Archivi tag: como

Brenna: quarantacinquenne vuol far esplodere con il gas una palazzina, arrestato dai carabinieri

carabinieri

Brenna (CO), 27 dicembre 2014 – Questa notte, intorno alle 00,30, in Via Roma a Brenna, i militari di Mariano Comense, supportati da Vigili del Fuoco e da personale del 118, sono riusciti ad evitare una strage.

Un uomo di 45 anni, T.P., disoccupato, sofferente di turbe psichiche, ieri sera, mentre si trovava in famiglia per i festeggiamenti di Santo Stefano, ha avuto una crisi psichica ed ha cominciato ad inveire contro i parenti. Lo stato di agitazione del soggetto ha iniziato, poi, a degenerare, arrivando a brandire una roncola contro i parenti, i quali, colti dal panico, sono fuggiti di casa, lasciandolo solo, ed hanno chiamato i soccorsi.

Sul posto sono immediatamente giunti i carabinieri della tenenza di Mariano Comense e personale dei VV.FF. di Cantù, nonché personale medico del 118. I militari, avvicinandosi all’appartamento, hanno sentito subito della forte puzza di gas: l’uomo, infatti, aveva aperto il gas della cucina, minacciando di far esplodere l’intera palazzina. Evacuato l’intero stabile dalle persone che vi abitano e fatta interrompere la fornitura di gas centrale per evitare ulteriori fuoriuscite pericolose, i militari sono riusciti, non senza difficoltà, a far ragionare l’esagitato, riportandolo alla calma e disarmandolo della roncola che ancora aveva in mano.

Convinto l’uomo a farsi assistere dai paramedici, il soggetto, uscendo dal condominio, ha visto la madre, una donna del 1940, e, svincolandosi dai paramedici che lo stavano assistendo, si è lanciato in un nuovo scatto d’ira nei confronti della mamma, colpendola violentemente con un pugno sul naso. La donna, trasportata al Sant’Anna di Como, è stata medicata per il colpo sul naso, mentre l’uomo è stato tratto in arresto e portato in caserma a Mariano Comense. Dopo un’ora concitata, la calma è tornata intorno alle 2,00 di notte.

© All rights reserved
Fonte: Arma dei Carabinieri
(Comando provinciale di Cantù)

Como: arrestati componenti del commando criminale che agiva a danno degli autotrasportatori

DSC_8779

Como, 14 gennaio 2014 – Conclusa una complessa operazione di Polizia nelle province di Bari e Milano, dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e la Squadra Mobile di Como, in collaborazione con la Squadra Mobile di Milano. L’operazione ha consentito di disarticolare un agguerrito sodalizio criminale, riconducibile a pregiudicati originari di Cerignola (FG) e Andria (BAT). Rapine e furti a danno degli autotrasportatori venivano effettuati con l’utilizzo di armi “ad alto volume di fuoco” e materiale esplosivo tra la Puglia e la Lombardia.
Due dei componenti del commando, che nell’aprile scorso aveva rapinato il furgone portavalori di un istituto di vigilanza sull’autostrada Milano Chiasso, all’altezza di Turate (CO), sono stati arrestati. L’assalto al portavalori, che aveva fruttato un bottino di 10 milioni di euro, è stato effettuato da almeno 12 persone che hanno operato con vere e proprie tecniche militari e dotate di armi ad alto potenziale. Bloccata l’autostrada con dei TIR dati alle fiamme, avevano ingaggiato un violentissimo conflitto a fuoco con le guardie particolari giurate e con un equipaggio della Polizia intervenuto sul posto.
Serrate indagini, un selezionato gruppo di lavoro, sofisticate analisi del traffico telefonico e innovativi strumenti investigativi, hanno diretto gli investigatori verso un’organizzazione criminale, composta da pregiudicati di origine foggiana e barese, operanti in diverse province italiane, ritenuti responsabili di altre rapine, commesse con le stesse violente modalità.
Nel corso dell’inchiesta, coordinata dalla Procura della Repubblica di Como, nel giugno scorso, è stato arrestato, in flagranza di reato, un altro componente del commando che custodiva le armi a disposizione del gruppo malavitoso. In tale circostanza, sono state sequestrate due pistole e un fucile a pompa, utilizzati per realizzare l’assalto.
Nello stesso contesto operativo, sono state eseguite anche 27 perquisizioni a carico di altri soggetti emersi dalle indagini e sospettati di essere organici all’associazione criminale. In particolare, sono stati indagati, in stato di libertà, 16 soggetti ritenuti coinvolti nella pianificazione e realizzazione dell’assalto.
L’operazione costituisce un primo step di una più vasta inchiesta, condotta tra la Puglia e la Lombardia, a carico di pericolosi esponenti della malavita cerignolana e andriese, alcuni dei quali contigui alla criminalità organizzata locale, stabilmente dediti alle rapine e ad altri gravi reati. Proseguono le attività tese ad individuare gli altri componenti dell’associazione criminale e sono in corso approfondimenti di natura patrimoniale. 

© All right reserved
Fonte: Polizia di Stato


OpinioniWeb-XYZ

Opinioni consapevoli per districarci nel marasma delle mezze verità quotidiane!

Ornitorinco Nano

Blog musicale personale

Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

Rassegna di analisi, ricerche e studi sulle relazioni internazionali nello scenario mediterraneo

Rassegna Stampa Militare

Blog sul tema della Difesa e la Cooperazione Internazionale, di Antonio Conte. Edito dal 2009

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade