Annunci

Archivi tag: decesso

Deceduto il 1° maresciallo Gioacchino Verde, dopo incidente su nave Bergamini, cordoglio del capo di SMD

bignw006967201901162158

Taranto, 17 gennaio 2019 – Il primo maresciallo Gioacchino Verde, sottufficiale della Marina Militare è deceduto ieri pomeriggio nell’ospedale civile di Taranto a causa di complicazione delle condizioni cliniche generali.

Il maresciallo Verde, esperto nocchiere e nostromo di bordo, era stato coinvolto in un incidente occorso sulla fregata Bergamini lo scorso 12 gennaio, a seguito della rottura di un cavo durante la fase di ormeggio dell’unità navale presso la Stazione Navale Mar Grande di Taranto, per il quale sono attualmente in corso gli accertamenti sulle cause.

Prontamente soccorso dal personale medico di bordo, il sottufficiale era stato successivamente trasportato in condizioni molto gravi presso la struttura SS. Annunziata di Taranto dove i sanitari si sono prodigati per tenerlo in vita.

Il primo maresciallo Verde, al suo 36esimo anno di servizio, aveva una encomiabile carriera militare alle spalle ed era stimato da tutti, come testimoniano i numerosi messaggi di vicinanza pervenuti in questi giorni alla Forza Armata.

Lascia la moglie Anna, il figlio Giuseppe e la figlia Giada.

Il capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli, esprime alla famiglia del primo maresciallo Gioacchino Verde il cordoglio suo personale e del grande equipaggio della Marina Militare.

Il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli, appena appresa la triste notizia del decesso del primo maresciallo della Marina Militare Gioacchino Verde, ha espresso ai familiari del militare e al capo di Stato Maggiore della Marina Militare, profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza a nome delle Forze Armate e suo personale.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Marina Militare/SMD
___________________________________________

 

Annunci

Cordoglio del generale Graziano per il decesso del generale Castagnetti

201px-Fabrizio_Castagnetti

Gen. Fabrizio Castagnetti

Roma, 13 gennaio 2018 – Il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, appresa la triste notizia del decesso del generale di corpo d’armata dell’Esercito Fabrizio Castagnetti esprime alla famiglia dell’alto ufficiale profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza a nome delle Forze Armate e suo personale, definendolo una straordinaria figura di uomo e di soldato, Straordinaria figura di uomo e di soldato che ha sempre operato al servizio del Paese e ha fatto della fedeltà ed attaccamento alle istituzioni la sua ragione di vita”.

Il generale Castagnetti, che è stato capo di Stato Maggiore dell’Esercito dal settembre 2007 al settembre 2009, nel corso della sua brillante carriera ha ricoperto incarichi di primo piano in Italia e all’estero tra cui quello di addetto militare a Washington, quello di comandante del COI e di comandante del Corpo di Reazione Rapida NATO NRDC-ITA di Solbiate Olona.

Il generale Castagnetti – ha sottolineato il capo di Stato Maggiore della Difesa – è stato promotore di numerosi provvedimenti volti a ottimizzare l’impiego delle risorse e a dare maggiore efficienza alla componente operativa dell’Esercito”.

È stata una personalità – ha proseguito il generale Graziano – che ha fatto della fedeltà ed attaccamento alle istituzioni la sua ragione di vita. Una straordinaria figura di uomo e di soldato che ha sempre operato al servizio del Paese” ha concluso il generale Graziano.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore Difesa
_______________________________

Si è spento il generale granatiere Antonino Torre, l’ideatore di Radio Ibis in Somalia

DSC_4180

Il generale Antonino Torre e il generale Claudio Graziano

Roma, 23 maggio 2017 – Si è spento il generale Antonino Torre, già segretario nazionale dell’Associazione Nazionale Granatieri di Sardegna e attualmente direttore della rivista dell’ANGS, Il Granatiere

Aveva frequentato il liceo scientifico Pontificio Pio IX, arruolandosi poi nell’Esercito Italiano nei Granatieri di Sardegna.

11016127_10200309627818735_5967585682643799866_o

Generale della riserva, aveva lavorato come giornalista pubblicista presso l’Esercito Italiano. Partecipò alla missione Ibis in Somalia come capo ufficio stampa del comando Italfor, e fu l’deatore di Radio Ibis, organizzata con mezzi di fortuna che trasmetteva musica e informazioni per i militari del contingente italiano.

10299003_10154287752975576_8093510829812557439_n

Come ha sottolineato il generale Bruno Garassino in un post su facebook, la sua dipartita è stata una grande perdita: “Questa sera il Gen. Antonino Torre ha raggiunto Padre Ganfranco Maria Chiti nella casa del Padre. I granatieri costernati piangono un caro amico che ha dato tutto se stesso all’Associazione e al Corpo dei Granatieri di Sardegna“.

Condoglianze alla famiglia dalla redazione di Military News from Italy (MNFI).

Di seguito alcune immagini dell’allora tenente colonnello Antonino Torre in Somalia.

© All rights reserved
______________________

 


Cordoglio del capo di SMD per il decesso di una giovane volontaria durante addestramento in montagna

 

Claudio Graziano

Roma, 27 maggio 2015 – Il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, appresa la triste notizia del decesso del caporal maggiore Alessia Chiaro, in servizio presso Reggimento Logistico Julia di Merano ed impegnata in un’attività addestrativa di movimento in  montagna, ha espresso ai familiari del militare e al capo di Stato Maggiore dell’Esercito profondo cordoglio e sentimenti di affettuosa vicinanza a nome delle Forze Armate e suo personale.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa

Decesso di un sottufficiale dell’Esercito

Roma, 25 dicembre 2014 – Ieri sera all’interno del CASD (Centro Alti Studi della Difesa) di via della Lungara a Roma è stato rinvenuto il corpo senza vita di un sottufficiale dell’Esercito in servizio presso l’ente di formazione.

Al momento sono in corso accertamenti sulle cause del decesso.

I famigliari sono stati informati.

© All rights reserved
Fonte: Stato Maggiore della Difesa

Cordoglio della Marina Militare per il decesso dell’ammiraglio di suqadra Filippo Ruggiero


Roma, 25 agosto 2014 –
Tutto il personale della Marina Militare, nel giorno delle esequie, esprime ai familiari dell’ammiraglio di squadra Filippo Ruggiero (Capo di Stato maggiore della marina militare dal 28 novembre 1989 al 15 febbraio 1992) profondo cordoglio e affettuosa vicinanza.

 

Filippo Ruggiero
Capo di stato maggiore della Marina Militare dal 1989 al 1992

Filippo Ruggiero (Bari 14/02/1929 – Roma 25/08/2014)

Ha frequentato l’Accademia Navale dal 1946 al 1949, uscendone col grado di aspirante guardiamarina.
Promosso tenente di vascello nel 1955 e capitano di corvetta nel 1962, laureato in ingegneria, è stato imbarcato su diverse unità della Squadra Navale con incarichi nell’ambito del servizio telecomunicazioni e di comando, su unità minori e sommergibili, alternando gli incarichi a bordo con altri a terra presso lo Stato Maggiore Marina e il Comando delle Forze Alleate del Mediterraneo, prima a Malta e poi a Napoli.

Dal 1971 al 1972 ha comandato, nel grado di capitano di fregata, la fregata Alpino; promosso capitano di vascello nel gennaio 1974, ha comandato l’incrociatore Caio Duilio prima di essere assegnato al Comando in Capo della Squadra Navale con l’incarico di Sottocapo di Stato Maggiore.
Contrammiraglio dal gennaio 1980 e dal successivo settembre fino al gennaio 1983 Ruggiero ha comandato l’Accademia Navale dalla quale nel luglio 1981 è stato celebrato il 1° centenario e, dal febbraio 1983 al giugno 1984, la 1^ Divisione Navale. Dal giugno 1984 al settembre 1985 è stato Capo di Stato Maggiore del Comando in Capo della Squadra Navale e del Mediterraneo Centrale; promosso ammiraglio di squadra nel luglio 1985, dal dicembre dello stesso anno al gennaio 1987 è stato Sottocapo di Stato Maggiore della Marina e, dal gennaio 1987 al settembre 1988, Comandante in Capo della Squadra Navale e del Mediterraneo Centrale.

Comandante in Capo del Dipartimento MM del Basso Tirreno e delle Forze Navali Alleate del Sud Europa fino al novembre 1989, Ruggiero ha ricoperto l’incarico di Capo di Stato Maggiore della Marina dal 28 novembre 1989 al 15 febbraio 1992, nel periodo di massimo impegno della Forza Armata chiamata ad offrire il proprio contributo all’intervento nel Golfo Persico.
L’ammiraglio Ruggiero è insignito delle onorificenze di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, di Commendatore della Legione al Merito degli Stati Uniti e di Ufficiale della Legion d’Onore francese, medaglia d’oro della Croce Rossa Italiana nonché della Croce commemorativa della missione militare in Libano.

© All rights resereved
Fonte: Marina Militare

Decesso dell’ammiraglio di squadra Filippo Ruggiero. Cordoglio del capo di stato maggiore della difesa

ruggiero

Roma, 26 agosto 2014 – È deceduto ieri, per cause naturali all’età di 85 anni nella sua abitazione di Roma, l’ammiraglio di squadra Filippo Ruggiero. Il capo di stato maggiore della difesa, ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, a nome suo personale e delle Forze Armate, ha espresso ai familiari dell’ammiraglio Ruggiero sentimenti di profondo cordoglio e affettuosa vicinanza.

Già capo di stato maggiore della Marina Militare egli ha rappresentato la più esemplare figura di fedele servitore delle istituzioni e di guida illuminata ed esperta.

L’ammiraglio Ruggiero è insignito delle onorificenze di Cavaliere di Gran Croce dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, di Commendatore della Legione al Merito degli Stati Uniti e di Ufficiale della Legion d’Onore francese, medaglia d’oro della Croce Rossa Italiana nonché della Croce commemorativa della missione militare in Libano.

© All rights reserved
Fonte: Stato maggiore della difesa

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade