordo, sono previste attività formative e di promozione tra il personale volte ad accrescere la cultura della donazione organi. Il Ministero della Difesa avvierà un’attività di pubblicizzazione e promozione presso i centri di reclutamento e gli istituti di formazione di ogni ordine e grado coinvolgendo, ancora di più, le associazioni che operano nel settore della donazione degli organi.

Il precedente protocollo, siglato nel 2007, ha portato all’organizzazione di corsi e seminari specifici sul tema.

Fonte e immagine: Ministero della difesa

Nota di Giampiero Maccioni

Il tema della campagna nazionale del protocollo del 2007 DIFENDI LA PATRIA DAI VALORE ALLA VITA: da me  ideata e promossa, tramite l’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia , fu sancita con la firma del Protocollo di intesa, tra Ministero della Salute e Ministero della Difesa, per la realizzazione di una campagna di promozione, informazione e sensibilizzazione della cultura della donazione e trapianto degli organi tra gli uomini e le donne con le stellette”. 

In particolare l’azione promozionale e formativa è stata realizzata all’interno delle caserme dei reggimenti della Brigata Sassari. La campagna organica di informazione nei reparti, cominciata il 6 Aprile 2011 presso l’aula magna del 1° Reggimento Corazzato della Caserma S. Pisano di Teulada, è proseguita nel 2013 e 2014 nei reggimenti della Brigata Sassari e con gli allievi carabinieri della Scuola di Iglesias, proseguita fino ai primi mesi del 2015 e conclusa nella caserma Pisano di Teulada con l’intervento del sottosegretario alla Difesa on. Domenico Rossi.

A Roma, 24 giugno u.s., nell’ospedale militare del Celio si è svolto il IV Seminario di formazione per il personale della Difesa della campagna “DIFENDI LA PATRIA DAI VALORE ALLA VITA” .“Ho accettato con piacere, anche quest’anno, l’opportunità che mi viene concessa di testimoniare, con una relazione,  la ”triste e meravigliosa esperienza di rinascita a vita nuova” con un trapianto in questo seminario di formazione e all’interno della Campagna

Questa edizione del seminario ha visto anche la partecipazione del prof. Luca Poli vice presidente dell’Associazione Sarda Trapianti e ufficiale in congedo della Aeronautica Militare, socio dell’UNUCI che oltre alla relazione scientifica esposta nel filmato “UN’ALTRA VITA storie di trapiantati” ha offerto dal vivo la sua trentennale esperienza professionale di chirurgo trapiantologico della Università La Sapienza, operante nel Policlinico Umberto Primo di Roma.

Ho accettato con piacere, anche quest’anno, l’opportunità che mi viene concessa di testimoniare, con una relazione,  la ”triste e meravigliosa esperienza di rinascita a vita nuova” con un trapianto in questo seminario di formazione e all’interno della Campagna DIFENDI LA PATRIA DAI VALORE ALLA VITA

Nell’occasione mi ero permesso di suggerire alcune proposte operative da inserire nel redigendo protocollo ministeriale di cui alla firma odierna.

  1. Dichiarazione di volontà e carta del donatore di cui al sito del Ministero della Difesa
    http://www.difesa.it/Content/DifendiLaPatriaDaiValoreAllaVita/Documents/93467_modulodiadesione.pdf:
    si potrebbe mantenere ma andrebbe integrata, come si va realizzando negli uffici anagrafe all’atto del rinnovo del documento di identità, dei comuni italiani, inserendo i dati, in tempo reale nel data base del centro Nazionale Trapianti.
  2. Programmazione organica e diffusa delle campagne di promozione annuali sul territorio nazionale dentro i reparti operativi delle quattro armi, con la collaborazione delle associazioni di volontariato, comprese quelle d’Arma, come l’Unione Nazionale in Congedo d’Italia, promotrice della campagna sin dal 2007. A tal proposito sarebbe opportuno costituire un comitato di esperti che programmano e seguono la realizzazione della campagna per interessare in modo capillare le varie realtà territoriali. Valorizzare al meglio la presenza degli ufficiali medici dei reparti.
  3. Sito del Ministero della Difesa. Rivisitare lo strumento mediatico per favorire la diffusione delle campagne con le News relative alle iniziative realizzate.

Queste le prime proposte con la disponibilità a collaborare anche con militanti Ufficiali in congedo professionalmente esperti e ancora attivi nel settore della trapiantologia, per migliorare sempre di più le dichiarazioni di volontà e superare il traguardo delle 4700 adesioni. A tal proposito vorrei sottolineare la disponibilità del ten. prof. Luca Poli (*) ufficiale in congedo dell’Aeronautica e iscritto all’UNUCI, nonché vicepresidente della nostra associazione di volontariato.

(*) Prof. Luca Poli
Ricercatore confermato presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università di Roma “La Sapienza” Indirizzo Dipartimento di Chirurgia Generale, Specialità Chirurgiche e Trapianti D’Organo “P. Stefanini” Università di Roma “La Sapienza”- Autorizzato all’attività di prelievo e trapianto di rene, fegato e pancreas

Ufficiale in congedo dell’Aeronautica militare e socio della UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia)

Giampiero Maccioni

Presidente sezione UNUCI Iglesias
Presidente Associazione Sarda Trapianti  “Alessandro Ricchi”
Segretario Nazionale Federazione LIVER POOL
http://wwwassociazionesardatrapianti.blogspot.com/
http://federazione-liver-pool.blogspot.com/
http://giampmaccioni.blogspot.com/2010/09/il-ruolo-del-volontariato-nella-societa.html
http://www.bandaditrapiantati.com/banda/Maccioni-scheda-libro.pdf
http://www.facebook.com/note.php?note_id=49950266534

Per ulteriori approfondimenti consultare il link:
http://www.difesa.it/content/difendilapatriadaivaloreallavita/Pagine/default.aspx


Difendi la Patria, dai valore alla vita, intervento di Giampiero Maccioni

di Giampiero Maccioni

Riceviamo e pubblichiamo la testimonianza di Giampiero Maccioni, ufficiale in congedo della divisione Folgore e presidente della sezione UNUCI di Iglesias, presidente della Associazione Sarda Trapianti “Alessandro Ricchi” e segretario nazionale della Federazione LIVER POOL.

Roma, 29 giugno 2015 – Il 24 giugno nell’ospedale militare del Celio si è svolto il IV Seminario di formazione per il personale della Difesa della campagna “DIFENDI LA PATRIA DAI VALORE ALLA VITA” 

Ho accettato con piacere, anche quest’anno, l’opportunità che mi viene concessa di testimoniare, con una relazione,  la ”triste e meravigliosa esperienza di rinascita a vita nuova” con un trapianto in questo seminario di formazione e all’interno della Campagna DIFENDI LA PATRIA DAI VALORE ALLA VITA: la campagna da me  ideata e promossa, tramite l’Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia nel Novembre 2007, fu sancita con la firma del Protocollo di intesa, tra Ministero della Salute e Ministero della Difesa, per la realizzazione di una campagna di promozione, informazione e sensibilizzazione della cultura della donazione e trapianto degli organi tra gli uomini e le donne con le stellette”.

In particolare è stata illustrata l’azione promozionale e formativa all’interno delle caserme dei reggimenti della Brigata Sassari. La campagna organica di informazione nei reparti, cominciata il 6 Aprile 2011 presso l’aula magna del 1° Reggimento Corazzato della Caserma S. Pisano di Teulada, è proseguita nel 2013 e 2014 nei reggimenti della Brigata Sassari e con gli allievi carabinieri della Scuola di Iglesias, proseguita fino ai primi mesi del 2015 e conclusa nella caserma Pisano di Teulada con l’intervento del sottosegretario alla Difesa on. Domenico Rossi.

Questa edizione del seminario ha visto la partecipazione del prof. Luca Poli vice presidente dell’Associazione Sarda Trapianti e ufficiale in congedo della Aeronautica Militare, socio dell’UNUCI che oltre alla relazione scientifica esposta nel filmato “UN’ALTRA VITA storie di trapiantati” ha offerto dal vivo la sua trentennale esperienza professionale di chirurgo trapiantologico della Università La Sapienza, operante nel Policlinico Umberto Primo di Roma.

Il 4° Seminario di Formazione per il personale della Difesa si è svolto con massiccia presenza di ufficiali e sottufficiali delle quattro armi (Aeronautica, Marina, Esercito e Carabinieri) con l’aggiunta della Guardia di Finanza e delle Volontarie della Croce Rossa di varie regioni italiane che ha reso possibile formare un significativo numero di medici ed infermieri che, su tutto il territorio nazionale, contribuiscono in maniera efficace alla diffusione della cultura della donazione in ambito Difesa.

L’ispettore generale della Sanità Militare, generale ispettore capo Enrico Tomao introducendo i lavori ha subito esordito dicendo che la campagna “è stata da subito entusiastica e convincente e si è concretizzata con diverse migliaia di dichiarazioni di volontà di donazione. Il grande successo del Seminario ha permesso di formare un significativo numero di medici ed infermieri che, su tutto il territorio nazionale, contribuiscono in maniera efficace alla diffusione della cultura della donazione in ambito Difesa”.

Il direttore del Centro Nazionale Trapianti, Alessandro Nanni Costa ha manifestato grande soddisfazione per i risultati raggiunti in questi anni sia in termini di formazione sia di sensibilizzazione del personale delle Forze Armate in tema di donazione e trapianto di organi, tessuti e cellule. Inoltre ha evidenziato che “il Ministero della Difesa offre un essenziale contributo all’attività della rete trapiantologica: la loro partecipazione in prima linea al trasporto dei pazienti, delle équipe mediche e degli  organi è indispensabile per la buona riuscita del processo di donazione e trapianto”.

Il cap. di fregata Filippo La Rosa, organizzatore del Seminario, ha presentato la campagna DIFENDI LA PATRIA DAI VALORE ALLA VITA con il protocollo d’intesa originario, tra Ministero della Difesa e della Salute del 7.11.2007, promosso dal ten. Giampiero Maccioni, ufficiale in congedo della divisione Folgore e presidente della sezione UNUCI di Iglesias.

Ad oggi le forze armate hanno effettuato circa 4000 dichiarazioni di volontà alla donazione degli organi.
Il prossimo protocollo, che è in via di perfezionamento tra i due Ministeri (Difesa e Salute), porterà delle innovazioni per trasformare la campagna in uno strumento organico di programmazione di interventi sull’intero territorio nazionale con la collaborazione delle associazioni di volontariato comprese quelle d’Arma come l’Unione Nazionale in Congedo d’Italia.

Nell’occasione mi permetto di suggerire alcune proposte operative da inserire nel redigendo protocollo ministeriale.

  1. Dichiarazione di volontà e carta del donatore di cui al sito del Ministero della Difesa
    http://www.difesa.it/Content/DifendiLaPatriaDaiValoreAllaVita/Documents/93467_modulodiadesione.pdf:
    si potrebbe mantenere ma andrebbe integrata, come si va realizzando negli uffici anagrafe all’atto del rinnovo del documento di identità, dei comuni italiani, inserendo i dati, in tempo reale nel data base del centro Nazionale Trapianti.
  2. Programmazione organica e diffusa delle campagne di promozione annuali sul territorio nazionale dentro i reparti operativi delle quattro armi, con la collaborazione delle associazioni di volontariato, comprese quelle d’Arma, come l’Unione Nazionale in Congedo d’Italia, promotrice della campagna sin dal 2007. A tal proposito sarebbe opportuno costituire un comitato di esperti che programmano e seguono la realizzazione della campagna per interessare in modo capillare le varie realtà territoriali. Valorizzare al meglio la presenza degli ufficiali medici dei reparti.
  3. Sito del Ministero della Difesa. Rivisitare lo strumento mediatico per favorire la diffusione delle campagne con le News relative alle iniziative realizzate.

Queste le prime proposte con la disponibilità a collaborare anche con militanti Ufficiali in congedo professionalmente esperti e ancora attivi nel settore della trapiantologia, per migliorare sempre di più le dichiarazioni di volontà e superare il traguardo delle 4000 adesioni. A tal proposito vorrei sottolineare la disponibilità del ten. prof. Luca Poli (*) ufficiale in congedo dell’Aeronautica e iscritto all’UNUCI, nonché vicepresidente della nostra associazione di volontariato.

Giampiero Maccioni

Presidente sezione UNUCI Iglesias
Presidente Associazione Sarda Trapianti  “Alessandro Ricchi”
Segretario Nazionale Federazione LIVER POOL

http://wwwassociazionesardatrapianti.blogspot.com/

http://federazione-liver-pool.blogspot.com/

http://giampmaccioni.blogspot.com/2010/09/il-ruolo-del-volontariato-nella-societa.html

http://www.bandaditrapiantati.com/banda/Maccioni-scheda-libro.pdf

http://www.facebook.com/note.php?note_id=49950266534

Per ulteriori approfondimenti consultare il link: 
http://www.difesa.it/content/difendilapatriadaivaloreallavita/Pagine/default.aspx

© All rights reserved
Fonte e immagine: Giampiero Maccioni

Difesa e Sanità in sinergia per “trapiantare” nuove vite

Roma, 17 marzo 2014 – Ancora una volta le Forze Armate mostrano sensibilità e attenzione alle esigenze dei cittadini, con il loro supporto, in un segmento delicato come quello sanitario, in particolare alla campagna di sensibilizzazione per la donazione di organi.

Nei giorni scorsi, al Policlinico Militare del Celio, si è svolto il 3 seminario di formazione per il personale della Difesa “I trapianti d’organo e la cultura della donazione”.

Difesa e sanità insieme nel progetto Difendi la Patria. Dai valore alla vita, una iniziativa che si rivolge agli appartenenti alle Forze Armate, promossa dal Ministero della Difesa e dal Ministero del lavoro, della salute e delle politiche sociali. Difendere e saper difendere è la prerogativa dei nostri militari. Difendendo il Paese e i diritti umani della collettività internazionale, forniscono un significativo contributo alla vita altrui e, in particolare, a quanti soffrono e hanno bisogno del loro aiuto. È grazie alla generosa dedizione con cui le Forze Armate italiane si prodigano, ovunque sia richiesto il loro intervento, che il progetto va avanti.

Medici ed esperti dell’associazione AIDO (Associazione Italiana Donatori Organi) hanno presentato l’iniziativa al personale sanitario militare dei carabinieri, della marina, dell’esercito, dell’aeronautica e alle infermiere volontarie della Croce Rossa Italiana, che avrà il compito di promuovere tra i militari e le loro famiglie la “cultura” della donazione per il trapianto di organi, tessuti e cellule.

Ad aprire il seminario è stato il Tenente Generale Federico Marmo, ispettore generale della sanità militare.

La giornata di studio, moderata dal Brigadiere Generale Carabinieri medico Luca Semeraro, è stata presentata dal C.F. (SAN) Filippo La Rosa, dell’ispettorato generale della sanità militare, che ha ribadito che “l’essenza del militare è il servizio, ed è per questo che la cultura delle donazioni ha attecchito in maniera emblematica”. Significativa è stata la testimonianza del Dott. Giampiero Maccioni, Ufficiale in congedo dell’Esercito Italiano della Divisione Folgore e presidente della sezione UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia) di Iglesias. Il Dott. Maccioni è un “trapiantato” di cuore da ben 17 anni, e proprio grazie a una donazione ha avuto la possibilità di “rinascere” ed è stato il coniatore della campagna “Difendi la Patria. Dai valore alla vita”.

“Con la disponibilità dell’AIDO e la volontà delle Forze Armate che si faranno portavoce di testimonianze e saranno un forte veicolo di sensibilizzazione”, la Dott.ssa Daniela Sorani, del Centro Nazionale Trapianti di Roma, si auspica che il numero dei donatori raggiunga il numero degli organi richiesti.

Per aderire all’iniziativa e diventare donatore compilare il modulo della Carta del donatore

© All rights reserved
Foto: Ph. Monica Palermo


Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

Dott.ssa Ilaria Rizzo

PSICOLOGA - PSICOTERAPEUTA

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa, Cooperazione Internazionale e scenari europei

Libano

immagini e documentazione raccolta da quotidiani libanesi

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade