Annunci

Archivi tag: Comando delle Forze Operative Terrestri

Verona: l’onorevole Domenico Rossi in visita al COMFOTER

Verona, 16 febbraio 2015 –   Oggi il sottosegretario di stato per la difesa, onorevole Domenico Rossi, ha visitato il comando delle forze operative terrestri in Verona.

Al suo arrivo l’onorevole Rossi è stato accolto dal comandante delle Forze Operative Terrestri, generale di corpo d’armata Alberto Primicerj che ha illustrato al sottosegretario i compiti e le attività svolte dalle Forze Operative Terrestri in territorio nazionale e nei teatri operativi.

Al termine della visita, il sottosegretario ha rivolto il proprio apprezzamento e ringraziamento per l’elevata efficienza e determinazione con cui il Comando delle Forze Operative Terrestri assicura l’addestramento e l’approntamento delle forze operative dell’Esercito Italiano sia per l’impiego sul territorio nazionale sia per le missioni  all’estero.

© All rights reserved
Fonte: COMFOTER
Annunci

Verona: presentato il CalendEsercito 2015 dal comando delle forze operative terrestri

Verona, 14 dicembre 2014 – Si è tenuta nei giorni scorsi a Verona nella Sala degli Arazzi del Comune, la conferenza di presentazione del CalendEsercito 2015, incontro organizzato in municipio dal Comando delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER) di concerto con l’Amministrazione comunale di Verona.

All’evento erano presenti numerosi rappresentanti delle Amministrazioni civili e militari, delle istituzioni e del mondo associativo ed è stato anche occasione per il gen. c.a. Alberto Primicerj per  tracciare un bilancio delle attività operative e addestrative delle Forze Operative Terrestri.

Il CalendEsercito 2015, progettato, realizzato e stampato in proprio dalla Forza Armata, ha come tema la commemorazione dell’ingresso dell’Italia nella 1^ Guerra Mondiale.

Attraverso le dodici tavole che compongono il calendario viene raccontato, con lo stile dei quotidiani dell’epoca, il ruolo dell’Esercito come primo reale collettore della società di quel tempo e dell’ identità nazionale.

© All rights reserved
Fonte: COMFOTER

Esercito: cambio al vertice delle Forze Operative Terrestri

Verona, 15 settembre 2014 – Si è svolta oggi la cerimonia per il cambio al vertice delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER), nel palazzo della “Granguardia” di Verona. Dopo circa due anni e mezzo, il generale di corpo d’armata Roberto Bernardini, ha ceduto la guida del prestigioso comando veronese al generale di corpo d’armata Alberto Primicerj, già comandante delle truppe alpine.

Il capo di stato maggiore dell’esercito, generale di corpo d’armata Claudio Graziano, ha presieduto la cerimonia di avvicendamento alla guida del comando delle Forze Operative Terrestri (COMFOTER). Durante il suo intervento il generale Graziano ha sottolineato che “in un momento di razionalizzazione è importante concentrarsi sulle forze operative con l’ammodernamento dei mezzi e con l’addestramento perché è un aspetto sul quale non si può risparmiare”. 

A margine della cerimonia, inoltre, rispondendo alle domande dei giornalisti sull’attuale situazione internazionale e su un possibile impiego di assetti dell’esercito ha precisato che “queste sono valutazioni e decisioni che spettano evidentemente all’autorità politica e al parlamento. L’esercito, al pari delle altre forze armate, si prepara per far fronte alle missioni che ci vengono assegnate dal Paese come abbiamo fatto negli ultimi 30 anni di impegni all’estero. Resta fondamentale – ha aggiunto il capo di stato maggiore – dare la giusta attenzione all’addestramento perché bisogna fornire gli strumenti al personale affinché sia preparato e non corra rischi inutili”.

Alla sentita cerimonia erano presenti tutti i comandanti dei reparti dipendenti del COMFOTER e numerose autorità civili, religiose, significativa ed eloquente dimostrazione dei profondi legami e sinergie con le comunità locali.

Il Comando delle forze operative terrestri (COMFOTER) ha sede a Verona ed è il comando responsabile della preparazione, dell’addestramento e approntamento delle forze operative dell’Esercito impiegate in operazioni sul territorio nazionale e nelle missioni internazionali. Da questo comando dipendono oltre 70.000 unità pari a circa il 70% del totale dell’intera Forza Armata.

© All rights reserved
Fonte: Comando Forze Operative Terrestri

Militari dell’esercito e polizia di stato impediscono fuga di migranti da un C.I.E.

strade sicure

Roma, 22 agosto 2014 – Ieri pomeriggio, una pattuglia di militari effettivi al 11° Reggimento Genio Guastatori di Foggia, impiegati nell’operazione Strade Sicure nel raggruppamento “Roma” a guida Brigata Granatieri di Sardegna, mentre si trovava in servizio presso il C.I.E. di Ponte Galeria, è entrata in azione per bloccare un tentativo di fuga dal centro, in concorso con il personale delle Forze di Polizia.

I militari sono intervenuti prontamente con personale della Polizia di Stato per bloccare circa venti ospiti del CIE che hanno tentato di scavalcare la recinzione scappare. Il tempestivo intervento dei militari dell’Esercito, particolarmente apprezzato dal personale della Polizia di Stato, ha consentito di evitare che la situazione in atto degenerasse.

Con il loro operato i Volontari hanno dato così lustro alla Forza Armata e a tutta la brigata Granatieri di Sardegna, grande unità elementare impiegata in attività addestrative e operative in ambito nazionale e internazionale.

Dall’agosto 2008 la brigata Granatieri di Sardegna, rinforzata da assetti di altre unità, partecipa ai 4000 uomini dell’Esercito all’operazione Strade Sicure sulla territorialità della città di Roma, coordinata dal 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD) di San Giorgio a Cremano, in concorso e congiuntamente alle Forze dell’Ordine a garanzia della sicurezza e prevenzione della microcriminalità nella capitale.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri

Salerno: 40 militari della Brigata Bersaglieri Garibaldi gestiscono 2268 migranti, giunti in porto con una nave della Marina Militare

Salerno, 21 luglio 2014 – Dalle prime ore di sabato mattina, un dispositivo del Reggimento Cavalleggeri Guide (19°) di Salerno, della Brigata Bersaglieri Garibaldi, ha concorso alla sicurezza del porto di Salerno per la gestione di 2268 immigrati giunti con una nave della Marina Militare. 
L’intervento delle “Guide” in concorso alle Forze dell’Ordine è stato richiesto dalla Prefettura di Salerno al 2° Comando delle Forze di Difesa (2°FOD) di San Giorgio a Cremano (NA), che ha interessato il Comandante delle Guide (19°), Colonnello Diodato Abagnara, per schierare circa 40 militari con il compito di creare un sistema di vigilanza fissa e mobile per il controllo dell’area portuale.
L’impegno si è prolungato per l’intera giornata, al fine di completare le operazioni di smistamento e riconoscimento, nei centri di accoglienza più vicini, da parte delle Forze di Polizia ed assistenza da parte della Protezione Civile.

L’Esercito nella regione Campania è schierato per l’operazione Strade Sicure con circa 600 militari per contrastare la criminalità e con i pattugliamenti nella “Terra dei Fuochi” per contrastare e prevenire i reati ambientali, sempre in concorso alle Forze dell’Ordine e sotto la gestione del 2° FOD.

© All rights reserved
Fonte e immagini: Comando delle Forze Operative Terrestri


Trovato un proiettile con un chilo di esplosivo nel grossetano. L’esercito si prepara all’operazione di bonifica

87b1cadd-3dc3-4fd0-98db-9f9ac6d2b617ok_savoia

Grosseto, 4 luglio 2014 – Il proiettile di artiglieria è stato rinvenuto dai cavalieri paracadutisti di “Savoia” durante un’esercitazione in corso nel Grossetano.
Una pattuglia di Savoia Cavalleria, impegnata in una importante esercitazione in provincia di Grosseto, ha rinvenuto un grosso ordigno inesploso risalente alla seconda guerra mondiale.
In particolare il proiettile di artiglieria, contente circa un chilo di esplosivo, è stato rinvenuto 15 chilometri a nord di Grosseto, in una zona montuosa a ridosso del Poggio Tetto del Paradiso.
A seguito della segnalazione delle unità operative sul terreno sono state immediatamente attuate dalla direzione di esercitazione – che vede schierato dal 30 giugno l’intero staff del Reggimento Savoia Cavalleria di Grosseto – tutte le procedure di sicurezza inviando altresì sul posto un qualificato artificiere EOD (Explosive Ordnance Disposal) di secondo livello, ovvero abilitato anche al riconoscimento e alla bonifica degli ordigni che ha provveduto a segnalare come interdetta l’intera zona.
Sono state informate le autorità di pubblica sicurezza competenti sul territorio che provvederanno nelle prossime ore alla rimozione o distruzione degli ordigni.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


Il 2° FOD verifica le capacità del soccorso sanitario

San Giorgio a Cremano (NA), 2 luglio 2014 – Si è conclusa nei giorni scorsi, l’esercitazione sanitaria (MEDEX- Medical ExerciseValetudinarium 2014, nella caserma Antonio Cavalleri, sede del 2° Comando delle Forze di Difesa (2° FOD). Un’esercitazione per addestrare gli assetti e il personale sanitario della caserma nella condotta e nello sviluppo di attività di soccorso specifiche normalmente svolte in un teatro operativo e che rientrano nel Tactical Combact Casualty Care.
Concepita dal 2° FOD, l’esercitazione si inserisce nel progetto dei provvedimenti adottati dal comandante del 2° FOD, generale di corpo d’armata Vincenzo Lops, per la tutela e la sorveglianza della salute dell’uomo-soldato al fine di migliorare il potenziale fisico del combattimento, ma anche di testare la prontezza e la capacità dell’intera filiera dei soccorsi, a partire dalla figura del soccorritore militare e degli assetti sanitari, nella gestione di situazioni di crisi con simulazioni molto realistiche ed aderenti alle esigenze operative.

Per l’occasione, è stato previsto lo schieramento di un ROLE 1 (Sostegno sanitario in operazione livello rgt/btg), di un Po.Me. (Posto Medicazione) mobile del Reparto Comando e Supporti Tattici “Acqui” e l’attivazione di venti operatori suddivisi in due team.
Gli argomenti proposti hanno riguardato eventi traumatici a crescente gravità e difficoltà di trattamento.
Tutti gli operatori coinvolti hanno svolto gli esercizi con elevata capacità d’intervento e grande sintonia permettendo di raggiungere gli obiettivi preposti.

© All rights reserved
Fonte: Comando delle Forze Operative Terrestri


Monica Palermo

One shot one smile

Antonella Lallo

Lucania la mia ragione di vita

Notizie

Rispetto e onore al Tricolore!

Alamari Musicali

Piccolo contributo per diffondere, in Italia e nel mondo, la conoscenza e l'amore per le Bande e le Fanfare delle Forze Armate, dei Corpi di Polizia e delle Associazioni d'Arma della Repubblica Italiana, della Repubblica di San Marino e dello Stato della Città del Vaticano.

WordAds

High quality ads for WordPress

Geopolitica italiana

La politica estera e la geostrategia italiana nei contesti geopolitici in cui l’Italia può dispiegare influenza diplomatica e proiezione militare

Rassegna Stampa Militare

Difesa e Cooperazione Internazionale

Libano

Tre anni in Libano 2006-2009

effenasca

welcome to my webspace, where you can find the activities I am interested in

-Military News from Italy-

Rispetto e onore al Tricolore!

tuttacronaca

un occhio a quello che accade