Annunci

Archivi tag: Forze di Polizia

Esercitazione antiterrorismo Polizia di Stato e Carabinieri (video)

Esercitazione congiunta tra le unità di primo intervento antiterrorismo della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri a Roma, Bologna e Genova.

Schermata 09-2458011 alle 21.49.44

Roma, 14 settembre 2017  – Dopo l’attentato terroristico di Barcellona, secondo le direttive del ministro dell’Interno, è stata predisposta l’intensificazione dell’attività di prevenzione in sinergia operativa tra le Forze di Polizia.

In tale prospettiva, è stata pianificata una esercitazione congiunta tra le unità di primo intervento antiterrorismo della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri, contemporaneamente in tre diverse città e in scenari operativi complessi e differenziati.

Al termine dell’attività di pianificazione ed individuazione degli obbiettivi, l’esercitazione si è svolta nella scorsa notte simulando attacchi terroristici in tre diversi contesti operativi: a Roma in una stazione della metropolitana, a Bologna nel parcheggio sotterraneo della stazione ferroviaria dell’alta velocità e a Genova in una zona d’imbarco del porto.

Schermata 09-2458011 alle 19.19.12

In ciascuna città all’esercitazione hanno partecipato unità UOPI della Polizia di Stato congiuntamente a SOS o API dell’Arma dei Carabinieri, unitamente a equipaggi delle volanti, dei reparti prevenzione crimine della Polizia di Stato e radiomobili dei Carabinieri per la “cinturazione” degli obbiettivi, per un totale di oltre 150 uomini.

Schermata 09-2458011 alle 19.18.32

Le esercitazioni, realizzate con lo scopo di testare la capacità e velocità di reazione ad una notizia di attentato, o possibile attentato, in corso e la sinergia operativa tra le Unità di primo intervento delle due Forze di Polizia, hanno avuto esito positivo.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato e Carabinieri - Immagini tratte dal video
__________________________________________________________________

Annunci

Esercito, Milano: intervento in stazione dei militari di operazione Expo

Milano, 19 agosto 2015 – A Milano durante il week end di Ferragosto, una pattuglia di militari del raggruppamento tattico Lombardia in servizio nell’operazione Expo presso la Stazione Ferroviaria centrale, è intervenuta, in collaborazione alle forze di Polizia, al fermo di un individuo di nazionalità straniera, accusato di furto di un telefono cellulare ad una turista.

La pattuglia ha inseguito e bloccato l’uomo, identificato dalle Forze dell’Ordine che hanno provveduto al successivo deferimento per reato di furto.

Una seconda pattuglia in servizio nei pressi dell’ingresso principale della Stazione, ha sorpreso un individuo in atteggiamenti equivoci.

Immediatamente, i militari dell’Esercito, hanno provveduto a fermare l’uomo, intento ad effettuare atti osceni, e a condurlo negli uffici delle Forze di Polizia che hanno provveduto all’identificazione e alla denuncia.

L’Esercito Italiano, impegnato dal 2008 nell’operazione “Strade Sicure” per specifiche ed eccezionali esigenze di prevenzione della criminalità in aree metropolitane, attraverso attività di vigilanza a siti e obiettivi sensibili, nonché di pattuglia in concorso e congiuntamente alle Forze di Polizia, dall’inizio del mese di maggio 2015 contribuisce anche alla sicurezza e al controllo del sito dell’Esposizione Universale.​

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito

Action day sui furti di rame

polizia

Roma, 18 giugno 2014 – Si è conclusa ieri la seconda giornata dell’action day sui furti di rame. Il furto di questo metallo crea particolare disagio perché spesso provoca l’interruzione di pubblici servizi essenziali con ripercussioni di natura economico-sociale di particolare rilievo e possibili implicazioni di ordine e sicurezza pubblica.

Il problema è molto avvertito anche in ambito europeo, ragion per cui Europol (agenzia dell’Unione Europea per la lotta al crimine)ha recentemente organizzato una 2^ Conferenza dell’Unione Europea sul fenomeno del furto di metalli all’interno dell’Unione Europea alla quale ha preso parte anche l’Italia.

L’attività congiunta di tutte le Forze di Polizia e dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha permesso di conseguire risultati di consistente spessore operativo  e di collocare l’Italia tra i paesi dell’Unione Europea che con maggiore impegno ed efficacia hanno contrastato il fenomeno.

Sono stati effettuati 19.417 controlli nei confronti di 41.662 persone confronti persone e 26.326 mezzi di trasporto; 52 soggetti arrestati mentre 312 sono stati denunciati a piede libero.

Le aziende risultati positive ai controlli di Polizia sono state 254 e complessivamente sono stati sequestrati 63.537 kg. di rame.

19.418 gli operatori delle  Forze di Polizia che hanno preso parte all’action day  suddivisi in 9.257 pattuglie e 150 i funzionari dell’Agenzia delle Dogane  impegnati nelle varie fasi dell’analisi, della selezione e del controllo per individuare tentativi di import-export di rame di provenienza furtiva.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato 

 

 

 


Polizia e psicologia: da 21 anni insieme al servizio della sicurezza

DSC_9441 MP_011

Roma, 3 giugno 2014 – Una task force di psicologi di polizia si è riunita questa mattina a Roma presso la scuola superiore di polizia per fare il punto sul contributo scientifico offerto negli ultimi vent’anni nella Polizia di Stato e per proporre le future strategie legate al miglioramento del benessere e della qualità del servizio dei poliziotti e delle attività legate alla sicurezza.

Pansa Al convegno, introdotto dal capo della polizia, direttore generale della pubblica sicurezza, prefetto Alessandro Pansa, erano presenti i rappresentanti del mondo accademico e scientifico e i vertici di tutte le forze di Polizia e militari.

Gli interventi hanno tracciato il profilo e la specificità del contributo psicologico all’interno del dipartimento della pubblica sicurezza nei vari ambiti di applicazione sul tema della sicurezza. Di particolare rilievo i nuovi approcci metodologici per la formazione degli operatori addetti all’ordine pubblico e il contributo della ricerca scientifica nelle strategie di contrasto al fenomeno della violenza nelle manifestazioni sportive.

Sono stati approfonditi, inoltre, i temi relativi al lavoro specialistico svolto a tutela dei minori abusati e delle vittime della violenza di genere e il supporto investigativo per il contrasto alla pedopornografia on-line, i processi di selezione e formazione degli agenti sottocopertura interforze impegnati nelle operazioni antidroga in Italia e all’estero e la gestione psicologica dei collaboratori di giustizia e delle loro famiglie, le tecniche di comunicazione utilizzate per migliorare la qualità del servizio degli operatori addetti alle sale operative del 113.

In ultimo sono stati presentati i dati, di notevole interesse scientifico, sulle attività di selezione e di supporto psicologico che impegnano gli psicologi di polizia a garanzia della sicurezza interna di tutti i poliziotti impegnati sul territorio.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Terra dei Fuochi: i militari dell’Esercito hanno sorpreso piu di 1300 persone che gettavano rifiuti in discariche non autorizzate

2 maggio 2014 – Con oltre 450 pattuglie sono state controllate più di 1300 persone sorprese a gettare rifiuti in discariche non autorizzate nella Terra dei Fuochi e circa 20 persone sono state fermate e consegnate alle Forze di Polizia. Questi i numeri del primo mese di operazioni che le donne e gli uomini dell’Esercito stanno svolgendo nell’ambito dell’operazione Strade Sicure in concorso alle Forze dell’Ordine per la prevenzione dei reati ambientali e per la rimozione del materiale interrato tra le province di Napoli e di Caserta, un’area vasta circa 200 km quadrati.

I militari dell’Esercito con la loro continua attività di controllo e di perlustrazione hanno evitato ulteriori sversamenti di rifiuti abusivi e, con l’ausilio dei Vigili del Fuoco, hanno spento decine di roghi nelle aree urbane di Frignano, Maddaloni, Marigliano, Gricignano di Aversa, Teverola, Carditrello, Marcianise e Pineta Riviera.
Sono circa 4000 i militari dell’Esercito che dal 4 agosto 2008, sono impiegati nell’operazione nazionale “Strade Sicure” in attività di pattugliamento e di vigilanza ad obiettivi sensibili, aree metropolitane, centri di identificazione ed espulsione (CIE) e Centri Assistenza Richiedenti Asilo (C.A.R.A.).

Dall’agosto 2008, inizio dell’operazione, l’Esercito ha contribuito al sequestro di più di 2 tonnellate di droga, di oltre 560 armi, di quasi 12.000 mezzi, ha contribuito inoltre a più di 14.000 arresti e al controllo di circa 1 milione e 900mila persone e al controllo di oltre un milione di mezzi.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell’Esercito
Foto: © Stato Maggiore dell’Esercito


Aumenta l’impegno dell’Esercito nell’operazione Strade Sicure

24 aprile 2014 – Il numero di militari dell’Esercito impegnati nell’Operazione Strade Sicure è cresciuto ieri di 150 unità. I militari della Brigata Pinerolo hanno infatti assunto la responsabilità del Centro d’Accoglienza Richiedenti Asilo (CARA) di Bari e dei Centri Identificazione ed Espulsione (CIE) di Bari e Brindisi. 
I militari fanno parte del Raggruppamento Interforze su base 21° Reggimento artiglieria terrestre Trieste di Foggia, comandato dal Colonnello Gaetano Ricciardelli, è responsabile dell’operazione Strade Sicure in Puglia dal 29 dicembre 2011.
Da allora i militari hanno effettuato 16673 pattuglie congiunte con le Forze di Polizia, controllato 111.985 persone, 284 accompagnate in questura, 67 indagate in stato di libertà, 178 denunciate e 58 tratte in arresto. Inoltre sono stati controllati 11.800 veicoli, rinvenuti 50 veicoli rubati, sequestrati 77 ed elevate 797 contravvenzioni per violazioni del Codice della  strada.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell’Esercito
Foto: © Stato Maggiore dell’Esercito


Il Presidente Barack Obama lascia l’italia. Prima di partire ha ringraziato il capo della polizia Alessandro Pansa

Roma, 28 marzo 2014 – È ripartito alle 11,00 a bordo dell’Air Force One, il Presidente USA Barack Obama.

Particolarmente complessa è stata la gestione sul campo dei servizi di ordine pubblico, coordinati dal Questore di Roma Massimo Maria Mazza, che hanno visto impegnati oltre 3200 operatori delle Forze di Polizia a protezione di numerosi obiettivi sensibili e delle oltre 300 persone, compreso il nutrito seguito di giornalisti provenienti dagli USA, che hanno accompagnato a Roma il Presidente Obama e il Segretario di Stato John Kerry.

Molto apprezzato anche il contributo dell’Ufficio Ordine Pubblico del Viminale, diretto da Armando Forgione, che ha garantito il coordinamento strategico tra le strutture centrali e territoriali delle Forze di Polizia, ed ha assicurato il costante collegamento operativo con la Farnesina e gli altri enti coinvolti nella visita del Presidente Obama.

Sul sito della Polizia di Stato www.poliziadistato.it i dettagli e le foto della complessa macchina organizzativa dedicata alla sicurezza del Presidente Obama in questi due giorni.

Al termine della sua visita nella Capitale, il Presidente degli Stati Uniti ha espresso il proprio apprezzamento per la professionalità dimostrata dalla Polizia italiana e la sua personale gratitudine per i servizi di sicurezza predisposti in occasione della sua due giorni romana.

Prima di lasciare Villa Taverna, residenza dell’Ambasciatore USA in Italia, Barack Obama ha ricevuto il Capo della Polizia, Prefetto Alessandro Pansa, per un personale ringraziamento sottolineato da una stretta di mano.

La tutela ravvicinata del Presidente degli Stati Uniti, infatti, è stata assicurata da un dispositivo integrato composto da personale del reparto speciale NOCS della Polizia di Stato e dagli agenti del Secret Service statunitense.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato
Foto: © Polizia di Stato


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade