Archivi tag: cortina d’ampezzo

Cortina dedica un monumento al poliziotto in servizio in montagna

Cortina, 5 dicembre 2015 – Il capo della Polizia – direttore generale della pubblica sicurezza prefetto Alessandro Pansa, alla presenza delle autorità civili e religiose della città, ha inaugurato oggi a Cortina D’Ampezzo il monumento dedicato al “poliziotto in servizio in montagna”. La scultura in bronzo, opera dell’artista Beppino Lorenzot, è stata collocata in prossimità del Palazzo Comunale, posizionata su un masso recuperato dalla frana di Acquabona che lo scorso settembre ha provocato la morte di tre persone.

La cerimonia è stata preceduta dalla consegna al prefetto Pansa della cittadinanza onoraria conferita dal Comune di Cortina D’Ampezzo alla Polizia di Stato per i settant’anni di presenza del Commissariato di Pubblica Sicurezza. Il conferimento è un gesto di riconoscenza della comunità ampezzana per la straordinaria attività di sicurezza e soccorso pubblico in montagna svolta dagli uomini e dalle donne della Polizia di Stato dal 4 ottobre 1945, quando prese servizio il primo Commissario dell’Ufficio di Pubblica Sicurezza, Vincenzo Marcello.

Nel corso della giornata la questura di Belluno ha organizzato un incontro con le scolaresche di Cortina durante il quale il questore Michele Morelli e il giornalista Luca Pagliari hanno affrontato i temi della legalità e della comunicazione social.

Tali iniziative, inoltre, sono state precedute dalla proiezione del film “Storia del tempo inutile” diretto dall’ispettore capo di Polizia Franco Fontana, in servizio presso la questura di Belluno. La pellicola è tratta dal romanzo scritto da Luana Gorza, moglie di un collaboratore tecnico, deceduta lo scorso anno a causa della Sla. 

Allo scoprimento del busto dedicato agli uomini e alle donne della Polizia di Stato, che quotidianamente garantiscono la sicurezza e la legalità nei centri turistici tra le montagne d’Italia, era presente anche la “Banda di Cortina D’Ampezzo”.

Gli orchestrali, applauditi da migliaia di cittadini presenti in piazza e da oltre ottanta ragazzi delle scolaresche locali, hanno dato solennità all’intera cerimonia eseguendo la “Preghiera del Poliziotto”, la marcia d’ordinanza della Polizia di Stato “Giocondità” e “L’inno d’Italia”.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Polizia di Stato


Esercitazione 5 Torri: in montagna tra passato e futuro nei luoghi della Grande Guerra

Cortina d’Ampezzo, 9 luglio 2015 – Oltre 700 militari di 11 paesi hanno partecipato all’esercitazione organizzata dal Comando Truppe Alpine dell’Esercito in località 5 Torri, dove 100 anni fa l’Esercito Italiano combatté nelle trincee a oltre 2200 metri di quota. Alla giornata conclusiva hanno partecipato il capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Claudio Graziano, il capo di Stato Maggiore dell’Esercito, generale di corpo d’armata Danilo Errico, il comandante delle Forze Operative Terrestri generale di corpo d’armata Alberto Primicerj e il Comandante delle Truppe Alpine Generale di Corpo d’Armata Federico Bonato.

Le autorità civili e militari e il pubblico intervenuto hanno assistito ad una significativa attività addestrativa delle truppe da montagna. L’esercitazione, ha rappresentato l’occasione per testare il livello di capacità raggiunto in addestramento dagli alpini, implementando le tecniche alpinistiche per il movimento e per il soccorso in montagna congiuntamente ad altre Forze Armate italiane e straniere di Austria, Bulgaria, Germania, Giordania, FYROM (Former Yugoslav Republic of Macedonia), Oman, Regno Unito, Slovenia, Spagna e Svizzera, e affinare la cooperazione con altre unità specialistiche dell’Esercito Italiano.

Il generale Graziano, durante il suo intervento ha affermato che “questa esercitazione è segno della trasformazione e della continuità in cui bisogna muoversi. In un momento di risorse limitate, è necessario esaltare le nostre eccellenze. Tra le molte capacità c’è quella di combattere in montagna, peculiarità che ci è riconosciuta nel mondo. Il coraggio fisico e mentale e la resistenza che oggi questi uomini e queste donne hanno dimostrato in esercitazione – ha aggiunto il capo di Stato Maggiore della Difesa – sono elementi fondamentali per un soldato. Oggi siamo più preparati ma con lo stesso spirito di chi combatté la prima guerra mondiale su queste montagne

Il capo di Stato Maggiore  dell’Esercito, dopo aver ringraziato le autorità intervenute, ha evidenziato come “l’esercitazione odierna abbia costituito una preziosa opportunità per affinare la cooperazione in ambiente di alta montagna in ambito joint e combined, grazie alla partecipazione di personale proveniente da altre Forze Armate e Nazioni alleate”.

Attività addestrative in montagna, in condizioni estreme, contribuiscono ad incrementare la sicurezza dei militari impegnati nelle operazioni internazionali e allo stesso tempo consolidano la capacità “dual use” della forza armata di intervenire su tutto il territorio italiano a supporto della comunità nazionale.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Stato Maggiore dell'Esercito (Foto di cmc Paolo Massardi)

OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nel Mar Mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

News e Foto su Difesa e Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte | Edito da 08/2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade