Archivi tag: facebook

Probabili profili fake del generale Salvatore Farina su Facebook

Schermata 2018-05-18 alle 22.38.49

Roma, 18 maggio 2018 – Scrive un lettore alla nostra redazione segnalandoci due probabili profili fake del generale Salvatore Farina, capo di SME. Il lettore ha provato a segnalarli al social e ha scritto all’ufficio comunicazione di SME.

I link ai profili sono questi:
https://www.facebook.com/salvatore.farina.1466
https://www.facebook.com/salvatore.farina.18659

Schermata 2018-05-18 alle 22.39.02
Ci scrive inoltre così il lettore “Essendo io PRO Esercito, mi sembra giusto per la tutela della figura del generale Farina, sottoporre a voi questi profili fake
Grazie di cuore per la considerazione che vorrete accordarmi e porgo cordialissimi saluti”. Tino Scuri. 

© All rights reserved

Esercito: militari si esercitano in Afghanistan (video)

Herat, 31 luglio 2016 – Questo video mostra il nostro contingente italiano in esercitazione in Afghanistan.

Un saluto a tutti voi dalla nostra redazione e dai nostri lettori.

L’esercito è sempre più presente sui social, di seguito degli hashtag (#) per seguirlo da vicino.

‪#‎Herat‬, Afghanistan.
Per conoscere meglio e #‎condividere‬ con gli amici dell’#‎EsercitoItalianol’#‎impegno dei nostri #‎peacekeeper‬.

Un saluto a tutti i militari in #‎missione in Italia e all’estero!

Buona domenica! 

‪#‎noicisiamosempre #‎OperazioniInternazionali‬ #‎OperazioniNazionali‬

Video: Gentile concessione Esercito Ufficio PIC
https://www.facebook.com/EsercitoItaliano/
_________________________________________________

 


Matera: Polizia, Facebook e cittadini risolvono un caso insieme

Matera, 31 marzo 2016 – La Polizia di Stato di Matera ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo responsabile di rapina pluriaggravata in una banca materana.

L’episodio era avvenuto il 4 dicembre 2015 quando un 27enne di Bari, incensurato, è entrato di pomeriggio a viso scoperto nella Banca Carime di Matera, in pieno centro storico, e sotto la finta minaccia di un ordigno, rivelatosi poi falso, e un coltellino, si è fatto consegnare ben 200mila euro in contanti, uscendo poi indisturbato dalla banca e facendo perdere le sue tracce.

L’indagine della Squadra Mobile risultò complessa poiché il soggetto risultava sconosciuto, incensurato e come tale non censito in nessuna banca dati.

Pertanto venne deciso di postare le immagini che ritraevano l’uomo a viso scoperto entrare in banca e perpetrare la rapina sulla pagina Facebook della Questura di Matera.

Ed è stata  la svolta: dopo tre giorni di massima condivisione delle immagini, fino a 768mila visualizzazioni, grazie anche all’amplificazione fatta da Agente Lisa, una persona ha riconosciuto l’uomo nella foto, fornendo un importante indizio.

Gli investigatori della Squadra Mobile di Matera hanno trovato riscontri, indizi e prove che hanno confermato la presenza del soggetto  sul posto quel giorno a Matera. Inutile il tentativo del 27enne di provare ad  oscurare il proprio profilo facebook subito dopo la rapina.

Grazie alla grande collaborazione di tutti i cittadini italiani che seguivano la pagina Facebook Questura di Matera, si è arrivati al risultato di assicurare alla giustizia un rapinatore che forte del suo anonimato, puntava all’impunità.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato
_________________________

Poliziotto ferito a Napoli: solidarietà dal web sulla pagina di Agente Lisa su Facebook

Napoli, 25 settembre 2015 – Ieri sera Nicola Barbato, poliziotto di 50 anni, è stato gravemente ferito da colpi di arma da fuoco durante un agguato nel quartiere Fuorigrotta di Napoli. All’ospedale Loreto Mare gli è stato estratto il proiettile che l’ha colpito. L’agente è poi stato trasferito all’ospedale Cardarelli per ulteriori esami. 

Un post è stato pubblicato sulla pagina di Agente Lisa su Facebook per non lasciarlo solo e fargli sentire la solidarietà di chi gli sta intorno.

Centinaia di migliaia le visualizzazioni raggiunte in pochi minuti e molti cittadini comuni stanno esprimendo la loro vicinanza a Nicola con pensieri di affetto e di pronta guarigione. Il post più comune è “Forza Nicola sei uno di noi“.

Se anche tu vuoi lasciare un messaggio a Nicola clicca QUI e verrai indirizzato alla pagina di Agente Lisa.

Un augurio a Nicola dalla redazione di MNFI che possa rimettersi quanto prima per riprendere servizio.

© All rights reserved

 

 


Catania, arrestato stalker dalla polizia, alla donna conosciuta su facebook oltre 9.000 messaggi e 3.000 telefonate

Catania, 17 gennaio 2015 – Personale della Polizia Postale e delle Comunicazioni di Catania ha eseguito un’ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa dal Gip del Tribunale di Catania su richiesta della procura distrettuale, nei confronti di un uomo di anni 33, di Paternò (CT), ritenuto responsabile di atti persecutori (stalking) nei confronti di una donna di 25 anni residente in provincia di Catania.

La donna aveva conosciuto l’arrestato circa due anni fa tramite Facebook ma non aveva poi intrattenuto con lui alcun tipo di legame affettivo o sentimentale. Da oltre un anno ha subito  condotte persecutorie e molestie da parte dell’arrestato che si era invaghito di lei e non sopportava i suoi rifiuti.

Oltre 9000 i messaggi ingiuriosi e, talvolta, minacciosi ricevuti ai vari recapiti telefonici della donna, oltre 3000 chiamate e migliaia di comunicazioni per mezzo di contatti su Facebook, talora anche con l’utilizzo di profili falsi. Anche i familiari e le persone vicine della donna sono stati vittima di minacce ed ingiurie.

Lo stalker era giunto a pedinare la donna, appostandosi in alcuni luoghi da lei frequentati ed aggredendola anche fisicamente. L’atteggiamento dell’uomo, purtroppo, è diventato nel tempo sempre più aggressivo. Di recente, le minacce erano diventate gravi, anche nei confronti di familiari minori della giovane, creando il fondato timore per l’incolumità sua e dei prossimi congiunti, portando la vittima in uno stato di grave ansia e costringendola a modificare le sue normali abitudini di vita.

Per segnalare reati informatici alla polizia postale clicca QUI

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato

Una vita da social, la polizia postale sul palco del teatro Brancaccio di Roma

Roma, 28 maggio 2014 – Grande il successo di oggi per la Polizia Postale e delle Comunicazioni a conclusione della campagna itinerante Una vita da social che a bordo di un truck hanno incontrato circa 500.000 studenti in 40 città italiane. Uno spettacolo al Brancaccio, alla presenza di 900 ragazzi delle scuole romane, che ha visto salire sul palco personaggi del mondo dello spettacolo e poliziotti, argomento affrontato da tutti è stato il cyberbullsimo, che come conferma una studentessa romana “il bullismo online è molto diffuso sui social network e giornate come queste in compagnia della polizia postale, ci aiutano ad affrontare e risolvere i problemi che ci possono coinvolgere”.

Il giornalista Luca Pagliari ha presentato il suo format teatrale Like, storie di vita online, ispirato alla storia di Andrea Spezzacatena, schernito sul web come il ragazzo “dai pantaloni rosa”, un ragazzo di soli 15 anni suicidatosi nel 2012. Nel suo format Luca Pagliari affronta proprio il cyberbullismo. Presente in sala la madre di Andrea, che, invitata dal giornalista a dare la sua testimonianza, con la commozione negli occhi è salita sul palco, sensibilizzando i giovani, nati nell’era del web, su quanto possano ferire le parole di derisione, nel silenzio di chi le legge.

E proprio sul drammatico tema cyberbullismo sono stati gli interventi di Maurizio Battista, Roberto Ciufoli, Tiziana Foschi.

Sul palco Maurizio Battista, tra una battuta e l’altra, ha ribadito l’importanza della presenza della Polizia Postale sul web a tutela dei giovani, di quanto è importante combattere il cyber bullismo magari, come ha suggerito dopo scherzando in un’intervista, con degli “Cyber schiaffoni”. “Una vita da suocera”, cosi lo chiama scherzosamente il comico Maurizio Battista, che, con fierezza, si definisce padre di un poliziotto. Grande acclamazione dei ragazzi in sala quando, a chiusura dello spettacolo, sono saliti sul palco i protagonisti della famosa fiction Braccialetti rossi.

Più di 250 sono state le segnalazioni arrivate alla Polizia di Stato, dall’inizio del 2013 ad oggi da parte di minori. Denunce a danno di minori per stalking, diffamazione online, ingiurie, minacce, molestie attraverso social network,  email e telefono. È proprio a salvaguardia dei minori, e delle persone piu facilmente plagiabili, che la Polizia Postale è presente nel web con il progetto Una vita da social, con un account su twitter e una pagina su facebook che, in soli 4 mesi, ha raggiunto circa 18.000 likers.

A conclusione gli studenti romani hanno gridato il consueto… Una vita da social

 Monica Palermo

© All rights reserved
Foto: Ph. Monica Palermo


Continua la campagna della Polizia sul corretto uso del web, piu di 14.000 “mi piace” sulla pagina facebook

Roma, 3 maggio 2014 – Oltre 14.200 “mi piace” per la pagina facebook Una vita da social, 33 città raggiunte  dal truck multimediale allestito dalla Polizia Postale per aiutare i più giovani all’utilizzo consapevole del web, 190.000 visualizzazioni settimanali della pagina facebook. 

Questi alcuni  numeri dell’iniziativa della Polizia di Stato “Una vita da social” iniziata a Roma il 22 gennaio  e che dopo 33 città in tutta Italia ha programmato ulteriori 6 tappe non previste nel programma iniziale.

Con l’avvicinarsi della giornata nazionale di lotta alla pedofilia e alla pedopornagrafia la Polizia di Stato continua la campagna di sensibilizzazione e formazione al corretto uso del Web con la campagna Una vita da social.

Il grande successo ottenuto nelle piazze è testimoniato dalle numerose richieste pervenute da Questure e da alcune Amministrazioni Comunali per ospitare il truck e dai tanti testimonial che hanno focalizzato l’attenzione sul messaggio della campagna.

Sulla pagina ufficiale del progetto https://www.facebook.com/unavitadasocial, a cui è collegato anche un profilo Twitter, sono pubblicati numerosi post che, partendo da fatti di cronaca reali, dispensano consigli d’uso, ad esempio come comportarsi in caso di  furto d’identità digitale che ha riscontrato 25.320 visualizzazioni o come difendersi dal cyberbullismo  o come proteggere le proprie password  dagli attacchi informatici.

Sempre sulla pagina facebook sono presenti numerosi contributi e consigli di personaggi  del mondo dello spettacolo, dello sport e della cultura che hanno deciso di fare da testimonial alla campagna educativa: segnaliamo tra gli altri, per aver superato le 70.000 visualizzazioni, il video post di Fiorello, Checco Zalone, Giovanni Allevi, Michele Bravi, vincitore dell’ultima edizione di “X-factor” e dei comici veneziani Carlo e Giorgio che descrivono con simpatia ed ironia cosa non bisogna mai fare con i profili social.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


OpinioniWeb-XYZ

Oltre il bar dello sport: opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade