Archivi tag: ecomafia

Su Poliziamoderna di luglio intervista al procuratore Franco Roberti

Roma, 14 luglio 2014 – Oggi in edicola la rivista Poliziamoderna di luglio. Tra gli articoli segnaliamo l’intervista al procuratore nazionale antimafia Franco Roberti sul traffico illecito di rifiuti.

Pecunia non olet (il denaro non ha odore), anche quando viene da affari sporchi come quelli legati al traffico illecito di rifiuti, che con un fatturato di più di 3 miliardi di euro (dati Rapporto Ecomafia 2014), è il primo tra i reati ambientali. Ed è anche il reato che attualmente desta più preoccupazione alla Direzione Nazionale Antimafia (DNA).

Dietro a questa montagna di soldi – dice il procuratore – c’è la criminalità organizzata, ma non solo, il traffico illegale di rifiuti è un delitto di impresa, cioè nasce da una domanda di servizi illeciti che gli imprenditori rivolgono alle organizzazioni mafiose”. L’elemento, comunque, più preoccupante, è la globalizzazione del fenomeno, prosegue Roberti: “oggi è aumentato il controllo delle forze di polizia sulle attività di smaltimento illecito sul territorio nazionale, quindi si tende a proiettarsi verso l’estero. Oltre all’Africa, adesso i traffici si sono estesi ai Paesi dell’Est Europa, Bulgaria e Romania in primis, cioè proprio laddove si è delocalizzata la produzione italiana. E poi c’è l’Asia, in particolare la Cina…”. Non c’è tempo da perdere, quindi, afferma Roberti, aggiungendo che per contrastare il fenomeno occorre una rete di collaborazione tra Paesi, oltre a quella, da lui attivata, tra le DDA e le procure ordinarie sul territorio italiano riguardo ai reati spia. Ma, soprattutto, è fondamentale che venga approvato il disegno di legge, attualmente arenatosi in senato, che inserisce gli ecoreati nel codice penale e che, aggiunge il procuratore: “fornirebbe strumenti più appuntiti per indagare per i reati di riferimento (finora sanzionabili solo con una contravvenzione amministrativa), e ci darebbe la possibilità di svolgere attività tecniche per un tempo più lungo nonché di utilizzare le intercettazioni”.

© All rights reserved
Fonte: Polizia di Stato


Terra dei Fuochi: via libera all’Esercito per contrastare le ecomafie

Roma, 14 gennaio 2014 – (Adnkronos) – Un contingente complessivo di almeno 400-450 militari, da impiegare a rotazione per assicurare una vigilanza continua ai siti, laboratori ‘campali’ (compresi quelli per le rilevazioni nbc -nucleare, biologico e chimico) adatti all’utilizzo anche in luoghi impervi e dissestati, sistemi di sorveglianza notturna terrestre e piccoli ‘droni’, aerei senza pilota del 41° reggimento Cordenons di Sora (Fr): potrebbe concretizzarsi in questo modo, apprende l’Adnkronos in ambienti della Difesa, il contributo dell’Esercito nel caso di un eventuale invio nella ‘Terra dei Fuochi’. Oggi il sottosegretario alla Difesa Gioacchino Alfano ha espresso il parere favorevole del governo all’impiego dell’Esercito in Campania, per contrastare più efficacemente il fenomeno delle ecomafie nella zona al confine tra Napoli e Caserta. Il contingente militare dovrebbe essere reperito tra i soldati della brigata bersaglieri Garibaldi e potrebbe, in caso di necessità, essere portato fino a 800 uomini. I laboratori campali sarebbero forniti dal 7 reggimento Nbc di Civitavecchia secondo un indirizzo operativo ‘dual use’ dei mezzi in dotazione, vale a dire idonei all’impiego sul territorio italiano e nelle missioni all’estero. L’utilizzo di uomini e mezzi dell’Esercito per la sorveglianza nella Terra dei fuochi, si fa notare, avverrebbe solo in caso di eventuale richiesta delle prefetture.


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade