Archivi tag: Diana Bacosi

Otto le medaglie agli atleti militari dell’Esercito nelle olimpiadi Rio2016

Gli atleti militari dell’Esercito Italiano, con un totale di 8 medaglie hanno brillato alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016

Atleti Esercito medagliati, Rio 2016

Atleti Esercito medagliati, Rio 2016

Rio de Janeiro, 22 agosto 2016 – Si è conclusa con 8 medaglie su un totale di 28, l’esperienza olimpica dei 29 atleti militari del Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito. Nella XXXI edizione olimpica, solo gli atleti dell’Esercito hanno conquistato 2 medaglie d’oro, 3 argenti e 3 di bronzo pari al ben il 25% del totale.

A tutti loro, il generale di Corpo d’ Armata Danilo Errico, capo di Stato Maggiore dell’Esercito, dedica i suoi personali complimenti e le congratulazioni di tutti i tifosi della Forza Armata.

Un ringraziamento particolare al caporale Fabio Basile e al caporale maggiore scelto Diana Bacosi per la medaglia d’oro conquistata nel Judo (n. 200 per l’Italia in tutte le edizioni dei Giochi Olimpici) e nel tiro a volo, specialità “skeet”; al 1° caporale maggiore Odette Giuffrida, al caporale maggiore scelto Francesca Dallapè e al caporale maggiore scelto Rachele Bruni per l’argento vinto rispettivamente nel Judo, nei tuffi – specialità “trampolino 3 m sincro”, nel nuoto di fondo, specialità “10 km”; al caporale maggiore Gabriele Detti per i due straordinari bronzi nel nuoto, specialità “400m stile libero” e “1500m stile libero” e al caporale Frank Chamizo per il bronzo nella lotta libera.

Sono stati 75 gli atleti delle Forze Armate che hanno partecipato alla XXXI^ edizione delle olimpiadi, dal 5 al 21 agosto, a Rio de Janeiro. Su 314 atleti totali, gli atleti militari presenti a Rio (29 dell’Esercito, 8 della Marina, 23 dell’Aeronautica, 15 dei Carabinieri) – 38 uomini e 37 donne – si sono cimentati in 55 discipline sportive, dalla scherma al tiro con l’arco, dal nuoto alla ginnastica ritmica e artistica ma anche tiro a volo, tiro a segno e molte altre

Il numero di medaglie vinte a Rio de Janeiro può essere considerato un risultato storico, tenuto conto anche che per la prima volta due atleti dell’Esercito sono saliti sul gradino più alto del podio olimpico.

Tale risultato conferma che tutti i progetti e le iniziative intraprese dall’Esercito, di concerto con il CONI e le Federazioni Sportive Nazionali, hanno consentito il reclutamento di atleti di livello e il raggiungimento di traguardi straordinari, estremamente prestigiosi, che pongono la Forza Armata ai vertici dello sport internazionale.

Un percorso di crescita continuo, intrapreso dal Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito, che nelle ultime due precedenti edizioni olimpiche (Pechino 2008 e Londra 2012) ha schierato 20 atleti nel 2008 e 25 nel 2012 riuscendo a conquistare una medaglia d’argento nel taekwondo a Pechino e un bronzo a Londra sempre nel taekwondo (entrambe con il Caporale Mauro Sarmiento).

Successi sportivi come questo esaltano la dedizione alla fatica e la concentrazione che ogni giorno, le donne e gli uomini dell’Esercito, offrono per conseguire i propri obiettivi di servizio, sia in campo sportivo sia in campo operativo, responsabilmente e con spirito di sacrificio. Il trionfo sportivo degli atleti militari evidenzia risolutezza e vitalità diffuse tra il personale in servizio, normalmente dedicate all’assolvimento dei compiti operativi quotidiani

Le 28 medaglie, al collo degli atleti dei Gruppi Sportivi Militari rappresentano la punta dell’iceberg della grande e profonda abnegazione che quotidianamente tutti i militari dell’Esercito offrono in servizio e per servizio. Il riconoscimento olimpico agli atleti militari esalta la seria e generosa passione che caratterizza il personale dell’Esercito nelle attività operative quotidiane.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore della Difesa

Oro per Diana Bacosi nel Team Mixed di skeet

Valerio Lucchini e Diana Bacosi

Valerio Lucchini e Diana Bacosi

 

22 giugno 2015 – Diana Bacosi raddoppia. Dopo l’argento di sabato scorso nella prova individuale dello skeet (un tipo di tiro al piattello che si effettua da 8 pedane situate in semicerchio e ogni tiratore ha un solo colpo a disposizione), oggi si è aggiudicata l’oro in coppia a Valerio Luchini nel Team Mixed, al termine di un confronto con la squadra cipriota vinto con il punteggio di 30 a 29.

Ancora una giornata gloriosa quindi per il tiro a volo azzurro e non solo; le pedane dello Shooting Centre di Baku celebrano due azzurri che alla 1^ edizione dei Giochi Europei hanno fatto grandi cose; oltre all’argento della Bacosi è doveroso infatti ricordare anche l’oro conquistato ieri da Valerio Luchini nella prova individuale.

Ed oggi i due campioni si sono trovati a lottare insieme, colpo su colpo, in una gara nuova ed interessante che vedeva schierati sulla linea di tiro ben 11 nazioni.

Per la coppia azzurra, il cammino verso il podio è iniziato chiudendo la prima fase dei 100 tiri in seconda posizione assoluta insieme alla Germania con 93 piattelli su 100, alle spalle della squadra Cipriota, vincente con 97/100, e davanti ai team di Francia e Slovacchia, autori di 91 piattelli su 100.

Solo la vittoria allo spareggio contro la formazione tedesca ha consentito a Diana Bacosi e Valerio Lucchini di accedere in semifinale con il secondo punteggio e lottare per un posto in finale; stesso discorso per Francia e Slovacchia, chiusa a vantaggio dei secondi e per Repubblica Ceca e Russia, con quest’ultima costretta a lasciare il gruppo delle sei finaliste.

E di fatto, grazie alla vittoria con 29 piattelli su 30, in un girone composto da Italia, Francia (24/30) e Repubblica Ceca (16/30), per i due azzurri è arrivata la tanto attesa sfida per l’oro, contro la vincente dell’altro girone, ossia Cipro (26/30), a sua volta vincente su Slovacchia (25/30) e Germania (17/30).

© All rights reserved
Fonte e immagine: Stato Maggiore dell'Esercito

Coppa del mondo di tiro al volo: Diana Bacosi vince l’oro e conquista il biglietto per Rio 2016

Medaglia d’oro al caporal maggiore scelto Diana Bacosi nella coppa del mondo di tiro a volo negli Emirati Arabi Uniti

Al Ain, 27 marzo 2015 – Oggi il caporal maggiore scelto dell’Esercito Diana Bacosi ha vinto la medaglia d’oro ad Al Ain, negli Emirati Arabi Uniti, sede della 2^ prova di coppa del mondo di tiro a volo, e ha conquistato il passi olimpico per i giochi di Rio de Janeiro 2016.

Dalle pedane dell’Equestrian Shooting and Golf Club di Al Ain, si scrive oggi una pagina storica per il tiro a volo italiano: due carte olimpiche, una con il caporal maggiore scelto Diana Bacosi (C.S. Esercito) ed una con l’agente Chiara Cainero (G.S. Forestale), rispettivamente, prima e seconda in classifica generale ed un podio tutto italiano, grazie anche al bronzo di Katuscia Spada (Fiamme Oro). Il cammino delle tiratrici azzurre dello skeet alla finale è iniziato alle 06,00 ore italiane con la disputa di una durissima fase di qualificazione che si è chiusa con il secondo posto di Diana Bacosi ed il quarto di Katuscia Spada con 71 piattelli su 75, ed il sesto di Chiara Cainero (70) formalizzato a proprio favore soltanto al termine dello shoot off di spareggio contro l’americana Kimberly Rhode.

Entusiasmante e pieno di colpi di scena la semifinale a sei, che vedeva in pedana oltre che le italiane, anche l’americana Caitlin Connor, l’australiana Laura Coles e l’inglese Elena Allen, nell’ordine prima, terza e quinta nel folto girone qualificazione, composto da ben 59 tiratrici.

Al termine delle quattro riprese di 4 colpi ciascuna, la graduatoria, molto fluttuante nei 16 tiri di gara, ha fatto registrare la prima posizione l’atleta dell’Esercito Diana Bacosi con 14 piattelli, contro i 13 dell’olimpionica di Pechino 2008, Chiara Cainero, ed il terzo posto l’altra azzurra, Katuscia Spada con 12 piattelli.

Quarto posto per l’australiana Laura Coles e fuori dai giochi della finale le restanti due tiratrici, Caitlin Connor e Elena Allen, rispettivamente, quinta e sesta.

Gran finale quindi, con Diana Bacosi e Chiara Cainero per la conquista  del gradino più alto del podio e shoot off per il terzo e quarto posto invece, per Katuscia Spada contro l’australiana Coles.

Il duello portato avanti senza veli tra le due italiane ha premiato l’azzurra del Centro Sportivo Esercito in virtù di un numero superiore di piattelli messo a segno rispetto a quelli realizzati della friulana Cainero. Il risultato finale è stato 13 a 10  con urlo liberatorio della toscana Bacosi che, raggiunta telefonicamente, ha ringraziato la sua famiglia, il tecnico e l’Esercito per aver creduto in lei anche nei momenti di maggiore difficoltà che ha poi aggiunto: “Sono finalmente riuscita a realizzare il sogno della mia vita; tanti sacrifici sia per me che per la mia famiglia ma alla fine sono stata premiata. Ora inizia un altro percorso con il tecnico Benelli ed il Centro Sportivo Esercito ed a Rio voglio arrivarci al meglio della condizione.

Anche per Katuscia Spada il finale è stata esaltante grazie ai 15 piattelli messi a segno, contro i 10 dell’avversaria.

Il generale Danilo Errico, capo di Stato Maggiore dell’Esercito, appena appresa la notizia ha formulato all’atleta della Forza Armata, a nome di tutti i commilitoni dell’esercito, le congratulazioni ed i complimenti per l’importante risultato conseguito. 

Il Centro Sportivo Olimpico dell’Esercito Italiano conquista così un ulteriore traguardo, confermandosi come gruppo sportivo d’eccellenza che contribuisce alla crescita ed all’affermazione dello sport italiano nel mondo. 

Lo sport è d’altronde un aspetto ritenuto fondamentale per i militari dell’esercito, non solo per quelli che gareggiano per lo sport, ma per le migliaia di soldati che, anche grazie al mantenimento di un allenamento fisico costante, ogni giorno operano per la sicurezza in Italia e all’estero.  

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore dell'Esercito
Immagini: Marco Della Dea

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade